Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale, sui problemi politici e sui microchip nei vaccini
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 133391
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » sab ott 24, 2020 9:03 pm

Paolo79 ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:In serata Conte dovrebbe andare in tv per esporre il nuovo DPCM


ma che cosa é cambiato rispetto a una settimana fa? davvero pensavano che con quel trend potesse esserci un calo in così poco tempo? é importante perché:
- se si, significa che il cts é formato da gente con la licenza elementare o che al massimo ha fatto un master in astrologia
- se no, la dice lunga sulla capacità di programmazione.

tra l'altro le 2 deduzioni non sono escludibili l'un l'altra.
comunque vada sarà un successo.
He/His/Him/Piron/Non-Geg

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 17121
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Super-Fabio » sab ott 24, 2020 9:45 pm

Di bene in meglio, le regioni chiedono di testare solo i sintomatici! Abbiamo trovato il modo per far calare i numeri!

https://www.corriere.it/politica/20_ott ... 3521.shtml

Immagine

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 53611
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » sab ott 24, 2020 9:48 pm

In sintesi, le regioni vogliono i ristoranti aperti (e le altre attività) e le scuole chiuse
Il governo il contrario

Si finirà Fifty-Fifty.

Intanto pare sia calata l'eta media dei contagiati, e in Francia calo delle terapie intensive.

F.F.
Mr Moonlight ha scritto:Il PC è femmina: un mucchio di chiacchiere per non dire una sega.


https://www.youtube.com/watch?v=mjtHG1jh1zQ

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31879
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » sab ott 24, 2020 10:08 pm

sui ristoranti hanno ragioni le regioni: o chiudi tutto e sovvenzioni, o tieni aperto.
L orario con chiusura alle 18 è na barzelletta.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 4764
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Mr Moonlight » sab ott 24, 2020 10:09 pm

Le Regioni sono il male assoluto. Hanno avuto 4 mesi di tempo per organizzare trasporti e ospedali niente è stato fatto. Devo dire che a scuola hanno mandato mascherine, igienizzanti, saponi, carta, webcam e pc, ma credo sia stata una scelta del governo centrale. I ragazzi dentro le classi e l'istituto si comportano abbastanza bene, anche se le distanze sono risibili, sia in aula che in laboratorio, ove non devono indossare mascherine :lol: :lol: :lol: . Non posso farlo, ma pubblicherei volentieri una foto di come sono vicini i ragazzi dove sono io: ho messo due scatoloni davanti alla mia postazione per evitare che alcuni baldi giovani mi sputazzino in faccia.
Ma ci voleva Einstein per quadruplicare il servizio dei trasporti, utilizzando anche mezzi dei settori in crisi come il turismo? Organizzare gli spazi in modo decente? Dove lavoro io hanno messo i numeri ai banchi e il nastro adesivo rosso in terra per delimitarli a distanza di un metro, calcolando la bocca. Sono arrivati una ventina di banchi con le ruote ed i docenti hanno implorato i collaboratori scolastici di toglierli di mezzo, perché i ragazzi facevano l'autoscontro. Non era possibile mettere forze dell'ordine all'ingresso e all'uscita delle scuole, bar, ristoranti con multe di 10.000 euro a chi non indossa la mascherina?

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31879
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » sab ott 24, 2020 10:47 pm

più che altro non capisco perchè non si facciano i mini lockdown comunali che erano stati paventati tempo addietro. C'è un comune con casi fuori controllo? Si chiude per 15 giorni. E il resto d'Italia prosegue con le misure attuali più o meno.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 65311
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » sab ott 24, 2020 10:49 pm

Il Governo sicuramente degli errori li ha commessi(ma chi non ne farebbe in una situazione mai avuta prima in tempo di pace)ma le regioni hanno dimostrato la loro totale incompetenza e inaffidabilità.

Sanità e trasporti devono tornare in mano allo Stato,
è una delle lezioni principali di questa storia.

Sulla Lombardia poi meglio lasciar perdere, il duo comico spara cazzate ogni giorno
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 17121
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Super-Fabio » sab ott 24, 2020 11:15 pm

Oggi, 24 Ottobre e con 200.000 contagiati, aprono il bando per assumere gente da impiegare nel contact tracing :lol: :lol: :lol: :lol:

https://twitter.com/DPCgov/status/1319968727836733441

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 22280
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » dom ott 25, 2020 12:02 am

Super-Fabio ha scritto:Oggi, 24 Ottobre e con 200.000 contagiati, aprono il bando per assumere gente da impiegare nel contact tracing :lol: :lol: :lol: :lol:

https://twitter.com/DPCgov/status/1319968727836733441

Sarà per la terza ondata.

Comunque:
Ristoranti e bar chiusi dalle 18 e tutta la domenica
A decorrere dal 26 ottobre 2020, le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono sospese la domenica e i giorni festivi; negli altri giorni le predette attività sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00. Resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive "limitatamente ai propri clienti".

Io non ho attivo il ristorante ma mi appoggio a un ristorante accanto.
Domenica digiuno per tutti, i milanesi potrebbero tornare a casa a pranzo, in un’ora poi tornano qui.
Quelli che vengono da più lontano consiglio di comprare panini nel pomeriggio del sabato...
Se almeno possono fare asporto i ristoranti, proviamo così .
Che ormai ho solo quelli che devono usare il bonus vacanze che scade a fine dicembre.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

stefano61
FooLminato
Messaggi: 10073
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » dom ott 25, 2020 2:23 am

Johnny Rex ha scritto:
stefano61 ha scritto:
E' pure difficile capire come mai non ci sia una "cabina di regia" centralizzata per la gestione delle emergenze, e sia quasi tutto demandato alle singole autorità locali, pronta ad intervenire rapidamente ai primi segnali di criticità.



Perchè, c'è stata una Cabina di regia centralizzata in Europa? non dico nel Mondo, ma anche solo nei continenti.



In Europa non può esserci, non c' è un' autorità politica centrale: l' Unione Europea non è nemmeno una federazione di Stati.

Lascia però perplessi il fatto che, per fare un esempio, i Lander tedeschi - e la Germania è una repubblica federale - creano quasi meno difficoltà al governo centrale di quanto facciano le Regioni italiane in uno stato non federale.

Di sicuro, il federalismo nella gestione di emergenze sanitarie di portata nazionale non è la panacea - e sto usando un' eufemismo. Come dice anche Tennisfan, bisogna riflettere su questi aspetti del decentramento.

Può essere che, su punti particolari, gli enti locali abbiano anche idee migliori del Governo. E nella specifica controversia cui stiamo assistendo, mi trovo anzi più d' accordo - fatta sicuramente eccezione per il discorso sui tamponi ai soli sintomatici e loro contatti nell' ambito familiare - con la posizione della Conferenza delle Regioni.

Ma, in una materia in cui agire tempestivamente è essenziale, personalmente sono favorevole a decisioni rapide prese dal Governo. Certo, possibilmente composto da persone competenti :)

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 18001
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Intra Sestri e Chiaveri s’adima una fiumana bella...

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda uglygeek » dom ott 25, 2020 3:11 am

Pochi sanno che il Tacet è in partitura.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 53611
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » dom ott 25, 2020 8:19 am

Dai su, ditemi che influenza hanno avuto nei contagi ristoranti e palestre e quanta le scuole.
Ma oramai ci si è fissati su un principio e lo si vuole difendere contro tutto e tutti.

Ristoranti aperti (così ci vado :P ) e scuole chiuse.

Sui Bandi del Contact Tracing; la gente per lavorare occorre anche che la retribuisci (stesso discorso del personale delle terapie intensive).

F.F.
Mr Moonlight ha scritto:Il PC è femmina: un mucchio di chiacchiere per non dire una sega.


https://www.youtube.com/watch?v=mjtHG1jh1zQ

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16695
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » dom ott 25, 2020 8:29 am

Johnny Rex ha scritto:Dai su, ditemi che influenza hanno avuto nei contagi ristoranti e palestre e quanta le scuole.
Ma oramai ci si è fissati su un principio e lo si vuole difendere contro tutto e tutti.

Ristoranti aperti (così ci vado :P ) e scuole chiuse.

Sui Bandi del Contact Tracing; la gente per lavorare occorre anche che la retribuisci (stesso discorso del personale delle terapie intensive).

F.F.

Vanno a lume di naso.
E noi allora? C'è un contagiato solo tra gli spettatori in tutta Italia. Però ci devono chiudere.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 53611
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » dom ott 25, 2020 8:32 am

chiaky ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:Dai su, ditemi che influenza hanno avuto nei contagi ristoranti e palestre e quanta le scuole.
Ma oramai ci si è fissati su un principio e lo si vuole difendere contro tutto e tutti.

Ristoranti aperti (così ci vado :P ) e scuole chiuse.

Sui Bandi del Contact Tracing; la gente per lavorare occorre anche che la retribuisci (stesso discorso del personale delle terapie intensive).

F.F.

Vanno a lume di naso.
E noi allora? C'è un contagiato solo tra gli spettatori in tutta Italia. Però ci devono chiudere.


Perdetelo pure ,il lavoro,non siete ESSENZIALI, Nickognito vi risarcirà

F.F.
Mr Moonlight ha scritto:Il PC è femmina: un mucchio di chiacchiere per non dire una sega.


https://www.youtube.com/watch?v=mjtHG1jh1zQ

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16695
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » dom ott 25, 2020 8:34 am

Johnny Rex ha scritto:
chiaky ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:Dai su, ditemi che influenza hanno avuto nei contagi ristoranti e palestre e quanta le scuole.
Ma oramai ci si è fissati su un principio e lo si vuole difendere contro tutto e tutti.

Ristoranti aperti (così ci vado :P ) e scuole chiuse.

Sui Bandi del Contact Tracing; la gente per lavorare occorre anche che la retribuisci (stesso discorso del personale delle terapie intensive).

F.F.

Vanno a lume di naso.
E noi allora? C'è un contagiato solo tra gli spettatori in tutta Italia. Però ci devono chiudere.


Perdetelo pure ,il lavoro,non siete ESSENZIALI, Nickognito vi risarcirà

F.F.

No ma adesso hanno davvero rotto il cazzo.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22860
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » dom ott 25, 2020 8:43 am

Caos totale. Ognuno per la sua strada. Coordinamento ZERO.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22860
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » dom ott 25, 2020 8:49 am

Nella giornata orrenda di ieri per numero di contagi nazionali, a Bergamo si registrano solo 57 nuovi positivi in tutta la provincia. Un numero davvero ridicolo che è stato solo di poco superiore nei giorni precedenti. Questo sicuramente ci dice che c'è maggiore attenzione nei luoghi maggiormente colpiti dalla prima ondata, ma anche che la circolazione del virus in queste zone è stata già molto elevata ed ora gli effetti sono molto attenuati.
Informazioni un po' scontate ma che danno un minimo di speranza.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 65311
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » dom ott 25, 2020 8:50 am

Le proposte delle regioni

Immagine
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8591
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » dom ott 25, 2020 8:53 am

Johnny Rex ha scritto:
chiaky ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:Dai su, ditemi che influenza hanno avuto nei contagi ristoranti e palestre e quanta le scuole.
Ma oramai ci si è fissati su un principio e lo si vuole difendere contro tutto e tutti.

Ristoranti aperti (così ci vado :P ) e scuole chiuse.

Sui Bandi del Contact Tracing; la gente per lavorare occorre anche che la retribuisci (stesso discorso del personale delle terapie intensive).

F.F.

Vanno a lume di naso.
E noi allora? C'è un contagiato solo tra gli spettatori in tutta Italia. Però ci devono chiudere.


Perdetelo pure ,il lavoro,non siete ESSENZIALI, Nickognito vi risarcirà

F.F.


A proposito di questo mi chiedo:
1) chi decide cosa è essenziale e cosa non lo è?
2) come è quanto vengono rimborsate le persone facenti parte della categoria Non Essenziale?
3) chi risponde se col senno di poi le previsioni , come è spesso accaduto, si riveleranno sbagliate? Cioè se si scopre che il non essenziale in realtà era essenziale o viceversa?

Forse Galli può aiutare Giuseppi e gli espertoni del cts
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8591
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » dom ott 25, 2020 8:55 am

tennisfan82 ha scritto:Sulla Lombardia poi meglio lasciar perdere, il duo comico spara cazzate ogni giorno


:lol: :lol: :lol:
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16695
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » dom ott 25, 2020 8:58 am

Paolo79 ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:
chiaky ha scritto:Vanno a lume di naso.
E noi allora? C'è un contagiato solo tra gli spettatori in tutta Italia. Però ci devono chiudere.


Perdetelo pure ,il lavoro,non siete ESSENZIALI, Nickognito vi risarcirà

F.F.


A proposito di questo mi chiedo:
1) chi decide cosa è essenziale e cosa non lo è?
2) come è quanto vengono rimborsate le persone facenti parte della categoria Non Essenziale?
3) chi risponde se col senno di poi le previsioni , come è spesso accaduto, si riveleranno sbagliate? Cioè se si scopre che il non essenziale in realtà era essenziale o viceversa?

Forse Galli può aiutare Giuseppi e gli espertoni del cts

Semplice.
La cultura non è essenziale, il calcio si. I tabaccai fondamentali per le casse dello Stato. I quattrini ragazzi.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31879
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » dom ott 25, 2020 9:11 am

Johnny Rex ha scritto:Dai su, ditemi che influenza hanno avuto nei contagi ristoranti e palestre e quanta le scuole.

Le scuole purtroppo, anche se in maniera magari indiretta, hanno inciso tantissimo, c'è poco da fare.
In Campania si è stimato che il 25% dei casi nuovi dell ultimo mese nasce in ambito trasporti per la scuola o nella stessa scuola, per poi diffondersi in altra larga percentuale a livello familiare. Anche perchè spesso le famiglie sono composte da 2-3 figli, tutti ammassati in poco spazio.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 13606
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » dom ott 25, 2020 9:17 am

Sempre Fabio Sabatini, stamane:

Da giorni alcune testate hanno preso ad additare la scuola quale principale responsabile della seconda ondata. In questo modo intercettano il consenso di molti lettori che, giustamente spaventati dalla ripresa dei contagi, vorrebbero essere rassicurati da misure di contenimento drastiche.

In questo clima ha ricevuto molta attenzione il parere del fisico Roberto Battiston, già presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana e candidato alle elezioni europee per il partito democratico nel 2019. Battiston fa notare che i contagi hanno ripreso a crescere esponenzialmente poco dopo l'apertura delle scuole. Quindi, nel suo ragionamento, la didattica in presenza ha probabilmente causato la seconda ondata. Si tratta di un modo di ragionare di facile presa sul pubblico e non a caso molto popolare sui media: se un evento ha preceduto di poco un altro evento, ne è probabilmente la causa.

La prossimità di due eventi può fotografare una correlazione che non è necessariamente sintomo di un rapporto di causa-effetto, ed è quanto meno incauto trarne implicazioni "certe" e inevitabili di policy (come è avvenuto in questi giorni), specie su questioni che influenzano il benessere dei giovani nel corso intero della loro vita.

Con questo non voglio sostenere che la scuola, o ciò che succede in prossimità degli edifici scolastici (dove è facile osservare assembramenti, specie da parte degli studenti più grandi) non sia teatro di contagi. Né si può escludere che sia proprio la scuola il motore della seconda ondata, come non si può escludere per molte altre attività umane. Semplicemente, non lo sappiamo.

La seconda ondata è partita dopo quattro mesi di "liberi tutti". In questi mesi sono stati aperti ristoranti, bar, discoteche, palestre, centri commerciali, cinema, campi sportivi e tanti altri luoghi di aggregazione. La riapertura delle frontiere ha causato l'importazione, e la diffusione tra le regioni, di migliaia di nuovi casi. I comportamenti individuali sono divenuti sempre più rilassati, incoraggiati da una formidabile seconda ondata di negazionismo, e i controlli sul rispetto delle regole sono stati via via allentati. I mezzi di trasporto pubblico hanno gradualmente aumentato la capienza fino a riempirsi di nuovo all'inverosimile, proprio come prima della pandemia.

Al termine di questi quattro mesi, quando gli indizi di una ripresa esponenziale erano secondo alcuni già evidenti da tempo, hanno anche riaperto le scuole.

Le regioni che hanno riaperto le scuole per prime sono quelle in cui le attività economiche sono più intense, i trasporti più capillari, le interazioni sociali più continue e il clima più freddo: tutti fattori che possono incidere negativamente sul contagio. Le regioni che hanno riaperto le scuole successviamente sono quelle con il clima più caldo, una minore mobilità dei cittadini sul territorio, un'economia meno dinamica e un sistema sanitario meno attrezzato per testare e tracciare tempestivamente i contatti dei pazienti infetti.

Attenzione, di nuovo: non sto sostenendo che si tratti necessariamente di una coincidenza. Ma che, per attribuire alla scuola la responsabilità della seconda ondata con la certezza che esibiscono molti commentatori, siano necessarie analisi rigorose di dati rappresentativi, che oggi mancano.

Né ritengo che non sia necessario prendere contromisure drastiche subito. Solo, nove mesi dopo l'inizio della pandemia vorrei che si smettesse di decidere chiusure a caso sull'onda di intuizioni "nasometriche", di aneddoti o, peggio, dell'emozione popolare.

Ma come si fa a prendere decisioni "informate" dai dati? Questo è il punto: i dati aggregati diffusi nel bollettino delle 18 servono a malapena a farsi un'idea dell'andamento dei contagi nel medio periodo, quando non sono perfino fuorvianti. Ciò di cui abbiamo bisogno sono i dati individuali, quelli che in gergo si chiamano “microdati”, resi opportunamente anonimi. La comunità scientifica li invoca da marzo, ma il governo sembra non aver ancora neanche capito di cosa si tratta.

I microdati dovrebbero essere "rappresentativi", cioè non orientati dalle particolari caratteristiche delle persone, o gruppi sociali, presso cui si raccolgono le informazioni. Oggi i tamponi sono somministrati soprattutto ai pazienti che mostrano sintomi o a coloro che sono entrati in contatto con persone infette. Invece, dovremmo raccogliere periodicamente informazioni presso un campione, anche piccolo, di persone estratte casualmente dalla popolazione, per esempio ogni una o due settimane, come hanno proposto più volte gli ex presidenti dell'Istat Giorgio Alleva e Alberto Zuliani senza trovare ascolto nelle istituzioni. Eppure, si tratterebbe di interventi poco costosi e dai benefici potenzialmente enormi.

Per esempio, rilevare l'incidenza del contagio in un campione rappresentativo consentirebbe una stima accurata del numero di infetti nella popolazione, del suo tasso di crescita e della percentuale di asintomatici, del tasso di letalità e dell'efficacia degli interventi di contenimento. Informazioni fondamentali su cui, nove mesi dopo l'inizio della pandemia, ancora non abbiamo certezze. Sapere dove sono avvenuti i contagi attraverso la raccolta di informazioni contestuale al contact tracing aiuterebbe a stabilire chiusure mirate senza dover fermare la vita del paese intero.

Conoscere le caratteristiche demografiche, economiche e sociali degli infetti sarebbe fondamentale per dedurre quali categorie siano più vulnerabili e quali comportamenti più rischiosi, al fine di disegnare misure di confinamento più raffinate e affidabili, e meno invasive, di quelle cui sembriamo ancora una volta destinati a ricorrere.

Non si tratta di "piangere sul latte versato", ma di riconoscere i gravi errori compiuti finora per evitare di ripeterli, e di comprendere l'importanza dei dati per pianificare interventi più informati, efficaci e costruttivi.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 133391
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » dom ott 25, 2020 9:59 am

c'e' una cosa che non capisco, nel post di cui sopra. Beh, piu' di una :D

- la pandemia si sta sviluppando in modo simile in tutto il mondo, molto simile in Europa. Benissimo i microdati del governo italiano, ma c'e' bisogno di avere statistiche nazionali quando basta copiare statistiche simile in numerosi stati simili?
- In alcuni stati (qua, per esempio) ci sono dati simili, e la scuola incide in modo notevole
- Dall'articolo sembra che, se non fosse possibile raccogliere dati, allora non potremmo decidere che a caso. In realta', non e' cosi'. Ad esempio, se sapessimo che il virus si diffonde di piu' accanto ai gelati, potremmo chiudere le gelaterie anche senza dati. E se sapessimo che a scuola vanno milioni di persone che devono arrivarci tutte insieme, alla stessa ora, starci molte ore, uscirci tutti insieme, essere una categoria di persone poco portate alla disciplina e tutte persone che non vivono da sole ma a casa hanno sempre altri contatti molto stretti, potremmo chiudere le scuole.
Il problema e' che gia' lo sappiamo :D

Per cose come i teatri, invece, magari servirebbero i dati
He/His/Him/Piron/Non-Geg

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 12425
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Rosewall » dom ott 25, 2020 10:07 am

laplaz ha scritto:Nella giornata orrenda di ieri per numero di contagi nazionali, a Bergamo si registrano solo 57 nuovi positivi in tutta la provincia. Un numero davvero ridicolo che è stato solo di poco superiore nei giorni precedenti. Questo sicuramente ci dice che c'è maggiore attenzione nei luoghi maggiormente colpiti dalla prima ondata, ma anche che la circolazione del virus in queste zone è stata già molto elevata ed ora gli effetti sono molto attenuati.
Informazioni un po' scontate ma che danno un minimo di speranza.
speranza che vada meglio che a Manaus
e se non piangi, di che pianger suoli?

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 12425
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Rosewall » dom ott 25, 2020 10:23 am

tennisfan82 ha scritto:Le proposte delle regioni
limitarsi a chiudere* le superiori, depotenziare ulteriormente il tracciamento (no test agli asintomatici), e sperare che basti.
Il fondamentale razionale scientifico è qualcosa del tipo: se chiudo elementari e medie i genitori vanno nella merda e non mi votano più. Delle superiori fotte sega a nessuno, chè un quattordicenne sta bene a casa da solo (o con gli amici).
Il resto ci penserà il governo, cosí le misure impopolari non toccano a me.



* sono un convinto sostenitore della DAD alle superiori (a rotazione) ma a distanza di sei mesi non funziona decentemente. Ergo, ad oggi, "dad al 100%" è molto prossimo al concetto di "chiudere".
e se non piangi, di che pianger suoli?

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8591
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » dom ott 25, 2020 10:37 am

Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14783
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » dom ott 25, 2020 10:38 am

Vabbè capirai oh basta iniziare a lavorare prima e scolarsi negroni dalle 4 pm, no problem, sai che ostacolo, qua in Veneto mai stato un problema sociale.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 12425
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Rosewall » dom ott 25, 2020 10:50 am

stando ai miserabili dati elargiti dall'ISS, l'81,7% dei focolai avviene nel contesto familiare, solito formidabile amplificatore di contagi. Per fortuna che a soli nove mesi dalla scoperta cinese (la quarantena decentralizzata abbatte Rt) noi stiamo brillantemente provvedendo.

Da dove arrivano i contagi che si moltipliccano in famiglia (e dove vanno)?
Secondo i (miserabili) dati dell'Iss sui contesti di trasmissione, nella scuola si verificano il 3,5% dei nuovi focolai (noti).
Nelle attività ricreative il 4,2%.
Nell'ambito lavorativo il 7,2%.

Va sempre peggio (ma dai?) l'attività di tracciamento: trova ormai solo il 25% dei nuovi casi.
e se non piangi, di che pianger suoli?

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 65311
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » dom ott 25, 2020 10:57 am

Rosewall ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:Le proposte delle regioni
limitarsi a chiudere* le superiori, depotenziare ulteriormente il tracciamento (no test agli asintomatici), e sperare che basti.
Il fondamentale razionale scientifico è qualcosa del tipo: se chiudo elementari e medie i genitori vanno nella merda e non mi votano più. Delle superiori fotte sega a nessuno, chè un quattordicenne sta bene a casa da solo (o con gli amici).
Il resto ci penserà il governo, cosí le misure impopolari non toccano a me.



* sono un convinto sostenitore della DAD alle superiori (a rotazione) ma a distanza di sei mesi non funziona decentemente. Ergo, ad oggi, "dad al 100%" è molto prossimo al concetto di "chiudere".


Esattamente così.
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22860
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » dom ott 25, 2020 11:05 am

Rosewall ha scritto:
laplaz ha scritto:Nella giornata orrenda di ieri per numero di contagi nazionali, a Bergamo si registrano solo 57 nuovi positivi in tutta la provincia. Un numero davvero ridicolo che è stato solo di poco superiore nei giorni precedenti. Questo sicuramente ci dice che c'è maggiore attenzione nei luoghi maggiormente colpiti dalla prima ondata, ma anche che la circolazione del virus in queste zone è stata già molto elevata ed ora gli effetti sono molto attenuati.
Informazioni un po' scontate ma che danno un minimo di speranza.
speranza che vada meglio che a Manaus


Io ragionavo più sull'attenzione ai precetti per evitare la diffusione che sulla possibilità di un'immunità di gregge, che nei dati statistici è ancora ben lontana dall'essere raggiunta ma è indubbio che allo stato delle cose nella provincia di Bergamo ci si ammala talmente tanto di meno rispetto a marzo-aprile che non può non esserci una correlazione.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 133391
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » dom ott 25, 2020 11:15 am

laplaz ha scritto:
Io ragionavo più sull'attenzione ai precetti per evitare la diffusione che sulla possibilità di un'immunità di gregge, che nei dati statistici è ancora ben lontana dall'essere raggiunta ma è indubbio che allo stato delle cose nella provincia di Bergamo ci si ammala talmente tanto di meno rispetto a marzo-aprile che non può non esserci una correlazione.



magari semplicemente chi e' piu' colpito all'ondata successiva e' un po' meno colpito, a quella ancora successiva probabilmente torna quasi come prima :)

Poi purtroppo spesso non e' discorso di immunita' di gregge, ma che i deboli sono morti.
He/His/Him/Piron/Non-Geg

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 65311
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » dom ott 25, 2020 11:16 am

Torno a casa. Esco dal tunnel, dopo tre settimane esatte di buio. Sono ancora positivo, ma dopo 21 giorni di Covid e almeno tre senza più sintomi posso proseguire la quarantena a domicilio. C’è un drammatico bisogno di posti letto, per ricoverare i tanti, troppi pazienti gravi che arrivano in continuazione. Quando sono entrato io, solo al mio piano, eravamo in 18. Ora ce ne sono 84. Oltre la metà ha meno di 54 anni, ed è intubata e pronata.

Una “procedura” terrificante, che mi sono fatto raccontare. Ti sedano, ti infilano un tubo nei polmoni, e da quel momento su di te scende la notte di un tempo infinito e un luogo indefinito. Sei sdraiato sulla pancia, in una posizione guidata da un rianimatore esperto, per sedici ore consecutive. Dopo ti rigirano supino, per otto ore. Poi si ricomincia: sedici ore prono, otto ore supino. E così via. Tutte le volte che serve a far «distendere i polmoni», come dicono, e a sperare che intanto la malattia regredisca, e non distrugga definitivamente quel che rimane del tuo sistema respiratorio. Se questo accade, a un certo punto ti estubano, ti risvegliano e allora devi solo sperare di avere ancora un po’ di fiato in gola per gridare ce l’ho fatta.

Se non accade, te ne vai senza saperlo, e senza che un familiare, un parente, un amico possano averti dato l’ultima carezza. Tutto questo mi è stato risparmiato. Lascio il mio letto a chi sta peggio di me, in attesa di un primo tampone finalmente negativo.

Massimo Giannini

Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22860
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » dom ott 25, 2020 11:23 am

Nickognito ha scritto:
laplaz ha scritto:
Io ragionavo più sull'attenzione ai precetti per evitare la diffusione che sulla possibilità di un'immunità di gregge, che nei dati statistici è ancora ben lontana dall'essere raggiunta ma è indubbio che allo stato delle cose nella provincia di Bergamo ci si ammala talmente tanto di meno rispetto a marzo-aprile che non può non esserci una correlazione.



magari semplicemente chi e' piu' colpito all'ondata successiva e' un po' meno colpito, a quella ancora successiva probabilmente torna quasi come prima :)

Poi purtroppo spesso non e' discorso di immunita' di gregge, ma che i deboli sono morti.


Certo, ovviamente conta anche quello ma sono talmente tanti gli anziani che non credo statisticamente possa incidere più di tanto. Se parlassimo di una "semplice" influenza, per la quale muoiono statisticamente poche centinaia di persone "deboli" all'anno, potrebbe anche essere, ma essendo un virus più aggressivo la "quota" di persone potenzialmente a rischio è talmente elevata che "nuovi deboli" ce ne sono sempre.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 133391
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » dom ott 25, 2020 11:39 am

Rosewall ha scritto:
Da dove arrivano i contagi che si moltipliccano in famiglia (e dove vanno)?
Secondo i (miserabili) dati dell'Iss sui contesti di trasmissione, nella scuola si verificano il 3,5% dei nuovi focolai (noti).
Nelle attività ricreative 4,2%
Nell'ambito lavorativo7,2%


Scritta cosi' puo' sembrare che questi 3,5%, 4.2% e 7.2% siano relative a da dove arriva il contagio alla famiglia. Ma no questi, se non erro, sono i dati di chi si e' infettato senza prenderli dalla famiglia.
Sommati all'81.7% della famiglia, il totale fa 96.6%, quindi quasi tutti. Si puo' supporre che in media anche quelli che lo prendono in famiglia, prima, da fuori, lo hanno preso al lavoro, scuola o attivita' ricreative.

Insomma, dall'esterno, il virus arriverebbe al 46.7% dal lavoro, al 27.2% dalle attivita' ricreative e al 22.7% dalla scuola. In realta' la percentuale della scuola sara' decisamente maggiore (molti lavoratori vivono da soli, o magari in 2, molti che vanno a divertirsi vivono da soli, o in due, chi va a scuola non vive mai da solo e spesso vive in piu' di 2, se non quasi sempre).

Insomma, tutti e tre i fattori sarebbero del tutto decisivi, da questi dati, se li ho compresi bene.

E' anche vero che uno potrebbe non contagiarsi in famiglia. Ma mi chiedo, nella quasi totalita' dei casi, quando uno se ne accorge (e magari se ne va in un'altra struttura), non e' troppo tardi e ha contagiato tutti?

A meno di non vivere sempre con distanziamento e mascherina a casa (a letto, in qualche caso), un po' dura.
He/His/Him/Piron/Non-Geg

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8591
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » dom ott 25, 2020 11:40 am

https://mobile.twitter.com/dariofrance/ ... 8387448834

hai capito chiaky, smettila di essere triste, il tuo ministro pensa alla tua salute
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31879
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » dom ott 25, 2020 11:51 am

Da un punto di vista meramente commerciale, il periodo cme dal 1 novembre al 24 Novembre termine del dpcm è uno dei periodi più morti già di suo.
Ovviamente non sappiamo cosa succederà il 24 novembre
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16695
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » dom ott 25, 2020 11:53 am

Il Decreto domenicale arriva puntualissimo, Conte parla alle 13.30, per conciliare la digestione.

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16695
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » dom ott 25, 2020 11:56 am

Paolo79 ha scritto:https://mobile.twitter.com/dariofrance/status/1320303928387448834

hai capito chiaky, smettila di essere triste, il tuo ministro pensa alla tua salute

Franceschini è un infame che ha fatto di tutto x chiuderci anni fa, e non lo fece solo per l' intervento del Presidente della Repubblica.
Solo una sett fa diceva che non ci avrebbe più richiusi perché non rappresentavamo un rischio.
Spero finisca appeso.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22860
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » dom ott 25, 2020 11:57 am

chiaky ha scritto:Il Decreto domenicale arriva puntualissimo, Conte parla alle 13.30, per conciliare la digestione.


chiaky inizia a cercarti uno spazio sotto qualche ponte, perchè magari tra qualche mese trovi tutto occupato :)

PS se è troppo pesante come battuta cancello il post, era per sdrammatizzare un po'... #104#


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 19 ospiti