Quale riforma elettorale?

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Avatar utente
NK7
Illuminato
Messaggi: 3007
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda NK7 » mer dic 07, 2016 1:24 pm

alessandro ha scritto:io ho un amico che non ha mai lavorato, ha 50 anni, abita in un appartamento accanto ai genitori di proprieta' loro, i quali pagano affitto e spese condominiali, ( piscina e campo da tennis) e lui passa il tempo tra surf, sci, bicicletta, tennis e tuffi in piscina.
gli avevo anche offerto unlavoro come guardiano notturno, cioe' doveva dormire e se serviva qualcuno lo chiamava, e mi ha detto di no.
devo pagagli anche il reddito di cittadinanza?

Possibile, non mi sorprenderebbe. Mi immagino poi i commenti quando a essere destinatari dei soldi fossero immigrati con passaporto italiano.

Il tutto naturalmente si tradurrebbe in un ulteriore giro di vite per chi intenda acquisire nazionalità italiana. Ma ribadisco, per me rimane fantascienza.
"Dio crea gli uomini tutti uguali. Ma fuori dall'utero comincia a fare favoritismi."

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11228
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda paoolino » mer dic 07, 2016 1:29 pm

paoolino ha scritto:
Rosewall ha scritto:Backhand, di là in "in memoria" (credo in penultima pagina) ti ho risposto sulle (imho) prospettive liberali in Italia, così per incoraggiarti all'azione (riassumo: è più facile che metti su un dritto alla Federer)!


Io ci ho già rinunciato più o meno dal 2009-2010; il fallimento poi del FDP in Germania e dei Lib Dems in UK mi ha ulterirormente disilluso.

viewtopic.php?f=13&t=34723&p=1619874&hilit=liberale#p1619874

Siamo ancora lì, forse ora anche peggio. Ma insomma, noi viviamo in un paese in cui le forze politiche sono sempre state stataliste.



Vuoi scoprire che tipo di liberale sei? Fai il test della Fondazione Luigi Einaudi.
Sei un liberale classico, un libertario o un liberal? Ti senti più conservatore o più progressista?


http://www.fondazioneluigieinaudi.it/ch ... della-fle/

Risultato:

Sei un Liberale Classico
Credi nel libero mercato e nella competizione, ma ritieni che lo Stato debba fare da arbitro. Sai che l’arbitro può essere talvolta corrotto, quindi non vuoi affidagli troppi poteri. Sei pragmatico e non ti piace fare troppa ideologia.

Ritieni che il liberalismo debba essere soprattutto un metodo e che ci si debba focalizzare sui singoli problemi. Hai idee precise, ma ami rimetterle in discussione. Diffidi di coloro che dicono di avere la libertà in tasca. Credi che, per essere liberali, si debba essere anche liberisti; ma pensi anche che essere liberisti non basti per essere considerati liberali: è condizione necessaria ma non sufficiente.

Sei un liberale vecchio stile. Se non indossi gli occhiali pince-nez alla Cavour è solo perché il tuo ottico non li vende più.

Lettura consigliata: Storia d'Europa nel secolo decimonono - Benedetto Croce
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25481
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda klaus » mer dic 07, 2016 2:02 pm

Risultato:
Sei un Liberal

Tutta la differenza la fa la “e” finale. Ti definisci liberal o liberale di sinistra. Non vuoi confonderti con i conservatori. Ami la laicità e non ti piacciono i benpensanti. Difendi i diritti civili, credi nel progresso e sostieni di avere una spiccata sensibilità sociale.

In campo economico, ritieni che lo Stato debba giocare un ruolo per assicurare a tutti uguali condizioni di partenza. Spesso ti trovi a disagio con i tuoi connazionali: li vorresti diversi, più colti, meno qualunquisti, più responsabili. Sei accusato di essere uno snob, uno che disprezza l’italiano medio.

Vieni considerato troppo di destra dai tuoi amici di sinistra e troppo di sinistra dai tuoi amici di destra. Talvolta sei così elitario che ti sorprendi persino di avere degli amici.

Lettura consigliata: Johan Maynard Keynes - Teoria Generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 111966
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Nickognito » mer dic 07, 2016 2:47 pm

io sono favorevole al reddito di cittadinanza :)
Gemono come le alci in amore a primavera

s&v
Illuminato
Messaggi: 2727
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda s&v » mer dic 07, 2016 2:52 pm

paoolino ha scritto:Sei un Liberale Classico
Credi nel libero mercato e nella competizione, ma ritieni che lo Stato debba fare da arbitro. Sai che l’arbitro può essere talvolta corrotto, quindi non vuoi affidagli troppi poteri. Sei pragmatico e non ti piace fare troppa ideologia.

Ritieni che il liberalismo debba essere soprattutto un metodo e che ci si debba focalizzare sui singoli problemi. Hai idee precise, ma ami rimetterle in discussione. Diffidi di coloro che dicono di avere la libertà in tasca. Credi che, per essere liberali, si debba essere anche liberisti; ma pensi anche che essere liberisti non basti per essere considerati liberali: è condizione necessaria ma non sufficiente.

Sei un liberale vecchio stile. Se non indossi gli occhiali pince-nez alla Cavour è solo perché il tuo ottico non li vende più.

Lettura consigliata: Storia d'Europa nel secolo decimonono - Benedetto Croce


Anch'io. Ma non avrei dovuto fare il test forse, perché mi ritengo un conservatore

s&v
Illuminato
Messaggi: 2727
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda s&v » mer dic 07, 2016 2:53 pm

Nickognito ha scritto:io sono favorevole al reddito di cittadinanza :)


io alla f**a per tutti !

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 16556
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda alessandro » mer dic 07, 2016 2:55 pm

klaus ha scritto:Risultato:
Sei un Liberal

Tutta la differenza la fa la “e” finale. Ti definisci liberal o liberale di sinistra. Non vuoi confonderti con i conservatori. Ami la laicità e non ti piacciono i benpensanti. Difendi i diritti civili, credi nel progresso e sostieni di avere una spiccata sensibilità sociale.

In campo economico, ritieni che lo Stato debba giocare un ruolo per assicurare a tutti uguali condizioni di partenza. Spesso ti trovi a disagio con i tuoi connazionali: li vorresti diversi, più colti, meno qualunquisti, più responsabili. Sei accusato di essere uno snob, uno che disprezza l’italiano medio.

Vieni considerato troppo di destra dai tuoi amici di sinistra e troppo di sinistra dai tuoi amici di destra. Talvolta sei così elitario che ti sorprendi persino di avere degli amici.

Lettura consigliata: Johan Maynard Keynes - Teoria Generale dell'occupazione, dell'interesse e della moneta


uguale :D

ma se tutti sono elitari che succede?

A me ha aggiunto: i tuoi amici di sinistra ti giudicano troppo di destra e quelli di destra troppo di sinistra.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 16556
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda alessandro » mer dic 07, 2016 2:55 pm

s&v ha scritto:
Nickognito ha scritto:io sono favorevole al reddito di cittadinanza :)


io alla f**a per tutti !


vabbe', non confondiamo il programma dei 5 stelle con quello di Berlusconi.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

luca77
Illuminato
Messaggi: 4376
Iscritto il: mer ago 30, 2006 11:29 am
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda luca77 » mer dic 07, 2016 3:03 pm

anche io risulto radical chic liberal snob e senza amici. Ma comunque un keynesiano (che però era piuttosto attivo socialmente).
..
sul reddito di cittadinanza, la proposta grillina è di darlo a tutti coloro che hanno superato i 18 anni che non superano un certo reddito da lavoro, a patto che seguano dei corsi di formazione non rifiutino più di 2 offerte di lavoro. E' chiaro che ancora non hanno la più pallida idea di come farlo e che se passava la riforma della costituzione sarebbe stato tutto più semplice, visto che lo Stato avrebbe ri-avuto la competenza sui centri impiego e le politiche attive. Vedremo, di per sè non è una cattiva idea..ma riguarda il welfare, non lo sviluppo. Loro confondono le due cose.
"L'occasione fa l'Uomo fuco"

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 16556
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda alessandro » mer dic 07, 2016 3:27 pm

luca77 ha scritto:anche io risulto radical chic liberal snob e senza amici. Ma comunque un keynesiano (che però era piuttosto attivo socialmente).
..
sul reddito di cittadinanza, la proposta grillina è di darlo a tutti coloro che hanno superato i 18 anni che non superano un certo reddito da lavoro, a patto che seguano dei corsi di formazione non rifiutino più di 2 offerte di lavoro. E' chiaro che ancora non hanno la più pallida idea di come farlo e che se passava la riforma della costituzione sarebbe stato tutto più semplice, visto che lo Stato avrebbe ri-avuto la competenza sui centri impiego e le politiche attive. Vedremo, di per sè non è una cattiva idea..ma riguarda il welfare, non lo sviluppo. Loro confondono le due cose.


ma alla fine è un sussidio di disoccupazione.

offri due lavori di merda a 50 km di distanza e gle lo togli.

econdo me viene gratis.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9484
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda babaoriley » mer dic 07, 2016 3:34 pm

Mr Moonlight ha scritto:Ho votato No, ma non riesco ad esultare più di tanto. Non credo proprio che il 40% sia solo di Renzi (e grazie a Dio). Sul discorso di Baba: non pensi che un venditore di tappeti o Berlusconi 2.0 che ha scritto una riforma costituzionale insieme a Verdini ed alla Boschi avesse potuto rappresentare un pericolo per il futuro, viste le pessime riforme che ha fatto finora? Io lavoro nella scuola e un disastro come adesso non l'ho mai visto. Ho una figlia di 18 anni a cui devo pagare il treno ed il mangiare per andare a svolgere ore di alternanza scuola-lavoro fuori da ogni logica.
Se le riforme devono essere queste, preferisco stare fermo. Gli stupidi volenterosi son pericolosi... https://renatomassone.wordpress.com/2005/05/29/la-griglia-di-von-moltke/
Il problema è che non esiste una persona in grado di governare decentemente il paese ed io non me la sento di metterlo in mano ad un personaggio falso come i soldi del Monopoli... non so, a me piace Richetti, per esempio.
P.S. vedere Brunetta e Salvini ha dato parecchio fastidio anche a me..


Moon io capisco il tuo disagio, conosco bene anche io il mondo della scuola ma ti giuro che sono 20 ANNI che si fanno riforme della scuola e non ce n'è una che sia andata bene, a partire dalla famosa riforma Moratti. Finchè i problemi rimarranno mancanza di fondi, troppi studenti al Nord e troppi insegnanti al Sud e mancanza di specializzazione nel ruolo del sostegno scolastico non si andrà da nessuna parte. Comunque se vuoi ci spostiamo nel topic scuola e ne discutiamo a fondo :)

Io sono stata pagata a voucher un sacco di volte, ho un contratto a tempo determinato che non diventerà mai indeterminato ma mica do la colpa a Renzi di questo, scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.
Sono convinta che a stare fermi non serve a niente, questo è il Paese del gattopardismo è questo il guaio.

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » mer dic 07, 2016 3:45 pm

babaoriley ha scritto: scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.
Sono convinta che a stare fermi non serve a niente, questo è il Paese del gattopardismo è questo il guaio.

Quanto ti voglio bene.

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 4:34 pm

uglygeek ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:Leggevo che sono stati stanziati 18 mln di euro per ricollocazione di 3 mln di lavoratori. 6 euro per uno. Il costo di una raccomandata a/r.

Di converso miliardi per aumentare stipendi a chi già ne ha uno, tra 80 euro di sorta e aumenti agli Statali. Che non sono ricchi da bastonare, ma in questo contesto neanche gli ultimi da sostenere. E peraltro non ti premiano alle urne, malgrado le mance, perché se mi dai 80 euro ma mio figlio salta di voucher in voucher i tuoi 80 euro me li sbatto al cavolo.

Mi sembrerebbe già un primo tema di allocazione delle risorse.

Ma io sono fascio e sieg heil.

p.s.: tutta la narrazione renziota era per sfondare a cdx. Ce li vedo i miei colleghi o altri liberi professionisti a votare la classe dirigente che ha moltiplicato adempimenti Iva annuali, con costi di commercialista che aumenteranno... faranno la fila. Specie a fronte di mance elettorali sparse altrove.

Alla fine pero' si riduce tutto in una allocazione di risorse. Dai 80 euro a chi lavora. No invece dai un reddito minuscolo a chi non lavora. Dai la mancia a sinistra, togli qualcosa a destra. Ma se le risorse non ci sono la coperta e' corta non trovi? Non solo il paese rimane comunque in crisi ma non basta nemmeno a farsi rieleggere.
Cioe' il tuo ragionamento al limite poteva andare bene 30 anni fa, quando i soldi da distribuire c'erano (e in realta' era sbagliato anche allora). Ma oggi non puo' essere questo l'obiettivo di un governo, non serve a niente, poi dura due anni e gli elettori si accorgono che c'e' crisi come prima e lo fanno fuori. Ci vuole ben altro, ma cosa?

Guarda la Francia ad esempio, un paese con leggi per molti versi ancora di sinistra, molta protezione per chi lavora, tasse altissime per i ricchi, meno evasione che in Italia, politici a tutti i livelli meno ladri e comunque in genere piu' preparati... pero' e' comunque in crisi economica, anche se non ai livelli dell'Italia, e va sempre peggio.

Dici, "se mio figlio salta di voucher in voucher i tuoi 80 euro me li sbatto al cavolo" ed e' vero, ma come si fa a non farlo saltare di voucher in voucher? Assumiamo 2 milioni di persone come forestali in tutta Italia invece che solo in Calabria? Assumiamo 1 milione di insegnanti in piu'?
C'e' un modo per rilanciare l'economia in Italia che non sia quello di spendere 50 miliardi all'anno in piu' che lo stato non ha? Io non ne sono sicuro.


ma chi ha parlato di stampare moneta?

dico solo che sono state fatte scelte di un certo tipo e sono state punite. poi possiamo menarcela con la solita solfa del popolo bue, ma tant'è.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 4:36 pm

babaoriley ha scritto:
Io sono stata pagata a voucher un sacco di volte, ho un contratto a tempo determinato che non diventerà mai indeterminato ma mica do la colpa a Renzi di questo, scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.


ah, quindi questo è un tuo fallimento? è colpa tua?
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 11217
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda uglygeek » mer dic 07, 2016 4:49 pm

Apollo_Creed. ha scritto:ma chi ha parlato di stampare moneta?

dico solo che sono state fatte scelte di un certo tipo e sono state punite. poi possiamo menarcela con la solita solfa del popolo bue, ma tant'è.

Ma appunto, cosa vuoi che faccia un governo in Italia oggi? Al massimo fara' scelte di riallocazione di risorse, alza l'iva, da' 80 euro a tutti. Oppure invece di dare 80 euro poteva aumentare i sussidi. Un altro governo invece magari abbassa l'iva e le tasse e taglia un po' su scuola o sanita'.
Alla fine dopo due o tre anni il paese che era in crisi rimane in crisi, non sono queste le manovre che cambiano le cose, e poi chi governa viene punito alle urne e arriva un altro e fa il suo giro.
Mi sembra questo il problema di fondo, popolo bue o no, chi governa non ha davvero le leve per cambiare l'economia del paese. La gente rimane scontenta, si passa da un governo ad un altro, qualcuno si trova qualcuno peggio con il cambiamento ma la situazione di fondo rimane quella di un paese in crisi economica ormai da decenni.
"Meanwhile, the poor Babel fish, by effectively removing all barriers to communication between different races and cultures, has caused more and bloodier wars than anything else in the history of creation." Douglas Adams, THGTG

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 4:50 pm

uglygeek ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:ma chi ha parlato di stampare moneta?

dico solo che sono state fatte scelte di un certo tipo e sono state punite. poi possiamo menarcela con la solita solfa del popolo bue, ma tant'è.

Ma appunto, cosa vuoi che faccia un governo in Italia oggi? Al massimo fara' scelte di riallocazione di risorse, alza l'iva, da' 80 euro a tutti. Oppure invece di dare 80 euro poteva aumentare i sussidi. Un altro governo invece magari abbassa l'iva e le tasse e taglia un po' su scuola o sanita'.
Alla fine dopo due o tre anni il paese che era in crisi rimane in crisi, non sono queste le manovre che cambiano le cose, e poi chi governa viene punito alle urne e arriva un altro e fa il suo giro.
Mi sembra questo il problema di fondo, popolo bue o no, chi governa non ha davvero le leve per cambiare l'economia del paese. La gente rimane scontenta, si passa da un governo ad un altro, qualcuno si trova qualcuno peggio con il cambiamento ma la situazione di fondo rimane quella di un paese in crisi economica ormai da decenni.


A) Patrimoniale; B) IMU sulla prima casa, ché c'è gente che non c'ha manco quella.

Questo fa un governo di centrosinistra in un momento simile, a parer mio.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 11217
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda uglygeek » mer dic 07, 2016 5:01 pm

Apollo_Creed. ha scritto:
uglygeek ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:ma chi ha parlato di stampare moneta?

dico solo che sono state fatte scelte di un certo tipo e sono state punite. poi possiamo menarcela con la solita solfa del popolo bue, ma tant'è.

Ma appunto, cosa vuoi che faccia un governo in Italia oggi? Al massimo fara' scelte di riallocazione di risorse, alza l'iva, da' 80 euro a tutti. Oppure invece di dare 80 euro poteva aumentare i sussidi. Un altro governo invece magari abbassa l'iva e le tasse e taglia un po' su scuola o sanita'.
Alla fine dopo due o tre anni il paese che era in crisi rimane in crisi, non sono queste le manovre che cambiano le cose, e poi chi governa viene punito alle urne e arriva un altro e fa il suo giro.
Mi sembra questo il problema di fondo, popolo bue o no, chi governa non ha davvero le leve per cambiare l'economia del paese. La gente rimane scontenta, si passa da un governo ad un altro, qualcuno si trova qualcuno peggio con il cambiamento ma la situazione di fondo rimane quella di un paese in crisi economica ormai da decenni.


A) Patrimoniale; B) IMU sulla prima casa, ché c'è gente che non c'ha manco quella.

Questo fa un governo di centrosinistra in un momento simile, a parer mio.

l'IMU sulla prima casa c'era anche qualche anno fa, non e' che sia cambiato molto. Poi il 70% o piu' delle famiglie hanno la casa di proprieta', e' una tassa che piace in campagna elettorale, poi quando la metti gli italiani non ti votano piu'.
Una patrimoniale puoi anche farla e recuperare qualche risorsa, ma chi e' davvero ricco non tiene la sua ricchezza in Italia.
Si' poi sono d'accordo che un governo piu' di sinistra sarebbe utile e auspicabile, ma questi sono ragionamenti un po' superati dalla storia. Magari con la patrimoniale hai piu' soldi per welfare e sanita' e qualche lavoro pubblico ma in generale non puoi risolvere la crisi facendo assumere persone dallo stato, che e' un po' l'idea di fondo mi pare. Alla lunga non funziona, si e' visto che non funziona.
Ultima modifica di uglygeek il mer dic 07, 2016 5:04 pm, modificato 1 volta in totale.
"Meanwhile, the poor Babel fish, by effectively removing all barriers to communication between different races and cultures, has caused more and bloodier wars than anything else in the history of creation." Douglas Adams, THGTG

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 5:03 pm

uglygeek ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:
uglygeek ha scritto:Ma appunto, cosa vuoi che faccia un governo in Italia oggi? Al massimo fara' scelte di riallocazione di risorse, alza l'iva, da' 80 euro a tutti. Oppure invece di dare 80 euro poteva aumentare i sussidi. Un altro governo invece magari abbassa l'iva e le tasse e taglia un po' su scuola o sanita'.
Alla fine dopo due o tre anni il paese che era in crisi rimane in crisi, non sono queste le manovre che cambiano le cose, e poi chi governa viene punito alle urne e arriva un altro e fa il suo giro.
Mi sembra questo il problema di fondo, popolo bue o no, chi governa non ha davvero le leve per cambiare l'economia del paese. La gente rimane scontenta, si passa da un governo ad un altro, qualcuno si trova qualcuno peggio con il cambiamento ma la situazione di fondo rimane quella di un paese in crisi economica ormai da decenni.


A) Patrimoniale; B) IMU sulla prima casa, ché c'è gente che non c'ha manco quella.

Questo fa un governo di centrosinistra in un momento simile, a parer mio.

l'IMU sulla prima casa c'era anche qualche anno fa, non e' che sia cambiato molto.
Una patrimoniale puoi anche farla e recuperare qualche risorsa, ma chi e' davvero ricco non tiene la sua ricchezza in Italia.
Si' poi sono d'accordo che un governo piu' di sinistra sarebbe utile e auspicabile, ma questi sono ragionamenti un po' superati dalla storia. Magari con la patrimoniale hai piu' soldi per welfare e sanita' e qualche lavoro pubblico ma in generale non puoi risolvere la crisi facendo assumere persone dallo stato, che e' un po' l'idea di fondo mi pare. Alla lunga non funziona, si e' visto che non funziona.


coi soldi della patrimoniale riduco il cuneo fiscale. invece di distribuire 80 euro, 85 euro, caramelle ai bambini e dentiere ai pensionati.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9484
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda babaoriley » mer dic 07, 2016 5:07 pm

Apollo_Creed. ha scritto:
babaoriley ha scritto:
Io sono stata pagata a voucher un sacco di volte, ho un contratto a tempo determinato che non diventerà mai indeterminato ma mica do la colpa a Renzi di questo, scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.


ah, quindi questo è un tuo fallimento? è colpa tua?



in parte sì, perchè se ho scelto un percorso di studi poco spendibile sul mercato del lavoro italiano non posso poi bussare alla porta del premier (chiunque e di qualunque schieramento sia) e pretendere che mi trovi un impiego.
Tutte le riforme del mercato del lavoro non funzionano e il jobs act è solo l'ultimo della lista. Perchè? è colpa della pressione fiscale sulle imprese? In parte sì, sicuramente, ma non è anche che alle imprese fa molto comodo usare i voucher (nati per regolarizzare lavoretti saltuari e impiegati ormai selvaggiamente da tutti i settori lavorativi) sfruttare i contrattini fuffa di collaborazione occasionale o cambiare stagisti in continuazione? c'è un malcostume italiano troppo diffuso fra i datori di lavoro visto personalmente che penso nemmeno la migliore riforma del lavoro riuscirebbe a cambiare.

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 11217
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda uglygeek » mer dic 07, 2016 5:09 pm

Apollo_Creed. ha scritto:
uglygeek ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:
A) Patrimoniale; B) IMU sulla prima casa, ché c'è gente che non c'ha manco quella.

Questo fa un governo di centrosinistra in un momento simile, a parer mio.

l'IMU sulla prima casa c'era anche qualche anno fa, non e' che sia cambiato molto.
Una patrimoniale puoi anche farla e recuperare qualche risorsa, ma chi e' davvero ricco non tiene la sua ricchezza in Italia.
Si' poi sono d'accordo che un governo piu' di sinistra sarebbe utile e auspicabile, ma questi sono ragionamenti un po' superati dalla storia. Magari con la patrimoniale hai piu' soldi per welfare e sanita' e qualche lavoro pubblico ma in generale non puoi risolvere la crisi facendo assumere persone dallo stato, che e' un po' l'idea di fondo mi pare. Alla lunga non funziona, si e' visto che non funziona.


coi soldi della patrimoniale riduco il cuneo fiscale. invece di distribuire 80 euro, 85 euro, caramelle ai bambini e dentiere ai pensionati.

Si' ma anche li', il cuneo puoi anche ridurlo un po' ma non e' che puoi togliere le tasse al lavoro dipendente. Chi guadagna poco paga anche poche tasse, non e' che vedrebbe nemmeno questi grandi aumenti.
Cioe', sia chiaro, io non difendo certo il governo Renzi e i suoi 80 euro, ci mancherebbe. Quello che volevo dire e' che non ci sono scelte alternative davvero efficaci comunque. Sposti un po' di risorse da qui a li' ma non cambia molto, crisi c'era e crisi rimane, il lavoro continua a non esserci. E' come spostare i tavoli nella sala da pranzo del Titanic.
"Meanwhile, the poor Babel fish, by effectively removing all barriers to communication between different races and cultures, has caused more and bloodier wars than anything else in the history of creation." Douglas Adams, THGTG

Burano
Saggio
Messaggi: 6291
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Burano » mer dic 07, 2016 5:10 pm

E lotta seria alla evasione fiscale.
Renzi che ha fatto, a parte voler smantellare equitalia e, chissà perché, rialzare il limite alla circolazione dei contanti da mille a tremila euro..col plauso di destra e Alfano, chissà perché.
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 11217
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda uglygeek » mer dic 07, 2016 5:10 pm

babaoriley ha scritto:in parte sì, perchè se ho scelto un percorso di studi poco spendibile sul mercato del lavoro italiano non posso poi bussare alla porta del premier (chiunque e di qualunque schieramento sia) e pretendere che mi trovi un impiego.
Tutte le riforme del mercato del lavoro non funzionano e il jobs act è solo l'ultimo della lista. Perchè? è colpa della pressione fiscale sulle imprese? In parte sì, sicuramente, ma non è anche che alle imprese fa molto comodo usare i voucher (nati per regolarizzare lavoretti saltuari e impiegati ormai selvaggiamente da tutti i settori lavorativi) sfruttare i contrattini fuffa di collaborazione occasionale o cambiare stagisti in continuazione? c'è un malcostume italiano troppo diffuso fra i datori di lavoro visto personalmente che penso nemmeno la migliore riforma del lavoro riuscirebbe a cambiare.
"Meanwhile, the poor Babel fish, by effectively removing all barriers to communication between different races and cultures, has caused more and bloodier wars than anything else in the history of creation." Douglas Adams, THGTG

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9484
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda babaoriley » mer dic 07, 2016 5:13 pm

(beh, poi però mi piacerebbe che nel Paese della Bellezza, dell'Arte e della Cultura non ci fosse spazio solo per noiosi bancari e ingegneri con tutto il rispetto per la categoria :) )

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » mer dic 07, 2016 5:13 pm

Baba for president. :oops:

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 16556
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda alessandro » mer dic 07, 2016 5:14 pm

Apollo_Creed. ha scritto:
coi soldi della patrimoniale riduco il cuneo fiscale. invece di distribuire 80 euro, 85 euro, caramelle ai bambini e dentiere ai pensionati.

I famosi 80 euro, sono, l'abbattimento del cuneo fiscale
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 5:14 pm

babaoriley ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:
babaoriley ha scritto:
Io sono stata pagata a voucher un sacco di volte, ho un contratto a tempo determinato che non diventerà mai indeterminato ma mica do la colpa a Renzi di questo, scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.


ah, quindi questo è un tuo fallimento? è colpa tua?



in parte sì, perchè se ho scelto un percorso di studi poco spendibile sul mercato del lavoro italiano non posso poi bussare alla porta del premier (chiunque e di qualunque schieramento sia) e pretendere che mi trovi un impiego.
Tutte le riforme del mercato del lavoro non funzionano e il jobs act è solo l'ultimo della lista. Perchè? è colpa della pressione fiscale sulle imprese? In parte sì, sicuramente, ma non è anche che alle imprese fa molto comodo usare i voucher (nati per regolarizzare lavoretti saltuari e impiegati ormai selvaggiamente da tutti i settori lavorativi) sfruttare i contrattini fuffa di collaborazione occasionale o cambiare stagisti in continuazione? c'è un malcostume italiano troppo diffuso fra i datori di lavoro visto personalmente che penso nemmeno la migliore riforma del lavoro riuscirebbe a cambiare.


mi trovi d'accordissimo. senonché quel Renzi che non vuoi biasimare per la sua azione di Governo va a braccetto con le organizzazioni rappresentative di quelli che un tempo si chiamavano "padroni" (poi siamo diventati tutti uguali: io, te, Farinetti, Della Valle e il povero al quale ho regalato 50 centesimi stamattina) e ha imperniato tutta la sua narrazione (termine dell'anno) sulle pacche sulle spalle date e ricevute ai "vincenti", ottimismo, sorrisi, brand.

versione riveduta e corretta dei "ristoranti pieni".
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 5:15 pm

alessandro ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:
coi soldi della patrimoniale riduco il cuneo fiscale. invece di distribuire 80 euro, 85 euro, caramelle ai bambini e dentiere ai pensionati.

I famosi 80 euro, sono, l'abbattimento del cuneo fiscale


in via bonusistica e saltuaria. potevano essere spesi, quei miliardi, per misure sistemiche e durevoli.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » mer dic 07, 2016 5:15 pm

babaoriley ha scritto:(beh, poi però mi piacerebbe che nel Paese della Bellezza, dell'Arte e della Cultura non ci fosse spazio solo per noiosi tifosi di Federer con tutto il rispetto per la categoria :) )

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 16556
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda alessandro » mer dic 07, 2016 5:26 pm

In realtà gli 80 euro sono sistemici.
O così è stato sino ad ora.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 5:29 pm

alessandro ha scritto:Cosa vuol dire bonusistica?


è un mio neologismo per dire "sotto forma di bonus". è un bonus irpef, poi riconfermato con la successiva legge di bilancio. ma parliamo di misura a tempo prorogata.

si potevano evitare le regalie elettorali e adottare soluzioni durevoli. ma Renzi pensava che la congiuntura economica sarebbe migliorata maggiormente e sperava di poter cavalcare un'onda buona, potendosi permettere misure mediatiche.

gli ha detto maluccio, ha cavalcato un'onda di mèrda e non ha saputo essere responsabile nel constatarlo, preso com'era (com'è) dal suo desiderio di essere una figura napoleonica.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Burano
Saggio
Messaggi: 6291
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Burano » mer dic 07, 2016 5:35 pm

Apollo_Creed. ha scritto:
babaoriley ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:
ah, quindi questo è un tuo fallimento? è colpa tua?



in parte sì, perchè se ho scelto un percorso di studi poco spendibile sul mercato del lavoro italiano non posso poi bussare alla porta del premier (chiunque e di qualunque schieramento sia) e pretendere che mi trovi un impiego.
Tutte le riforme del mercato del lavoro non funzionano e il jobs act è solo l'ultimo della lista. Perchè? è colpa della pressione fiscale sulle imprese? In parte sì, sicuramente, ma non è anche che alle imprese fa molto comodo usare i voucher (nati per regolarizzare lavoretti saltuari e impiegati ormai selvaggiamente da tutti i settori lavorativi) sfruttare i contrattini fuffa di collaborazione occasionale o cambiare stagisti in continuazione? c'è un malcostume italiano troppo diffuso fra i datori di lavoro visto personalmente che penso nemmeno la migliore riforma del lavoro riuscirebbe a cambiare.


mi trovi d'accordissimo. senonché quel Renzi che non vuoi biasimare per la sua azione di Governo va a braccetto con le organizzazioni rappresentative di quelli che un tempo si chiamavano "padroni" (poi siamo diventati tutti uguali: io, te, Farinetti, Della Valle e il povero al quale ho regalato 50 centesimi stamattina) e ha imperniato tutta la sua narrazione (termine dell'anno) sulle pacche sulle spalle date e ricevute ai "vincenti", ottimismo, sorrisi, brand.

versione riveduta e corretta dei "ristoranti pieni".


Sì, un altro cavallo di battaglia di questi teorici della scomparsa di destra e sinistra tipo Renzi: dipendenti o datori di lavoro, il conflitto non ha più senso..siamo tutti sulla stessa barca :-)
peccato ci sia chi rema chi sta al timone e chi si fa portare.
Ultima modifica di Burano il mer dic 07, 2016 5:37 pm, modificato 1 volta in totale.
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » mer dic 07, 2016 5:36 pm

alessandro ha scritto:In realtà gli 80 euro sono sistemici.
O così è stato sino ad ora.

In realtà con gli 80 euro al mese, mi sono comprato cd e libri.

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Apollo_Creed. » mer dic 07, 2016 5:42 pm

alessandro ha scritto:In realtà gli 80 euro sono sistemici.
O così è stato sino ad ora.


sono stati prorogati. fior di economisti hanno spiegato che se dai 80 euro per cercare di incentivare i consumi, la precarietà della misura invoglia a metterseli da parte e non spenderli. vanificando il tentativo di rimettere in circolo l'economia.

a meno che tu non sia Pindaro che non prende moglie.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » mer dic 07, 2016 6:02 pm

Apollo_Creed. ha scritto:
a meno che tu non sia Pindaro che non prende moglie.

Non ci penso lontanamente.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 19739
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda NNick87 » mer dic 07, 2016 6:07 pm

PINDARO ha scritto:
babaoriley ha scritto: scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.
Sono convinta che a stare fermi non serve a niente, questo è il Paese del gattopardismo è questo il guaio.

Quanto ti voglio bene.


Quoto.

ps: solo a baba.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 111966
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda Nickognito » mer dic 07, 2016 7:44 pm

uglygeek ha scritto:
babaoriley ha scritto:in parte sì, perchè se ho scelto un percorso di studi poco spendibile sul mercato del lavoro italiano non posso poi bussare alla porta del premier (chiunque e di qualunque schieramento sia) e pretendere che mi trovi un impiego.
Tutte le riforme del mercato del lavoro non funzionano e il jobs act è solo l'ultimo della lista. Perchè? è colpa della pressione fiscale sulle imprese? In parte sì, sicuramente, ma non è anche che alle imprese fa molto comodo usare i voucher (nati per regolarizzare lavoretti saltuari e impiegati ormai selvaggiamente da tutti i settori lavorativi) sfruttare i contrattini fuffa di collaborazione occasionale o cambiare stagisti in continuazione? c'è un malcostume italiano troppo diffuso fra i datori di lavoro visto personalmente che penso nemmeno la migliore riforma del lavoro riuscirebbe a cambiare.
Gemono come le alci in amore a primavera

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 31875
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda BackhandWinner » mer dic 07, 2016 10:54 pm

PINDARO ha scritto:
babaoriley ha scritto: scaricare sulle istituzioni i propri fallimenti personali è diventato lo sport nazionale dei populisti e non lo sopporto.
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » gio dic 08, 2016 1:35 pm

Immagine

Avatar utente
PINDARO
PRIMADONNA DEL FORUM
Messaggi: 58329
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda PINDARO » gio dic 08, 2016 1:37 pm

Mosca: 'Renzi? Meglio di Salvini e 5 Stelle'.

"Apprezziamo molto il ruolo che ha avuto", dice il portavoce di Putin. E il giornale governativo: "Meglio il pragmatismo degli slogan populisti". Ritiro delle sanzioni "più difficile" con un'Italia "ferma" o instabile. Il politologo Solovei: «Mosca potrebbe cambiare strategie "per prevenire future proteste", perché nel Paese cresce l'insoddisfazione»

E' meraviglioso.

Avatar utente
ferryboat
Saggio
Messaggi: 6921
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Quale riforma elettorale?

Messaggioda ferryboat » gio dic 08, 2016 1:58 pm

Ma non era morto, Maurizio Mosca?
Tutto verde su tennistalker


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti