E il lavoro dov'è?

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 05, 2019 10:37 am

Be, perche' dovrebbe essere drammatica?

Diro' una boiata ma, per me, a lungo termine, si fanno soldi in due modi: producendo beni o servizi e vendendoli o prendendoli a qualcuno. Perche' dovrei fare molti soldi investendo? Capisco che li possa fare, ma perche' dovrebbe essere un cattivo segno se non li faccio? Ma questo vale per tutto, eh, che so, comprando una casa.
A me sembra drammatico se non fai i soldi producendo qualcosa che gli altri vogliono comprare, questo si.
Le scommesse e' diverso, fai dei soldi perche' molti li regalano giocando male e facendo modificare le quote. Anche qui, nulla di drammatico non succedesse piu', anzi, magari la gente smettesse di sperperare.

Non vedo nemmeno grandi differenze, non a caso si dice 'giocare in borsa'. Uno vince soldi dove e' esperto, e' normale. :)

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 13034
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda paoolino » gio dic 05, 2019 10:50 am

scooter ha scritto:
Nickognito ha scritto:Un buon investimento sono le scommesse di tennis con le quote intorno a 1.30, ci prendi il 10-15% perdendo 5 minuti al giorno, ad esser pessimisti :D

Sembra una battuta, ma il fatto che le scommesse sportive siano assolutamente concorrenziali agli investimenti in borsa (e affini) è suppergiù una drammatica (per certi versi) verità aritmetica.


Io non la trovo una realtà affatto drammatica.
Ogni forma di investimento è una scommessa.
Il gioco d'azzardo viene visto come una forma di investimento a perdere perché c'è l'aggio delle case da gioco.
In teoria la stessa cosa avviene sulle scommesse sportive, ma la probabilità di un evento sportivo non è predefinita come quella di un gioco meccanico tipo la roulette e può capitare che le case da gioco su alcuni eventi e in particolari condizioni sbaglino la valutazione di una probabilità.
Se il giocatore-investitore ha abbastanza informazioni da capire dove e quanto sia sbagliata la valutazione di una probabilità, ecco che la forma di investimento diventa più che valida. E' più facile avere informazioni complete e credibili su alcuni eventi sportivi (in particolare mentre si stanno disputando) che su lo stato di aziende o enti sui quali voler comprare titoli per investimenti (oltre al fatto che ci sono i meccanismi per i quali un crollo generale della borsa colpisce anche i titoli delle aziende virtuose che con il crollo non c'entrano nulla).
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 05, 2019 10:58 am

Secondo me e' anche una questione di specializzazione.

Insomma, se tu sei appassionato di softball e sia proprio tutto del softball, ci perdi 5 ore al giorno, non e' normale che riuscirai a guadagnare qualcosa grazie alle informazioni che quasi nessuno ha come te?
Perche' dovrebbe essere normale che un normale bancario, proprio a te, che non sai nulla sull'argomento, ti offra qualcosa che ti renda il 5% senza rischi? (fosse lo 0.1%...)

A volte lo stesso discorso lo vedo fatto sulle case. Conosco persone che pensano sia un loro diritto che, se compri una casa nel posto dove vivi, questa si debba rivalutare ed essere un buon investimento. Non concepisco questa cosa. Mentre mi sembra normale che il piu' grande esperto al mondo di mercato immobiliare riuscira' a comprare qualcosa nel posto migliore del mondo facendo un investimento con un buon equilibrio tra rischio e profitto.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21611
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda laplaz » gio dic 05, 2019 11:29 am

Nickognito ha scritto:Secondo me e' anche una questione di specializzazione.

Insomma, se tu sei appassionato di softball e sia proprio tutto del softball, ci perdi 5 ore al giorno, non e' normale che riuscirai a guadagnare qualcosa grazie alle informazioni che quasi nessuno ha come te?
Perche' dovrebbe essere normale che un normale bancario, proprio a te, che non sai nulla sull'argomento, ti offra qualcosa che ti renda il 5% senza rischi? (fosse lo 0.1%...)

A volte lo stesso discorso lo vedo fatto sulle case. Conosco persone che pensano sia un loro diritto che, se compri una casa nel posto dove vivi, questa si debba rivalutare ed essere un buon investimento. Non concepisco questa cosa. Mentre mi sembra normale che il piu' grande esperto al mondo di mercato immobiliare riuscira' a comprare qualcosa nel posto migliore del mondo facendo un investimento con un buon equilibrio tra rischio e profitto.


Hai ragione.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21611
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda laplaz » gio dic 05, 2019 11:30 am

Burano ha scritto:Tu invece sì?


Ma sei matto? :lol:
Mai nella vita, anche se me lo hanno chiesto.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21611
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda laplaz » gio dic 05, 2019 11:32 am

alessandro ha scritto:La mia banca, cioè dove ho il conto mio e della azienda da 30 anni, con gli investimenti privati, grossa delusione.
Sino al punto di propormi qualche anno fa di comprare diamanti ( quelli poi rivelatisi una truffa).
A chi mi dovrei rivolgere per investire senza rischio, salvandomi almeno dall’inflazione, quei 4 soldi che ho via?

Poi è vero che ti chiamano in filiale per cose come la firma della privacy o documenti vari per venderti qualcosa,
L’ultima volta mi hanno proposto di vendere un prodotto finanziario perché non “correva più” per passare ad un altro.
Solo che il vecchio, mi costava il 3% di penale se uscivo anticipatamente.
“ hai un investimento che mi frutta SICURAMENTE il 3% da propormi?”
Nooo non esiste.
“ allora il miglior investimento è non vendere il vecchio, un 3% di risparmio sicuro”


Classica situazione bancario-cliente :)

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20834
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda alessandro » gio dic 05, 2019 2:23 pm

Nickognito ha scritto:Be, perche' dovrebbe essere drammatica?

Diro' una boiata ma, per me, a lungo termine, si fanno soldi in due modi: producendo beni o servizi e vendendoli o prendendoli a qualcuno. Perche' dovrei fare molti soldi investendo? Capisco che li possa fare, ma perche' dovrebbe essere un cattivo segno se non li faccio? Ma questo vale per tutto, eh, che so, comprando una casa.
A me sembra drammatico se non fai i soldi producendo qualcosa che gli altri vogliono comprare, questo si.
Le scommesse e' diverso, fai dei soldi perche' molti li regalano giocando male e facendo modificare le quote. Anche qui, nulla di drammatico non succedesse piu', anzi, magari la gente smettesse di sperperare.

Non vedo nemmeno grandi differenze, non a caso si dice 'giocare in borsa'. Uno vince soldi dove e' esperto, e' normale. :)


Ci sono i guadagni nel vendere e comprare ma anche nel prestare soldi che è come affittare un bene.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato
Messaggi: 12210
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda pocaluce » gio dic 05, 2019 2:55 pm

paoolino ha scritto:
scooter ha scritto:
Nickognito ha scritto:Un buon investimento sono le scommesse di tennis con le quote intorno a 1.30, ci prendi il 10-15% perdendo 5 minuti al giorno, ad esser pessimisti :D

Sembra una battuta, ma il fatto che le scommesse sportive siano assolutamente concorrenziali agli investimenti in borsa (e affini) è suppergiù una drammatica (per certi versi) verità aritmetica.


Io non la trovo una realtà affatto drammatica.
Ogni forma di investimento è una scommessa.
Il gioco d'azzardo viene visto come una forma di investimento a perdere perché c'è l'aggio delle case da gioco.
In teoria la stessa cosa avviene sulle scommesse sportive, ma la probabilità di un evento sportivo non è predefinita come quella di un gioco meccanico tipo la roulette e può capitare che le case da gioco su alcuni eventi e in particolari condizioni sbaglino la valutazione di una probabilità.
Se il giocatore-investitore ha abbastanza informazioni da capire dove e quanto sia sbagliata la valutazione di una probabilità, ecco che la forma di investimento diventa più che valida. E' più facile avere informazioni complete e credibili su alcuni eventi sportivi (in particolare mentre si stanno disputando) che su lo stato di aziende o enti sui quali voler comprare titoli per investimenti (oltre al fatto che ci sono i meccanismi per i quali un crollo generale della borsa colpisce anche i titoli delle aziende virtuose che con il crollo non c'entrano nulla).


ho detto praticamente le stesse cose un mesetto fa a una tizia della mia banca che mi ha chiamato per propormi un investimento l'altro giorno che rendeva sì e no l'1,5% (aggiungendo che ho lavorato nel bookmaking per oltre dieci anni e per quel ROI mi basterebbe scommettere contro san marino al prossimo giro di qualificazioni, ho lo stesso ritorno in novanta minuti invece che in 12 mesi): mi ha guardato come se le avessi insultato tutta la famiglia. :lol:
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29769
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Ombra84 » gio dic 05, 2019 2:58 pm

:lol: :lol: :lol:
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21611
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda laplaz » gio dic 05, 2019 3:36 pm

pocaluce ha scritto:ho detto praticamente le stesse cose un mesetto fa a una tizia della mia banca che mi ha chiamato per propormi un investimento l'altro giorno che rendeva sì e no l'1,5% (aggiungendo che ho lavorato nel bookmaking per oltre dieci anni e per quel ROI mi basterebbe scommettere contro san marino al prossimo giro di qualificazioni, ho lo stesso ritorno in novanta minuti invece che in 12 mesi): mi ha guardato come se le avessi insultato tutta la famiglia. :lol:


Molto raramente si trovano persone realmente competenti nell'area "investimenti" della filiale. Per il semplice motivo che non servono. La gente che va lì ne capisce tanto quanto Sfera Ebbasta ne sa filologia. Gli puoi vendere qualsiasi cosa. E le banche ovviamente gli vendono i prodotti sui quali hanno commissioni maggiori. Mi fanno ridere le varie MiFid che si sono inventati negli anni. Carta in più da far firmare ma risultato uguale. "Faccia qui 50 firme invece che solo 10".

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 11:32 am

Ma, per curiosita', c'e' qualcuno del forum che sta cercando lavoro?

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 48233
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda fabio86 » gio dic 12, 2019 11:33 am

Dipende, a me può interessare? :D

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21611
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda laplaz » gio dic 12, 2019 11:35 am

fabio86 ha scritto:Dipende, a me può interessare? :D


Ma è una domanda o una affermazione? :lol:

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 11:35 am

fabio86 ha scritto:Dipende, a me può interessare? :D


No #10#

Ma non era solo per offrire lavoro. Quello che ho io qui a Praga e' in IT, 3mila euro al mese. Ma dicevo in generale.

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 48233
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda fabio86 » gio dic 12, 2019 11:37 am

Nickognito ha scritto:
fabio86 ha scritto:Dipende, a me può interessare? :D


No #10#

Quello che ho io qui a Praga e' in IT, 3mila euro al mese.


Peccato!

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 11:38 am

ci sarebbe studio dentistico che cerca specialista in ortodonzia, 30 minuti al giorno solo come consulente, stipendio netto di 20mila euro al mese piu' vitto e alloggio.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21611
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda laplaz » gio dic 12, 2019 11:39 am

Nickognito ha scritto:
fabio86 ha scritto:Dipende, a me può interessare? :D


No #10#

Ma non era solo per offrire lavoro. Quello che ho io qui a Praga e' in IT, 3mila euro al mese. Ma dicevo in generale.


3K netti al mese? Cavoli ma è un lavoro da quadro qua in Italia.

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 48233
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda fabio86 » gio dic 12, 2019 11:45 am

Nickognito ha scritto:ci sarebbe studio dentistico che cerca specialista in ortodonzia, 30 minuti al giorno solo come consulente, stipendio netto di 20mila euro al mese piu' vitto e alloggio.


E una fettina di c... no? :D

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 11:46 am

laplaz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
fabio86 ha scritto:Dipende, a me può interessare? :D


No #10#

Ma non era solo per offrire lavoro. Quello che ho io qui a Praga e' in IT, 3mila euro al mese. Ma dicevo in generale.


3K netti al mese? Cavoli ma è un lavoro da quadro qua in Italia.


2mila e qualcosa, ma con relocation e figli di piu'. Piu' scuola privata gratis se hai figli. Si, buon posto.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 11:46 am

fabio86 ha scritto:
Nickognito ha scritto:ci sarebbe studio dentistico che cerca specialista in ortodonzia, 30 minuti al giorno solo come consulente, stipendio netto di 20mila euro al mese piu' vitto e alloggio.


E una fettina di c... no? :D


della Lim. Abbronzato o naturale, a scelta.

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 48233
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda fabio86 » gio dic 12, 2019 11:48 am

Nickognito ha scritto:della Lim.


Basta che non sia appesa, meglio le cose tradizionali.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 12:04 pm

fabio86 ha scritto:
Nickognito ha scritto:della Lim.


Basta che non sia appesa, meglio le cose tradizionali.


una fettina di ascella?

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 48233
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda fabio86 » gio dic 12, 2019 12:22 pm

:lol: :lol: :lol:

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20834
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda alessandro » gio dic 12, 2019 1:40 pm

Nickognito ha scritto:
laplaz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
No #10#

Ma non era solo per offrire lavoro. Quello che ho io qui a Praga e' in IT, 3mila euro al mese. Ma dicevo in generale.


3K netti al mese? Cavoli ma è un lavoro da quadro qua in Italia.


2mila e qualcosa, ma con relocation e figli di piu'. Piu' scuola privata gratis se hai figli. Si, buon posto.

Sarei interessato, dipende da quanto lontano riescono ad riallocarmi i figli.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » gio dic 12, 2019 1:42 pm

:D

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 50194
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Johnny Rex » gio gen 16, 2020 8:09 am

La Società centrata sul Lavoro è Morta
ma non sappiamo come Seppellirla


-Ralf Dahrendorf, 1985

F.F.
Nickognito ha scritto: E` ovvio che preferisco fare l`amore in un bosco che discuterne dietro una fabbrica. Ma come trovo ingenuo pensare che mi godrei il bosco senza sviluppo tecnologico che i boschi li distrugge, cosi` per gli aspetti personali accade qualcosa di simile.

s&v
Illuminato
Messaggi: 3485
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda s&v » lun gen 20, 2020 1:53 pm

Mentre l'Italia si appresta a registrare il minimo storico delle nascite nel 2019 (saranno poco più di 400.000, nel 1964 furono più di un milione), con un saldo naturale ormai da qualche anno che sfiora i -200.000 l'anno, il segretario della CGIL Landini invoca la pensione a partire dai 62 anni.

Il problema dell'Italia non è solo una destra ormai per il 95% populista. E' che anche gran parte della sinistra lo è, cosi' come, caso forse unico, anche il centro (la definizione più calzante che mi viene in mente per Renzi è proprio "demagogico").

Prima o poi i nodi verranno al pettine, e forse l'unico modo per salvare il belpaese dalla bancarotta economica causata in parte dalla bancarotta demografica sarà proprio una automatizzazione imponente come si è più volte paventato in questo thread.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16434
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda uglygeek » lun gen 20, 2020 5:15 pm

Però ha una sua logica: non ci sono i posti di lavoro ma con il calo delle nascite ci saranno sempre meno persone in cerca di lavoro, quindi bene :)
E quesì pochi posti che servono possono essere liberati ,andando in pensione prima gli anziani, che peraltro sono anche quelli che poi ti fanno vincere le elezioni, quindi bene. :)
Pagare le pensioni non è difficile, basta stampare soldi, quindi tutto molto bene. :)


Scherzi a parte, è vero che la vita media cresce ma la qualità della vita dopo i 65 non è necessariamente molto migliore che in passato. Va a fortuna, c’è chi sta ancora benissimo, ma c’è chi è sopraffatto da mille acciacchi. Portare l’età pensionabile a 62 anni è una follia ma non si può nemmeno continuare ad allungarla, ad un certo punto si raggiunge un’età per cui magari hai ancora davanti vent’anni di vita ma sei comunque già troppo vecchio per lavorare.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » lun gen 20, 2020 5:26 pm

Perche' non incoraggiamo i pensionati ad andarsene?

I vecchi all'estero in paesi poveri potrebbero favorire l'economia di altri paesi senza impoverire la nostra. Se ne potrebbero stare al mare in luoghi ameni. Li mettiamo in luoghi dove implementiamo una sanita' migliore con contribuiti per cooperazione allo sviluppo per altri paesi. :D

La international retirement migration e' gia' in grande aumento, perche' non approfittarne e cercare di regolamentarla a beneficio di tutti?

gianlu
Saggio
Messaggi: 7680
Iscritto il: ven nov 17, 2006 5:01 pm

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda gianlu » mar gen 21, 2020 10:33 am

Nickognito ha scritto:Perche' non incoraggiamo i pensionati ad andarsene?

I vecchi all'estero in paesi poveri potrebbero favorire l'economia di altri paesi senza impoverire la nostra. Se ne potrebbero stare al mare in luoghi ameni. Li mettiamo in luoghi dove implementiamo una sanita' migliore con contribuiti per cooperazione allo sviluppo per altri paesi. :D

La international retirement migration e' gia' in grande aumento, perche' non approfittarne e cercare di regolamentarla a beneficio di tutti?


240000 pensionati hanno abbandonato la Germania nel solo 2019.
Per quanto strano possa apparire agli stranieri, il 62% dei bundespensionati riscuote meno di mille euro netti mensili.
Il 25% degli espatriati ha scelto luoghi tropicali: la maggioranza meno abbiente ha invece optato giocoforza per nazioni dove
il costo della vita è inferiore (Bulgaria, Romania, Croazia ecc.).
Senza questo esodo sarebbero ben più pesanti le statistiche tedesche di coloro costretti a ricorrere in patria a spacci alimentari e altre forme di sostegno agli indigenti.
« Ci vorrebbe un lavoro a parte per star dietro a tutte le balle che si scrivono »
(Albornoz)

el saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29769
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Ombra84 » mar gen 21, 2020 11:06 am

s&v ha scritto:Mentre l'Italia si appresta a registrare il minimo storico delle nascite nel 2019 (saranno poco più di 400.000, nel 1964 furono più di un milione), con un saldo naturale ormai da qualche anno che sfiora i -200.000 l'anno, il segretario della CGIL Landini invoca la pensione a partire dai 62 anni.

Il problema dell'Italia non è solo una destra ormai per il 95% populista. E' che anche gran parte della sinistra lo è, cosi' come, caso forse unico, anche il centro (la definizione più calzante che mi viene in mente per Renzi è proprio "demagogico").

Prima o poi i nodi verranno al pettine, e forse l'unico modo per salvare il belpaese dalla bancarotta economica causata in parte dalla bancarotta demografica sarà proprio una automatizzazione imponente come si è più volte paventato in questo thread.

Oppure via i contributi per la pensione. Te li prendi subito in busta paga e poi a 62 anni nel caso sono finiti ti arrangi :)
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » mar gen 21, 2020 11:10 am

Ombra84 ha scritto:Oppure via i contributi per la pensione. Te li prendi subito in busta paga e poi a 62 anni nel caso sono finiti ti arrangi :)


ah ok, pero' te li prendi tutti, eh, in busta paga, se hai versato 3000 euro al mese di contributi per 40 anni ti prendi un milione e mezzo in contanti subito.

Non solo, ma, visto che dovendo rilasciare i contributi non hai potuto fare un'assicurazione privata, dai in piu' quanto avresti preso con assicurazione privata. :)

Altrimenti si parla di furto.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29769
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Ombra84 » mar gen 21, 2020 11:14 am

Nickognito ha scritto:
Ombra84 ha scritto:Oppure via i contributi per la pensione. Te li prendi subito in busta paga e poi a 62 anni nel caso sono finiti ti arrangi :)


ah ok, pero' te li prendi tutti, eh, in busta paga, se hai versato 3000 euro al mese di contributi per 40 anni ti prendi un milione e mezzo in contanti subito.

Non solo, ma, visto che dovendo rilasciare i contributi non hai potuto fare un'assicurazione privata, dai in piu' quanto avresti preso con assicurazione privata. :)

Altrimenti si parla di furto.

eh aspè ovviamente intendo per chi comincerebbe da oggi ad entrare nel mercato del lavoro o comunque entro una certa soglia di anni. Ma è una cosa puramente ipotetica. Fatto sta che ad un certo punto soldi per le pensioni non ce ne saranno più di questo passo
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 129068
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Nickognito » mar gen 21, 2020 11:22 am

Ombra84 ha scritto: Fatto sta che ad un certo punto soldi per le pensioni non ce ne saranno più di questo passo


si si allora e' diverso.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 50194
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Johnny Rex » mar gen 21, 2020 11:22 am

gianlu ha scritto:
Nickognito ha scritto:Perche' non incoraggiamo i pensionati ad andarsene?

I vecchi all'estero in paesi poveri potrebbero favorire l'economia di altri paesi senza impoverire la nostra. Se ne potrebbero stare al mare in luoghi ameni. Li mettiamo in luoghi dove implementiamo una sanita' migliore con contribuiti per cooperazione allo sviluppo per altri paesi. :D

La international retirement migration e' gia' in grande aumento, perche' non approfittarne e cercare di regolamentarla a beneficio di tutti?


240000 pensionati hanno abbandonato la Germania nel solo 2019.
Per quanto strano possa apparire agli stranieri, il 62% dei bundespensionati riscuote meno di mille euro netti mensili.
Il 25% degli espatriati ha scelto luoghi tropicali: la maggioranza meno abbiente ha invece optato giocoforza per nazioni dove
il costo della vita è inferiore (Bulgaria, Romania, Croazia ecc.).
Senza questo esodo sarebbero ben più pesanti le statistiche tedesche di coloro costretti a ricorrere in patria a spacci alimentari e altre forme di sostegno agli indigenti.


Ma non è l'Italia (cit.)
Insomma, là esodo Anziani, qui esodo Giovani

F.F.
Nickognito ha scritto: E` ovvio che preferisco fare l`amore in un bosco che discuterne dietro una fabbrica. Ma come trovo ingenuo pensare che mi godrei il bosco senza sviluppo tecnologico che i boschi li distrugge, cosi` per gli aspetti personali accade qualcosa di simile.

gianlu
Saggio
Messaggi: 7680
Iscritto il: ven nov 17, 2006 5:01 pm

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda gianlu » mar gen 21, 2020 12:05 pm

Milioni di giovani hanno abbandonato la ex Ddr dopo la riunificazione. Ovviamente non tutti con successo nella Brd tipo Merkel o (per voi calcistici) Ballack. Molto discernimento va quindi utilizzato nell’approccio alle statistiche sugli effetti della riunificazione. Sarà inoltre interessante vedere gli effetti demografici e non dell’ormai prossima fine della tassa di solidarietà istituita dal 1991.
« Ci vorrebbe un lavoro a parte per star dietro a tutte le balle che si scrivono »
(Albornoz)

el saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 11884
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda Rosewall » mar gen 21, 2020 12:08 pm

Ombra84 ha scritto:
s&v ha scritto:Mentre l'Italia si appresta a registrare il minimo storico delle nascite nel 2019 (saranno poco più di 400.000, nel 1964 furono più di un milione), con un saldo naturale ormai da qualche anno che sfiora i -200.000 l'anno, il segretario della CGIL Landini invoca la pensione a partire dai 62 anni.

Il problema dell'Italia non è solo una destra ormai per il 95% populista. E' che anche gran parte della sinistra lo è, cosi' come, caso forse unico, anche il centro (la definizione più calzante che mi viene in mente per Renzi è proprio "demagogico").

Prima o poi i nodi verranno al pettine, e forse l'unico modo per salvare il belpaese dalla bancarotta economica causata in parte dalla bancarotta demografica sarà proprio una automatizzazione imponente come si è più volte paventato in questo thread.

Oppure via i contributi per la pensione. Te li prendi subito in busta paga e poi a 62 anni nel caso sono finiti ti arrangi :)

il nostro è un sistema a ripartizione: i tuoi "contributi" versati nel 2020 non appartengono a un te stesso futuro, non finiscono nel tuo salvadanaio (come invece i fondi pensione) ma vanno ai pensionati del 2020 (insieme a un'ulteriore, ingente, quota tratta dalla fiscalità generale). Quindi non è possibile abolire i contributi per la pensione. È un sistema che presuppone un implicito patto intergenerazionale, dove ogni generazione dovrebbe trattenersi dall'inculare la successiva. Quando però entra in gioco una generazione che gira col santino di Craxi, e quella successiva manifesta contro la Fornero, il tutto degenera in un'epocale piramide di Ponzi.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

s&v
Illuminato
Messaggi: 3485
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda s&v » mar gen 21, 2020 1:37 pm

Johnny Rex ha scritto:
gianlu ha scritto:
Nickognito ha scritto:Perche' non incoraggiamo i pensionati ad andarsene?

I vecchi all'estero in paesi poveri potrebbero favorire l'economia di altri paesi senza impoverire la nostra. Se ne potrebbero stare al mare in luoghi ameni. Li mettiamo in luoghi dove implementiamo una sanita' migliore con contribuiti per cooperazione allo sviluppo per altri paesi. :D

La international retirement migration e' gia' in grande aumento, perche' non approfittarne e cercare di regolamentarla a beneficio di tutti?


240000 pensionati hanno abbandonato la Germania nel solo 2019.
Per quanto strano possa apparire agli stranieri, il 62% dei bundespensionati riscuote meno di mille euro netti mensili.
Il 25% degli espatriati ha scelto luoghi tropicali: la maggioranza meno abbiente ha invece optato giocoforza per nazioni dove
il costo della vita è inferiore (Bulgaria, Romania, Croazia ecc.).
Senza questo esodo sarebbero ben più pesanti le statistiche tedesche di coloro costretti a ricorrere in patria a spacci alimentari e altre forme di sostegno agli indigenti.


Ma non è l'Italia (cit.)
Insomma, là esodo Anziani, qui esodo Giovani

F.F.


Non ho dati sottomano ma confermo che anche in Belgio diversi neopensionati - e parliamo di colletti bianchi - decidono di andare prevalentemente in Algarve e Andalusia perchè il loro tenore di vita diminuisce notevolmente quando lasciano il lavoro.

A questo link: https://www.weforum.org/agenda/2018/02/ ... ng-salary/
c'è un grafico molto interessante che mostra come appunto in Germania la pensione sia appena poco più del 50% del salario! In Belgio poco più del 70%, in Italia 93% :D UK 29 % :o

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16434
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda uglygeek » mar gen 21, 2020 6:07 pm

gianlu ha scritto:Milioni di giovani hanno abbandonato la ex Ddr dopo la riunificazione. Ovviamente non tutti con successo nella Brd tipo Merkel o (per voi calcistici) Ballack. Molto discernimento va quindi utilizzato nell’approccio alle statistiche sugli effetti della riunificazione. Sarà inoltre interessante vedere gli effetti demografici e non dell’ormai prossima fine della tassa di solidarietà istituita dal 1991.

Vabbè’ dai, la DDR veniva da 40 anni di socialismo reale con condizioni economiche disastrose, non c’è da stupirsi che ci siano ancora differenze con la Baviera. Se consideri che in Italia non c’è stata una dittatura comunista nelle regioni del sud, dall’unità in poi Vigevano le stesse leggi che nel Nord, eppure la distanza economica continua ad aumentare...
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16434
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: E il lavoro dov'è?

Messaggioda uglygeek » mar gen 21, 2020 6:10 pm

Comunque non è una cosa bella per un pensionato dover andare a vivere lontano, dove fara' pure più caldo e la vita costa meno, ma non parlano la lingua (il portoghese è non-imparabile) , non conoscono nessuno, sono lontani da parenti ed amici...
Non lo augurerei ad un mio nemico.
Ultima modifica di uglygeek il mar gen 21, 2020 6:52 pm, modificato 1 volta in totale.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti