Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 18956
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda laplaz » lun nov 06, 2017 10:32 am

Pensa che divertente se il Puggemmone si candida alle elezioni di dicembre e vince :lol:

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 53624
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda tennisfan82 » mar nov 28, 2017 11:36 am

"Fu la Germania a volere l’Italia nell’euro nonostante che non avesse i conti a posto per indebolire la moneta e consentire alle proprie esportazioni di volare. Con questa politica però, la Germania sta disgregando l’Unione Europea". #Report #

Parole non mie ma dell'ex ministro delle finanze tedesco ieri sera a Report
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11761
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda paoolino » mar nov 28, 2017 11:41 am

tennisfan82 ha scritto:"Fu la Germania a volere l’Italia nell’euro nonostante che non avesse i conti a posto per indebolire la moneta e consentire alle proprie esportazioni di volare. Con questa politica però, la Germania sta disgregando l’Unione Europea". #Report #

Parole non mie ma dell'ex ministro delle finanze tedesco ieri sera a Report


Infatti l'Euro è stato così debole che in meno di un anno dalla sua introduzione il cambio è arrivato a parità col dollaro e da lì in avanti regolarmente sopra.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » mar nov 28, 2017 11:57 am

paoolino ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:"Fu la Germania a volere l’Italia nell’euro nonostante che non avesse i conti a posto per indebolire la moneta e consentire alle proprie esportazioni di volare. Con questa politica però, la Germania sta disgregando l’Unione Europea". #Report #

Parole non mie ma dell'ex ministro delle finanze tedesco ieri sera a Report


Infatti l'Euro è stato così debole che in meno di un anno dalla sua introduzione il cambio è arrivato a parità col dollaro e da lì in avanti regolarmente sopra.


Ma hanno indebolito il marco
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 18956
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda laplaz » mar nov 28, 2017 5:05 pm

tennisfan82 ha scritto:"Fu la Germania a volere l’Italia nell’euro nonostante che non avesse i conti a posto per indebolire la moneta e consentire alle proprie esportazioni di volare. Con questa politica però, la Germania sta disgregando l’Unione Europea". #Report #

Parole non mie ma dell'ex ministro delle finanze tedesco ieri sera a Report



Caspita che spocchia l'ex ministro :lol:
Non ho seguito la puntata, dovrei vederla, ma direi che è una ricostruzione degli eventi leggermente semplicistica e fuorviante :roll:

s&v
Illuminato
Messaggi: 3012
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda s&v » ven dic 15, 2017 10:26 pm

http://www.bbc.com/news/world-europe-42374693

Coalizione tra la destra moderata dell'astro nascente della politica europea Sebastian Kurz (31 anni) e la preoccupante ultradestra in Austria.

ma non erano gli italiani il popolo più retrivo e stupido d'Europa?

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » sab dic 16, 2017 6:53 am

s&v ha scritto:http://www.bbc.com/news/world-europe-42374693

Coalizione tra la destra moderata dell'astro nascente della politica europea Sebastian Kurz (31 anni) e la preoccupante ultradestra in Austria.

ma non erano gli italiani il popolo più retrivo e stupido d'Europa?


Boh, io ho sempre avuto paura ad andare in Austria, tutte le volte che ci sono stato non vedevo l' ora di andarmene, perfino a Vienna mi son sentito in provincia retriva. Perfino piu' della Svizzera, dove almeno si guadagna un sacco di soldi. Ciliegina sulla torta, ci e' nato pure Hitler. Poi manca il mare, e' normale avere problemi di apertura mentale, dove manca il mare.

Poi gli austriaci saranno bravissime persone, eh... Ma boh, decisamente non il paese dove mi sento a mio agio e dove non mi stupirei di un'ultradestra al potere.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 13503
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Gios » lun dic 18, 2017 9:41 am

Nickognito ha scritto:
s&v ha scritto:http://www.bbc.com/news/world-europe-42374693

Coalizione tra la destra moderata dell'astro nascente della politica europea Sebastian Kurz (31 anni) e la preoccupante ultradestra in Austria.

ma non erano gli italiani il popolo più retrivo e stupido d'Europa?


Boh, io ho sempre avuto paura ad andare in Austria, tutte le volte che ci sono stato non vedevo l' ora di andarmene, perfino a Vienna mi son sentito in provincia retriva. Perfino piu' della Svizzera, dove almeno si guadagna un sacco di soldi. Ciliegina sulla torta, ci e' nato pure Hitler. Poi manca il mare, e' normale avere problemi di apertura mentale, dove manca il mare.

Poi gli austriaci saranno bravissime persone, eh... Ma boh, decisamente non il paese dove mi sento a mio agio e dove non mi stupirei di un'ultradestra al potere.


Ovviamente mi sento perfettamente a mio agio, in Austria (pur essendo visto quando ci vado come un appestato italiano).
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 61923
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda PINDARO » lun dic 18, 2017 9:56 am

Ovviamente ci si trova sempre a proprio agio tra persone simili a te.
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Avatar utente
NK7
Illuminato
Messaggi: 4780
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda NK7 » lun dic 18, 2017 11:39 pm

Nickognito ha scritto:Poi manca il mare, e' normale avere problemi di apertura mentale, dove manca il mare

Due terzi dell'Asse mi pare che di acqua intorno a sé ne avesse qualche litro, però.
Utenti in ignore: buriansiberiano, maxredo, taylorhawkins89, Nick, parca85, kobe91, Marco Rodella

s&v
Illuminato
Messaggi: 3012
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda s&v » mar dic 19, 2017 10:49 am

Gios ha scritto:
Nickognito ha scritto:
s&v ha scritto:http://www.bbc.com/news/world-europe-42374693

Coalizione tra la destra moderata dell'astro nascente della politica europea Sebastian Kurz (31 anni) e la preoccupante ultradestra in Austria.

ma non erano gli italiani il popolo più retrivo e stupido d'Europa?


Boh, io ho sempre avuto paura ad andare in Austria, tutte le volte che ci sono stato non vedevo l' ora di andarmene, perfino a Vienna mi son sentito in provincia retriva. Perfino piu' della Svizzera, dove almeno si guadagna un sacco di soldi. Ciliegina sulla torta, ci e' nato pure Hitler. Poi manca il mare, e' normale avere problemi di apertura mentale, dove manca il mare.

Poi gli austriaci saranno bravissime persone, eh... Ma boh, decisamente non il paese dove mi sento a mio agio e dove non mi stupirei di un'ultradestra al potere.


Ovviamente mi sento perfettamente a mio agio, in Austria (pur essendo visto quando ci vado come un appestato italiano).


E' proprio vero, il mondo e' bello perche' e' vario :) Mozart e' il mio artista preferito, Schiele e Kokoschka sono tra i miei pittori preferiti, sto leggendo proprio ora Musil chiedendomi perche' mai non l'ho fatto prima.
Vienna nelle classifiche della citta' piű vivibili figura sempre ai primi posti, si respira un'armonia perfetta tra il passato e il presente (tra parentesi la migliore amica di mia moglie vive a Vienna e e' sposata con un iraniano piű antiislamico di Uglygeek :D )

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » mar dic 19, 2017 11:14 am

C'era anche un po' di ironia nel mio post eh... E' ovvio che mi piaccia Mozart. Peraltro, per quanto eccezionale, forse il migliore di tutti, alla fine Mozart non e' uno per cui mi vien voglia di andare a un concerto. Pero' ci sono Strauss, Liszt, Haydn, Schubert, la musica non si discute, ci mancherebbe, uno dei paesi migliori di tutti. Mahler tra l' altro mi piace moltissimo. Ma tutti, direi, dai.

Vivo anche in un paese vicino e relativamente simile, pero' confermo che non ci veda nulla di strano a vedere l' estrema destra o il neonazismo in Austria. Si parla della nazione dove e' nato Hitler, e nazione che aderi' all'annessione con la Germania nazista in massa, salvo poi, a posteriore, far crescere il mito di una pura annessione militare e credo che il paese non abbia mai vissuto un processo di autocolpevolezza come ha fatto invece la Germania.

Per dire, sorprende di primo acchito molto di piu' vedere tanti nazisti in Polonia (ci sono dei motivi, certo). L'Austria, la si ami giuistamente o meno a seconda dei propri gusti, e' proprio storicamente il paese dove piu' di tutti ti aspetti di vedere i neonazisti. Anche l'attitudine per gli immigrati e rifugiati, in generale e rispetta alla effettiva presenza sul territorio, e' indicativa (e peraltro anche di paesi vicini come Cechia e Ungheria).
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » mer dic 20, 2017 8:27 am

1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 61923
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda PINDARO » mer dic 20, 2017 9:55 am

Sono esaspersten.
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda ciccio » mer dic 20, 2017 10:26 am


la cosa é abbastanza demagogica perché gli altoatesini non sono ben visti dagli austriaci, che l'altoadige sia italiano vá bene un po' a tutti, maggioranza degli altoatesini compresi
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 25516
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Ombra84 » mer dic 20, 2017 2:06 pm

ciccio ha scritto:

la cosa é abbastanza demagogica perché gli altoatesini non sono ben visti dagli austriaci, che l'altoadige sia italiano vá bene un po' a tutti, maggioranza degli altoatesini compresi
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 18956
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda laplaz » gio dic 21, 2017 8:46 am

Oggi si vuota in Catalogna e a quanto pare gli indipendentisti avranno nuovamente un forte supporto elettorale. Non sarà facile per la Spagna risolvere questa grana.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » gio dic 21, 2017 7:34 pm

1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 18956
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda laplaz » lun dic 25, 2017 9:24 am

http://www.repubblica.it/esteri/2017/12 ... P7-S1.8-T1

Questo Kurz creerà sicuramente più di qualche grattacapo all'UE, anche perchè la sua posizione sui migranti non è poi così distante da quella di altri paesi dell'est.

rob
Saggio
Messaggi: 8895
Iscritto il: lun set 16, 2002 2:00 am
Località: Savona

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda rob » lun dic 25, 2017 9:47 pm

Nickognito ha scritto:C'era anche un po' di ironia nel mio post eh... E' ovvio che mi piaccia Mozart. Peraltro, per quanto eccezionale, forse il migliore di tutti, alla fine Mozart non e' uno per cui mi vien voglia di andare a un concerto. Pero' ci sono Strauss, Liszt, Haydn, Schubert, la musica non si discute, ci mancherebbe, uno dei paesi migliori di tutti. Mahler tra l' altro mi piace moltissimo. Ma tutti, direi, dai.

Vivo anche in un paese vicino e relativamente simile, pero' confermo che non ci veda nulla di strano a vedere l' estrema destra o il neonazismo in Austria. Si parla della nazione dove e' nato Hitler, e nazione che aderi' all'annessione con la Germania nazista in massa, salvo poi, a posteriore, far crescere il mito di una pura annessione militare e credo che il paese non abbia mai vissuto un processo di autocolpevolezza come ha fatto invece la Germania.

Per dire, sorprende di primo acchito molto di piu' vedere tanti nazisti in Polonia (ci sono dei motivi, certo). L'Austria, la si ami giuistamente o meno a seconda dei propri gusti, e' proprio storicamente il paese dove piu' di tutti ti aspetti di vedere i neonazisti. Anche l'attitudine per gli immigrati e rifugiati, in generale e rispetta alla effettiva presenza sul territorio, e' indicativa (e peraltro anche di paesi vicini come Cechia e Ungheria).


Citerei altri colossi: Anton Bruckner, compositore romantico e gli esponenti della Seconda Scuola di Vienna:Alban Berg, Arnold Schoenberg, Anton Webern; tutti e tre ebbero enormi problemi causati dall'oppressione della dittatura nazionalsocialista. Schoenberg, di origine ebrea, riparò negli Stati Uniti.
Ultima modifica di rob il mar dic 26, 2017 10:47 am, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 8248
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda loveboat » lun dic 25, 2017 10:12 pm

Nickognito ha scritto: Pero' ci sono Strauss, Liszt, Haydn, Schuber

Senza contare Muster e Skoff
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 42942
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nasty » mar dic 26, 2017 6:39 pm

ferryboat ha scritto:
Nickognito ha scritto: Pero' ci sono Strauss, Liszt, Haydn, Schuber

Senza contare Muster e Skoff


E l'altro come si chiamava? Quello che faceva anche arti marziali?
Sempre tifato per Mark Lenders.

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 8248
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda loveboat » mar dic 26, 2017 9:08 pm

Nasty ha scritto: E l'altro come si chiamava? Quello che faceva anche arti marziali?

Bruce Lee?
Tutto verde su tennistalker

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » mer dic 27, 2017 9:12 am

Antonitsch, ma non so se facesse arti marziali, so che per Pat Cash era la persona piu' odiosa del circuito, ai tempi.

Skoff era da molti giudicato il piu' antisportivo, Muster uno dei piu' chiaramente dopati. Uno dei personaggi piu' scorretti in campo chiaramente Koellerer.

Per il tennis l' Austria di solito riserva il peggio.

Io ricordero' sempre l'odio palpabile tra Muster e Skoff durante un loro incontro che vidi a Firenze. A fine match, sconfitto, Horst letteralmente svuoto' il frigo a bordocampo, mettendo tutte le bibite nelle sue borse, prima di andarsene.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 12514
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda uglygeek » mer dic 27, 2017 11:39 am

Nasty ha scritto:
ferryboat ha scritto:
Nickognito ha scritto: Pero' ci sono Strauss, Liszt, Haydn, Schuber

Senza contare Muster e Skoff


E l'altro come si chiamava? Quello che faceva anche arti marziali?

Era tedesco, Carl Uwe Steeb.
Avere 50 anni e' come quando hai tre settimane di ferie e ne hai gia' passate due, te ne rimane una... ma danno pioggia. [F. De Luigi]

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 42942
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nasty » mer dic 27, 2017 3:14 pm

uglygeek ha scritto:
Nasty ha scritto:
ferryboat ha scritto:Senza contare Muster e Skoff


E l'altro come si chiamava? Quello che faceva anche arti marziali?

Era tedesco, Carl Uwe Steeb.


Az, vero. Grande uglygeek
Sempre tifato per Mark Lenders.

Avatar utente
NK7
Illuminato
Messaggi: 4780
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda NK7 » sab dic 30, 2017 10:35 pm

Comincia vagamente a notarsi l'insediamento del nuovo governo austriaco. Un'ora di controlli e perquisizioni a persone e bagagli sul valico con la Slovenia, ufficiali giusto un filo meno simpatici di una sanguisuga attaccata ai capezzoli.

Meno male che non c'è più il confine, altrimenti chissà che avrebbero fatto.
Utenti in ignore: buriansiberiano, maxredo, taylorhawkins89, Nick, parca85, kobe91, Marco Rodella

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11761
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda paoolino » sab gen 19, 2019 10:02 am

In vista delle prossime elezioni europee esce questa notizia:

https://www.ilpost.it/2019/01/18/radaelli-piu-europa/

Cioè, che nel teorico partito più europeista d’italia Si sia candidata alla segreteria una con un programma opposto ai principi del partito, e che abbia pure portato un numero di iscritti sufficiente a farle vincere il congresso.

Più che questa mossa tattica, mi lascia molto attonito il fatto che non ci fosse un regolamento che prevenisse una cosa del genere. Cioè, te la vai pure a cercare...
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Burano
Saggio
Messaggi: 6770
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Burano » sab gen 19, 2019 10:09 am

paoolino ha scritto:In vista delle prossime elezioni europee esce questa notizia:

https://www.ilpost.it/2019/01/18/radaelli-piu-europa/

Cioè, che nel teorico partito più europeista d’italia Si sia candidata alla segreteria una con un programma opposto ai principi del partito, e che abbia pure portato un numero di iscritti sufficiente a farle vincere il congresso.

Più che questa mossa tattica, mi lascia molto attonito il fatto che non ci fosse un regolamento che prevenisse una cosa del genere. Cioè, te la vai pure a cercare...


Una corazzata formidabile, questi sovranisti.
Non tralasciano alcun dettaglio..perfino un partitino che prenderà lo zero virgola..
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11761
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda paoolino » sab gen 19, 2019 10:43 am

Burano ha scritto:
Una corazzata formidabile, questi sovranisti.
Non tralasciano alcun dettaglio..perfino un partitino che prenderà lo zero virgola..


Pare che la cosa attraente di +Europa sia il fatto che si può presentare alle Europee senza necessità di raccogliere firme
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 18956
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda laplaz » dom gen 27, 2019 9:01 am

https://www.repubblica.it/esteri/2019/0 ... P1-S3.3-T1

Faccio davvero fatica a comprendere la posizione che semprerebbe voler prendere l'UE. Ma poi decisa da chi e in che modo? Parlano in tre per tutta l'UE? :o
Che senso ha dare un ultimatum a Maduro minacciandolo di riconoscere il neoproclamatosi presidente?

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 61923
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda PINDARO » ven mar 01, 2019 8:21 pm

L'amico dell'idiota felpato.




Ungheria: a scuola solo libri di testo pubblicati dallo Stato (e antieuropei)

Da quest’anno, i libri scolastici diffusi in Ungheria saranno pubblicati esclusivamente dal Centro statale dello sviluppo dell’istruzione (Ofi). Lo stabilisce la riforma dell’istruzione pubblica voluta dal governo di Viktor Orbán, con una legge che bandisce le edizioni private già in uso fra i banchi degli istituti ungheresi. Docenti e genitori si sono opposti al provvedimento, evidenziando che i nuovi manuali fanno da megafono didattico al nazionalismo del primo ministro. Ad esempio, nei testi si parla dell’immigrazione come un pericolo «per i valori tradizionali» della nazione e dell’Unione europea come un organismo che favorisce gli Stati del Sud Europa. Laszlo Miklosi, presidente dell'Associazione degli insegnanti di Storia- «Gli studenti imparano che i migranti sono pericolosi e che la lotta della nazione ungherese contro gli stranieri è un valore assoluto».

Nei libri di testo approvati dallo stato compaiono, variamente, stralci di discorsi di Viktor Orban sull’immigrazione («Consideriamo un valore che l’Ungheria sia un Paese omogeneo»), fotografie di richiedenti asilo accampati nelle stazioni di Budapest, vignette antieuropee (inclusa una che rappresenta la Germania come una scrofa che allatta Grecia, Spagna, Portogallo e Belgio) e alcune statistiche che celebrano l’orgoglio nazionale. In una illustrazione, a quanto riporta l’emittente statunitense Cnn, si spiega che «il 67% dei giovani ungheresi può solo immaginare il suo futuro in questo Paese». Il governo ha respinto le critiche in arrivo dal corpo docente come «opinioni politiche». Il controllo sui libri di testo è l’utima tappa di una serie di censure già imposte da Budapest all’istruzione secondaria e universitaria. Un decreto governativo ha obbligato gli atenei a rimuovere i corsi relativi alle cosiddetto «gender», cancellando le cattedre istituite in materia in alcuni dipartimenti di Sociologia. Motivazione: «Questo studio non coincide con la filosofia del nostro governo», come aveva dichiarato il portavoce governativo Zoltan Kovacs rispondendo alle accuse di controllo politico. In alcuni casi si è arrivati all’estromissione di atenei in blocco. La Central european university, l’ateneo fondato dal finanziere George Soros, è stata di fatto espulsa dal paese con una legge ad hoc. Oggi l’istituzione, che offre titoli di studio riconosciuti anche negli Stati Uniti, ha traslocato a Vienna dopo essersi vista negare il rinnovo della licenza.

Negli ultimi due mesi, le tensioni per la deriva autoritaria del Paese sono sfociate in una serie di manifestazioni di piazza contro l’esecutivo guidato da Orbán. La rabbia è esplosa, in particolare, con una legge sul lavoro giudicata «neoschiavistica» (perché aumenta da 250 a 400 le ore di straordinari che possono essere richieste nell’arco di un anno) e una riforma del sistema giudiziario che sottrae poteri alla magistratura. A settembre, l’Europarlamento ha votato a favore di una risoluzione della deputata olandese Judith Sargetini per l’attivazione dell’articolo 7(una procedura di infrazione che scatta in caso di violazione dello Stato di diritto). Nonostante vari appelli per la sua esplusione, il partito di Orbán Fidesz siede fra le file dei moderati del Partito popolare europeo. In un primo momento il primo ministro ungherese aveva anche considerato l’ipotesi di una scalata interna al gruppo parlamentare, poi rimandata. Per ora.
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 61923
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda PINDARO » lun mar 04, 2019 4:47 pm






Al di là della solita masnada di imbecilli nei commenti, direi che è una buona intervista.
E Macron, piaccia o meno, ha almeno un livello di decenza che altri leader politici non hanno.
(è un interlocutore almeno decente e in Europa ce ne sono pochissimi oramai).
Poi lo so, c'è chi pretende che Fazio gli avesse chiesto: "hai sposato tua moglie per i soldi nonostante sia una vecchia di merda, vero? ".
Ma ognuno ha le sue perversioni.
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » gio mar 21, 2019 11:50 am

1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 18956
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda laplaz » gio mar 21, 2019 11:56 am



Però sono migliorati anche i verdi ed è diminuita l'estrema destra. Non so se nel complesso è poi così male. Cioè, nel senso che poteva andare peggio :)

Avatar utente
NK7
Illuminato
Messaggi: 4780
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda NK7 » gio mar 21, 2019 12:01 pm

Se diminuisce l'estrema destra e aumenta il populismo non vedo molti motivi per festeggiare visto che sono stretti parenti.
Utenti in ignore: buriansiberiano, maxredo, taylorhawkins89, Nick, parca85, kobe91, Marco Rodella

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » gio mar 21, 2019 12:03 pm

laplaz ha scritto:


Però sono migliorati anche i verdi ed è diminuita l'estrema destra. Non so se nel complesso è poi così male. Cioè, nel senso che poteva andare peggio :)


dai, su, nel 2019 in Olanda il leader del secondo partito sostiene che le donne lavorano peggio degli uomini.

Poi certo, potrebbe piovere :)
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11761
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda paoolino » gio mar 21, 2019 12:26 pm

Nickognito ha scritto:
laplaz ha scritto:


Però sono migliorati anche i verdi ed è diminuita l'estrema destra. Non so se nel complesso è poi così male. Cioè, nel senso che poteva andare peggio :)


dai, su, nel 2019 in Olanda il leader del secondo partito sostiene che le donne lavorano peggio degli uomini.

Poi certo, potrebbe essere :)
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Teteto
Matricola
Messaggi: 43
Iscritto il: sab feb 02, 2019 1:50 pm

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Teteto » gio mar 21, 2019 4:04 pm

Il livello di maschilismo di questo forum è imperante se non becero e privo di qualsivoglia valenza allegorica.
E immagino non per letture di Weininger, Arthur Schopenhauer o Nietszche.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 117542
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Unione Europea: prospettive, timori, speranze

Messaggioda Nickognito » gio mar 21, 2019 4:38 pm

Paoolino legge Schopenhauer ogni sera prima di dormire.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite