Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Burano
Saggio
Messaggi: 7253
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Burano » sab apr 20, 2019 10:09 am

Sarà terribile.
Nel paese a forma di scarpa si è riabilitato Craxi e perfino il duce, figuriamoci che toccherà sentire di quest'altro...
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 4539
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Monheim » sab apr 20, 2019 5:58 pm

Credo basti già quel che sentiamo da anni.

O dici che potranno fare persino di peggio post morte?

Tipo che il 29 settembre non sarà più la ricorrenza degli arcangeli Gabriele, Michele e Raffaele bensì Natività dell'Unto?
Hitler had the right idea, he was just an underachiever. (cit.)

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 58797
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda tennisfan82 » ven giu 07, 2019 8:06 pm

L'Italia è il paese che amo...

Mediaset trasferisce la sua sede legale in Olanda, costituendo un'holding che contiene anche la partecipazione di controllo di Mediaset Espana.
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 9857
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda loveboat » ven giu 07, 2019 8:07 pm

Eh, però non amiamo lasciare allo Stato il 50% dei nostri introiti :P
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 4539
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Monheim » ven ago 30, 2019 5:03 pm

Silvio Berlusconi vince anche in Cassazione contro Veronica Lario: "L'ex moglie restituisca l'assegno del divorzio"

https://milano.repubblica.it/cronaca/20 ... Aa8GNeAKUY
Hitler had the right idea, he was just an underachiever. (cit.)

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 14036
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda uglygeek » ven ago 30, 2019 5:34 pm

Monheim ha scritto:Silvio Berlusconi vince anche in Cassazione contro Veronica Lario: "L'ex moglie restituisca l'assegno del divorzio"

https://milano.repubblica.it/cronaca/20 ... Aa8GNeAKUY

Questa cosa che alle ex mogli, per quanto tradite, debba andare una parte consistente della fortuna del marito non l'ho mai capita. Ovvio che l'ex marito debba pagare gli alimenti alla ex moglie e garantirle un tenore di vita adeguato, ma 1.4 milioni al mese?
Sono contento che in Italia le leggi siano meno assurde che altrove. Jeff Bezos divorziando ha dovuto dare 38 miliardi di dollari...
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

Burano
Saggio
Messaggi: 7253
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Burano » ven ago 30, 2019 5:37 pm

Uno così se si sposa è un coglione, su
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 44218
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Nasty » sab ago 31, 2019 8:37 am

Burano ha scritto:Uno così se si sposa è un coglione, su


Uno così come? Berlusconi o Bezos?
Provaci ancora Steph!

Burano
Saggio
Messaggi: 7253
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Burano » sab ago 31, 2019 10:24 am

Nasty ha scritto:
Burano ha scritto:Uno così se si sposa è un coglione, su


Uno così come? Berlusconi o Bezos?


Tutti i multimilionari. Alcuni arrivano a 3, 4 matrimoni.
È un bisogno inconscio di regalare parte del proprio patrimonio alle future ex.
Lo voglio rivedere, Fabio

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10825
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda chiaky » gio set 26, 2019 6:07 pm

https://www.repubblica.it/cronaca/2019/09/26/news/mafia_berlusconi_indagato_anche_per_l_attentato_a_maurizio_costanzo-237000439/

Ora, ho esternato il mio schifo per Berlusconi credo centinaia di volte nel periodo del suo massimo potere, sono fermamente convinto che i suoi governi siano stati i peggiori della storia repubblicana e che B. abbia fatto, come politico (non come imprenditore, magari) molto molto male all'Italia, ma credete possibile una cosa del genere? Un Silvio multitasking che mentre castiga decine e decine di zoccolette (ok, si parla del 1993, ma penso le castigasse già), pianifica attentati al baffone (non Stalin...l'altro, quello senza collo) e stragi in giro per il paese?

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19035
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda alessandro » gio set 26, 2019 8:32 pm

Cioè la tua difesa è: non è un mafioso perché non aveva tempo?

Aveva tempo per gestire Mediaset, girare il mondo, governare l’italia, organizzare un partito e gestire il Milan.

Diciamo che non era il tempo che poteva impedirgli di fare anche questo.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10825
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda chiaky » gio set 26, 2019 8:40 pm

alessandro ha scritto:Cioè la tua difesa è: non è un mafioso perché non aveva tempo?

Aveva tempo per gestire Mediaset, girare il mondo, governare l’italia, organizzare un partito e gestire il Milan.

Diciamo che non era il tempo che poteva impedirgli di fare anche questo.

Diciamo che capire l'ironia dovrebbe essere una qualità eh :D

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 58797
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda tennisfan82 » gio set 26, 2019 9:07 pm

Costanzo era quello in Fininvest maggiormente contrario al suo ingresso in politica e lo disse pure pubblicamente.

Hanno cercato di toglierlo di mezzo e quella fu la prima bomba messa dalla Mafia fuori dalla Sicilia.
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 9857
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda loveboat » lun nov 18, 2019 12:22 pm

Stefania Craxi: "Tangentopoli? Fu un attacco all’Italia"
"Il potere della finanza internazionale contribuì alla caduta del sistema". E sulla sinistra: "Non ha ancora fatto i conti con lui"


Roma, 18 novembre 2019 - Che cosa è stata Tangentopoli?
Stefania Craxi guarda dritto negli occhi e accusa: «Un grande attacco al primato della politica, sostenuto e voluto dal potere della finanza internazionale».
A quali ambienti si riferisce?
«Io li definisco come massoneria finanziaria, ma comunque parlo di quegli ambienti, di stampo sicuramente anche americano, che hanno operato in quella brutta vicenda per contribuire alla caduta del sistema politico e dunque alla caduta di Craxi».
E la magistratura, l’industria e la finanza italiane, la sinistra, il Pds, che ruolo hanno avuto?
«Non parlo della magistratura che è stata uno strumento, fatta spesso di controfigure utilizzate e dopo scaricate: come Antonio Di Pietro e lo stesso Borrelli, che ha finito la sua parabola di vita in totale solitudine. Voglio citare, invece, le forze che si sono messe al servizio di quel golpe mediatico-giudiziario: le grandi famiglie industriali, che non a caso erano anche proprietarie dei giornali, e il Partito comunista, che al posto della via del socialismo riformista e democratico sceglie la via giudiziaria al potere. Pagandone le conseguenze e facendone pagare le conseguenze a tutti».
Qualcuno, però, come Staino, si è pentito di aver gioito per la gogna verso Craxi.
«Non che a sinistra non ci siano persone intellettualmente oneste, come Staino, posso aggiungere Sansonetti e altri: ma non sono molti, non hanno gran voce e non parlano per la sinistra».

Stefania Craxi: "Mio padre, vita e morte per la politica"

Dal cappio del leghista Orsenigo a oggi la Lega sembra aver fatto i conti con suo padre?
«Un gesto che diede e dà tutta l’idea del clima di terrore e di caccia alle streghe di quel tempo violento e barbaro. Ma Matteo Salvini ha detto recentemente: “Ho combattuto Craxi da ragazzino, ma con questi c’è un abisso“. Lo stesso Umberto Bossi ha parlato di mio padre come di “uno statista“. Giancarlo Giorgetti lo ha collocato nel suo Pantheon ideale e, pare, voglia venire a Hammamet a gennaio prossimo per il ventennale della morte. Insomma, con fatica, la verità si fa strada. Nel centro-destra, magari con differenti gradazioni, ma i conti con Craxi li hanno fatti. A sinistra no».

Come ricorda le monetine all’uscita del Raphael contro suo padre?
«Ero incinta della mia ultima figlia, che mi renderà nonna. Vivevo una gravidanza difficile e mi avevano allettato. Ero a Milano con grande dispiacere perché avrei voluto essere vicino a lui. Vedo questa scena al telegiornale. A sera mi chiama mio padre e mi trova un po’ storta e angosciata. Mi disse: “Ricordati una cosa, una Craxi non piange“. Io negli anni gli ho disobbedito e ho continuato a farlo. Ma mi avvalgo della facoltà di essere femmina».
Un altro vessillo giustizialista di quegli anni rinvia al famigerato Tesoro di Craxi: mai visto?
«Sfido chiunque a tirare fuori qualsiasi cosa sul punto. Trovino nella vita quotidiana della mia famiglia, di mia madre, di mio fratello, un segno di ricchezza, di lusso, trovino un segno che non fosse quello della vita di una normalissima famiglia borghese italiana di quegli anni».
L’amicizia di Silvio Berlusconi con suo padre era antica. Si è mantenuta fino alla fine?
«Berlusconi non ha mai rinnegato la sua amicizia con Craxi. Diciamo che io lo avrei voluto un po’ più presente nell’esilio di mio padre. Gliel’ho anche detto».
E lui?
«Erano momenti complicati».
A proposito di momenti compli cati, che voleva dire chiamarsi Craxi negli anni Novanta?
«Era molto difficile chiamarsi Craxi. Abbiamo vissuto molto male. La gente attraversava a volte la strada per non salutarmi. C’era chi non voleva darci in affitto la casa quando sapeva che c’ero io. O le banche che chiedevano il rientro dei fidi. Per non dire che non ci invitavano più a cena o a casa quando sapevano che c’ero anche io: poco male per questo. Però l’angoscia di avere tre figli piccoli da mantenere, la paura di perdere il lavoro o che l’azienda fallisse, quella l’abbiamo vissuta con grande sofferenza in quegli anni».
Si poteva salvare suo padre?
«Craxi è morto a 65 anni. Diabetico. Durante un’operazione molto complicata. Con i mezzi che avevano, con l’equipe che non conosceva l’ospedale, tutto era molto difficile».
Come è stato il vostro ultimo incontro?
«Erano le sue ultime ore, guardava in tv il telegiornale italiano. E parlava di politica: diceva, l’Italia, l’Italia. Mandò a dire a Ugo Intini non bisogna andare con i comunisti. Parlava al telefono con Valter De Ninno. Mio padre ha dedicato tutta la sua vita, anche gli ultimi istanti, anche negli errori che ha fatto, al suo Paese. Non c’è mai stato niente, neanche la sua salute, che venisse prima della sua Patria».

https://www.quotidiano.net/politica/cra ... -1.4893299
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 66597
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Pindaro » lun nov 18, 2019 1:07 pm

Salvo Riina a Porta a Porta. Il figlio del boss di Cosa Nostra è stato intervistato da Bruno Vespa su molti temi, a cominciare dai suoi rapporti con il padre. "Amo mio padre, amo la mia famiglia, al di fuori di tutto quello ci hanno contestato, io non giudico, per quello c'è lo Stato",ha detto Riina jr, incalzato da Bruno Vespa che ha ricordato i 18 ergastoli comminati a Totò Riina.

( è di tre anni fa, ma visto il livello della discussione)
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 9857
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda loveboat » lun nov 18, 2019 1:27 pm

Non c’era in corso nessuna discussione, ho solo riportato un articolo
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
NK7
Saggio
Messaggi: 6770
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda NK7 » lun nov 18, 2019 1:28 pm

Ora arriverà ugly a dire che non ha tutti i torti, De Mita, Goria e Spadolini quelli sì che erano politici altro che Renzi.
"Together we will make MyMag Metal again"

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 9857
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda loveboat » lun nov 18, 2019 1:37 pm

Parla uno che scrive una cosa, stabilisce che quella è la Verità e che tutti quelli che non la pensano come lui sono idioti, imbecillì o scarti umani.
Bel livello di discussione
Tutto verde su tennistalker

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 123052
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Nickognito » lun nov 18, 2019 1:59 pm

Be, che Mani Pulite abbia innescato l'avvento di Berlusconi e della Lega penso sia storia.

L'antipolitica nasce da li', tutto quello che viviamo adesso nasce li'. Poi ci sono fenomeni mondiali che si sarebbero manifestati anche da noi, certo, ma nasce tutto li'.

Questo continua a livello simbolico, ieri dietro casa mia manifestavano centinaia di migliaia di persone contro il capo del governo ceco, reo di fare leggi ad personam ed essere corrotto. Nulla di simile e' accaduto per altri nella storia della Repubblica Ceca.

La gente non si indigna per il razzismo, o per l'economia allo sfascio, lo fa per i politici corrotti e questo conduce quasi sempre al populismo.

La Lega fu proprio il primo partito ad approfittarne.

Senza quelle indagini avremmo avuto partiti piu' normali come nel resto d'Europa. Il trionfo dell'estrema destra nasce da li', dal sistematico abbattimento dei partiti di centrodestra tradizionali da cui non siamo mai tornati indietro.

Dopo Mani Pulite veri partiti normali di centro destra non ce ne sono piu' stati.

Poi si puo' discutere su quanto le inchieste fossero politicizzate o meno, giuste o meno. Sulle conseguenze si puo' discutere di meno. Che poi uno preferisca Salvini e Meloni o Berlusconi e Bossi a Craxi e Andreotti e' ovviamente una preferenza soggettiva.

Quel che mi sembra certo e' che in politica serve a ragionare a lungo termine e su cio' che e' possibile. In questo senso, essere contro il berlusconismo e la lega e a favore, se non delle inchieste, del clima anti-casta dei primi anni 90 e' per lo meno schizofrenico.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto. Che poi sai che palle vivere per sempre in paradiso

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 14036
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda uglygeek » lun nov 18, 2019 6:38 pm

NK7 ha scritto:Ora arriverà ugly a dire che non ha tutti i torti, De Mita, Goria e Spadolini quelli sì che erano politici altro che Renzi.

Se proprio ci tieni lo dico.
E non solo perche' hai citato tre persone che a differenza di Renzi non avevano solo il manuale dello smartphone come unico libro letto nella loro vita.

Non credo pero' che sia stato un attacco all'Italia dall'estero, li' la Craxi parla da figlia. E' stato piu' la conseguenza del "Liberi tutti!" causato dal crollo del muro che ha fatto smantellare quella rete di potere che stava li' dal 1948.
Poi e' anche vero che i politici degli anni '80 hanno fatto piu' danni di quanti mi piaccia ricordare, ma continuo a non avere dubbi che quelli di oggi sono tutti peggiori di quelli di allora.
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

Avatar utente
NK7
Saggio
Messaggi: 6770
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda NK7 » lun nov 18, 2019 7:24 pm

I was being tongue in cheek dude.
"Together we will make MyMag Metal again"

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 12427
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda paoolino » lun nov 18, 2019 7:41 pm

uglygeek ha scritto:E non solo perche' hai citato tre persone che a differenza di Renzi non avevano solo il manuale dello smartphone come unico libro letto nella loro vita.
.


Qualcuno ha mai letto un manale per smartphone? Che tra l'altro nella maggior parte dei casi non viene neanche più stampato e inserito nella scatola, ma va scaricato in versione pdf on line? :D
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19035
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda alessandro » lun nov 18, 2019 8:39 pm

Nickognito ha scritto:Be, che Mani Pulite abbia innescato l'avvento di Berlusconi e della Lega penso sia storia.

L'antipolitica nasce da li', tutto quello che viviamo adesso nasce li'. Poi ci sono fenomeni mondiali che si sarebbero manifestati anche da noi, certo, ma nasce tutto li'.

Questo continua a livello simbolico, ieri dietro casa mia manifestavano centinaia di migliaia di persone contro il capo del governo ceco, reo di fare leggi ad personam ed essere corrotto. Nulla di simile e' accaduto per altri nella storia della Repubblica Ceca.

La gente non si indigna per il razzismo, o per l'economia allo sfascio, lo fa per i politici corrotti e questo conduce quasi sempre al populismo.

La Lega fu proprio il primo partito ad approfittarne.

Senza quelle indagini avremmo avuto partiti piu' normali come nel resto d'Europa. Il trionfo dell'estrema destra nasce da li', dal sistematico abbattimento dei partiti di centrodestra tradizionali da cui non siamo mai tornati indietro.

Dopo Mani Pulite veri partiti normali di centro destra non ce ne sono piu' stati.

Poi si puo' discutere su quanto le inchieste fossero politicizzate o meno, giuste o meno. Sulle conseguenze si puo' discutere di meno. Che poi uno preferisca Salvini e Meloni o Berlusconi e Bossi a Craxi e Andreotti e' ovviamente una preferenza soggettiva.

Quel che mi sembra certo e' che in politica serve a ragionare a lungo termine e su cio' che e' possibile. In questo senso, essere contro il berlusconismo e la lega e a favore, se non delle inchieste, del clima anti-casta dei primi anni 90 e' per lo meno schizofrenico.

La lega c’era prima di mani pulite e proprio la forza della lega, primo partito anti sistema, è stato uno degli elementi che permisero mani pulite .
A quei tempi la lega era quella che era più dalla parte del gruppo di magistrati di milano, erano quelli con il cappio in parlamento, poi Berlusconi che voleva di pietro come suo ministro della giustizia.
Berlusconi arriva dopo il crollo dei partiti tradizionali.
Quelli che tiravano le monetine a Craxi erano dell’msi, per dire. C’era stato un inizio di simil nani pulite dieci anni prima ma non c’era stata la caduta del muro e non c’era la lega.
Poi non c’è nulla di schizofrenico nel disprezzare il ladro corrotto crexi e disprezzare Berlusconi (che era il suo protetto).
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 58797
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda tennisfan82 » lun nov 18, 2019 8:53 pm

Ma anche le tv di Berlusconi erano dalla parte del pool di Mani Pulite, hanno smesso di esserlo quando Di Pietro ha iniziato ad indagare sui manager di Fininvest :D
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 45289
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Johnny Rex » lun nov 18, 2019 8:55 pm

uglygeek ha scritto:E' stato piu' la conseguenza del "Liberi tutti!" causato dal crollo del muro che ha fatto smantellare quella rete di potere che stava li' dal 1948..


Eh. Chissà perché non nel 1982...

F.F.
Alga ha scritto:Mondiali di rugby dove ci sono i tifoni, mondiali di calcio dove ci sono temperature di 50° e mondiali di sci dove non ci sono montagne.


Nickognito ha scritto:Giannessi non serve a nulla..

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 45289
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Johnny Rex » lun nov 18, 2019 8:56 pm

Nickognito ha scritto:
La gente non si indigna per il razzismo, o per Sampras pilotato alla vittoria nei FantaSlam , lo fa per i politici corrotti e questo conduce quasi sempre al populismo..
Alga ha scritto:Mondiali di rugby dove ci sono i tifoni, mondiali di calcio dove ci sono temperature di 50° e mondiali di sci dove non ci sono montagne.


Nickognito ha scritto:Giannessi non serve a nulla..

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 66597
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Pindaro » lun nov 18, 2019 9:02 pm

Johnny Rex ha scritto:
Nickognito ha scritto:
La gente non si indigna per il Var, o per la nuova Coppa Davis di Piquet , lo fa per i politici corrotti e questo conduce quasi sempre al populismo..
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Burano
Saggio
Messaggi: 7253
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Burano » mar nov 19, 2019 7:29 am

La prima -e unica- fase di esaltazione di mani pulite coincise marginalmente col populismo. Alla fine la lega prendeva voti solo al Nord, An fece un bel risultato ma la definirei poco populista, non solo per i canoni di oggi.
Di là il grosso votava Pds, ex Pci, che perse le elezioni del 94 per antipopulismo :-) , gli italiani non credettero a Occhetto e D'Alema che dicevano che le promesse berlusconiane erano balle, e la realtà era molto più complessa e difficile..altro che populismo.
Lo voglio rivedere, Fabio

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 123052
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Nickognito » mar nov 19, 2019 9:20 am

Burano ha scritto:La prima -e unica- fase di esaltazione di mani pulite coincise marginalmente col populismo. Alla fine la lega prendeva voti solo al Nord, An fece un bel risultato ma la definirei poco populista, non solo per i canoni di oggi.
Di là il grosso votava Pds, ex Pci, che perse le elezioni del 94 per antipopulismo :-) , gli italiani non credettero a Occhetto e D'Alema che dicevano che le promesse berlusconiane erano balle, e la realtà era molto più complessa e difficile..altro che populismo.


Marginalmente :roll: , la Lega prima di Mani Pulite aveva due parlamentari, appena arrivata Mani Pulite arriva ad ottanta, diventando gia' partito di maggioranza in qualche partito del nord. Dopo solo un anno la Lega vince anche a Milano e diventa il primo partito di tutto il Norditalia.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto. Che poi sai che palle vivere per sempre in paradiso

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19035
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda alessandro » mar nov 19, 2019 10:12 am

Io ricordo le elezioni in cui c’era ochetto contro Berlusconi.
Col senno di poi è più facile, ma al tempo ochetto rappresentava la vecchia politica e il comunismo.
Gli orfani della dc e degli altri partiti tradizionali spazzati via da mani pulite non potevano votare un vecchio comunista. Alcuni andarono sulla lega, alcuni con msi, il partito uscito meglio da mani pulite, molti con Berlusconi.
Berlusconi era l'imprenditore che si era fatto da solo, non come gli agnelli che hanno vissuto con le sovvenzioni statali (il pensiero del tempo) e canale5 non faceva pagare il canone come la Rai.

Io, comunque non ho mai votato Berlusconi che avevo visto a una partita di pallavolo (che seguivo al tempo) accompagnato da Craxi.
Votai msi come facevo anche prima, felice fosse uscito praticamente intonso e fini e la sua svolta verso un moderno partito di destra .
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10825
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda chiaky » mar nov 19, 2019 10:20 am

alessandro ha scritto:Io ricordo le elezioni in cui c’era ochetto contro Berlusconi.
Col senno di poi è più facile, ma al tempo ochetto rappresentava la vecchia politica e il comunismo.
Gli orfani della dc e degli altri partiti tradizionali spazzati via da mani pulite non potevano votare un vecchio comunista. Alcuni andarono sulla lega, alcuni con msi, il partito uscito meglio da mani pulite, molti con Berlusconi.
Berlusconi era l'imprenditore che si era fatto da solo, non come gli agnelli che hanno vissuto con le sovvenzioni statali (il pensiero del tempo) e canale5 non faceva pagare il canone come la Rai.

Io, comunque non ho mai votato Berlusconi che avevo visto a una partita di pallavolo (che seguivo al tempo) accompagnato da Craxi.
Votai msi come facevo anche prima, felice fosse uscito praticamente intonso e fini e la sua svolta verso un moderno partito di destra .

Cioè, tu votavi i missini? :o :o Sei fascio e non lo sapevamo?

:D

Io votai Segni...

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19035
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda alessandro » mar nov 19, 2019 11:57 am

chiaky ha scritto:
alessandro ha scritto:Io ricordo le elezioni in cui c’era ochetto contro Berlusconi.
Col senno di poi è più facile, ma al tempo ochetto rappresentava la vecchia politica e il comunismo.
Gli orfani della dc e degli altri partiti tradizionali spazzati via da mani pulite non potevano votare un vecchio comunista. Alcuni andarono sulla lega, alcuni con msi, il partito uscito meglio da mani pulite, molti con Berlusconi.
Berlusconi era l'imprenditore che si era fatto da solo, non come gli agnelli che hanno vissuto con le sovvenzioni statali (il pensiero del tempo) e canale5 non faceva pagare il canone come la Rai.

Io, comunque non ho mai votato Berlusconi che avevo visto a una partita di pallavolo (che seguivo al tempo) accompagnato da Craxi.
Votai msi come facevo anche prima, felice fosse uscito praticamente intonso e fini e la sua svolta verso un moderno partito di destra .

Cioè, tu votavi i missini? :o :o Sei fascio e non lo sapevamo?

:D

Io votai Segni...


Io non ho mai votato ds o pd ( forse una volta pd), fino a che fini non si è alleato e diventato suddito (ma meno di altri) di Berlusconi ho sempre votato msi e poi an.
Se quello di Berlusconi fosse stato un partito di destra serio, cioè per la legalità, per l’iniziativa imprenditoriale seria, contro l’assistenzialismo etc. ok.
In realtà era un buttarsi in politica sfruttando lo spazio lasciato da dc e socialisti perseguire interessi privati non del tutto legali.
Con i due alleati (Bossi che era per la secessione e fini che era per l’unità nazionale come recita l’articolo.1 della costituzione).
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19035
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda alessandro » mar nov 19, 2019 11:59 am

Segni mi piaceva, aveva anche la villa accanto a quella di mia zia a stintino dove andavo in vacanza a quei tempi.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 123052
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Nickognito » mar nov 19, 2019 12:00 pm

Io ritenevo l'Msi fascista e non sopportavo Segni e i suoi referendum. Ho alternato centro, sinistra ed estrema sinistra.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto. Che poi sai che palle vivere per sempre in paradiso

Burano
Saggio
Messaggi: 7253
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Burano » mar nov 19, 2019 12:36 pm

Io nel 94 ero ferocemente berlusconiano.
Ma avevo 16 anni, attenuanti non da poco :D
Lo voglio rivedere, Fabio

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10825
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda chiaky » mar nov 19, 2019 12:36 pm

Quel 1994, mi pare, fu il mio primo voto e votai come ho detto Segni.
Poi credo di aver sempre votato DS e PD per tutto il resto del tempo (a parte l'ultima volta che non ho votato).
Ma più che per convinzione, per non votare gente come Berlusconi prima e Salvini poi.
Tu sei andato sul pesante votando l'estrema destra eh :D . Comunque io i missini non li avrei mai votati.
Ci fosse un centro destra serio forse voterei a destra, vista la pochezza ridicola della sinistra italiana, ma non c'è e quindi...
E quindi d'ora in poi me ne sto a casa, finchè non c'è qualcosa di votabile da una parte o dall'altra.

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10825
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda chiaky » mar nov 19, 2019 12:37 pm

Burano ha scritto:Io nel 94 ero ferocemente berlusconiano.
Ma avevo 16 anni, attenuanti non da poco :D

No vabbè, ragazzi...qua ci sono sorprese stupefacenti.
I comunisti del forum che votavano per Fini e per il Berlusca. Non esiste proprio.
Tra un pò scopriremo che NK7 votava Bossi.

Burano
Saggio
Messaggi: 7253
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Burano » mar nov 19, 2019 12:42 pm

Io passano gli anni e mi sposto sempre più a sinistra.
Com'era il detto..a 20 anni se non sei socialista sei senza cuore, a 50 se lo sei ancora sei senza cervello. Io il contrario :-)
Inattuale, sempre.
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 66597
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda Pindaro » mar nov 19, 2019 12:45 pm

Sempre votato sinistra e centrosinistra.
Da sempre schifato da Berlusconi e Lega.
Non mi chiedo più come si potesse/ possa essere attrati da partiti razzisti o collusi con la malavita.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19035
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il Ventennio berlusconiano: come è cambiata l'Italia

Messaggioda alessandro » mar nov 19, 2019 12:58 pm

Anch’io schifato da Berlusconi e lega da sempre seppure qui nel bresciano la lega ha sempre avuto valanghe di sostenitori e votanti, in alcuni paesi la lega sopra il 50 60% credo già a inizio anni 90 e anche forza Italia molto forte.

Desenzano è molto meno leghista essendo una cittadina più “cosmopolita ‘.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti