Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 115147
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Nickognito » sab gen 03, 2015 2:01 pm

uglygeek ha scritto:
Nickognito ha scritto:
alessandro ha scritto: il giorno da santificare sarebbe il sabato, e via così..


a molti ancora non pare chiaro che i cattolici non sono ebrei, e che il vecchio testamento e' superato dal nuovo.

Sai che questa cosa non l'ho ben capita? E' vera per i cattolici o per tutti i cristiani? Perche' nelle confessioni protestanti (evangelici, born again sopra tutti) viene data una enorme importanza a tutti i libri della Bibbia a cominciare dalla Genesi.
Cioe', i cristiani (protestanti) piu' fedeli cercano quasi di impararla a memoria, parlano di religione ripetendo citazioni bibliche... e sono cristiani, non ebrei. E allora?


l' antico testamento e' un testo sacro per tutti i cristiani. Pero', essendo cristiani, lo leggono alla luce di quello che ha detto cristo. Poi e' pieno di cattolici che pensano che la Genesi neghi Darwin. Ma questa non e' la posizione del papa e tantomeno una verita' di fede, e' una credenza personale.

Poi ripeto, leggendo l' AT come fosse un testo scientifico, o d precetti morali, ci sono delle contraddizioni. E, con tutto il rispetto per chi ci crede, per me e' proprio impossibile che un essere umano creda in delle contraddizioni, non esiste un senso logico in questo.

Avatar utente
Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 39876
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Johnny Rex » sab gen 03, 2015 8:21 pm

uglygeek ha scritto:
Burano ha scritto:Un po' come Obama negli Usa. Probabile che entrambi ci credano in una visione più 'umana' (Francesco del cattolicesimo, Obama del 'sistema' Usa), ma è ovvio che per diversi motivi, non sanno/possono davvero cambiare la realtà della quale sono momentaneamente al vertice.
Alla fine, nel caso del papa, è lui quello che viene usato per scopi, come detto, di marketing. Serve al Vaticano per ragioni di immagine, affinchè nulla cambi. Ma fino a due anni fa c'era un eccessivo rischio di impopolarità e di rigetto, che lui ha scongiurato.

Non e' solo questione di marketing. C'e' anche quello... in un certo senso le dimissioni di Ratzinger sono state un po' come la sostituzione del CEO di una multinazionale in crisi, ed e' vero che l'immagine di Francesco, cosi' accattivante, era proprio quello che ci voleva per "rilanciare il brand".
Ma Bergoglio non e' solo in immagine. C'e' chi lo ha definito "The great reformer" (http://www.nytimes.com/2014/12/21/books ... ancis.html). Sta chiaramente portando la Chiesa su posizioni piu' "di sinistra", piu' attente alla carita' e alla giustizia sociale che alla vita sessuale dei fedeli.
Infatti i suoi principali oppositori - a parte l'orrendo Socci e Messori - sono nella Chiesa Cattolica degli Stati Uniti. E il punto di riferimento dei suoi nemici e' il cardinale americano Raymond Burke, un uomo famoso per la sua abilita' nel dimostrare, citando le scritture, che Gesu' Cristo era "di destra". C'e' un vero conflitto nella Chiesa pronto ad esplodere al prossimo sinodo, Bergoglio viene gia' quasi dipinto come un antipapa dalle frange piu' reazionarie .


Vabbeh ma allora cosa si pretendeva? riverniciare la facciata e basta? cioè limitarsi a fare marketing sorridendo più di Ratzinger e viaggiando di più?
Sì, possibile che si volesse solo questo, in effetti .

Socci, vabbeh :) , diamoli atto di essere se non altro meno falso di Messori, squalificatosi con quel vorrei ma non posso del suo ultimo articolo, manco fosse Galilei chiamato a ritrattare..

F.F.
"E rivelo qui un dato preoccupante. Mi tocca pensare a balbysauro diverse volte al giorno. Ormai, e' una schiavitu' "

Avatar utente
orson
Gran Maestro
Messaggi: 1409
Iscritto il: lun lug 03, 2006 7:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda orson » mar gen 20, 2015 2:47 am

Dopo il pugno a chi offenda la madre un'altra perla direi...non mi è antipatico, anzi, ma Pio XII non si rivolterebbe nella tomba? http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_gennaio_19/papa-essere-cattolici-non-significa-fare-figli-come-conigli-29f7d826-a00e-11e4-84eb-449217828c75.shtml
Certe volte mi sembra più un guru che un papa...scriverò di più appena avrò tempo.
Immagine
Letture pindariche.(Cit.)

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » mar gen 20, 2015 4:43 pm

orson ha scritto:http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_gennaio_19/papa-essere-cattolici-non-significa-fare-figli-come-conigli-29f7d826-a00e-11e4-84eb-449217828c75.shtml
Certe volte mi sembra più De Gregori che un papa...scriverò di più appena avrò tempo

Burano
Saggio
Messaggi: 6538
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Burano » mar gen 20, 2015 5:14 pm

Il colpo finale per lefebvriani e simili potrebbe essere la convocazione di un Concilio Vaticano terzo :-)
Lo voglio rivedere, Fabio

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » mar gen 20, 2015 5:36 pm

Burano ha scritto:Il colpo finale per borghesini e simili potrebbe essere la citazione degli Intillimani, magari per ripetere con altre parole il solito discorso spericolato in aereo di ieri: "Volete sapere cosa è la colonizzazione ideologica?"Dai, dicci Santo Padre. "Colonizzazione ideologica è lo stesso – risponde dunque il Pontefice – che hanno fatto sempre i dittatori, anche in Italia con i ‘balilla’. Pensate anche alla ‘gioventù hitleriana, a quel popolo che ha subito tanta sofferenza"”. Ah ok è lo stesso che hanno sempre fatto i dittatori, la gioventù hitleriana ok. "Vi faccio – continua il Papa – un esempio che ho vissuto io nel 1995 . Si dai Santo Padre facci l'esempio. "una ministra dell’istruzione pubblica alla quale avevo chiesto un forte finanziamento per le scuole dei poveri, rispose – racconta Bergoglio – che lo avrebbe concesso a condizione che si adottasse un certo libro che insegnava la teoria del Gender. Ma i soldi non erano mica i suoi… Si trattava di colonizzazione ideologica


Per me è un Papa un po' napoletano, un po' Maradona.
Si presenta a caldo in conferenza stampa dopo celebrazione oceanica con 9 milioni di persone, e può dire qualunque cosa.
Anche esattissima come in questo caso, in termini prettamente lettera di Fidel Castro a Diego Armando Maradona.
Prima o poi sentiremo anche "Ferlaino".

Ma a parte questo, c'è qualcuno qua che ha sentito almeno una Messa negli ultimi vent'anni?
Ultima modifica di Albornoz il mar gen 20, 2015 5:43 pm, modificato 1 volta in totale.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mar gen 20, 2015 5:43 pm

orson ha scritto:Dopo il pugno a chi offenda la madre un'altra perla direi...non mi è antipatico, anzi, ma Pio XII non si rivolterebbe nella tomba?


Ma davvero questa storia del pugno l'avete presa così male e sul serio?
Ha fatto una battuta, tra il tenero e il simpatico.
La demenza nel mondo giornalistico e dell'opinione nel commentare le notizie non ha più limiti.

Avatar utente
orson
Gran Maestro
Messaggi: 1409
Iscritto il: lun lug 03, 2006 7:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda orson » mar gen 20, 2015 6:05 pm

PINDARO ha scritto:
orson ha scritto:Dopo il pugno a chi offenda la madre un'altra perla direi...non mi è antipatico, anzi, ma Pio XII non si rivolterebbe nella tomba?


Ma davvero questa storia del pugno l'avete presa così male e sul serio?
Ha fatto una battuta, tra il tenero e il simpatico.
La demenza nel mondo giornalistico e dell'opinione nel commentare le notizie non ha più limiti.

A parte che la demenza la dimostri tu nel non capire il mio tono scherzoso nell' iperbole su Pio XII che si rivolterebbe nella tomba( spero lo farebbe per scandali ben peggiori su)non c'è niente da fare bisogna mettere sempre le faccine sennò non ti capiscono :lol: , ma non pensi che non sia proprio un linguaggio molto ortodosso per un Papa almeno fino all'altro ieri? Che poi il personaggio sia di questa pasta è giustamente debba sentirsi libero di esprimersi come un prete di periferia mi può stare anche bene, e non essendo un ciellino non rimpiango Benedetto o Giovanni Paolo II che carisma a parte era un conservatore tra i più conservatori, tuttavia non posso dare torto a chi storca la bocca perché vorrebbe magari metafore meno banali di queste, non vorrei che per questioni di marketing si voglia rendere il messaggio cattolico fruibile a tutti ma riducendo la questione del rapporto tra islam e mondo cristiano ad un semplice pugno in faccia, poi magari qualcuno, con basi culturali fragili, potrebbe prendere alla lettera parole che andrebbero invece contestualizzate meglio.

Giovanni Paolo I sarebbe stato un pastore più che un Papa principe ma aveva già capito come Roncalli il potere dei media tuttavia non ce lo vedo a fare il guru come questo a cui rinnovo la mia simpatia dal punto di vista laico ma come cattolico mantengo i miei dubbi sulla sua solidità. Sì Rex l'ultimo Papa che non è sceso quasi mai a compromessi con i media, ed infatti lo chiamavo Paolo mesto e gli davano del frocio, fu Montini. Pur essendo una spanna sopra gli epigoni.
Ultima modifica di orson il mar gen 20, 2015 6:11 pm, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Letture pindariche.(Cit.)

Avatar utente
orson
Gran Maestro
Messaggi: 1409
Iscritto il: lun lug 03, 2006 7:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda orson » mar gen 20, 2015 6:07 pm

Albornoz ha scritto:
orson ha scritto:http://roma.corriere.it/notizie/cronaca/15_gennaio_19/papa-essere-cattolici-non-significa-fare-figli-come-conigli-29f7d826-a00e-11e4-84eb-449217828c75.shtml
Certe volte mi sembra più De Gregori che un papa...scriverò di più appena avrò tempo

Se vuoi citare cita almeno alla lettera :D
Immagine
Letture pindariche.(Cit.)

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mar gen 20, 2015 6:09 pm

orson ha scritto: ma non pensi che non sia proprio un linguaggio molto ortodosso per un Papa almeno fino all'altro ieri?.

No.

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda ciccio » mar gen 20, 2015 6:32 pm

comunista è comunistaaaaaaaaaaaaaaa #103# :D
a nessuno viene in mente che probabilmente è solo cristiano e vuole riportare la chiesa ai semplici concetti del cristianesimo ?
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
orson
Gran Maestro
Messaggi: 1409
Iscritto il: lun lug 03, 2006 7:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda orson » mar gen 20, 2015 6:43 pm

ciccio ha scritto:comunista è comunistaaaaaaaaaaaaaaa #103# :D
a nessuno viene in mente che probabilmente è solo cristiano e vuole riportare la chiesa ai semplici concetti del cristianesimo ?

Perché Benedetto, che non mi era simpatico, era qualcos' altro se no un cattolico? Comunque Pindaro aspetto una tua spiegazione, non credo basti un no. Posto che a me Francesco è simpatico, ma un Papa bisogna giudicarlo da altre cose, un' idea definitiva potremmo farcela nei prossimi anni se veramente riformerà e rialzerà la Chiesa, più che dalle belle parole o dallo stile informale. Che potrebbero essere solo fumo.
Immagine
Letture pindariche.(Cit.)

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10896
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Rosewall » mar gen 20, 2015 7:08 pm

orson ha scritto:ma un Papa bisogna giudicarlo da altre cose
dal coraggio, dall'altruismo, e dalla fantasiiiiiiia
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mar gen 20, 2015 7:14 pm

Francesco non aver paura, di tirare un pugno a chi ti offende.

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda ciccio » mar gen 20, 2015 7:26 pm

orson ha scritto:Perché Benedetto, che non mi era simpatico, era qualcos' altro se no un cattolico?

Benedetto era cattolicissimo, non solo cattolico, ma il problema è che era papa, il capo della chiesa e come tale deve dirigere la chiesa che deve essere cattolica. E non lo era visto cosa facevano i suoi rappresentanti, non quello che predicavano, ma quello che facevano.
Benedetto non era un buon papa, perché non era il suo mestiere. Personalmente ho stima nell'uomo, come persona e come cattolico dico, anche se ne ho condivise poche di sue idee, ma come papa no. E lui stesso abdicando lo ammette.
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
orson
Gran Maestro
Messaggi: 1409
Iscritto il: lun lug 03, 2006 7:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda orson » mar gen 20, 2015 11:54 pm

Rosewall ha scritto:
orson ha scritto:ma un Papa bisogna giudicarlo da altre cose
dal coraggio, dall'altruismo, e dalla fantasiiiiiiia

Mi accontenterei di una maggiore cultura dottrinale nei discorsi,meno glamour e più sostanza. Queste cose lasciamole ai dilettanti della politica. Forse a te basta poco.

ciccio ha scritto:
orson ha scritto:Perché Benedetto, che non mi era simpatico, era qualcos' altro se no un cattolico?

Benedetto era cattolicissimo, non solo cattolico, ma il problema è che era papa, il capo della chiesa e come tale deve dirigere la chiesa che deve essere cattolica. E non lo era visto cosa facevano i suoi rappresentanti, non quello che predicavano, ma quello che facevano.
Benedetto non era un buon papa, perché non era il suo mestiere. Personalmente ho stima nell'uomo, come persona e come cattolico dico, anche se ne ho condivise poche di sue idee, ma come papa no. E lui stesso abdicando lo ammette.

Beh se analizziamo i 27 anni di pontificato di Giovanni Paolo tra scandali finanziari, Marchincus-Calvi-Sindona,rapimenti, pedofilia e omosessulità nel clero e non più una visione oscurantista ben più di Ratzinger delle cose, con un Papa malato che ormai era solo pro forma un capo della Chiesa negli ultimi 5 anni di regno ci sarebbe molto da discutere sulle capacità di governo di questo "Santo" mediatico.. Benedetto ha avuto almeno il merito di riconoscere il suo fallimento da Papa più di pensiero che azione, come tanti predecessori, ma soprattutto la sua inadeguatezza a questa chiesa post globalizzazione e social network ormai impostasi in questi ultimi anni, dove un tweet conta più di una parabola o pater noster. Lasciatemi con i miei dubbi.
PINDARO ha scritto:Francesco non aver paura, di tirare un pugno a chi ti offende.

Francamente mi aspettavo di meglio...al contrario dei i pugni spesso le parole fanno più male alla distanza, l'ironia spesso nasconde mancanza di argomenti. Almeno si mettesse i guantoni suvvia...
Comunque posto questo articolo non condivido tutto, tipo il pistolotto femminista, ma insomma merita la lettura
http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/18/mamma-dio-nonviolenza/1349169/
Immagine
Letture pindariche.(Cit.)

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mer gen 21, 2015 12:04 am

dal pugno alla guerra santa il passo non è lungo. :lol: :lol: :lol: :lol:

Un articolo scritto sotto effetto di droghe pesanti.
Ma siete tutti impazziti?
Prendere un'uscita innnocua e scherzosa e farne una questione politica, filosofica e pedagogica?
Che pesanteza, davvero.

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda ciccio » mer gen 21, 2015 12:37 am

PINDARO ha scritto:Prendere un'uscita innnocua e scherzosa e farne una questione politica, filosofica e pedagogica?
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
orson
Gran Maestro
Messaggi: 1409
Iscritto il: lun lug 03, 2006 7:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda orson » mer gen 21, 2015 12:37 am

PINDARO ha scritto: dal pugno alla guerra santa il passo non è lungo. :lol: :lol: :lol: :lol:

Un articolo scritto sotto effetto di droghe pesanti.
Ma siete tutti impazziti?
Prendere un'uscita innnocua e scherzosa e farne una questione politica, filosofica e pedagogica?
Che pesanteza, davvero.

Beh a parte che ho detto che molti punti dell'articolo non li condivido, tipo questo visto che Francesco semmai voleva mettere una toppa per difendere l'Islam intransigente e il loro fanatismo, trovo molto sbagliato archiviare la parole di un Papa come scherzose o innocue, a meno non fosse Crozza che lo imitasse..allora avresti ragione guarda.
Immagine
Letture pindariche.(Cit.)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 115147
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Nickognito » mer gen 21, 2015 9:01 am

io penso solo che ho fatto, senza saperlo, lo stesso identico esempio del pugno e dell' offesa alla mamma. L' ho detto prima di lui :)

ovviamente non tirerei un pugno a nessuno, se uno offende la mia mamma non me ne puo' fregar di meno :). pero' per me era un buon esempio.

Tra parentesi, trovo del tutto incomprensibile questo essere contrari a leggere forme di violenza fisica, piu' che a molte forme di violenza non fisica.

Io sono contro la violenza fisica, ma la trovo migliore di molte altre cose. Per dire: meglio sculacciare un bambino (anche non tuo, eh), o dirgli 'i musulmani come te fanno schifo?'. penso meglio sculacciare.

Danni fisici permanenti ok, altro discorso. Ma, beh, io posso usare la macchina, fumare nei polmoni del vicino tranquillamente, ma se gli tiro uno schiaffo faccio una cosa grave? Ma chi se ne frega.

E' il discorso che ho sempre fatto per chi non ti fa scontrino o ricevuta. Schiaffo/pugno consentito in quel caso, per legge. Non uno alla Tyson, ovvio. ma non vedo differenza. Tu usi violenza verbale, e mi rubi i soldi, io ti tiro uno pugno. Ok, non lo faccio, ma e' un esempio per dire 'non c'e' differenza tra queste forme di violenza'. Se uno dice 'ahah, tutti i credenti sono idioti che credono nelle favole', mi dai dell' idiota, e ti meriti un pugno nei denti. Poi non lo faccio che non voglio scendere al tuo livello, ma lo meriteresti.

Molti pensano: eh, ma e' violenza! Da qui a picchiare qualcuno con danni, o tenerlo sempre sotto minaccia di botte,. il passo e' breve: la violenza fisica mai!

ma questa e' una affermazione del tutto illogica. Come dire; se mi dici 'stronzo' la cosa e' gravissima, da qui a andare in giro a dire falsita' sul conto di me e tutti i miei amici facendo loro perdere il loro posto di lavoro il passo e' breve.
dal rubare 5 centesimi trovati per strada, non tuoi, a rapinare una banca il passo e' breve. Ma no!

Certo, un cristiano non tira pugni. Ma tantomeno fa vignette di Charlie Hebdo. Ovviamente meglio tirare pugni.

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » mer gen 21, 2015 1:17 pm

Corriere

Nuovo battaglia giudiziaria tra il Fisco e Diego Armando Maradona. Stavolta il ring della sfida ventennale è l’aula gup del Tribunale di Roma dove il pibe de oro deve difendersi dalla richiesta di rinvio a giudizio con l’accusa di diffamazione nei confronti di Equitalia per aver detto di essere stato «tentato dal fare gesti estremi a causa del fisco»

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mer gen 21, 2015 1:29 pm

Sto cercando di cogliere il nesso.
Lo troverò, abbi fede ALbo.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mer gen 21, 2015 1:29 pm

Albornoz ha scritto:
Per me è un Papa un po' napoletano, un po' Maradona.



Ah ok.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10896
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Rosewall » mer gen 21, 2015 1:34 pm

strano per un papa finlandese
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » mer gen 21, 2015 2:53 pm

Rosewall ha scritto:strano per un papa finlandese


Strano che gente magari mai stata a messa negli ultimi trent'anni, che nemmeno sa tenere in mano un rosario, e/o che non legge un libro cattolico o al limite cristiano che è uno, stia a tentare di fare complicati ragionamenti su discorsi a caldo di un Papa argentino, dopo messa oceanica con 9 milioni di persone, sull'aereo, invece che far semplicemente notare che è argentino.

Tipo il pugno, tipo i conigli, tipo quando racconta ai giornalisti che a Buenos Aires erano arrivati due funzionari ad offrire un finanziamento di 400 mila pesos per i poveri, ma chiedevano indietro una tangente della metà, e lui nel dubbio fra "tirare un calcio dove non batte il sole", e "fare lo scemo" , ha scelto di fare lo scemo dicendo che al vicariato non c'era il c.c., bisognava andare in vescovato, così non se n'è fatto nulla.
Un finlandese, per carità, al di là di come si fosse comportato in concreto per salvare la capra dell'onestà ed i cavoli dei rapporti con le istituzioni che sono quelle che sono, o avrebbe taciuto l'episodio raccontandone un altro, o avrebbe raccontato di aver chiamato subito la Procura, eccetera.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » mer gen 21, 2015 3:40 pm

Albornoz ha scritto:
Strano che gente magari che non legge cristiano.

Io lo leggo sempre.
Lui, Nasty e Burian sono i miei preferiti.

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » gio gen 22, 2015 11:06 am

Ma dai, nella stessa intervista del sublime comunicatore, Paolo VI con l'Humanae Vitae che chiude ad ogni contraccezione è un "profeta", e due minuti dopo i figli di famiglie numerose sono umiliati come "conigli".
Stiam parlando di niente, dai.
Grande Papa argentino e basta.

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » gio gen 22, 2015 12:17 pm

Ma dico, e se si sbaglia e una volta parla a caldo di Islam? :oops: :cry:
Se gliene esce una un po' maradoniana?

Burano
Saggio
Messaggi: 6538
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Burano » gio gen 22, 2015 6:56 pm



Sulla polemica secondo cui atei e mangiapreti non dovrebbero mettersi a disquisire se sia meglio un papa piuttosto che un altro..: personalmente non sono neanche ateo, diciamo che, come dissi tempo fa, sono fra quelli non del tutto convinti dell'inesistenza di Dio. Ma anche chi è ateo e ferocemente anticlericale mi pare normale, specie in Italia, che veda di buon occhio un papa come l'attuale e invece detesti il predecessore. Mica per nulla, ma in regime concordatario- e con l'influenza politica che ha il Vaticano in questo paese - , una chiesa più o meno reazionaria e più o meno antiliberale e antimoderna incide eccome sulla vita di tutti, anche dei mangiapreti. Si ha un bel dire con "a me che me ne importa, mi faccio i cavoli miei". A meno che uno non viva nell'eremo o a contatto solo con quelli come lui, se si ha un parente stretto cattolico osservante, inevitabilmente le sue scelte e quindi indirettamente anche la mia vita saranno condizionati dai dettami di Santa Romana Chiesa. Quindi meglio Bergoglio di Ratzinger, per forza. E non solo perchè ci dà un po' l'impressione e l'illusione di essere 'de sinistra' :)
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10896
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Rosewall » gio gen 22, 2015 7:39 pm

non direi che sperare in un papa progressista dando per persa la speranza che la vita pubblica si affranchi più nettamente dalla Chiesa, sia un approccio laico. Ernesto Rossi si rivolterebbe nella tomba.

Al contrario, un papa percepito come più reazionario e con una certa somiglianza con l'Imperatore di Star Wars (e con uno spiccato accento tedesco, che non guasta mai), aiutava a tenere le distanze.

Dico "percepito", perchè è ridicolo giudicare il grado di liberalità di un papa basandosi sulle battute diffuse dai media.
Ed è già estremamente poco laico star lì a discutere di ogni fiato del pontefice, che in teoria dovrebbe essere dedicato ai fedeli cattolici.
Almeno sarebbe utile rendersi conto che in una istituzione come la Chiesa le misure sostanziali (nel campo dottrinario o nella sfera del potere temporale) non sono annunciate fra un volo in aereo e l'altro, ma se uno è interessato, occorre che si studi a fondo il tema e che si legga encicliche, documenti, analisi di esperti vaticanisti (auguri).

Da osservatore esterno, mi pare che ci sia stato un unico gesto di rottura clamoroso ed evidente (o almeno, è possibile che ce ne siano stati altri parimenti significativi, ma io non ne ho sentito parlare): le dimissioni di un papa.
IMHO (ma sono ignorante in materia e potrei sbagliarmi), se all'attuale papa riuscirà di incidere nell'organizzazione della sua istituzione, al di là delle proprie indubbie doti amministrative, comunicative, caratteriali, il merito sarà principalmente del potere che gli deriva dal gesto rivoluzionario ed astuto del suo predecessore.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
taylorhawkins89
Saggio
Messaggi: 8300
Iscritto il: lun ago 25, 2008 5:18 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda taylorhawkins89 » gio gen 22, 2015 7:44 pm

Rosewall ha scritto:non direi che sperare in un papa progressista dando per persa la speranza che la vita pubblica si affranchi più nettamente dalla Chiesa, sia un approccio laico. Ernesto Rossi si rivolterebbe nella tomba.

Al contrario, un papa percepito come più reazionario e con una certa somiglianza con l'Imperatore di Star Wars (e con uno spiccato accento tedesco, che non guasta mai), aiutava a tenere le distanze.

Dico "percepito", perchè è ridicolo giudicare il grado di liberalità di un papa basandosi sulle battute diffuse dai media.
Ed è già estremamente poco laico star lì a discutere di ogni fiato del pontefice, che in teoria dovrebbe essere dedicato ai fedeli cattolici.
Almeno sarebbe utile rendersi conto che in una istituzione come la Chiesa le misure sostanziali (nel campo dottrinario o nella sfera del potere temporale) non sono annunciate fra un volo in aereo e l'altro, ma se uno è interessato, occorre che si studi a fondo il tema e che si legga encicliche, documenti, analisi di esperti vaticanisti (auguri).

Da osservatore esterno, mi pare che ci sia stato un unico gesto di rottura clamoroso ed evidente (o almeno, è possibile che ce ne siano stati altri parimenti significativi, ma io non ne ho sentito parlare): le dimissioni di un papa.
IMHO (ma sono ignorante in materia e potrei sbagliarmi), se all'attuale papa riuscirà di incidere nell'organizzazione della sua istituzione, al di là delle proprie indubbie doti amministrative, comunicative, caratteriali, il merito sarà principalmente del potere che gli deriva dal gesto rivoluzionario ed astuto del suo predecessore.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » gio gen 22, 2015 7:46 pm

taylorhawkins89 ha scritto:
Rosewall ha scritto:non direi che sperare in un papa progressista dando per persa la speranza che la vita pubblica si affranchi più nettamente dalla Chiesa, sia un approccio laico. Ernesto Rossi si rivolterebbe nella tomba.

Al contrario, un papa percepito come più reazionario e con una certa somiglianza con l'Imperatore di Star Wars (e con uno spiccato accento tedesco, che non guasta mai), aiutava a tenere le distanze.

Dico "percepito", perchè è ridicolo giudicare il grado di liberalità di un papa basandosi sulle battute diffuse dai media.
Ed è già estremamente poco laico star lì a discutere di ogni fiato del pontefice, che in teoria dovrebbe essere dedicato ai fedeli cattolici.
Almeno sarebbe utile rendersi conto che in una istituzione come la Chiesa le misure sostanziali (nel campo dottrinario o nella sfera del potere temporale) non sono annunciate fra un volo in aereo e l'altro, ma se uno è interessato, occorre che si studi a fondo il tema e che si legga encicliche, documenti, analisi di esperti vaticanisti (auguri).

Da osservatore esterno, mi pare che ci sia stato un unico gesto di rottura clamoroso ed evidente (o almeno, è possibile che ce ne siano stati altri parimenti significativi, ma io non ne ho sentito parlare): le dimissioni di un papa.
IMHO (ma sono ignorante in materia e potrei sbagliarmi), se all'attuale papa riuscirà di incidere nell'organizzazione della sua istituzione, al di là delle proprie indubbie doti amministrative, comunicative, caratteriali, il merito sarà principalmente del potere che gli deriva dal gesto rivoluzionario ed astuto del suo predecessore.

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda ciccio » gio gen 22, 2015 7:51 pm

ammesso e non concesso giá sapeva chi fosse il suo successore
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Lyndon79
Saggio
Messaggi: 8180
Iscritto il: lun lug 02, 2007 10:55 pm
Località: Europa, più o meno2

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Lyndon79 » gio gen 22, 2015 7:57 pm

Ma direi di no, :). Se uno riesce a riformare la Chiesa (che e' quasi piu' difficile che riformare il binomio stato-societa' italiana) il merito principale e' di chi ci riesce (anche solo in parte), dai.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10896
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Rosewall » gio gen 22, 2015 8:09 pm

che peso che sei, il senso della frase non era sminuire i meriti di Francis o peggio fare percentuali :D

ciccio ha scritto:ammesso e non concesso giá sapeva chi fosse il suo successore
ma in ogni caso le dimissioni hanno influenzato anche la scelta del successore!
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda PINDARO » gio gen 22, 2015 8:16 pm

Anche se tra i papabili uno peggio di Ratzinger non credo ci potesse essere.

Burano
Saggio
Messaggi: 6538
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Burano » gio gen 22, 2015 8:36 pm

Rosewall ha scritto:

Al contrario, un papa percepito come più reazionario e con una certa somiglianza con l'Imperatore di Star Wars (e con uno spiccato accento tedesco, che non guasta mai), aiutava a tenere le distanze.

.


questa è tipo certi massimalisti di inizio novecento, che preferivano il governo reazionario a quello più aperto e meno conservatore poichè quest'ultimo rammolliva la classe operaia :)

Non ho fiducia nella laicizzazione e affrancamento della società italiana dalla chiesa cattolica, dunque prferisco un papa 'dal volto umano' piuttosto che un Ratzinger. Poi so bene, come scritto anche nei giorni scorsi, che non sono due battute a cambiare le linee guida e la politica del vaticano, e che non è che se un pontefice è percepito come 'buono e aperto', poi lo sia davvero (vedi GP II)..Anche se in questi due anni qualcosina in più di due semplici battute, Bergoglio mi pare l'abbia fatta.
Da simpatizzante dei cattolici più democratici (o cattocomunisti, come amano definirli i clericali più retrivi), auspicherei, perchè ci fosse davvero rottura col passato recente, la convocazione di un concilio. Ne vagheggiano da tempo, costoro. Stai a vedere che questa non sia la volta buona..
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 39876
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Johnny Rex » gio gen 22, 2015 9:14 pm

Pagare le Tasse , questo, il gesto davvero rivoluzionario :), il resto è parola .

F.F.
"E rivelo qui un dato preoccupante. Mi tocca pensare a balbysauro diverse volte al giorno. Ormai, e' una schiavitu' "

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Albornoz » ven gen 23, 2015 11:39 am

Rosewall ha scritto:Da osservatore esterno, mi pare che ci sia stato un unico gesto di rottura clamoroso ed evidente (o almeno, è possibile che ce ne siano stati altri parimenti significativi, ma io non ne ho sentito parlare): le dimissioni di un papa.
IMHO (ma sono ignorante in materia e potrei sbagliarmi), se all'attuale papa riuscirà di incidere nell'organizzazione della sua istituzione, al di là delle proprie indubbie doti amministrative, comunicative, caratteriali, il merito sarà principalmente del potere che gli deriva dal gesto rivoluzionario ed astuto del suo predecessore


Beh, ma guarda.
In realtà Ratzinger nella dialettica "destra-sinistra" ecclesiastica è un po' come il leninista Giuliano Ferrara in quella politica.
Inizialmente progressista, giovane razionalista in quota riformatori al Concilio, si oppone poi alle derive del Concilio conservando la stesso metodo ed impostazione razionalista (è questa la prima grande differenza con il più arcaico Bergoglio del "non è una gara a chi è più intelligente", e che non ha mai avuto a che fare né con il Concilio né con i suoi vari giri).
Ed anche Ratzinger è detestato anzitutto dai progressisti, ma ancor più da gruppi di "tradizionalisti storici", che lo avvertono come alieno e quanto di più pericoloso, dichiarando di trovarne piena conferma nel gesto epocale delle dimissioni.
Come per esempio molta estrema destra detesta i repubblicani e/o neo con americani ben più di ogni sinistra.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10896
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Francesco, grande papa o sublime comunicatore?

Messaggioda Rosewall » ven gen 23, 2015 11:50 am

Ferrara è un opportunista, prima o poi lo riconoscerai anche tu. :D
Ultima modifica di Rosewall il ven gen 23, 2015 11:56 am, modificato 1 volta in totale.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti