Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 28556
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Ombra84 » mer feb 26, 2020 2:51 pm

gianlu ha scritto:
Ombra84 ha scritto:
gianlu ha scritto:Certamente. Avevo scritto ciò solo in risposta ad interventi qui.

addossando la colpa al Governo :) .


E più ancora oms e autorità cinesi.

e allora non quotare che non è colpa di nessuno, scusa eh :wink:
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
loveboat
FooLminato
Messaggi: 10430
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda loveboat » mer feb 26, 2020 2:52 pm

Ho scritto horse e non donkey solo perchè sei admin :wink:
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 28556
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Ombra84 » mer feb 26, 2020 2:53 pm

loveboat ha scritto:Ho scritto horse e non donkey solo perchè sei admin :wink:

https://www.vocedinapoli.it/2016/05/02/ ... -o-sapone/

:)

A mio avviso un bellissimo detto, specialmente in caso di posizioni incocilabili ( ben inteso puoi anche pensarlo di me )
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 2:58 pm

Le posizioni inconciliabili però possono esserlo fino ad un certo punto.
Negare la negligenza del celeberrimo paziente 1, bisogna vivere in un mondo tutto proprio.
Credo che persino cento anni fa, una persona con un po' di cervello si sarebbe presentata volontariamente per farsi controllare, in una situazione
nota a chiunque nel mondo.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6133
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Paolo79 » mer feb 26, 2020 3:01 pm

Ombra84 ha scritto:
Pindaro ha scritto:Centri di massaggi cinesi li stanno controllando? Non è una battuta.
Ce ne sono parecchi anche a Lodi. Ma è un campo minatissimo quello.

In realtà stamattina un cliente mi ha detto che secondo lui è una delle cause dell' epidemia in quanto il signore che va a donnine mica può andare a casa o all' ospedale e dire di aver frequentato cinesi :lol:


Vabbè credo che lo abbiamo pensato tutti dai :)
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

gianlu
Saggio
Messaggi: 7672
Iscritto il: ven nov 17, 2006 5:01 pm

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda gianlu » mer feb 26, 2020 3:01 pm

Ombra84 ha scritto:
gianlu ha scritto:
Ombra84 ha scritto:addossando la colpa al Governo :) .


E più ancora oms e autorità cinesi.

e allora non quotare che non è colpa di nessuno, scusa eh :wink:

Ho fatto così in base all'intervento di Laplaz, che verteva su responsabilità individuali, avendo lui quotato solo una parte del mio post.
Responsabilità individuali: da dimostrare.
Responsabilità istituzionali: autorità cinesi, oms, giallorossi.
« Ci vorrebbe un lavoro a parte per star dietro a tutte le balle che si scrivono »
(Albornoz)

el saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 3:03 pm

elezioni subito!!1!1
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6133
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Paolo79 » mer feb 26, 2020 3:05 pm

Nick ha scritto:
Paolo79 ha scritto:

Altra critica che faccio ai media: i contagiati continuano ad aumentare, benissimo , soprattutto in Lombardia. Ma questi contagiati arrivano tutti dalle zone rosse o si stanno espandendo su umtutta la regione? Perché cambia tantissimo la cosa in un senso o nell'altro. Io son 2 giorni che non trovo notizie relative alla divisione dei contagiati per città, quantomeno in Lombardia e Veneto.


Il focolaio è 1, bassa lodigiania.
forse lo è anche quello del paesino del veneto, Vo' Euganeo.
Sono entrambe zone rosse, non si entra e non si esce.
E sono quelli che hanno la maggior parte dei casi.

Tutti gli altri sono derivazioni da questi, ovviamente visto la vicinanza ci sono più casi in lombardia e in veneto e minori nel resto d'Italia.
A Palermo per esempio 2 persone che vengono dal bergamasco.
Nessuna è zona rossa, ma a seconda della situazione ci sono più restrizioni.
A Milano ci sono più restrizioni.


Non hai capito la mia domanda, non sarai mica un giornalista? :)
In parole povere io vorrei sapere di che paese sono i contagiati degli ultimi 2 giorni. Magari è notizia riservata (perché?) Ma ci fosse uno che nelle decine di conferenze stampa abbia fatto la domanda
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 3:05 pm

Giusto, se il bavarese salva il paese dicendo che ha visto una cinese e sta male e il lombardo se ne sta in giro a infettare con l'influenza, la differenza sta in Cinesi, OMS e governo!

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 3:09 pm

@Paolo79
No non sono giornalista. :)

Lo diranno nel tg lombardo, in quello veneto.

Se io sto in calabria e devo andare a brescia o nel bresciano, mi informo in particolare su Brescia ed il Bresciano.

Ormai il numero è tale che non possono a livello nazionale dividere 365 contagiati paese per paese.
Ci penseranno i media locali.
A livello nazionale parlano per regione o provincia.

ps: e poi alla prima ti ho risposto, da dove provengono i contagiati, come si sono contagiati. Sempre dal focolaio principale. :)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 3:13 pm

sul sito del Giornale di Brescia c'e' una mappa, ma non coi singoli paesini e giorno per giorno.

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 3:17 pm

Nickognito ha scritto:sul sito del Giornale di Brescia c'e' una mappa, ma non coi singoli paesini e giorno per giorno.


Tu sei a praga.
Ma non credo che chi è nel paesino interessato o nelle vicinanze non venga a sapere che c'è un contagiato nello spazio di poche ore.

Faccio un esempio in calabria.
Finora non ci sono casi.
Ma se dovessero esserci, in emilia romagna sanno subito che c'è un caso in calabria con la specificazione ha avuto contatti in lombardia oppure è autoctono.
Io che sono in Calabria saprò pure quale paese e in poco tempo dal tg regionale o da altre fonti locali.
Ultima modifica di Nick il mer feb 26, 2020 3:22 pm, modificato 4 volte in totale.

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 3:18 pm

«La Città di Saronno ha poco meno di 40.000 abitanti e qualora nel caso peggiore, venissero tutti contagiati, rischieremmo di avere, stando al 3% di decessi, circa 1200 decessi»


Si legge nel documento firmato ieri dal sindaco di Saronno Alessandro Fagioli (Lega) per disporre la chiusura del mercato cittadino previsto per oggi, 26 febbraio.
( non mi viene nemmeno da ridere)
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 3:26 pm

Il fatto e' che continuano a esserci casi isolati (nel Lazio, in Sicilia, in Piemonte, in Toscana, per dire) con centinaia di persone in quarantena a fronte di un paio di casi di virus. Nel caso di Codogno son finiti in quarantena dopo che c'erano gia' centinaia di contagiati. Evidentemente qualcosa non ha funzionato.

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 3:32 pm

Magari una volta che il paziente 1 si sarà ristabilito potranno fare indagini, domande.
Se è stato irresponsabile prima, può in qualche modo rimediare.
Poi si può anche andare a votare.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 3:33 pm

Pindaro ha scritto:Magari una volta che il paziente 1 si sarà ristabilito potranno fare indagini, domande.


be, putroppo per lui sembra che bene non stia...

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 3:35 pm

Non capisco questo fatto non ha funzionato.

Dove ci sono focolai si fa zona rossa.
Dove si è vicini, e quindi qualche caso, un allerta maggiore.
Dove ci sono singoli casi e lontani dai focolai un allerta ma non troppo.
E così via.

E' un fatto percentuale che Milano può avere più problemi di Roma perchè il focolaio è vicino, e quindi i 2 casi di Milano sono più preoccupanti di quelli di Roma.
Perchè molti milanesi e lombardi saranno andati nelle due settimane precedenti nel lodigiano e viceversa.
Pochissimi romani, quasi nessuno, sono andati nel lodigiano nelle ultime due settimane e viceversa.

Se il focolaio fosse stato a frosinone sarebbe stata Roma ed il Lazio allertatissime e Milano e Lombardia meno.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 3:47 pm

Nick ha scritto:Non capisco questo fatto non ha funzionato.

.


Ci sono casi non collegati: dal tipo tornato da Singapore a Firenze ai cinesi di Roma, senza pero' che il contagio sembra si sia esteso. Nel lodigiano si e' esteso di brutto.

Quali sono le differenze? Varie. Per dire, i cinesi a Roma 1) Sono andati subito in ospedale 2)l'ospedale era preparato con stanze adibite all'isolamento per Coronavirus prima che ci fosse un singolo caso in Italia.
Nel caso del tipo di Firenze sembra che il tipo fosse poco contagioso per qualche motivo.
Ma quasi tutti i casi in Europa sono cosi'.

A Codogno non se ne sono accorti. Che sia per indicazioni internazionali, nazionali, regionali, errori dei medici, non se ne sono accorti. Certo e' che sarebbe bastato dire, credo, 'ho visto uno tornato dalla Cina...'

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 3:49 pm

La differenza è il caso.

Certamente prima c'erano delle misure e la guardia era più bassa ma era più bassa ovunque tranne per gli aerei proveniente dalla Cina ma a livello ospedaliero su Italiani era basso.
Ma il fatto che è capitato a Codogno poteva capitare a Forlimpopoli o a Parigi.

Si ma prima dello scoppio del bubbone l'allarme era quello che era.
Mediamente si sapeva di come si sviluppava questa malattia.
Anche i medici potevano pensarci non solo lui.
Ma non era facilissimo come pensi.
Ultima modifica di Nick il mer feb 26, 2020 3:53 pm, modificato 2 volte in totale.

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 3:52 pm

Nickognito ha scritto:Certo e' che sarebbe bastato dire, credo, 'ho visto uno tornato dalla Cina...'

E questo punto mi sembra incontrovertibile.
Ingenuità, irresponsabilità, stupidità, in qualsiasi caso avrebbe potuto limitare i danni.
E in questo caso le colpe non sono senz'altro dei medici o altre entità astratte e immaginarie.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 3:55 pm

Nick ha scritto:La differenza è il caso.

Certamente prima c'erano delle misure e la guardia era bassa.
Ma il fatto che è capitato a Codogno poteva capitare a Forlimpopoli o a Parigi.


Beh, direi che qualunque errore puo' capitare ovunque, con una certa probabilita'... Ma se il governo da' direttive blande, in un ospedale non si accorgono e un cittadino omette fatti rilevanti, magari non e' proprio un caso

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 3:59 pm

Pindaro ha scritto:
Nickognito ha scritto:Certo e' che sarebbe bastato dire, credo, 'ho visto uno tornato dalla Cina...'

E questo punto mi sembra incontrovertibile.
Ingenuità, irresponsabilità, stupidità, in qualsiasi caso avrebbe potuto limitare i danni.
E in questo caso le colpe non sono senz'altro dei medici o altre entità astratte e immaginarie.


No un momento.
Se dai responsabilità, dalle a tutti.
Chi ha fatto entrare quello proveniente dalla Cina e anche i medici che non sentono puzza di bruciato vedendo una strana polmonite.

La persona che ha incontrato 10 gg prima quella proveniente dalla Cina dieci giorni e che non aveva sintomi.
Deve sapere allora, perchè oggi lo sappiamo tutti ma ieri chi lo sapeva, che anche un asintomatico, che aveva incontrato 10 gg prima, gli ha passato il coronavirus.

Te l'ho detto tu manderesti in galera la gente per una mela rubata.

Cioè arrivi all'assurdo che 15 gg fa l'italiano medio ne doveva sapere di più dei medici, dei controlli agli aeroporti ordinati dallo Stato e degli epidemiologi.
Ultima modifica di Nick il mer feb 26, 2020 4:06 pm, modificato 2 volte in totale.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 4:02 pm

Io non voglio mandare in galera uno che poveraccio e' in fin di vita, senza leggi poi figurati...
E nemmeno era quello il paziente 0.

Diciamo che se, un mese fa, mi fossi sentito male tanto da andare in ospedale con sintomi influenzali (di solito mica vai in ospedale) e avessi visto piu; volte uno incontrato dalla Cina lo avrei detto, qualunque cosa abbia programmato il governo ceco. Ma soprattutto con l'influenza sarei stato a casa.

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 4:11 pm

La verità è che fino a quando non è scoppiato il bubbone, in Italia in Europa qualsiasi singolo individuo, medico. Stato non pensava al coronavirus per qualsiasi individuo del proprio paese che non venisse dalla Cina.

E' una responsabilità che se la vuoi dare la devi dividere con tutti.

Io pure sto a casa con l'influenza perchè non mi reggo in piedi.
Ultima modifica di Nick il mer feb 26, 2020 4:25 pm, modificato 2 volte in totale.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 4:13 pm

Nick ha scritto:La verità è che fino a quando non è scoppiato il bubbone in Italia in Europa qualsiasi individuo nè medico nè Stato pensava al coronavirus per qualsiasi individuo del proprio paese che non venisse dalla Cina.

E' una responsbilità che se la vuoi dare la devi dividere con tutti.


Ma stai scherzando? La gente si allontanava se uno tossiva, se lo faceva un cinese scendeva dal bus.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 60879
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda tennisfan82 » mer feb 26, 2020 4:15 pm

Pindaro ha scritto: «La Città di Saronno ha poco meno di 40.000 abitanti e qualora nel caso peggiore, venissero tutti contagiati, rischieremmo di avere, stando al 3% di decessi, circa 1200 decessi»


Si legge nel documento firmato ieri dal sindaco di Saronno Alessandro Fagioli (Lega) per disporre la chiusura del mercato cittadino previsto per oggi, 26 febbraio.
( non mi viene nemmeno da ridere)


Eh ma loro non sono il megafono della paura.

Salvini spera che il coronavirus vada avanti altri 4-5 mesi così sfonda il 35% facile facile
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 9976
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nick » mer feb 26, 2020 4:17 pm

Nickognito ha scritto:
Nick ha scritto:La verità è che fino a quando non è scoppiato il bubbone in Italia in Europa qualsiasi individuo nè medico nè Stato pensava al coronavirus per qualsiasi individuo del proprio paese che non venisse dalla Cina.

E' una responsbilità che se la vuoi dare la devi dividere con tutti.


Ma stai scherzando? La gente si allontanava se uno tossiva, se lo faceva un cinese scendeva dal bus.


Se lo faceva un cinese.
Oggi in Italia chiunque si allontana da chi tossisce.
Ma fino a giovedì scorso no.
Ed i medici curavano gli influenzati senza protezione, tutti i medici non solo all'ospedale di Codogno.

Cioè, forse stando a Praga, non hai idea che differenza c'è in Italia da venerdì sera ad oggi.
Anzi dalla conferenza stampa di sabato sera di Conte.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26494
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda klaus » mer feb 26, 2020 4:30 pm

Oggi una collega che è stata nel lodigiano lo scorso weekend si è assentatat per un forte raffreddore.
Siccome non presentava febbre il medico di base le ha rifiutato il certificato. Domani torna al lavoro.

Viva l'Italia.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 19718
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda alessandro » mer feb 26, 2020 4:30 pm

Nickognito ha scritto:Io non voglio mandare in galera uno che poveraccio e' in fin di vita, senza leggi poi figurati...
E nemmeno era quello il paziente 0.

Diciamo che se, un mese fa, mi fossi sentito male tanto da andare in ospedale con sintomi influenzali (di solito mica vai in ospedale) e avessi visto piu; volte uno incontrato dalla Cina lo avrei detto, qualunque cosa abbia programmato il governo ceco. Ma soprattutto con l'influenza sarei stato a casa.

Da quello che hanno scritto qualche giorno fa, il paziente 2 non se lo ricordava proprio che un amico era andato in Cina.
Fai conto che il paziente 1 ha fatto di tutto in 10 giorni e incontrato migliaia di persone
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 126090
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer feb 26, 2020 4:37 pm

klaus ha scritto:Oggi una collega che è stata nel lodigiano lo scorso weekend si è assentatat per un forte raffreddore.
Siccome non presentava febbre il medico di base le ha rifiutato il certificato. Domani torna al lavoro.

Viva l'Italia.


eh, appunto.....

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 47785
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Johnny Rex » mer feb 26, 2020 4:54 pm

Nickognito ha scritto:sul sito del Giornale di Brescia c'e' una mappa, ma non coi singoli paesini e giorno per giorno.


https://www.corriere.it/cronache/20_feb ... d6c7.shtml

F.F.
A.Finkelstein ha scritto:“Volevo cambiare il mondo. L’ho fatto. L’ho reso peggiore”.


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

rob
Saggio
Messaggi: 9056
Iscritto il: lun set 16, 2002 2:00 am
Località: Savona

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda rob » mer feb 26, 2020 5:25 pm

klaus ha scritto:Oggi una collega che è stata nel lodigiano lo scorso weekend si è assentatat per un forte raffreddore.
Siccome non presentava febbre il medico di base le ha rifiutato il certificato. Domani torna al lavoro.

Viva l'Italia.


Mai avrei immaginato cotanto rigore! È chiaro che un medico di base appena decente scrive sul certificato sindrome parainfluenzale, rinite o rinofaringite e assegna prognosi di due-tre giorni che rientrano nella cosiddetta carenza, quindi a totale carico del datore di lavoro.
Rimango basito.

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 5:29 pm

Sì, qualunque medico di base con un minimo di raziocinio e che non sia in preda a megalomanie di norma lavora così.
In questo caso cosa deve fare la lavoratrice? Sta a casa a prescindere? Deve essere anche l'azienda a tutelarsi e a tutelarla.
Giorni di permesso, ferie o altro.
Colpa del governo.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 5:32 pm

Nickognito ha scritto:
Ma stai scherzando? La gente si allontanava se uno tossiva, se lo faceva un cinese scendeva dal bus.

Tempo perso.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 60879
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda tennisfan82 » mer feb 26, 2020 5:34 pm

I giocatori del Ludogorets arrivati a Milano

Immagine
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 28556
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Ombra84 » mer feb 26, 2020 5:39 pm

gianlu ha scritto:Ho fatto così in base all'intervento di Laplaz, che verteva su responsabilità individuali, avendo lui quotato solo una parte del mio post.
Responsabilità individuali: da dimostrare.
Responsabilità istituzionali: autorità cinesi, oms, giallorossi.


Trentasei ore. È il tempo trascorso tra il ritorno di Mattia in Pronto soccorso (dov’era già stato il giorno prima) e il tampone per il coronavirus. Il test viene fatto intorno alle 16 del 20 febbraio. Dopo che il 38enne, maratoneta e calciatore per diletto, passa un giorno e mezzo nel reparto di medicina. Lo vanno a trovare parenti e amici ed entra in contatto con medici, infermieri e altri pazienti. Il test gli viene fatto solo intorno alle 16 del 20 febbraio. Il motivo: «Non è di ritorno dalla Cina». In realtà, le linee guida del ministero della Salute del 22 gennaio su chi va sottoposto al tampone, dicono che è da trattare come caso sospetto anche «una persona che manifesta un decorso clinico insolito o inaspettato, soprattutto un deterioramento improvviso nonostante un trattamento adeguato».

https://www.corriere.it/cronache/20_feb ... 2bd3.shtml

Ogni tanto sbagliate anche al nord, succede eh. Peraltro non è neanche una colpa così grave a ben vedere, diciamo che una buona dose di sfiga c'è, vista anche la rettifica ministeriale del 27 Gennaio in cui si parla solo di arrivi dalla Cina.
Certo il 38 enne deve avere incontrato qualche cinese da qualche parte. Quindi a quel punto è pressochè certo che non ne abbia fatto menzione ai medici. E se lo avesse detto ai medici, solo in quel caso gli si potrebbero imputare delle vere responsabilità.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 5:41 pm

Dal 22 gennaio, tu pensa.
Colpa del governo.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Pindaro » mer feb 26, 2020 5:45 pm



I giocatori del ludogorets arrivati a Milano.
Che incubo.
Notare che l'unico sceso senza mascherina e guanti è un giocatore di colore.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6133
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Paolo79 » mer feb 26, 2020 5:50 pm

bellissimo, domani per recuperare palla basterà tossirgli addosso :lol:
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6133
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Paolo79 » mer feb 26, 2020 5:50 pm

Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti