Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » ven mar 27, 2020 6:40 pm

chiaky ha scritto:
klaus ha scritto:Cosa dicono oggi i numeri

Prosegue in data 27 marzo il rallentamento della crescita della curva epidemica a livello nazionale, scesa a +7,3% rispetto al giorno precedente per quanto riguarda l’incremento dei casi totali. In questo momento in Italia ci sono 66.414 pazienti positivi, ai quali vanno aggiunti 10.950 guariti e purtroppo 9.134 deceduti (nella sola giornata di oggi 969). Segnali positivi arrivano tuttavia dalla diminuzione dei nuovi ricoveri in terapia intensiva (120 contro i massimi di oltre 200) che portano il totale a 3.732. Incoraggianti anche i dati della Lombardia, che segna 2.409 nuovi contagi abbattendo la curva dal +7,8% di ieri al +6,9%. Un ulteriore segnale di come nei prossimi giorni si possa ipotizzare un calo più marcato delle infezioni.

Bo, io non ci capisco più nulla.
A me pare una ecatombe.
Ma mi fido.


Non ti pare...è un ecatombe
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7021
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda mp4/18 » ven mar 27, 2020 6:41 pm

Johnny Rex ha scritto:A Proposito di Immagini Impressive

https://www.bresciaoggi.it/brescia-dese ... -1.8011330

Ditemi voi se è possibile MENO DI COSI'.

F.F.

Ci scommetti però che fuori dalla tabaccheria dentro all’Iper non è così?
Pete - The King of Swing
"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

ThePiper
FooLminato
Messaggi: 14310
Iscritto il: gio lug 21, 2011 6:01 pm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda ThePiper » ven mar 27, 2020 6:43 pm

paoolino ha scritto:Scusatemi, ma io continuo a non capire come potrebbe sostenersi il sistema economico di una nazione anche solo a un livello basilare che possa consentire un sostentamento minimo dei suoi abitanti, con tutto fermo per 2-3 mesi.

Avrò qualche problema cognitivo.


E andrà a puttane l'economia. L'economia è sempre andata a rotoli durante le epidemie. Negli scenari più tragici si innescherà un effetto domino, onestamente non vedo grosse soluzioni. Ancora è passato relativamente poco tempo, fra un tot di tempo si sceglierà il male minore.

stefano61
Saggio
Messaggi: 9275
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » ven mar 27, 2020 6:47 pm

mp4/18 ha scritto:
Devi pagare le bollette? Le paghi online. Non hai internet? In questa situazione CAZZI TUOI



:D

L' Inps - per fare un esempio - sta tentando di pagare tutte le pensioni possibili sui conti correnti (per evitare file alle poste), ma molti pensionati nemmeno hanno il conto corrente....

Questo per fare un esempio.

Davvero pensi che molte attività inessenziali siano ancora aperte? Perchè mai le terrebbero aperte? Così, per puro masochismo?

Io capisco che facciate fatica a capire, ma la faccenda è più complicata di come pensate. Servizi postali, bancari, telefonici non possono semplicemente essere chiusi.

I tabacchi vi ricordo che vendono anche i valori bollati, e fanno spesso servizi come quelli di fax.

I trasporti non si possono fermare: chi lavora nelle filiere essenziali mica puoi lasciarlo a piedi da un giorno all' altro.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49119
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven mar 27, 2020 6:48 pm

klaus ha scritto:Cosa dicono oggi i numeri

Prosegue in data 27 marzo il rallentamento della crescita della curva epidemica a livello nazionale, scesa a +7,3% rispetto al giorno precedente per quanto riguarda l’incremento dei casi totali. In questo momento in Italia ci sono 66.414 pazienti positivi, ai quali vanno aggiunti 10.950 guariti e purtroppo 9.134 deceduti (nella sola giornata di oggi 969). Segnali positivi arrivano tuttavia dalla diminuzione dei nuovi ricoveri in terapia intensiva (120 contro i massimi di oltre 200) che portano il totale a 3.732. Incoraggianti anche i dati della Lombardia, che segna 2.409 nuovi contagi abbattendo la curva dal +7,8% di ieri al +6,9%. Un ulteriore segnale di come nei prossimi giorni si possa ipotizzare un calo più marcato delle infezioni.


mp4/18 ha scritto:Aggiungo: cosa costa limitare l’ingresso in un supermercato 1 volta a settimana? Si fa un archivio generale: si distribuisce un iPad con lo stesso archivio a tutti i servizi d’ordine dei supermercati, si prende nome cognome della persona con numero carta di identità (unico documento valido) e se quel nome risulta già negli archivi di questa settimana te ne torni a casa. Ok, mi si potrà controbattere che invece di Ermenegildo ci mandiamo la moglie Teresa ed è fatta. Ma questo non lo puoi limitare già ora e quindi hai comunque fatto un passo in più


Totalmente d'accordo.
Ma credo che più che i super, lo ripeto ancora, incidano
1)Le condizioni di scarsa sicurezza in cui lavorano per me molte aziende
2) Non so quanto stiano rifornendo gli ospedali.

F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49119
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven mar 27, 2020 6:49 pm

stefano61 ha scritto:
mp4/18 ha scritto:
Devi pagare le bollette? Le paghi online. Non hai internet? In questa situazione CAZZI TUOI



:D

L' Inps - per fare un esempio - sta tentando di pagare tutte le pensioni possibili sui conti correnti (per evitare file alle poste), ma molti pensionati nemmeno hanno il conto corrente....

Questo per fare un esempio.

Davvero pensi che molte attività inessenziali siano ancora aperte? Perchè mai le terrebbero aperte? Così, per puro masochismo?

Io capisco che facciate fatica a capire, ma la faccenda è più complicata di come pensate. Servizi postali, bancari, telefonici non possono semplicemente essere chiusi.

I tabacchi vi ricordo che vendono anche i valori bollati, e fanno spesso servizi come quelli di fax.

I trasporti non si possono fermare: chi lavora nelle filiere essenziali mica puoi lasciarlo a piedi da un giorno all' altro.


Quoto te, e Piper sopra.

Tanto si sa già che via si sceglierà, far fallimento della nazione e contenimento dei morti.

F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 12797
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » ven mar 27, 2020 6:54 pm

A me sembra che il grosso del contagio, più che dai supermercati e dai mezzi pubblici, passi dall'interno degli ospedali, case di cura, ospizi e vari luoghi in cui c'è convivenza ravvicinata tra persone diverse (conventi a Roma, ad esempio).

Come già ho testimoniato l'altro ieri, a Roma, a oggi, il supermercato è uno dei luoghi pubblici meno a rischio in cui penso di entrare.

Ingressi contingentati, alcool passato su carrelli e casse, clientela e dipendenti tutti con mascherine e guanti, fasce orarie con 0 fila. Inoltre c'è Conad che permette di ordinare spesa on-line e ritirarla già pronta, senza necessità di girare per il negozio.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 21439
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » ven mar 27, 2020 6:57 pm

Ma il tasso di mortalità tra i ricoverati non l’hanno ancora calcolato? Sarà il 30% a vedere i dati pubblicati.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29402
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven mar 27, 2020 6:58 pm

paoolino ha scritto:A me sembra che il grosso del contagio, più che dai supermercati e dai mezzi pubblici, passi dall'interno degli ospedali, case di cura, ospizi e vari luoghi in cui c'è convivenza ravvicinata tra persone diverse (conventi a Roma, ad esempio).

.

si, in 2 giorni qua in campania 100 contagi per due case riposo tutte infette.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21621
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda NNick87 » ven mar 27, 2020 7:00 pm

Johnny Rex ha scritto:A Proposito di Immagini Impressive

https://www.bresciaoggi.it/brescia-dese ... -1.8011330

Ditemi voi se è possibile MENO DI COSI'.

F.F.


Questo non è più un problema. Siamo nettamente al di sotto di quanto sarebbe sufficiente. I problemi sono altri:
- Ospedali
- Supermercati
- Ambulatori
- Farmacie
- Situazioni lavorative
- Autoisolamento "promiscuo"
- Gestione dei dimessi

Ma sopratutto quello che incide è l'accelerazione dell'epidemia, che peraltro è ormai dal nostro controllo.

Per fare una similitudine è come ave una macchina con l'acceleratore bloccato che il pilota deve fermare. Sicuramente puoi usare il freno, ma se la macchina continua ad accelerare rischi di consumarlo e poi perderne definitivamente il controllo. Il freno rappresenta le misure di contenimento che hanno una finestra temporale di utilizzo perchè in eterno non sono sostenibili. Nel frattempo si cerca di inceppare il motore (con vaccini o farmaci più efficaci) o aspettare che finisca il carburante (e qui mi manca il paragone, maledizione, oppure il carburante non finirà mai :( )

Ovviamente più che la fai accelerare la macchina prima di frenare e più che è difficile fermarla. Ad occhio noi abbiamo schiacciato il pedale del freno prima di Spagna e Stati Uniti. Sulla Cina non saprei sicuramente loro loro già da subito hanno frenato come se non ci fosse un domani.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29402
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven mar 27, 2020 7:01 pm

capisco il bollettino di guerra che fa impressione per il numero dei morti, ma la % del contagio è più bassa di ieri.
E' contenimento, e funge come tale.
Si fossero chiamate misure di azzeramento sarei allora più preoccupato
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

ThePiper
FooLminato
Messaggi: 14310
Iscritto il: gio lug 21, 2011 6:01 pm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda ThePiper » ven mar 27, 2020 7:06 pm

Ombra84 ha scritto:capisco il bollettino di guerra che fa impressione per il numero dei morti, ma la % del contagio è più bassa di ieri.
E' contenimento, e funge come tale.
Si fossero chiamate misure di azzeramento sarei allora più preoccupato


Concordo.

Poi torniamo al discorso di qualche giorno fa e del caso limite dove si dava come risultato in miglioramento la differenza fra nuovi contagi e morti e guariti.

Oggi son calati i contagi e son aumentati i morti e quindi benissimo visto che si liberano posti letto #1# .

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 63074
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda balbysauro » ven mar 27, 2020 7:08 pm

27 marzo
in una piazza S.Pietro deserta, battuta dalla pioggia, in compagnia di pochi prelati, papa Francesco prega per la fine dell'epidemia.

Immagine.png
Immagine.png (473.39 KiB) Visto 455 volte

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29402
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven mar 27, 2020 7:09 pm

in questo caso sarebbe preoccupante un aumento del 15% gionraliero.
Allora si dovresti dire che il contenimento non serve a nulla
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21621
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda NNick87 » ven mar 27, 2020 7:11 pm

laplaz ha scritto:Ma il tasso di mortalità tra i ricoverati non l’hanno ancora calcolato? Sarà il 30% a vedere i dati pubblicati.


Se fosse stiamo facendo solo errori.

Voglio dire, vedendo i numeri sulla distribuzione per fasce di età / patologie pregresse la strategia è semplice.
Usiamo l'età per comodità:
Gli Under 40 zero restrizioni in termini di lavoro studio, se non precauzioni basilari come metro di distanza e mascherine nei luoghi più affollati e soprattuo, minimi contatti con gli over 60.
Alla fascia 40-60 maggiori restrizioni ma sulle stesse basi.

Sopra i 60 e tutti i soggetti "a rischio"per patologie pregresse isolamento totale anche in famiglia.

Negli ospedali cambiare i protocolli, sembra quello IL problema.

Per me questa soluzione è sostenibile per un tempo piuttosto lungo anche a livello economico in attesa di medicine efficaci e vaccino.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49119
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven mar 27, 2020 7:19 pm

NNick87 ha scritto:
laplaz ha scritto:Ma il tasso di mortalità tra i ricoverati non l’hanno ancora calcolato? Sarà il 30% a vedere i dati pubblicati.


Se fosse stiamo facendo solo errori.

Voglio dire, vedendo i numeri sulla distribuzione per fasce di età / patologie pregresse la strategia è semplice.
Usiamo l'età per comodità:
Gli Under 40 zero restrizioni in termini di lavoro studio, se non precauzioni basilari come metro di distanza e mascherine nei luoghi più affollati e soprattuo, minimi contatti con gli over 60.
Alla fascia 40-60 maggiori restrizioni ma sulle stesse basi.

Sopra i 60 e tutti i soggetti "a rischio"per patologie pregresse isolamento totale anche in famiglia.

Negli ospedali cambiare i protocolli, sembra quello IL problema.

Per me questa soluzione è sostenibile per un tempo piuttosto lungo anche a livello economico in attesa di medicine efficaci e vaccino.


Verissimo.

F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29402
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven mar 27, 2020 7:20 pm

NNick87 ha scritto:
laplaz ha scritto:Ma il tasso di mortalità tra i ricoverati non l’hanno ancora calcolato? Sarà il 30% a vedere i dati pubblicati.


Se fosse stiamo facendo solo errori.

Voglio dire, vedendo i numeri sulla distribuzione per fasce di età / patologie pregresse la strategia è semplice.
Usiamo l'età per comodità:
Gli Under 40 zero restrizioni in termini di lavoro studio, se non precauzioni basilari come metro di distanza e mascherine nei luoghi più affollati e soprattuo, minimi contatti con gli over 60.
Alla fascia 40-60 maggiori restrizioni ma sulle stesse basi.

Sopra i 60 e tutti i soggetti "a rischio"per patologie pregresse isolamento totale anche in famiglia.

Negli ospedali cambiare i protocolli, sembra quello IL problema.

Per me questa soluzione è sostenibile per un tempo piuttosto lungo anche a livello economico in attesa di medicine efficaci e vaccino.

fai conto che se una casa di riposo viene contagiata, hai all 80% tutti gli ospiti morti
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49119
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven mar 27, 2020 7:21 pm

Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7021
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda mp4/18 » ven mar 27, 2020 7:27 pm

stefano61 ha scritto:
mp4/18 ha scritto:
Devi pagare le bollette? Le paghi online. Non hai internet? In questa situazione CAZZI TUOI



:D

L' Inps - per fare un esempio - sta tentando di pagare tutte le pensioni possibili sui conti correnti (per evitare file alle poste), ma molti pensionati nemmeno hanno il conto corrente....

Questo per fare un esempio.

Davvero pensi che molte attività inessenziali siano ancora aperte? Perchè mai le terrebbero aperte? Così, per puro masochismo?

Io capisco che facciate fatica a capire, ma la faccenda è più complicata di come pensate. Servizi postali, bancari, telefonici non possono semplicemente essere chiusi.

I tabacchi vi ricordo che vendono anche i valori bollati, e fanno spesso servizi come quelli di fax.

I trasporti non si possono fermare: chi lavora nelle filiere essenziali mica puoi lasciarlo a piedi da un giorno all' altro.


Io vorrei sapere quanti non hanno il conto corrente o nemmeno una poste pay evolution. Qui stiamo veramente parlando di casi limite per cui però dobbiamo mettere a rischio 100 volte le persone implicate per permettere che persone che nel 2020 non hanno un conto di avere la pensione. Per questo sfigati si troverà una soluzione

I servizi telefonici devono assicurare assistenza e tecnici. Non negozi per fare una cazzo di ricarica da 10€ che puoi fare benissimo in 100 modi online

Il problema ora è mandare un fax o una raccomandata? Per questo dobbiamo tenere aperti tutti i tabaccai. Io ragazzi lavoro in sti giorni e di gente a fare la raccomandata in tabaccheria ce ne sarà 1 di 2000 e finché era possibile stavano lì a comprarsi il grattino

I trasporti pubblici vanno limitati prossimi allo 0, non del tutto. Ma oggi ne girano troppi.


Ps si, può sembrare che ce l’abbia coi vecchi e vi assicuro lavorandoci ogni giorno che sono di una indolenza fuori da ogni concezione. Hanno Facebook e whatsapp da sciapinare con sui loro cazzo di smartphone ma guai a imparare a utilizzare l’homebanking con cui oggi si fa TUTTO. O a provare a mettersi in contatto coi servizi telefonici degli operatori. “Eh ma non rispondono...” MA MANCO CI PROVI!!!!
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127635
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » ven mar 27, 2020 7:29 pm

si potrebbero fare anche eccezioni, eh, mio padre vuole l'home banking ma gli dicono che deve prendersi il token lui di persona in banca. Per posta non possono inviarlo. Attraverso sua figlia nemmeno. Senza token non si puo'.

Un po' di flessibilita', su....

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7021
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda mp4/18 » ven mar 27, 2020 7:30 pm

NNick87 ha scritto:
laplaz ha scritto:Ma il tasso di mortalità tra i ricoverati non l’hanno ancora calcolato? Sarà il 30% a vedere i dati pubblicati.


Se fosse stiamo facendo solo errori.

Voglio dire, vedendo i numeri sulla distribuzione per fasce di età / patologie pregresse la strategia è semplice.
Usiamo l'età per comodità:
Gli Under 40 zero restrizioni in termini di lavoro studio, se non precauzioni basilari come metro di distanza e mascherine nei luoghi più affollati e soprattuo, minimi contatti con gli over 60.
Alla fascia 40-60 maggiori restrizioni ma sulle stesse basi.

Sopra i 60 e tutti i soggetti "a rischio"per patologie pregresse isolamento totale anche in famiglia.

Negli ospedali cambiare i protocolli, sembra quello IL problema.

Per me questa soluzione è sostenibile per un tempo piuttosto lungo anche a livello economico in attesa di medicine efficaci e vaccino.


Sarei anche d’accordo, ma ad oggi nessuno sa realmente e con dati certi quale sia l’effettiva letalità di questo virus. Sarebbe un rischio enorme
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7021
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda mp4/18 » ven mar 27, 2020 7:31 pm

Nickognito ha scritto:si potrebbero fare anche eccezioni, eh, mio padre vuole l'home banking ma gli dicono che deve prendersi il token lui di persona in banca. Per posta non possono inviarlo. Attraverso sua figlia nemmeno. Senza token non si puo'.

Un po' di flessibilita', su....

Il token non esiste praticamente più. Tutte le banche lo hanno sostituito con il codice per sms o tramite app
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 61783
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » ven mar 27, 2020 7:34 pm

È confermato che i tamponi in Lombardia saranno fatti a chi ha un solo sintomo(febbre sopra 37.5, tosse o dispnea)e non a chi li ha tutti e tre.

Con queste basi è ovvio che i positivi aumenteranno
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127635
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » ven mar 27, 2020 7:46 pm

mp4/18 ha scritto:
Nickognito ha scritto:si potrebbero fare anche eccezioni, eh, mio padre vuole l'home banking ma gli dicono che deve prendersi il token lui di persona in banca. Per posta non possono inviarlo. Attraverso sua figlia nemmeno. Senza token non si puo'.

Un po' di flessibilita', su....

Il token non esiste praticamente più. Tutte le banche lo hanno sostituito con il codice per sms o tramite app


infatti, mio padre non ha uno smartphone ma non ha emergenza di controllare il conto. Puo' usare la carta e gli addebiti vanno sul conto in automatico. La sua banca ha anche la app (ma non la funzione sms).

Era solo un esempio per dire che le 'regole' possono essere un po' cambiate per le emergenze.

Adesso leggevo sopra delle marche da bollo. Ma aboliamole per un po', ma chi se ne frega.

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 45708
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven mar 27, 2020 7:50 pm

tennisfan82 ha scritto:È confermato che i tamponi in Lombardia saranno fatti a chi ha un solo sintomo(febbre sopra 37.5, tosse o dispnea)e non a chi li ha tutti e tre.

Con queste basi è ovvio che i positivi aumenteranno


In Umbria a breve passeranno da 200 a 2500 esami al giorno. Non tamponi, attenzione. Ci sarà in aggiunta anche l'analisi rapida tramite goccia di sangue ( cerca gli anticorpi) e risultato in 15 minuti. E anche l'aggiunta di un esame molecolare rapido, risultato in un'ora.

Speriamo sia sufficiente attendibile.
Provaci ancora Ando'! ( E' mancato il cinismo )

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » ven mar 27, 2020 7:53 pm

Nickognito ha scritto:
mp4/18 ha scritto:
Nickognito ha scritto:si potrebbero fare anche eccezioni, eh, mio padre vuole l'home banking ma gli dicono che deve prendersi il token lui di persona in banca. Per posta non possono inviarlo. Attraverso sua figlia nemmeno. Senza token non si puo'.

Un po' di flessibilita', su....

Il token non esiste praticamente più. Tutte le banche lo hanno sostituito con il codice per sms o tramite app


infatti, mio padre non ha uno smartphone ma non ha emergenza di controllare il conto. Puo' usare la carta e gli addebiti vanno sul conto in automatico. La sua banca ha anche la app (ma non la funzione sms).

Era solo un esempio per dire che le 'regole' possono essere un po' cambiate per le emergenze.

Adesso leggevo sopra delle marche da bollo. Ma aboliamole per un po', ma chi se ne frega.


Nickognito se può interessarti
0553282200 farmaci e spesa a casa per gli anziani
Mi ha chiamato ora Nardella (registrazione of course)
.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » ven mar 27, 2020 7:54 pm

tennisfan82 ha scritto:È confermato che i tamponi in Lombardia saranno fatti a chi ha un solo sintomo(febbre sopra 37.5, tosse o dispnea)e non a chi li ha tutti e tre.

Con queste basi è ovvio che i positivi aumenteranno


Si ma Fontana dice che sono già attualmente al limite della loro capacità quindi?
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21621
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda NNick87 » ven mar 27, 2020 7:55 pm

mp4/18 ha scritto:
NNick87 ha scritto:
laplaz ha scritto:Ma il tasso di mortalità tra i ricoverati non l’hanno ancora calcolato? Sarà il 30% a vedere i dati pubblicati.


Se fosse stiamo facendo solo errori.

Voglio dire, vedendo i numeri sulla distribuzione per fasce di età / patologie pregresse la strategia è semplice.
Usiamo l'età per comodità:
Gli Under 40 zero restrizioni in termini di lavoro studio, se non precauzioni basilari come metro di distanza e mascherine nei luoghi più affollati e soprattuo, minimi contatti con gli over 60.
Alla fascia 40-60 maggiori restrizioni ma sulle stesse basi.

Sopra i 60 e tutti i soggetti "a rischio"per patologie pregresse isolamento totale anche in famiglia.

Negli ospedali cambiare i protocolli, sembra quello IL problema.

Per me questa soluzione è sostenibile per un tempo piuttosto lungo anche a livello economico in attesa di medicine efficaci e vaccino.


Sarei anche d’accordo, ma ad oggi nessuno sa realmente e con dati certi quale sia l’effettiva letalità di questo virus. Sarebbe un rischio enorme


Voglio precisare una cosa. Non sto dicendo che chi ha 30 anni può andare a fare l’aperitivo, cena e discoteca. Ma a lavorare e a fare la spesa con precauzioni. Oppure a correre o fare una partita a tennis senza stringere la mano all’avversario.

Per alcune categorie di persone mi suona come un smettiamo di scopare perché anche se ti metti il preservativo hai lo 0,01% di prendere l’HIV.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 61783
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » ven mar 27, 2020 7:55 pm

klaus ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:È confermato che i tamponi in Lombardia saranno fatti a chi ha un solo sintomo(febbre sopra 37.5, tosse o dispnea)e non a chi li ha tutti e tre.

Con queste basi è ovvio che i positivi aumenteranno


Si ma Fontana dice che sono già attualmente al limite della loro capacità quindi?


Vabbè la maggior parte dei positivi resta a casa, mica vanno tutti in ospedale
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 11662
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Rosewall » ven mar 27, 2020 7:56 pm

è una soluzione orrenda. A parte che gli over 60 sono 18 milioni, quindi è molto complesso isolarli.
Gli altri 42 milioni li mandi in giro? Quando sarà infettato il - poniamo - 40% della popolazione, ipotizzando che solo un decimo siano casi noti, e che di questo decimo solo il 5% finisca in terapia intensiva, avresti 100 mila persone in terapia intensiva (in un tempo che con R0 a 2,5 è nell'ordine dei mesi, non degli anni), per 8000 posti complessivi. Sarebbe un piano Boris Johnson velato di ipocrisia. Non potrebbe finiee bene.

Invece, le settimane che intercorrono da qui alla riapertura devono essere impiegate per una difficilissima - ma necessaria - opera di pianificazione. Di modo tale che quando si riapre, più o meno gradualmente, si sia in grado di "controllare" l'epidemia, ma "controllare" non nel senso di farla espandere lentamente, ma di tenerla sotto i (per dire) duecento casi giornalieri (bloccando laddove si perda il controllo). Per organizzare tutto questo, ogni minuto di queste settimane è fondamentale, visto che richiede uno sforzo colossale (produzione, raccolta dati, comunicazione) ma assolutamente fattibile, anche grazie ai progressi dei ricercatori (test sierologici).
Cosí facendo, rimetti in moto il sistema produttivo e non mandi a morire/soffrire le persone (perché chiedere ai lavoratori di esporsi ad un rischio significativo di finire in terapia intensiva, questo è).
Non può esistere un trade-off fra salute e ripresa del sistema produttivo (tutti a casa indeterminatamente mentre le istituzioni si preoccupano solo di tappare i buchi VS tutti gli under 60 fuori a lavorare mentre il virus gira indisturbato-> in entrambi gli scenari non salvi nè l'una nè l'altra).
Ovviamente non vai da nessuna parte coi Fontana e i Boccia, ma anche coi dei De Luca ("la Corea è esagerata e pericolosa").
Ultima modifica di Rosewall il ven mar 27, 2020 8:02 pm, modificato 1 volta in totale.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49119
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven mar 27, 2020 8:00 pm

Nasty ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:È confermato che i tamponi in Lombardia saranno fatti a chi ha un solo sintomo(febbre sopra 37.5, tosse o dispnea)e non a chi li ha tutti e tre.

Con queste basi è ovvio che i positivi aumenteranno


In Umbria a breve passeranno da 200 a 2500 esami al giorno. Non tamponi, attenzione. Ci sarà in aggiunta anche l'analisi rapida tramite goccia di sangue ( cerca gli anticorpi) e risultato in 15 minuti. E anche l'aggiunta di un esame molecolare rapido, risultato in un'ora.


Ottimo.
Vediamo se si comincia ad usarlo anche qui, o se la Lombardia deve morire perchè l'Italia si salvi :roll: (che inizio ad avere un po' questa non buoan sensazione)

F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

stefano61
Saggio
Messaggi: 9275
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » ven mar 27, 2020 8:00 pm

mp4/18 ha scritto:
Io vorrei sapere quanti non hanno il conto corrente o nemmeno una poste pay evolution. Qui stiamo veramente parlando di casi limite per cui però dobbiamo mettere a rischio 100 volte le persone implicate per permettere che persone che nel 2020 non hanno un conto di avere la pensione. Per questi sfigati si troverà una soluzione



No, guarda, non sai proprio di cosa stai parlando.... Spiegava il presidente dell' Inps che, di circa 3 milioni di pensionati che non si fanno accreditare la pensione sul conto corrente, 1 milione nemmeno ce l' ha il conto....

L' idea, infatti, è quella di versare - in questi giorni - più pensioni possibili sui conti correnti per alleggerire il lavoro degli uffici postali, ma per gli altri non si può ovviamente fare.

Ragazzi, cerchiamo almeno di renderci conto dei problemi, prima di proporre soluzioni campate per aria.

Ma davvero pensiamo che - pur con tutti i loro limiti - le istituzioni siano così sprovvedute da conoscere peggio di noi certe problematiche?

E non è solo una questione italiana: all' estero vi risulta, forse, che tutti i servizi di cui parliamo stiano stati chiusi?

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49119
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven mar 27, 2020 8:01 pm

NNick87 ha scritto:[q

Voglio precisare una cosa. Non sto dicendo che chi ha 30 anni può andare a fare l’aperitivo, cena e discoteca. Ma a lavorare e a fare la spesa con precauzioni. Oppure a correre o fare una partita a tennis senza stringere la mano all’avversario.

Per alcune categorie di persone mi suona come un smettiamo di scopare perché anche se ti metti il preservativo hai lo 0,01% di prendere l’HIV.


F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » ven mar 27, 2020 8:02 pm

tennisfan82 ha scritto:
klaus ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:È confermato che i tamponi in Lombardia saranno fatti a chi ha un solo sintomo(febbre sopra 37.5, tosse o dispnea)e non a chi li ha tutti e tre.

Con queste basi è ovvio che i positivi aumenteranno


Si ma Fontana dice che sono già attualmente al limite della loro capacità quindi?


Vabbè la maggior parte dei positivi resta a casa, mica vanno tutti in ospedale


Intendevo di tamponi scusami.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » ven mar 27, 2020 8:04 pm

Rosewall ha scritto:Invece, le settimane che intercorrono da qui alla riapertura devono essere impiegate per una difficilissima - ma necessaria - opera di pianificazione. Di modo tale che quando si riapre, più o meno gradualmente, si sia in grado di "controllare" l'epidemia, ma "controllare" non nel senso di farla espandere lentamente, ma di tenerla sotto i (per dire) duecento casi giornalieri (bloccando laddove si perda il controllo). Per organizzare tutto questo, ogni minuto di queste settimane è fondamentale, visto che richiede uno sforzo colossale (produzione, raccolta dati, comunicazione) ma assolutamente fattibile, anche grazie ai progressi dei ricercatori (test sierologici).
Cosí facendo, rimetti in moto il sistema produttivo e non mandi a morire/soffrire le persone (perché chiedere ai lavoratori di esporsi ad un rischio significativo di finire in terapia intensiva, questo è).
Non può esistere un trade-off fra salute e ripresa del sistema produttivo (tutti a casa indeterminatamente mentre le istituzioni si preoccupano solo di tappare i buchi VS tutti gli under 60 fuori a lavorare mentre il virus gira indisturbato-> in entrambi gli scenari non salvi nè l'una nè l'altra).
Ovviamente non vai da nessuna parte coi Fontana e i Boccia, ma anche coi dei De Luca ("la Corea è esagerata e pericolosa").


concordo
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 47356
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda fabio86 » ven mar 27, 2020 8:10 pm

Anche a me, da non credente, l'immagine del papa ha colpito molto.
Sicuramente un'altra cosa che rimarrà, tristemente, nei libri di storia.

Al solito lucida analisi di Rosewall, considerata anche - ahimé - la chiosa finale.
Ultima modifica di fabio86 il ven mar 27, 2020 8:10 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 61783
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » ven mar 27, 2020 8:10 pm

Abbiamo una classe politica nazionale e locale formata mediamente da incapaci, questo mi preoccupa molto in prospettiva.
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 47356
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda fabio86 » ven mar 27, 2020 8:11 pm

tennisfan82 ha scritto:Abbiamo una classe politica nazionale e locale formata mediamente da incapaci, questo mi preoccupa molto in prospettiva.


Ma io direi mondiale, con poche eccezioni, visto quello che sta accadendo altrove.

stefano61
Saggio
Messaggi: 9275
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » ven mar 27, 2020 8:18 pm

Rosewall ha scritto:
Non può esistere un trade-off fra salute e ripresa del sistema produttivo



Mah, temo invece che si dovrà giocoforza trovare un trade-off.... Speriamo di no.

A un certo punto, tra qualche settimana, se l' epidemia non rallenta davvero in maniera "coreana", bisognerà iniziare a prendere delle decisioni sulle riaperture.

Non è pensabile tenere il paese fermo mesi e mesi, pena il completo collasso del sistema produttivo, con conseguenze davvero catastrofiche.

Auguriamoci che l' epidemia rallenti fortemente, ma occorre pensarci bene prima di dire non esistono trade-off.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 15687
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda uglygeek » ven mar 27, 2020 8:25 pm

NNick87 ha scritto:Sopra i 60 e tutti i soggetti "a rischio"per patologie pregresse isolamento totale anche in famiglia.

Che significa isolamento totale anche in famiglia?
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti