Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale, sui problemi politici e sui microchip nei vaccini
Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 8:21 am

Io mi chiedo.

Un paziente in attesa di trapianto di reni, tre volte a settimana dialisi, quando muore per incidente stradale come lo classifica l'ISTAT?

Morto in incidente stradale.

Un cardiopatico conclamato, con anni di malattia alle spalle, che prende 20 farmaci al giorno, viene contagiato dal virus e finisce in terapia intensiva per covid-19, polmonite interastiziale, bilatalere. Muore per le conseguenze di questo virus, come dovrebbe classificarlo l'ISTAT?
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8161
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » ven set 11, 2020 8:35 am

Nasty ha scritto:Io mi chiedo.

Un paziente in attesa di trapianto di reni, tre volte a settimana dialisi, quando muore per incidente stradale come lo classifica l'ISTAT?

Morto in incidente stradale.

Un cardiopatico conclamato, con anni di malattia alle spalle, che prende 20 farmaci al giorno, viene contagiato dal virus e finisce in terapia intensiva per covid-19, polmonite interastiziale, bilatalere. Muore per le conseguenze di questo virus, come dovrebbe classificarlo l'ISTAT?


la risposta la sai già.
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18317
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » ven set 11, 2020 8:38 am

Nasty ha scritto:Io mi chiedo.

Un paziente in attesa di trapianto di reni, tre volte a settimana dialisi, quando muore per incidente stradale come lo classifica l'ISTAT?

Morto in incidente stradale.

Nasty non è la stessa cosa...
Questa persona anche se non in dialisi sarebbe morta cmq per incidente stradale.
Alcuni malati terminali morti di covid senza il tumore sarebbero probabilmente solamente dei malati di covid :wink:
Il paragone non ha senso!

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15271
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » ven set 11, 2020 8:41 am

Nasty ha scritto:Io mi chiedo.

Un paziente in attesa di trapianto di reni, tre volte a settimana dialisi, quando muore per incidente stradale come lo classifica l'ISTAT?

Morto in incidente stradale.

Un cardiopatico conclamato, con anni di malattia alle spalle, che prende 20 farmaci al giorno, viene contagiato dal virus e finisce in terapia intensiva per covid-19, polmonite interastiziale, bilatalere. Muore per le conseguenze di questo virus, come dovrebbe classificarlo l'ISTAT?

Ma se un malato di cancro terminale si prende una pancreatite o un normale virus influenzale e muore come viene classificato? Morto di pancreatite? No, è morto di cancro. Perchè se prende il covid è morto di covid?

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 64555
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » ven set 11, 2020 9:18 am

Perché la causa della morte è il COVID.

Il malato terminale avrebbe potuto magari vivere ancora 6 mesi-1 anno se non fosse sopraggiunto il COVID ad impedirglielo.

Poi ci sono patologie con le quali si può convivere anche decenni grazie ai farmaci.

Conosco anziani con gotta, ipertensione etc... che hanno vissuto fino a 90 anni.

Molti anziani ipertesi oggi senza il virus sarebbero ancora vivi e vegeti.
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18317
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » ven set 11, 2020 9:22 am

Si ma è diverso diverso dire che il covid ha dato il "colpo di grazia" ad un paziente già abbastanza compromesso rispetto a quando uccide un paziente sano...le due tipologie di morti andrebbero distinte.
Se un malato di leucemia prende un influenza e muore la causa di morte è la leucemia non l'influenza.

Solo per correttezza, non per dire che il covid va sottovalutato o banalizzato

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15271
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » ven set 11, 2020 9:26 am

tennisfan82 ha scritto:Perché la causa della morte è il COVID.

Il malato terminale avrebbe potuto magari vivere ancora 6 mesi-1 anno se non fosse sopraggiunto il COVID ad impedirglielo.

Poi ci sono patologie con le quali si può convivere anche decenni grazie ai farmaci.

Conosco anziani con gotta, ipertensione etc... che hanno vissuto fino a 90 anni.

Molti anziani ipertesi oggi senza il virus sarebbero ancora vivi e vegeti.

Ma stiamo scherzando? Era allettata e le davano 10 giorni di vita.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8161
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » ven set 11, 2020 9:26 am

madre di un mio amico, alzehimer, ricoverata da tempo in casa di cura e messa già male...prende il covid e in meno di una settimana muore. fosse stata bene sarebbe ancora viva anche col covid? probabilmente sì. Senza covid sarebbe ancora viva? quasi sicuramente si.

però occhio, nasty secondo me ha semplicemente sbagliato esempio, l'esempio doveva essere questo:
malato di cancro, incidente stradale , muore. per l'istat è incidente stradale
malato di covid, incidente strdale , muore. per l'istat è covid
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15271
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » ven set 11, 2020 9:28 am

maxredo ha scritto:Si ma è diverso diverso dire che il covid ha dato il "colpo di grazia" ad un paziente già abbastanza compromesso rispetto a quando uccide un paziente sano...le due tipologie di morti andrebbero distinte.
Se un malato di leucemia prende un influenza e muore la causa di morte è la leucemia non l'influenza.

Solo per correttezza, non per dire che il covid va sottovalutato o banalizzato

Appunto, quando mai con l'influenza vengono segnati morti per influenza malati già moribondi? Dai..

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8161
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » ven set 11, 2020 10:44 am

mi dicono ieri a spezia 93 positivi su 900 tamponi :o
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52551
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven set 11, 2020 10:59 am

Paolo79 ha scritto:mi dicono ieri a spezia 93 positivi su 900 tamponi :o


Le feste per la serie A.

E mi si parla di aprire gli stadi

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8161
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » ven set 11, 2020 11:11 am

Johnny Rex ha scritto:
Paolo79 ha scritto:mi dicono ieri a spezia 93 positivi su 900 tamponi :o


Le feste per la serie A.

E mi si parla di aprire gli stadi

F.F.


non secondo la regione, questo è un pezzo del suo comunicato di settimana scorsa:
Quanto accaduto nella provincia di Spezia, è stato detto, è da ricondurre ad un evento che si è tenuto fuori del territorio regionale, nel nord della Toscana, dove hanno preso parte un certo numero di cittadini di provenienza straniera. Una festa che si è di fatto trasformata in cluster e che ha creato dei sotto focolai in quanto le persone infettate si sono poi recate sui luoghi di lavoro, dove è stato esteso il contagio.

io ero là lo scorso weekend e anche io ho pensato subito agli assembramenti di poche settimane fa.

molti spezzini invece dicono che sono quasi tutti della comunità dominicana e che il comunicato fa riferimento a un locale di carrara dove fanno sempre mega feste fregandosene di ogni regola.

certo è che le stesse scene di festeggiamenti si sono viste a benevento, napoli e crotone e non mi pare ci sia stato un picco di contagi...però a spezia è stato effettivamente 2 settimane dopo la festa di promozione...probabile che sia un mix delle 2 cose
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21733
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » ven set 11, 2020 11:34 am

Mi pare logico che la Liguria dia colpa alla Toscana e in particolare si dominicani.

Che poi è plausibile sia dipeso da entrambe le cose.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Fantasio
Illuminato
Messaggi: 4077
Iscritto il: mer mag 24, 2006 1:49 pm
Località: Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Fantasio » ven set 11, 2020 12:01 pm

Paolo79 ha scritto:malato di cancro, incidente stradale , muore. per l'istat è incidente stradale
malato di covid, incidente strdale , muore. per l'istat è covid

No, secondo me è incidente stradale anche nel secondo caso.

Ieri superati per la prima volta i 300mila casi giornalieri. Preoccupano certe situazioni europee: dopo il disastro in occidente, con l'esplosione di casi in Spagna e Francia e - in misura minore - da noi, in UK e in Germania, si aggrava la situazione ad Est.

La Russia, in ripresa dopo una lunga e lentissima discesa:
russia.png
russia.png (22.9 KiB) Visto 518 volte

L'Ucraina, sugli scudi dopo di mesi di calma apparente (oggi siamo sopra i 3000, nuovo record):
ucraina.png
ucraina.png (19.49 KiB) Visto 518 volte

Disastrosa la situazione nei due paesi della ex Cecoslovacchia, sinora quasi immuni:
cecoslovacchia.png
cecoslovacchia.png (36.12 KiB) Visto 518 volte
"And he gave so much, and he wanted so little in return"

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 12:09 pm

Paolo79 ha scritto:madre di un mio amico, alzehimer, ricoverata da tempo in casa di cura e messa già male...prende il covid e in meno di una settimana muore. fosse stata bene sarebbe ancora viva anche col covid? probabilmente sì. Senza covid sarebbe ancora viva? quasi sicuramente si.

però occhio, nasty secondo me ha semplicemente sbagliato esempio, l'esempio doveva essere questo:
malato di cancro, incidente stradale , muore. per l'istat è incidente stradale
malato di covid, incidente strdale , muore. per l'istat è covid


Non credo, francamente non credo. Anche perché malato di covid NON va in giro in macchina, salvo de Laurentiis. Gran parte delle persone si attiene alle regole.
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 12:10 pm

chiaky ha scritto:
Nasty ha scritto:Io mi chiedo.

Un paziente in attesa di trapianto di reni, tre volte a settimana dialisi, quando muore per incidente stradale come lo classifica l'ISTAT?

Morto in incidente stradale.

Un cardiopatico conclamato, con anni di malattia alle spalle, che prende 20 farmaci al giorno, viene contagiato dal virus e finisce in terapia intensiva per covid-19, polmonite interastiziale, bilatalere. Muore per le conseguenze di questo virus, come dovrebbe classificarlo l'ISTAT?

Ma se un malato di cancro terminale si prende una pancreatite o un normale virus influenzale e muore come viene classificato? Morto di pancreatite? No, è morto di cancro. Perchè se prende il covid è morto di covid?


Sei sicuro? Guarda che Istat ha a cuore questo genere di dati, non spara a caso. Attenzione. Ci sono poi varie sottocategorie, peraltro.
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 12:15 pm

maxredo ha scritto:
Nasty ha scritto:Io mi chiedo.

Un paziente in attesa di trapianto di reni, tre volte a settimana dialisi, quando muore per incidente stradale come lo classifica l'ISTAT?

Morto in incidente stradale.

Nasty non è la stessa cosa...
Questa persona anche se non in dialisi sarebbe morta cmq per incidente stradale.
Alcuni malati terminali morti di covid senza il tumore sarebbero probabilmente solamente dei malati di covid :wink:
Il paragone non ha senso!


Eh, è quindi? Ciò significa che questa malattia è molto molto pericolosa per persone immunodepresse e con pregresse patologie e/o anziani o grandi anziani.

Sono esseri umani che fanno parte di una categoria corposa di persone, per esse il covid è non di rado letale.
Persone che avrebbero magari potuto convivere con le loro patologie per altri 15 anni.

Sei tu che ipotizzi un paragone Senza senso quando invece è la chiave di tutto. Se una persona perde la vita perché il covid peggiora la sua situazione già parzialmente compromessa, come la vuoi classificare?
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 12:20 pm

chiaky ha scritto:
maxredo ha scritto:Si ma è diverso diverso dire che il covid ha dato il "colpo di grazia" ad un paziente già abbastanza compromesso rispetto a quando uccide un paziente sano...le due tipologie di morti andrebbero distinte.
Se un malato di leucemia prende un influenza e muore la causa di morte è la leucemia non l'influenza.

Solo per correttezza, non per dire che il covid va sottovalutato o banalizzato

Appunto, quando mai con l'influenza vengono segnati morti per influenza malati già moribondi? Dai..


Chiaky. Forse non avete ben compreso i numeri. In febbraio marzo aprile l'eccesso di mortalità (rispetto all'ultimo quinquennio) nelle zone dove abbiamo avuto la situazione più drammatica è chiaramente BEN OLTRE i decessi stimati per covid-19. In sostanza i morti causati direttamente ed indirettamente da questa patologia sono stati sottostimati dal ISS.

Questo deve essere il punto di Partenza, poi continuiamo a discutere. Perché il discorso da bar : " conosco un mio caro amico calcolato tra i morti di covid ma era ahilui già in fin di vita per altri motivi" non fa statistica e tende a rendere le persone scettiche sui numeri.. Mentre l'aumento di mortalità dell 11% su base nazionale in mezzo trimestre è là, stampato nella storia, mai accaduto negli ultimi 100 anni in Italia. ( punte vicine al 600% in alcuni comuni della bergamasca).

Poi io sono il primo a chiedersi come e dove si è sbagliato, quanta responsabilità abbia la sanità lombarda, quante la politica nazionale, quanto si sarebbe potuto fare di più etc. Ma sui numeri ad oggi non possiamo discutere, non esiste una possibilità una che il numero dei morti ufficiali di covid-19 sia stato sovrastimato. Non è così.
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 12:25 pm

chiaky ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:Perché la causa della morte è il COVID.

Il malato terminale avrebbe potuto magari vivere ancora 6 mesi-1 anno se non fosse sopraggiunto il COVID ad impedirglielo.

Poi ci sono patologie con le quali si può convivere anche decenni grazie ai farmaci.

Conosco anziani con gotta, ipertensione etc... che hanno vissuto fino a 90 anni.

Molti anziani ipertesi oggi senza il virus sarebbero ancora vivi e vegeti.

Ma stiamo scherzando? Era allettata e le davano 10 giorni di vita.


Queto chiaky è certamente un caso limite ( non è così frequente come si possa ipotizzare ), i numeri parlano chiaro: i dati sulla mortalità covid-19 non sono assolutamente sovrastimati. Con ogni probabilità c'è stato un sistema di calcolo completamente diverso da paese a paese ( e ciò statisticamente gravissimo perchè impedisce un reale confronto) ma in Italia è appurato che non c'è stata una sovrastima, mentre in giro la gente urla il contrario.
Siamo tutti testimoni

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52551
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven set 11, 2020 12:29 pm

[quote="Nasty"

Chiaky. Forse non avete ben compreso i numeri. In febbraio marzo aprile l'eccesso di mortalità (rispetto all'ultimo quinquennio) nelle zone dove abbiamo avuto la situazione più drammatica è chiaramente BEN OLTRE i decessi stimati per covid-19. In sostanza i morti causati direttamente ed indirettamente da questa patologia sono stati sottostimati dal ISS.

Questo deve essere il punto di Partenza, poi continuiamo a discutere. Perché il discorso da bar : " conosco un mio caro amico calcolato tra i morti di covid ma era ahilui già in fin di vita per altri motivi" non fa statistica e tende a rendere le persone scettiche sui numeri.. Mentre l'aumento di mortalità dell 11% su base nazionale in mezzo trimestre è là, stampato nella storia, mai accaduto negli ultimi 100 anni in Italia. ( punte vicine al 600% in alcuni comuni della bergamasca).

Poi io sono il primo a chiedersi come e dove si è sbagliato, quanta responsabilità abbia la sanità lombarda, quante la politica nazionale, quanto si sarebbe potuto fare di più etc. Ma sui numeri ad oggi non possiamo discutere, non esiste una possibilità una che il numero dei morti ufficiali di covid-19 sia stato sovrastimato. Non è così.[/quote]
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15271
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » ven set 11, 2020 1:39 pm

Nasty ha scritto:
chiaky ha scritto:
tennisfan82 ha scritto:Perché la causa della morte è il COVID.

Il malato terminale avrebbe potuto magari vivere ancora 6 mesi-1 anno se non fosse sopraggiunto il COVID ad impedirglielo.

Poi ci sono patologie con le quali si può convivere anche decenni grazie ai farmaci.

Conosco anziani con gotta, ipertensione etc... che hanno vissuto fino a 90 anni.

Molti anziani ipertesi oggi senza il virus sarebbero ancora vivi e vegeti.

Ma stiamo scherzando? Era allettata e le davano 10 giorni di vita.


Queto chiaky è certamente un caso limite ( non è così frequente come si possa ipotizzare ), i numeri parlano chiaro: i dati sulla mortalità covid-19 non sono assolutamente sovrastimati. Con ogni probabilità c'è stato un sistema di calcolo completamente diverso da paese a paese ( e ciò statisticamente gravissimo perchè impedisce un reale confronto) ma in Italia è appurato che non c'è stata una sovrastima, mentre in giro la gente urla il contrario.

Non lo so, noi non abbiamo nessuna possibilità di sapere come calcolano veramente sti morti.
Comunque, nella zona di Bergamo e in quei mesi ok, anche perchè certamente ci sarà gente morta a casa che non è stata conteggiata. Negli altri periodi non so...

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52551
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven set 11, 2020 1:41 pm

Ripeto all'infinito, fra Marzo e Aprile 5000 morti in più nel bresciano rispetto allo stesso periodo 2015-2019

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31274
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven set 11, 2020 1:46 pm

Israele pare vada di nuovo per 15 giorni in lockdown.
Situazione italiana davvero tra le migliori attualmente nel mondo occidentale. Durerà?
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15271
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » ven set 11, 2020 1:46 pm

Johnny Rex ha scritto:Ripeto all'infinito, fra Marzo e Aprile 5000 morti in più nel bresciano rispetto allo stesso periodo 2015-2019

F.F.

Si ma a parte Brescia e a parte marzo e aprile, è possibile che i dati siano sovrastimati. I casi che ho visto io sono in Romagna e Toscana.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22682
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » ven set 11, 2020 2:01 pm

Ombra84 ha scritto:Israele pare vada di nuovo per 15 giorni in lockdown.
Situazione italiana davvero tra le migliori attualmente nel mondo occidentale. Durerà?


Nelle zone più colpite c'è molta attenzione nei locali, al chiuso, e anche nel distanziamento. Allo stato delle cose è improbabile ci possano essere aumenti considerevoli dei contagiati.
Però non so se nel resto dell'Italia sia così. Io tra Liguria, Lombardia e Veneto ho notato molta cautela e rispetto delle regole.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18317
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » ven set 11, 2020 2:08 pm

Nasty ha scritto:Se una persona perde la vita perché il covid peggiora la sua situazione già parzialmente compromessa, come la vuoi classificare?

Non tutto nello stesso calderone.
Ripeto, per un malato di leucemia anche una banale influenza può essere letale. Ma in quel caso non si dice che è morto di influenza.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15271
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » ven set 11, 2020 2:10 pm

maxredo ha scritto:
Nasty ha scritto:Se una persona perde la vita perché il covid peggiora la sua situazione già parzialmente compromessa, come la vuoi classificare?

Non tutto nello stesso calderone.
Ripeto, per un malato di leucemia anche una banale influenza può essere letale. Ma in quel caso non si dice che è morto di influenza.

Esatto.

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 13381
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » ven set 11, 2020 2:35 pm

Ma siete certi di questa differenza statistica?
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132225
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » ven set 11, 2020 4:18 pm


Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31274
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven set 11, 2020 4:38 pm



Non è mica sorprendente sta cosa essendo un parente stretto dei virus influenzali :)
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132225
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » ven set 11, 2020 4:44 pm

Ombra84 ha scritto:


Non è mica sorprendente sta cosa essendo un parente stretto dei virus influenzali :)


In realta' ho letto altri studi: gli anticorpi di solito testati sono di persone che non hanno avuto una forma grave di Covid e con risposta immunitaria scarsa. Un vaccino dovrebbe garantire una copertura di 1-3 anni.

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 4:46 pm

paoolino ha scritto:Ma siete certi di questa differenza statistica?


Di quale?
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31274
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » ven set 11, 2020 4:48 pm

Nickognito ha scritto:
Ombra84 ha scritto:


Non è mica sorprendente sta cosa essendo un parente stretto dei virus influenzali :)


In realta' ho letto altri studi: gli anticorpi di solito testati sono di persone che non hanno avuto una forma grave di Covid e con risposta immunitaria scarsa. Un vaccino dovrebbe garantire una copertura di 1-3 anni.

Si ok, ma insomma il senso è che non è come la peste che una volta presa e ti salvavi non la prendevi più.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 47070
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » ven set 11, 2020 4:56 pm

maxredo ha scritto:
Nasty ha scritto:Se una persona perde la vita perché il covid peggiora la sua situazione già parzialmente compromessa, come la vuoi classificare?

Non tutto nello stesso calderone.
Ripeto, per un malato di leucemia anche una banale influenza può essere letale. Ma in quel caso non si dice che è morto di influenza.



Non credo proprio che sia così max.

Io ritengo che venga registrato in entrambi i gruppi.
Malato di leucemia deceduto DOPo tot mesi o anni dalla diagnosi.

Causa di morte se è influenza è influenza. Comunque posso informarmi anche dai diretti interessati se vuoi.
Non è l'ISTAT che decide in autonomia, gli ospedali effettuano la comunicazione ( anatomo patologi sono direttamente in contatto con l'ISTAT, te lo assicuro :wink:) , così come i carabinieri, la polizia per gli incidenti gli omicidi..
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 13381
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » ven set 11, 2020 5:14 pm

"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21733
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » ven set 11, 2020 5:32 pm

ho provato ma faccio fatica a trovare i dati per fare un raffronto tra i bollettini della regione lombardia e l'istati

ad esempio a oggi in lombardia ufficialmente sono morte 16896 persone con covid o per covid.

pero' e' un casino perche' alcune fonti danno in percentuali altre in numero etc...

se qualcuno riesce a trovare i morti ufficiali a marzo in lombardia covid e la differenza del numero di morti totali a marzo 2020 e marzo 2015-2019
cosi' vediamo come sballano i numeri e se sono stati in eccesso o in difetto.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21733
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » ven set 11, 2020 5:54 pm

In pratica i morti COVID ufficiali sono la meta' dei morti covid rilevati con indagine ISTAT stando bassi.

( sono stati rilevati solo una parte dei comuni ipotixzzando gli altri comuni fossero senza una mortalita' aumentata.

da considerare che quando eravamo tutti a casa, i morti per incidenti stradali, omicisi, incidenti sul lavoro si sono quasi azzerati.

ma anche senza considerare tutto questo, la protezione civile, i dati ufficiali comunicati insomma, sono la meta' di quelli rilevati dall'istat.




Nel periodo compreso fra il 21 febbraio e il 21 marzo il numero dei morti, in Italia, è aumentato in maniera sensibile, molto di più del numero dei decessi attribuito al Coronavirus. È quanto mette in evidenza un’analisi sui decessi a seguito della pandemia fatta dall’Istituto Cattaneo che ha elaborato la differenza fra la media dei decessi, nello stesso periodo, degli ultimi cinque anni e il numero di quest’anno in 1.080 Comuni italiani, che corrispondono al 12,3 milioni di abitanti, poco più di un quinto della popolazione.
Leggi anche


Numero di decessi doppio rispetto a dati Protezione civile
Nei soli comuni presi in esame, infatti, sono morte 8.070 persone in più della media degli anni precedenti, mentre, al 21 marzo, i deceduti positivi al Covid-19 erano 4.825. «Anche sotto un assunto di massima prudenza, in base al quale nei rimanenti 7 mila comuni non dovessero rivelarsi scostamenti rispetto alla mortalità media degli anni precedenti - spiegano Asher Colombo, presidente dell’Istituto e Roberto Impicciatore che hanno condotto l’analisi - il numero di decessi riconducibili a Coronavirus in Italia risulta comunque il doppio di quello a cui si arriva sulla base dei numeri relativi ai pazienti deceduti positivi al test per Covid-19, comunicati dalla Protezione Civile. È plausibile, quindi, che i decessi aggiuntivi non attribuiti a Covid-19 riguardino persone decedute in casa, e sulle quali non è stato eseguito il test di positività».

Aumento percentuale più alto nelle regioni più colpite dal contagio
L’indagine mette in evidenza che l’impatto del coronavirus si è distribuito in maniera difforme nella popolazione italiana. I ricercatori del Cattaneo evidenziano come l’aumento percentuale sia più alto nelle regioni maggiormente colpite dal contagio e riguardi in misura preponderante gli uomini rispetto alle donne. In Lombardia questo aumento è più che doppio, in Emilia-Romagna è vicino al 75%, ma anche nelle altre regioni meno colpite è comunque piuttosto significativo. Picchi, in particolare, si raggiungono nelle città che maggiormente hanno sofferto. A Bergamo l’aumento rilevato è del 266,8% (324 morti in più), a Piacenza del 178,3% (201 in più), a Cremona del 134,6%, a Pesaro del 167,9%. Ma in tutti i comuni presi in esame l’aumento fra la media dei deceduti del periodo 2015-19 e quello del 2020 è significativo.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52551
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » ven set 11, 2020 6:02 pm

alessandro ha scritto:In pratica i morti COVID ufficiali sono la meta' dei morti covid rilevati con indagine ISTAT stando bassi.

( sono stati rilevati solo una parte dei comuni ipotixzzando gli altri comuni fossero senza una mortalita' aumentata.

da considerare che quando eravamo tutti a casa, i morti per incidenti stradali, omicisi, incidenti sul lavoro si sono quasi azzerati.

ma anche senza considerare tutto questo, la protezione civile, i dati ufficiali comunicati insomma, sono la meta' di quelli rilevati dall'istat.


Alessandro, saranno minimo tre mesi che (te lo scrivo) che i morti veri saranno 50-60.000

E tu a non credermi :)

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21733
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » ven set 11, 2020 6:12 pm

Johnny Rex ha scritto:
alessandro ha scritto:In pratica i morti COVID ufficiali sono la meta' dei morti covid rilevati con indagine ISTAT stando bassi.

( sono stati rilevati solo una parte dei comuni ipotixzzando gli altri comuni fossero senza una mortalita' aumentata.

da considerare che quando eravamo tutti a casa, i morti per incidenti stradali, omicisi, incidenti sul lavoro si sono quasi azzerati.

ma anche senza considerare tutto questo, la protezione civile, i dati ufficiali comunicati insomma, sono la meta' di quelli rilevati dall'istat.


Alessandro, saranno minimo tre mesi che (te lo scrivo) che i morti veri saranno 50-60.000

E tu a non credermi :)

F.F.


io ci credo, chiaky non ci crede e paolino dubbioso.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Fantasio
Illuminato
Messaggi: 4077
Iscritto il: mer mag 24, 2006 1:49 pm
Località: Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Fantasio » ven set 11, 2020 7:33 pm

Johnny Rex ha scritto:Alessandro, saranno minimo tre mesi che (te lo scrivo) che i morti veri saranno 50-60.000

Siamo sull'1 x 1000 della popolazione, e probabilmente è lo stesso in tutta l'America, escluso forse il Canada, e l'Europa occidentale. Di meno in Asia e Africa, regioni con poche persone anziane, mentre resta il mistero dell'Europa orientale e a questo punto anche della Cina.
"And he gave so much, and he wanted so little in return"


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Alga e 14 ospiti