Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale, sui problemi politici e sui microchip nei vaccini
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 12:03 pm

Paga bene, oh...

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21760
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » mar ott 20, 2020 12:06 pm

Nickognito ha scritto:Vedo che Patrick Vallance imperversa solo sui giornali italiani.


Te lo chiedo una volta sola: il signor Patrick Vallanceti sembra una puttana? no?
allora perche' hai provato a fotterlo come una puttana?!
di cosa un'altra volta! ti sfido!
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8179
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mar ott 20, 2020 12:27 pm

a proposito di influenza e vaccino , ma che significa questo articolo?

https://www.wired.it/scienza/medicina/2 ... efresh_ce=

in particolare questo pezzo:
Nuovi test
Il tampone naso-faringeo classico è un test molecolare dai tempi spesso lunghi che rivela l’eventuale positività al coronavirus Sars-Cov-2. Per capire se si ha l’influenza e di che tipo sono necessari altri esami, sempre sul campione prelevato. Con il nuovo test, ancora da convalidare, sarà possibile in un unico esame rilevare la positività al coronavirus Sars-Cov-2 o a virus influenzali (o entrambi).

Negli Usa un test di questo genere è già stato autorizzato lo scorso settembre 2020 dall’autorità sanitaria Food and Drug Administration statunitense. Anche in Italia sono arrivati test di questo tipo e un esempio è rappresentato da AG 19 Combo Rapid Test Swab. Si tratta di un tampone rapido, più veloce di quello classico, che si basa sulla ricerca degli antigeni (le proteine) del virus mentre nel tampone tradizionale (detto molecolare) si cerca la struttura, cioè l’rna virale, di Sars-Cov-2. In generale, il problema dei test antigenici rapidi è la minore accuratezza rispetto a quelli molecolari tradizionali. L’azienda produttrice però riporta un’elevata precisione dello strumento, che comunque dovrà essere confermata dalle sperimentazioni. In questo caso il vantaggio è la comodità di avere due risposte in una, grazie alla particolare conformazione dello stick, che contiene due vani contenitori e permette di analizzare contemporaneamente la presenza di un virus o di un altro.

“Il test AG 19 Combo Rapid Test Swab – spiega l’azienda produttrice – si basa sul tampone naso-faringeo e dà una risposta rapida che consente il rilievo del virus in massimo 15 minuti dopo soltanto 24/48 ore dall’aver contratto l’infezione. Al tempo stesso si potrà conoscere se il paziente ha contratto soltanto l’influenza di tipo A o B”.


io pensavo bastasse il tampone, adesso salta fuori che anche col tampone positivo uno può avere solo l'influenza? :o
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52594
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mar ott 20, 2020 12:35 pm

Nickognito ha scritto:Non c'e' dicotomia ma non serve un compromesso.
Il nemico dell'economia e' il virus, meno combatti il virus peggio andra' l'economia. Ma per far andar bene l'economia devi far magari fallire qualcuno, far perdere lavoro ad altri. Puoi pensare su come aiutare certe persone, tutto qui.

L'unica dicotomia e' questa: per far andar bene l'economia, devi far star male economicamente delle categorie di persone per un po'.

Messa in pratica, per dire qui: l'alternativa era: chiudo ristoranti, bar e discoteche (opzione 1) o 'rimando la loro chiusura ma dopo chiudo anche tutti gli altri negozi e attivita'? (opzione 2).

Non era tra chiudo per la salute e non chiudo per l'economia. Questa ultima opzione non ha senso, non esiste.


Un diverbio forumistico Nickognito vs Paoolino :oops: , quasi come sempre Nickognito (vabbeh) vs Rosewall o vs Stefano61 :oops: :oops: :oops:

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Avatar utente
Renudo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 562
Iscritto il: lun apr 02, 2007 3:18 pm
Località: Dauntaun Comm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Renudo » mar ott 20, 2020 12:56 pm

Paolo79 ha scritto:a proposito di influenza e vaccino , ma che significa questo articolo?

https://www.wired.it/scienza/medicina/2 ... efresh_ce=

in particolare questo pezzo:
Nuovi test
Il tampone naso-faringeo classico è un test molecolare dai tempi spesso lunghi che rivela l’eventuale positività al coronavirus Sars-Cov-2. Per capire se si ha l’influenza e di che tipo sono necessari altri esami, sempre sul campione prelevato. Con il nuovo test, ancora da convalidare, sarà possibile in un unico esame rilevare la positività al coronavirus Sars-Cov-2 o a virus influenzali (o entrambi).

Negli Usa un test di questo genere è già stato autorizzato lo scorso settembre 2020 dall’autorità sanitaria Food and Drug Administration statunitense. Anche in Italia sono arrivati test di questo tipo e un esempio è rappresentato da AG 19 Combo Rapid Test Swab. Si tratta di un tampone rapido, più veloce di quello classico, che si basa sulla ricerca degli antigeni (le proteine) del virus mentre nel tampone tradizionale (detto molecolare) si cerca la struttura, cioè l’rna virale, di Sars-Cov-2. In generale, il problema dei test antigenici rapidi è la minore accuratezza rispetto a quelli molecolari tradizionali. L’azienda produttrice però riporta un’elevata precisione dello strumento, che comunque dovrà essere confermata dalle sperimentazioni. In questo caso il vantaggio è la comodità di avere due risposte in una, grazie alla particolare conformazione dello stick, che contiene due vani contenitori e permette di analizzare contemporaneamente la presenza di un virus o di un altro.

“Il test AG 19 Combo Rapid Test Swab – spiega l’azienda produttrice – si basa sul tampone naso-faringeo e dà una risposta rapida che consente il rilievo del virus in massimo 15 minuti dopo soltanto 24/48 ore dall’aver contratto l’infezione. Al tempo stesso si potrà conoscere se il paziente ha contratto soltanto l’influenza di tipo A o B”.


io pensavo bastasse il tampone, adesso salta fuori che anche col tampone positivo uno può avere solo l'influenza? :o


Da quello che ho capito io il tampone attuale ti dice "solo" se hai il covid o meno.
Con il nuovo test, in caso di negatività al covid, ti dice anche se comunque hai un'influenza di tipo A o B.
M.M.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8179
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mar ott 20, 2020 1:10 pm

lo pensavo anche io ma l'articolo non dice E . dice E/O
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31306
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » mar ott 20, 2020 1:15 pm

Paolo79 ha scritto:lo pensavo anche io ma l'articolo non dice E . dice E/O

Il tampone da esito positivo anche al virus dell influenza, oltre che al virus del COVID.
Quindi può darti positività sia al Covid, sia all Influenza o a entrambi, perchè potresti anche prenderli entrambi contemporanamente
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
Renudo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 562
Iscritto il: lun apr 02, 2007 3:18 pm
Località: Dauntaun Comm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Renudo » mar ott 20, 2020 1:22 pm

Paolo79 ha scritto:lo pensavo anche io ma l'articolo non dice E . dice E/O


E' la stessa cosa.
Se il tampone nuovo rileva contemporaneamente, oltre alla positività o meno al covid, quella all’influenza di tipo A o B la novità è eventualmente che potresti avere due virus al prezzo di uno, non la possibilità di risultare positivo al covid se hai solo un'influenza.
M.M.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8179
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mar ott 20, 2020 1:39 pm

mi è chiaro questo. non mi è chiaro come si possa essere positivi al covid senza averlo contratto

Al tempo stesso si potrà conoscere se il paziente ha contratto soltanto l’influenza di tipo A o B

che significa soltanto? se sei positivo al massimo è "anche". sbaglio?
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Renudo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 562
Iscritto il: lun apr 02, 2007 3:18 pm
Località: Dauntaun Comm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Renudo » mar ott 20, 2020 1:57 pm

Paolo79 ha scritto:mi è chiaro questo. non mi è chiaro come si possa essere positivi al covid senza averlo contratto

Al tempo stesso si potrà conoscere se il paziente ha contratto soltanto l’influenza di tipo A o B

che significa soltanto? se sei positivo al massimo è "anche". sbaglio?


Significa che ti presenti al test con febbre, tosse e raffreddore ma risulti positivo soltanto all'influenza di tipo A o B che hanno gli stessi sintomi del covid al quale puoi risultare negativo.
M.M.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 64586
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda tennisfan82 » mar ott 20, 2020 1:58 pm

Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8179
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mar ott 20, 2020 2:05 pm

Renudo ha scritto:
Paolo79 ha scritto:mi è chiaro questo. non mi è chiaro come si possa essere positivi al covid senza averlo contratto

Al tempo stesso si potrà conoscere se il paziente ha contratto soltanto l’influenza di tipo A o B

che significa soltanto? se sei positivo al massimo è "anche". sbaglio?


Significa che ti presenti al test con febbre, tosse e raffreddore ma risulti positivo soltanto all'influenza di tipo A o B che hanno gli stessi sintomi del covid al quale puoi risultare negativo.


credo di aver capito, con quel test rapido ti dicono in un quarto d'ora che cos'hai , se covid,covid+influenza o solo influenza. col tampone normale invece se hai l'influenza non lo sai perchè ti rileva solo la positività al covid e quindi devi poi fare altri esami
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 44941
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Alga » mar ott 20, 2020 2:11 pm

Gia' che ci siamo, qualcuno me spiega che vuol dire falso positivo?
GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31306
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » mar ott 20, 2020 2:31 pm

Paolo79 ha scritto:
Renudo ha scritto:
Paolo79 ha scritto:mi è chiaro questo. non mi è chiaro come si possa essere positivi al covid senza averlo contratto

Al tempo stesso si potrà conoscere se il paziente ha contratto soltanto l’influenza di tipo A o B

che significa soltanto? se sei positivo al massimo è "anche". sbaglio?


Significa che ti presenti al test con febbre, tosse e raffreddore ma risulti positivo soltanto all'influenza di tipo A o B che hanno gli stessi sintomi del covid al quale puoi risultare negativo.


credo di aver capito, con quel test rapido ti dicono in un quarto d'ora che cos'hai , se covid,covid+influenza o solo influenza. col tampone normale invece se hai l'influenza non lo sai perchè ti rileva solo la positività al covid e quindi devi poi fare altri esami

esatto
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31306
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » mar ott 20, 2020 2:32 pm

Intanto da Venerdì coprifuoco alle 23 anche in Campania, ma da lunedì riaprono le scuole elementari
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 2:39 pm

Pregliasco: La situazione è esplosiva.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52594
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mar ott 20, 2020 2:54 pm

chiaky ha scritto:Pregliasco: La situazione è esplosiva.


Il «concetto di coprifuoco è stato adottato in Lombardia e anche simbolicamente è importante perché dà una sterzata» ma il Cts lombardo aveva spinto per una chiusura ulteriore dei locali «alle 21 ma anche prima», ha detto Pregliasco. «Noi avevamo chiesto la chiusura o comunque la riduzione sostanziale di momenti come le cene», ha spiegato, seguendo il principio di «evitare tutti i contatti non necessari mantenendo fisse la scuola e le attività lavorative, danneggiando solo tutta la filiera della ristorazione».

Con grande gioja di questi ultimi :)

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31306
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » mar ott 20, 2020 2:56 pm

Johnny Rex ha scritto:
chiaky ha scritto:Pregliasco: La situazione è esplosiva.


Il «concetto di coprifuoco è stato adottato in Lombardia e anche simbolicamente è importante perché dà una sterzata» ma il Cts lombardo aveva spinto per una chiusura ulteriore dei locali «alle 21 ma anche prima», ha detto Pregliasco. «Noi avevamo chiesto la chiusura o comunque la riduzione sostanziale di momenti come le cene», ha spiegato, seguendo il principio di «evitare tutti i contatti non necessari mantenendo fisse la scuola e le attività lavorative, danneggiando solo tutta la filiera della ristorazione».

Con grande gioja di questi ultimi :)

F.F.

Nelle cene vanno solo fatti rispettare i protocolli in maniera seria, da parte di chi controlla.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 3:00 pm

Johnny Rex ha scritto:
Con grande gioja di questi ultimi :)

F.F.


e mamma, mi farete odiare i ristoranti che non ci torno piu' nemmeno fossero tutti sani :D

Speriamo la gente si renda conto che puo 'risparmiare e mangiare bene stando a casa e avanzano soldi per fare altro :D

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 13388
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » mar ott 20, 2020 3:05 pm

Nickognito ha scritto:
Speriamo la gente si renda conto che puo 'risparmiare e mangiare bene stando a casa e avanzano soldi per fare altro :D


E che poi si renda conto che anche quell’altro possa essere fatto a casa (o non fatto per nulla) risparmiando altri soldi con cui non fare un cazzo!
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 3:07 pm

paoolino ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Speriamo la gente si renda conto che puo 'risparmiare e mangiare bene stando a casa e avanzano soldi per fare altro :D


E che poi si renda conto che anche quell’altro possa essere fatto a casa (o non fatto per nulla) risparmiando altri soldi con cui non fare un cazzo!


si', ancora meglio.

stefano61
Saggio
Messaggi: 9943
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » mar ott 20, 2020 3:13 pm

Johnny Rex ha scritto:
« danneggiando solo tutta la filiera della ristorazione».



Questo si può fare, ma a certe condizioni. Se la comunità impone grossi sacrifici a qualcuno per il benessere generale, chi viene danneggiato va adeguatamente risarcito.

Altrimenti, si genera una grave iniquità.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 3:22 pm

stefano61 ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:
« danneggiando solo tutta la filiera della ristorazione».



Questo si può fare, ma a certe condizioni. Se la comunità impone grossi sacrifici a qualcuno per il benessere generale, chi viene danneggiato va adeguatamente risarcito.

Altrimenti, si genera una grave iniquità.


Intendi 'se la comunita' attraverso una legge del parlamento' o in generale?

Insomma, se i cittadini, spontaneamente, per non diffondere il virus, decidono di non andare al ristorante, i ristoratori devono essere risarciti?

Senza nemmeno essere teorici, e' pieno di aziende in crisi perche' la gente smette di andare in giro per paura e non compra, ma sono aziende che possono stare aperte. E' anche pieno di lavoratori dipendenti che non trovano lavoro o lo hanno perso per quello (ma anche per altri motivi).

Perche' andrebbe risarcito chi ci rimette? E quanto a lungo? Supponiamo che i medici dicano che il virus dura ancora 10 anni e per 10 anni i ristoranti devono stare chiusi. Quanto devono essere pagati dalla comunita'?

Il ristorante che si era assicurato contro le pandemie deve prendere i soldi oppure no?

A me non torna per nulla. Tra l'altro ci sono modi per sostenere i ristoranti preferiti, quelli buoni, che ci piacciono (basta ordinare cibo da asporto quanto andavi prima, eh, non e' proibito, e' solo che alla gente non va, quindi risarcisci i ristoranti per una cosa che la gente non vuole comprare, pur potendo. Ma non solo, qua vedo sempre piu' raccolte soldi per ristoranti / locali con aficionados, donazioni private).

Per dire, gli ostelli (chi e' che va in camerata oggi?) che non devono chiudere ma rimangono vuoti (e non possono fare letti da asporto), nulla? Le guide turistiche, che sono legali ma non possono lavorare, nulla? Il tizio disoccupato a cui nessuno piu' fa un colloquio, nulla? Il personale delle pulizie che non lavora perche' la gente e' in smartworking, nulla?

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8179
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mar ott 20, 2020 3:23 pm

stefano61 ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:
« danneggiando solo tutta la filiera della ristorazione».



Questo si può fare, ma a certe condizioni. Se la comunità impone grossi sacrifici a qualcuno per il benessere generale, chi viene danneggiato va adeguatamente risarcito.

Altrimenti, si genera una grave iniquità.


esattamente. ad incidere sull'economia non sono tanto le restrizioni più o meno pesanti, quanto le misure prese A VALLE di tali restrizioni
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

stefano61
Saggio
Messaggi: 9943
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » mar ott 20, 2020 3:25 pm

Nickognito ha scritto:
Intendi 'se la comunita' attraverso una legge del parlamento' o in generale?



Intendo tramite un' imposizione di chiusura, come un' ordinanza o un provvedimento legislativo.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mar ott 20, 2020 3:26 pm

paoolino ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Speriamo la gente si renda conto che puo 'risparmiare e mangiare bene stando a casa e avanzano soldi per fare altro :D


E che poi si renda conto che anche quell’altro possa essere fatto a casa (o non fatto per nulla) risparmiando altri soldi con cui non fare un cazzo!


Mi pare fosse nel primo romanzo della Fondazione (Abissi d'Acciaio), che Asimov suggerisse una civilità in cui in sostanza i contatti umani erano nulli, tutti in magnifiche abitazioni dotate di tali confort da rendere superfluo uscirne.
Sembra che l'economia di quella fantasia funzionasse tutto sommato bene.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 3:36 pm

stefano61 ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Intendi 'se la comunita' attraverso una legge del parlamento' o in generale?



Intendo tramite un' imposizione di chiusura, come un' ordinanza o un provvedimento legislativo.


Ma che differenza fa?

Lo stato mica decide per capriccio, se io faccio un'attivita' che diventa fuorilegge (anche temporaneamente), perche' devo essere risarcito?

Non so, quando e' diventato illegale commerciare amianto (per motivi di salute), chi lo faceva e' stato risarcito?
Se in America mettono una legge che vieta il possesso di armi, chi le vende deve essere risarcito?
Se io esporto merci in Germania e lo stato tedesco chiude le frontiere ai commercianti per coronavirus, lo stato tedesco mi risarcisce? O quello italiano?

Per gli effetti del virus, molti perdono soldi. Si e' visto che i danni economici, piu' o meno, derivano al 10% da nuove disposizioni del governo, al 90% dal mercato che cambia per il virus. Per equita' devo risarcire solo quel 10%?

E il Roland Garros? Lo stat francese deve risarcire il Roland Garros o le squadre di calcio perche' non possono avere spettatori paganti?

Oppure boh, se metto una legge che la domenica o a Natale si deve stare chiusi, dobbiamo risarcire tutti i negozianti?

Davvero non capisco.

Poi ripeto, non ce l'ho con i ristoranti, ci mangiavo una volta a settimana prima e ordino una volta a settimana ora. Chi ci rimette con me sono le catene di supermercati aperti fisicamente, di gran lunga.
Ultima modifica di Nickognito il mar ott 20, 2020 3:37 pm, modificato 1 volta in totale.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 3:37 pm

Nickognito ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:
Con grande gioja di questi ultimi :)

F.F.


e mamma, mi farete odiare i ristoranti che non ci torno piu' nemmeno fossero tutti sani :D

Speriamo la gente si renda conto che puo 'risparmiare e mangiare bene stando a casa e avanzano soldi per fare altro :D


Il tuo limite è che pensi che tutti, nel mondo, abbiano i tuoi stessi gusti/interessi.
A te piace fare una passeggiata al parco, a un altro piace andare al ristorante, l'altro ancora necessita del pub ogni sera (vedi gli anglofoni, che gli hanno chiuso i pub e vogliono fare la rivoluzione). Uno non può stare senza l'Opera, l'altro non può fare a meno dello stadio, l'altro ancora non può fare a meno del sesso.
A qualcuno non interessa nessuna di queste cose.
Abbiamo capito che non vai al ristorante e mangi a casa. Se esistono i ristoranti è perchè migliaia di persone amano mangiare al ristorante.
Io ci andavo abbastanza, ora ci vado pochissimo ma ci vado. Se devo prendere il cibo da asporto piuttosto mi cucino da solo.
Vado al ristorante per il locale, per poter scegliere cose in più se mi resta fame/curiosità dopo aver ordinato la prima volta, per parlare col cameriere, per ordinare una cosa in più, per sfogliare il menù.
Cibo da asporto mai, solo la pizza una volta l'anno.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 3:41 pm

Nickognito ha scritto:
stefano61 ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Intendi 'se la comunita' attraverso una legge del parlamento' o in generale?



Intendo tramite un' imposizione di chiusura, come un' ordinanza o un provvedimento legislativo.


Ma che differenza fa?

Lo stato mica decide per capriccio, se io faccio un'attivita' che diventa fuorilegge (anche temporaneamente), perche' devo essere risarcito?

Non so, quando e' diventato illegale commerciare amianto (per motivi di salute), chi lo faceva e' stato risarcito?
Se in America mettono una legge che vieta il possesso di armi, chi le vende deve essere risarcito?
Se io esporto merci in Germania e lo stato tedesco chiude le frontiere ai commercianti per coronavirus, lo stato tedesco mi risarcisce? O quello italiano?

Per gli effetti del virus, molti perdono soldi. Si e' visto che i danni economici, piu' o meno, derivano al 10% da nuove disposizioni del governo, al 90% dal mercato che cambia per il virus. Per equita' devo risarcire solo quel 10%?

E il Roland Garros? Lo stat francese deve risarcire il Roland Garros o le squadre di calcio perche' non possono avere spettatori paganti?

Oppure boh, se metto una legge che la domenica o a Natale si deve stare chiusi, dobbiamo risarcire tutti i negozianti?

Davvero non capisco.

Poi ripeto, non ce l'ho con i ristoranti, ci mangiavo una volta a settimana prima e ordino una volta a settimana ora. Chi ci rimette con me sono le catene di supermercati aperti fisicamente, di gran lunga.


Ma non è illegale mangiare al ristorante, su, non lo sarà mai.
Abbiamo visto che i lockdown sono decisi dai governi. Ora non stanno chiudendo, a marzo si. Quindi non è inevitabile chiudere. Se io ho una attività, e il governo per qualsiasi motivo decide che tutte le attività come la mia debbono chiudere per un periodo, mi deve risarcire.
Il problema è sempre quello: Chi ha i soldi (e il lavoro) assicurati vorrebbe chiudere tutto, chi non li ha no.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 3:42 pm

chiaky ha scritto:
Il tuo limite è che pensi che tutti, nel mondo, abbiano i tuoi stessi gusti/interessi.
A te piace fare una passeggiata al parco, a un altro piace andare al ristorante, l'altro ancora necessita del pub ogni sera (vedi gli anglofoni, che gli hanno chiuso i pub e vogliono fare la rivoluzione). Uno non può stare senza l'Opera, l'altro non può fare a meno dello stadio, l'altro ancora non può fare a meno del sesso.
A qualcuno non interessa nessuna di queste cose.



No, e' il tuo limite credere che tutti facciano quello che piace a loro fare. Invece facciamo spesso cose per abitudine. Essere costretti a cambiare e' spesso un'opportunita' per capire meglio i nostri gusti.
O anche un incentivo a cambiare finalmente qualcosa. Per dire, lo sapevamo in molti che a Praga ci sono troppi turisti, ma per la prima volta e' accaduto adesso di fare un programma preciso per ridurli.
A volte dobbiamo sperimentare. Ci fa bene stare in un centro senza turisti per la prima volta in vita nostra, per sapere come e' bello, o magari per renderci conto che farsi portare la spesa a casa fa bene, che lavorare da casa va bene per lavoratori e aziende, che farsi consegnare cibo buono pronto a casa durante una cena con amici magari e' preferibile che passare due ore a cercare parcheggio e aspettare fuori, che stare all'aria aperta anche se non c'e' il sole e' bello, che magari il calcio era una dipendenza e non lo e' piu', e cosi' via.

Poi ovviamente tutti saranno liberi di fare la stessa vita esatta di prima.

stefano61
Saggio
Messaggi: 9943
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » mar ott 20, 2020 3:45 pm

Nickognito ha scritto:
Ma che differenza fa?

Lo stato mica decide per capriccio, se io faccio un'attivita' che diventa fuorilegge (anche temporaneamente), perche' devo essere risarcito?



Perchè i ristoranti non sono certo l' unica - e probabilmente nemmeno la principale - causa di contagio. Se si decide di danneggiarli imponendo il coprifuoco alle 21, perchè si pensa sia il male minore, allora chi viene danneggiato avrà diritto a un risarcimento.

Poi, che ci siano tante altre considerazioni da fare è ovvio. Ma un provvedimento mirato di questo genere che colpisce un ben preciso settore produttivo, imponendo pesanti restrizioni, richiede misure specifiche di compensazione.

Certo, anche gli altri settori che subiscono restrizioni, dovrebbero riceverle.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 3:47 pm

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:
Il tuo limite è che pensi che tutti, nel mondo, abbiano i tuoi stessi gusti/interessi.
A te piace fare una passeggiata al parco, a un altro piace andare al ristorante, l'altro ancora necessita del pub ogni sera (vedi gli anglofoni, che gli hanno chiuso i pub e vogliono fare la rivoluzione). Uno non può stare senza l'Opera, l'altro non può fare a meno dello stadio, l'altro ancora non può fare a meno del sesso.
A qualcuno non interessa nessuna di queste cose.



No, e' il tuo limite credere che tutti facciano quello che piace a loro fare. Invece facciamo spesso cose per abitudine. Essere costretti a cambiare e' spesso un'opportunita' per capire meglio i nostri gusti.
O anche un incentivo a cambiare finalmente qualcosa. Per dire, lo sapevamo in molti che a Praga ci sono troppi turisti, ma per la prima volta e' accaduto adesso di fare un programma preciso per ridurli.
A volte dobbiamo sperimentare. Ci fa bene stare in un centro senza turisti per la prima volta in vita nostra, per sapere come e' bello, o magari per renderci conto che farsi portare la spesa a casa fa bene, che lavorare da casa va bene per lavoratori e aziende, che farsi consegnare cibo buono pronto a casa durante una cena con amici magari e' preferibile che passare due ore a cercare parcheggio e aspettare fuori, che stare all'aria aperta anche se non c'e' il sole e' bello, che magari il calcio era una dipendenza e non lo e' piu', e cosi' via.

Poi ovviamente tutti saranno liberi di fare la stessa vita esatta di prima.



Eh certo. Facciamo tutto a casa. Affittiamo un bell'eremo, ci rinchiudiamo dentro e non se ne parli più.
La società degli hikkomori.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar ott 20, 2020 3:48 pm

chiaky ha scritto:
Ma non è illegale mangiare al ristorante, su, non lo sarà mai


Beh, se sono chiusi per legge e se mangi li' ti multano, direi che e' illegale.

Abbiamo visto che i lockdown sono decisi dai governi. Ora non stanno chiudendo, a marzo si. Quindi non è inevitabile chiudere. Se io ho una attività, e il governo per qualsiasi motivo decide che tutte le attività come la mia debbono chiudere per un periodo, mi deve risarcire.
Il problema è sempre quello: Chi ha i soldi (e il lavoro) assicurati vorrebbe chiudere tutto, chi non li ha no.[/quote]

Non ho capito, secondo te chi ha perso il lavoro (perche', boh, l'ufficio ha chiuso o nessuno va piu' negli ostelli) vorrebbe tenere i ristoranti aperti o pagarli lui se devono chiudere? Chiunque tiene alla salute e all'economia vuole chiudere, gli unici che non vogliono chiudere sono quelli che li hanno, o quelli che tengono piu' ai ristoranti che all'economia nazionale.

Io pure rischio il lavoro per il coronavirus e sto aspettando che la Commissione Europea decida sul budget. Se decide che vuole spendere meno per il Covid e mi licenziano, poi mi devono risarcire? Se il governo taglia un budget e questo porta a licenziamenti, lo devono risarcire? O vale solo per i ristoranti (tra l'altro mai nessuno che dica che si devono risarcire le discoteche, sempre i ristoranti, boh).

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 44941
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Alga » mar ott 20, 2020 3:48 pm

Nickognito ha scritto:farsi portare la spesa a casa fa bene


non e' detto

Nickognito ha scritto:lavorare da casa va bene per lavoratori


non e' detto

Nickognito ha scritto:farsi consegnare cibo buono pronto a casa durante una cena con amici magari e' preferibile che passare due ore a cercare parcheggio e aspettare fuori


non e' detto

Nickognito ha scritto:stare all'aria aperta anche se non c'e' il sole e' bello


non e' detto

Nickognito ha scritto:il calcio era una dipendenza


non e' detto
GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 3:49 pm

stefano61 ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Ma che differenza fa?

Lo stato mica decide per capriccio, se io faccio un'attivita' che diventa fuorilegge (anche temporaneamente), perche' devo essere risarcito?



Perchè i ristoranti non sono certo l' unica - e probabilmente nemmeno la principale - causa di contagio. Se si decide di danneggiarli imponendo il coprifuoco alle 21, perchè si pensa sia il male minore, allora chi viene danneggiato avrà diritto a un risarcimento.

Poi, che ci siano tante altre considerazioni da fare è ovvio. Ma un provvedimento mirato di questo genere che colpisce un ben preciso settore produttivo, imponendo pesanti restrizioni, richiede misure specifiche di compensazione.

Certo, anche gli altri settori che subiscono restrizioni, dovrebbero riceverle.


Se i governi consentono a nickognito di lavorare, magari comodamente da casa sua (che è più contento), e non consentono a un altro che ha speso migliaia di euro pr aprirsi una attività di fare il suo lavoro, devono risarcire sull'unghia.
Ultima modifica di chiaky il mar ott 20, 2020 3:51 pm, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 44941
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Alga » mar ott 20, 2020 3:50 pm

chiaky ha scritto:Eh certo. Facciamo tutto a casa. Affittiamo un bell'eremo, ci rinchiudiamo dentro e non se ne parli più.


Ma puoi stare all'aria aperta, ma solo se non c'e' il sole.
GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 3:50 pm

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:
Ma non è illegale mangiare al ristorante, su, non lo sarà mai


Beh, se sono chiusi per legge e se mangi li' ti multano, direi che e' illegale.

Abbiamo visto che i lockdown sono decisi dai governi. Ora non stanno chiudendo, a marzo si. Quindi non è inevitabile chiudere. Se io ho una attività, e il governo per qualsiasi motivo decide che tutte le attività come la mia debbono chiudere per un periodo, mi deve risarcire.
Il problema è sempre quello: Chi ha i soldi (e il lavoro) assicurati vorrebbe chiudere tutto, chi non li ha no.


Non ho capito, secondo te chi ha perso il lavoro (perche', boh, l'ufficio ha chiuso o nessuno va piu' negli ostelli) vorrebbe tenere i ristoranti aperti o pagarli lui se devono chiudere? Chiunque tiene alla salute e all'economia vuole chiudere, gli unici che non vogliono chiudere sono quelli che li hanno, o quelli che tengono piu' ai ristoranti che all'economia nazionale.

Io pure rischio il lavoro per il coronavirus e sto aspettando che la Commissione Europea decida sul budget. Se decide che vuole spendere meno per il Covid e mi licenziano, poi mi devono risarcire? Se il governo taglia un budget e questo porta a licenziamenti, lo devono risarcire? O vale solo per i ristoranti (tra l'altro mai nessuno che dica che si devono risarcire le discoteche, sempre i ristoranti, boh).[/quote]
Tutti vanno risarciti, anche le discoteche certo. Sei te che parli sempre dei ristoratori considerandoli degli assassini.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31306
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » mar ott 20, 2020 3:51 pm

djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mar ott 20, 2020 3:51 pm

Alga ha scritto:
chiaky ha scritto:Eh certo. Facciamo tutto a casa. Affittiamo un bell'eremo, ci rinchiudiamo dentro e non se ne parli più.


Ma puoi stare all'aria aperta, ma solo se non c'e' il sole.

Minkia, Nickognito è il Conte Dracula.
Ora ho capito tutto.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6973
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Monheim » mar ott 20, 2020 3:52 pm

Ombra84 ha scritto:Intanto nella liberale Svizzera
https://www.corriere.it/esteri/20_ottob ... a562.shtml

:D
Perdo tempo come si perde il sangue.


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 22 ospiti