Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale, sui problemi politici e sui microchip nei vaccini
Burano
Saggio
Messaggi: 8247
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Burano » mer ott 21, 2020 8:35 am

I discorsi a minchia del genere 'qualche mela marcia' anche no eh.
Io li vedo quotidianamente i bilanci di aziende e professionisti. Gran parte di essi farebbero schifo al clochard che vive sotto i ponti. Epperò chiedono mutui e prestiti con rate impensabili.

Poi certo, una crisi del genere mette in ginocchio chiunque, mica dico che sono piagnistei.
Ma "il dipendente che critica" non si può sentire.
Lo voglio rivedere, Fabio

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 8:38 am

Burano ha scritto:I discorsi a minchia del genere 'qualche mela marcia' anche no eh.
Io li vedo quotidianamente i bilanci di aziende e professionisti. Gran parte di essi farebbero schifo al clochard che vive sotto i ponti. Epperò chiedono mutui e prestiti con rate impensabili.

Poi certo, una crisi del genere mette in ginocchio chiunque, mica dico che sono piagnistei.
Ma "il dipendente che critica" non si può sentire.


Avere partita iva in Italia è eroico. Si innesca un meccanismo del cane che si morde la coda. Le tasse sono abnormi-la gente evade-le tasse aumentano-la gente evade di più e via discorrendo.
Non è facile qui fare impresa.

Burano
Saggio
Messaggi: 8247
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Burano » mer ott 21, 2020 8:39 am

chiaky ha scritto:
Burano ha scritto:I discorsi a minchia del genere 'qualche mela marcia' anche no eh.
Io li vedo quotidianamente i bilanci di aziende e professionisti. Gran parte di essi farebbero schifo al clochard che vive sotto i ponti. Epperò chiedono mutui e prestiti con rate impensabili.

Poi certo, una crisi del genere mette in ginocchio chiunque, mica dico che sono piagnistei.
Ma "il dipendente che critica" non si può sentire.


Avere partita iva in Italia è eroico. Si innesca un meccanismo del cane che si morde la coda. Le tasse sono abnormi-la gente evade-le tasse aumentano-la gente evade di più e via discorrendo.
Non è facile qui fare impresa.


E difatti ho detto che un po' di nero è comprensibile.
Ma quasi sempre si va moolto oltre.
Lo voglio rivedere, Fabio

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 8:41 am

Comunque non è mica un caso che qui a scrivere ci siano solo dipendenti.
Chi lavora in proprio mica ha tempo di star qui a cazzeggiare :D
Anche io, ora, sono (anche) dipendente, e lo sono stato da ragazzo in Comune, intendiamoci.
Trovo ingeneroso buttare la croce su persone che lavorano tutto il giorno prendendosi dei rischi, in un paese che gli succhia metà ricavi.
Poi come ho già detto, ci sono i disonesti forti. Ma è anche vero che il dipendente non evade perchè non può.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 8:43 am

Burano ha scritto:
chiaky ha scritto:
Burano ha scritto:I discorsi a minchia del genere 'qualche mela marcia' anche no eh.
Io li vedo quotidianamente i bilanci di aziende e professionisti. Gran parte di essi farebbero schifo al clochard che vive sotto i ponti. Epperò chiedono mutui e prestiti con rate impensabili.

Poi certo, una crisi del genere mette in ginocchio chiunque, mica dico che sono piagnistei.
Ma "il dipendente che critica" non si può sentire.


Avere partita iva in Italia è eroico. Si innesca un meccanismo del cane che si morde la coda. Le tasse sono abnormi-la gente evade-le tasse aumentano-la gente evade di più e via discorrendo.
Non è facile qui fare impresa.


E difatti ho detto che un po' di nero è comprensibile.
Ma quasi sempre si va moolto oltre.


Beh dai, quasi sempre si va molto oltre, e quelli che fanno "uno scontrino su cento" non sono "una minoranza" (quindi, "una maggioranza"), diciamo che sono osservazioni più che da Generale delle Finanza, da antropologo.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 8:43 am

chiaky ha scritto:Comunque non è mica un caso che qui a scrivere ci siano solo dipendenti.


Se crolla l'occupazione mymag si svuota definitivamente.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52594
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mer ott 21, 2020 8:47 am

chiaky ha scritto:Comunque, dopo aver cogitato tutta la notte, non mi è venuta nessuna idea per le birrerie.
Chiudiamole.
L'idea di alessandro mi pare irrealizzabile. E' impossibile bere con la bocca murata.i.


Mascherina con la cerniera, e tutto risolto

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer ott 21, 2020 8:53 am

chiaky ha scritto:
alessandro ha scritto:come avevo scritto, un hotel chiuso CHIUSO costa 200-300 mila euro l'anno con tutti gli abbonamenti, spese, affitto o imu , tasse varie assicurazioni, quota di stipendi da corrispondere comunque anche con la cassa integrazione, pubblicita', canoni di programmi gestionali e simili, commercialista consulente paghe etc.

se ti danno anche 5-6 mila euro cosa te ne fai?

un dipendente comunque sta in cassa integrazione, trova un altro lavoro, ha la disoccupazione, sussidi vari , reddito di cittadinanza, al limite sta un paio di mesi a zero, ma nonf ain un anno un buco da dover vendere la casa.

una azienda poi che fallisce si tira dietro tante altre aziende e dipendenti


Eh ma il dipendente non capisce, ha tutto assicurato e critica.
Tu quanto evadi, alessandro? Confessa!


Ma uno non puo' fare delle scelte nella vita? Non puo' aver deciso di rovinare la sua vita, in gran parte, facendo magari un lavoro monotono, non artistico, che non crea particolare soddisfazione, che gli fa avere solo 1000 euro al mese o poco piu' senza maggiori possibilita', rischiando comunque da un momento all'altro di essere licenziato, sempre, senza avere nulla da parte, per evitare almeno, se non altro, rischi di impresa?

Poi certo, le imprese servono. E ha ragione Alessandro, 6mila euro e' come nulla.

Aiuti alle imprese ovviamente ce ne possono essere, basta pero' che si aiutino TUTTE le imprese con problemi relativi al Covid, non solo una categoria (per esempio i famosi ristoranti). Non solo, ma si puo' fare in modo intelligente. Ad esempio, lo stato potrebbe dare soldi agli alberghi sotto forma di pagamento di camere per la quarantena. Cosi' le persone smetterebbero di contagiarsi a casa.

Quello di cui spesso le aziende non si rendono conto, e' che molti di loro sono dei privilegiati. Adesso sono in crisi, ma prima no. Non sono tutti poveracci che non arrivano alla fine del mese. Ce ne sono migliaia e migliaia che, prima del covid, e dopo il covid se possono faranno lo stesso, guadagnavano bene, non mantenevano la famiglia con 2mila euro al mese in due. Legittimamente, si intende. E adesso chiedono a chi guadagna 1000 euro al mese di fare sacrifici per loro. Puo' andar bene, ma basta che poi, una volta finiti i sacrifici, siano loro a fare sacrifici per i dipendenti a 1000 euro al mese.
Siamo una societa' unita e ci aiutiamo a vicenda? Bene, purche' accada sempre per tutti.

Ma poi appunto, il problema non e' 'non dare aiuti'. Il problema e' non privilegiare le categorie di imprenditori che ci rimettono per decreti del governo e imprenditori che ci rimettono per altri motivi.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 8:53 am

Johnny Rex ha scritto:
chiaky ha scritto:Comunque, dopo aver cogitato tutta la notte, non mi è venuta nessuna idea per le birrerie.
Chiudiamole.
L'idea di alessandro mi pare irrealizzabile. E' impossibile bere con la bocca murata.i.


Mascherina con la cerniera, e tutto risolto

F.F.

Non male, ma poi la gente non la chiude la cerniera....

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 8:58 am

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:
alessandro ha scritto:come avevo scritto, un hotel chiuso CHIUSO costa 200-300 mila euro l'anno con tutti gli abbonamenti, spese, affitto o imu , tasse varie assicurazioni, quota di stipendi da corrispondere comunque anche con la cassa integrazione, pubblicita', canoni di programmi gestionali e simili, commercialista consulente paghe etc.

se ti danno anche 5-6 mila euro cosa te ne fai?

un dipendente comunque sta in cassa integrazione, trova un altro lavoro, ha la disoccupazione, sussidi vari , reddito di cittadinanza, al limite sta un paio di mesi a zero, ma nonf ain un anno un buco da dover vendere la casa.

una azienda poi che fallisce si tira dietro tante altre aziende e dipendenti


Eh ma il dipendente non capisce, ha tutto assicurato e critica.
Tu quanto evadi, alessandro? Confessa!


Ma uno non puo' fare delle scelte nella vita? Non puo' aver deciso di rovinare la sua vita, in gran parte, facendo magari un lavoro monotono, non artistico, che non crea particolare soddisfazione, che gli fa avere solo 1000 euro al mese o poco piu' senza maggiori possibilita', rischiando comunque da un momento all'altro di essere licenziato, sempre, senza avere nulla da parte, per evitare almeno, se non altro, rischi di impresa?

Poi certo, le imprese servono. E ha ragione Alessandro, 6mila euro e' come nulla.

Aiuti alle imprese ovviamente ce ne possono essere, basta pero' che si aiutino TUTTE le imprese con problemi relativi al Covid, non solo una categoria (per esempio i famosi ristoranti). Non solo, ma si puo' fare in modo intelligente. Ad esempio, lo stato potrebbe dare soldi agli alberghi sotto forma di pagamento di camere per la quarantena. Cosi' le persone smetterebbero di contagiarsi a casa.

Quello di cui spesso le aziende non si rendono conto, e' che molti di loro sono dei privilegiati. Adesso sono in crisi, ma prima no. Non sono tutti poveracci che non arrivano alla fine del mese. Ce ne sono migliaia e migliaia che, prima del covid, e dopo il covid se possono faranno lo stesso, guadagnavano bene, non mantenevano la famiglia con 2mila euro al mese in due. Legittimamente, si intende. E adesso chiedono a chi guadagna 1000 euro al mese di fare sacrifici per loro. Puo' andar bene, ma basta che poi, una volta finiti i sacrifici, siano loro a fare sacrifici per i dipendenti a 1000 euro al mese.
Siamo una societa' unita e ci aiutiamo a vicenda? Bene, purche' accada sempre per tutti.

Ma poi appunto, il problema non e' 'non dare aiuti'. Il problema e' non privilegiare le categorie di imprenditori che ci rimettono per decreti del governo e imprenditori che ci rimettono per altri motivi.

Mah, se uno si prende un rischio e fa i soldi io lo ammiro, sinceramente. Ammesso che lo faccia onestamente.
Sento tanta gente che critica chi ha i soldi. E' invidia, chiaramente. Ieri uno mi ha detto "eh ma Jane Fonda, che ho visto da Fazio, è una donna fortunata, ha un sacco di soldi, deve ringraziare Dio".
Deve ringraziare Dio? Ha un talento incredibile, ha studiato tutta la vita e ha vinto due oscar. Provaci te se sei capace, invece di criticare, gli ho detto.
E' come il corista che critica Domingo. Provaci te, se sei capace.
Se uno studia, si impegna, ha talento, si prende dei rischi, e sfonda io lo ammiro.
Un albergatore come alessandro io lo ammiro, francamente. Da lavoro a tanta gente, si prende rischi enormi. Se fa i quattrini posso solo dirgli bravo.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22701
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » mer ott 21, 2020 9:11 am


Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6973
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Monheim » mer ott 21, 2020 9:11 am

chiaky ha scritto:Un imprenditore come Silvio io lo ammiro, francamente. Dà lavoro a tanta gente, si prende rischi enormi. Se fa i quattrini posso solo dirgli bravo.
Perdo tempo come si perde il sangue.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer ott 21, 2020 9:12 am

chiaky ha scritto:Mah, se uno si prende un rischio e fa i soldi io lo ammiro, sinceramente.


Ma io ammiro tanta gente, ammiro sinceramente la mia ragazza che e' artista e non guadagna niente, o il mio migliore amico che e' artista e ha iniziato a guadagnare qualcosina a 40 anni.
Intendiamoci, poi io pago tutto da solo per due, da tristo dipendente. E a lui paga la ragazza, dipendente.


Sento tanta gente che critica chi ha i soldi. E' invidia, chiaramente. Ieri uno mi ha detto "eh ma Jane Fonda, che ho visto da Fazio, è una donna fortunata, ha un sacco di soldi, deve ringraziare Dio".
Deve ringraziare Dio? Ha un talento incredibile, ha studiato tutta la vita e ha vinto due oscar. Provaci te se sei capace, invece di criticare, gli ho detto.
E' come il corista che critica Domingo. Provaci te, se sei capace.


Ma certo, sono critiche spesso per invidia sociale. Rimane pero' un fatto, che qui non si parla di criticare chi ha i soldi, ma si parla di dare i soldi a chi ha provato a farli e non ci e' riuscito, oppure addirittura di dare soldi della comunita' a chi e' pieno di soldi in generale, ma adesso gli sta andando male un locale.
In questo caso, e' come il corista a cui dicono 'Domingo ha perso la voce, come fa adesso a continuare a guadagnare? Dagli parte del tuo stipendio!'.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 9:18 am

Monheim ha scritto:
chiaky ha scritto:Un imprenditore come Silvio io lo ammiro, francamente. Dà lavoro a tanta gente, si prende rischi enormi. Se fa i quattrini posso solo dirgli bravo.

Ehm...quello non esattamente, diciamo..

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52594
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mer ott 21, 2020 9:19 am

chiaky ha scritto:Mah, se uno si prende un rischio e fa i soldi io lo ammiro, sinceramente. Ammesso che lo faccia onestamente.
Sento tanta gente che critica chi ha i soldi. E' invidia, chiaramente. Ieri uno mi ha detto "eh ma Jane Fonda, che ho visto da Fazio, è una donna fortunata, ha un sacco di soldi, deve ringraziare Dio".
Deve ringraziare Dio? Ha un talento incredibile, ha studiato tutta la vita e ha vinto due oscar.


E' anche nata in una famiglia che certi mezzi li aveva.
Grande attrice e tutto,eh, ma certo non è partita dal niente.
Discorso valido per moltissima gente, beninteso.

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer ott 21, 2020 9:24 am

Johnny Rex ha scritto:Discorso valido per moltissima gente, beninteso.

F.F.


Tanto di cappello all'imprenditore che ha fatto i soldi non per avidita', pensando di farlo anche per contribuire a creare lavoro, sempre onestamente senza eccezioni e nascendo da una famiglia molto povera, senza tralasciare nel frattempo altre importanti parti della vita, come salute, relazioni umane e cosi' via.

:D

Detto questo, continuo a vivere nel paese peggiore al mondo per aumento del virus e relative complicanze, ridendo e scherzando :D

Che poi il 'tanto di cappello' di chiaky e' letteralmente che si alza il cappello, stando a casa a scriverne.
Se si tratta di andare a comprare un po' di cibo da loro, beh no 'tanto di cappello, ma i soldi per un takeaway a loro non li do, o servizio completo esattamente come mi piace o nulla ! ":D

Legittimo, eh, diciamo che al bravo imprenditore magari interesserebbe piu' gente che continua a comprare invece che tanti elogi.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 9:33 am

Nickognito ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:Discorso valido per moltissima gente, beninteso.

F.F.


Tanto di cappello all'imprenditore che ha fatto i soldi non per avidita', pensando di farlo anche per contribuire a creare lavoro, sempre onestamente senza eccezioni e nascendo da una famiglia molto povera, senza tralasciare nel frattempo altre importanti parti della vita, come salute, relazioni umane e cosi' via.

:D

Detto questo, continuo a vivere nel paese peggiore al mondo per aumento del virus e relative complicanze, ridendo e scherzando :D

Che poi il 'tanto di cappello' di chiaky e' letteralmente che si alza il cappello, stando a casa a scriverne.
Se si tratta di andare a comprare un po' di cibo da loro, beh no 'tanto di cappello, ma i soldi per un takeaway a loro non li do, o servizio completo esattamente come mi piace o nulla ! ":D

Legittimo, eh, diciamo che al bravo imprenditore magari interesserebbe piu' gente che continua a comprare invece che tanti elogi.

Domani vado in pizzeria.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 132286
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer ott 21, 2020 9:33 am

Detto questo, sono un dipendente e oggi ho da fare, per cui niente piu' mymag fino a tardi.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 9:33 am

Nickognito ha scritto:Detto questo, sono un dipendente e oggi ho da fare, per cui niente piu' mymag fino a tardi.

:lol:

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 52594
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mer ott 21, 2020 9:34 am

Nickognito ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:Discorso valido per moltissima gente, beninteso.

F.F.


Tanto di cappello all'imprenditore che ha fatto i soldi non per avidita', pensando di farlo anche per contribuire a creare lavoro, sempre onestamente senza eccezioni e nascendo da una famiglia molto povera, senza tralasciare nel frattempo altre importanti parti della vita, come salute, relazioni umane e cosi' via.

:D


Non era Trollope a scrivere che l'Imprenditore giusto deve essere Avido e Onesto?

F.F.
Hakaishin ha scritto:
capisco i proverbi e capisco di calcio. a livello di tattica di sport di squadra più in generale nessuno qua dentro sa conosce ed ha vissuto quello che ho vissuto io
.

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 4712
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Mr Moonlight » mer ott 21, 2020 9:35 am

Chi fa i soldi, a meno che non sia di famiglia benestante, deve per forza passare sopra qualche cadavere, molto spesso quello dei dipendenti, oppure adattarsi a mettere in atto qualche furberia.
Io non invidio nessuno, ho fatto scelte di vita diverse. Ho due case dei genitori a metà con mia sorella, perché mia mamma ebbe il coraggio di iniziare a vendere panini prima on the road e poi alle scuole. Mi ricordo bene, però, che ai tempi c'era da riempire ogni sera un registro su cui andavano segnati i guadagni del giorno: se aveva guadagnato 100.000 lire ne segnava 15/20.000 Quando imposero il registratore di cassa anche per gli ambulanti, smise.

Sono convinto che se avessimo tutti la possibilità di detrarre dalle tasse anche le caramelle, avremmo una società migliore ed efficiente. Chi studia economia mi può spiegare perché non viene fatto?

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8179
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mer ott 21, 2020 9:54 am

Nickognito ha scritto:Detto questo, sono un dipendente e oggi ho da fare, per cui niente piu' mymag fino a tardi.


non ci credi neanche tu
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
scooter
Illuminato
Messaggi: 2552
Iscritto il: mar mar 07, 2017 10:01 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda scooter » mer ott 21, 2020 9:56 am

chiaky ha scritto:Io dico che vanno risarciti tutti.
TUTTI, ribadisco.

Mi risveglio a mezzo giorno:
suono appena il campanello,
che mi vedo al letto intorno
supplichevole drappello:
questo cerca protezione;
quello ha torto e vuol ragione;
chi vorrebbe un impieguccio;
chi una cattedra ed è un ciuccio;
chi l'appalto delle spille,
chi la pesca dell'anguille.

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22701
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » mer ott 21, 2020 9:57 am

Mr Moonlight ha scritto:Chi fa i soldi, a meno che non sia di famiglia benestante, deve per forza passare sopra qualche cadavere, molto spesso quello dei dipendenti, oppure adattarsi a mettere in atto qualche furberia.
Io non invidio nessuno, ho fatto scelte di vita diverse. Ho due case dei genitori a metà con mia sorella, perché mia mamma ebbe il coraggio di iniziare a vendere panini prima on the road e poi alle scuole. Mi ricordo bene, però, che ai tempi c'era da riempire ogni sera un registro su cui andavano segnati i guadagni del giorno: se aveva guadagnato 100.000 lire ne segnava 15/20.000 Quando imposero il registratore di cassa anche per gli ambulanti, smise.

Sono convinto che se avessimo tutti la possibilità di detrarre dalle tasse anche le caramelle, avremmo una società migliore ed efficiente. Chi studia economia mi può spiegare perché non viene fatto?


Quindi stai apertamente denunciando l'evasione fiscale di tua mamma perpetrata per anni? :)

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 4712
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Mr Moonlight » mer ott 21, 2020 10:15 am

laplaz ha scritto:
Mr Moonlight ha scritto:Chi fa i soldi, a meno che non sia di famiglia benestante, deve per forza passare sopra qualche cadavere, molto spesso quello dei dipendenti, oppure adattarsi a mettere in atto qualche furberia.
Io non invidio nessuno, ho fatto scelte di vita diverse. Ho due case dei genitori a metà con mia sorella, perché mia mamma ebbe il coraggio di iniziare a vendere panini prima on the road e poi alle scuole. Mi ricordo bene, però, che ai tempi c'era da riempire ogni sera un registro su cui andavano segnati i guadagni del giorno: se aveva guadagnato 100.000 lire ne segnava 15/20.000 Quando imposero il registratore di cassa anche per gli ambulanti, smise.

Sono convinto che se avessimo tutti la possibilità di detrarre dalle tasse anche le caramelle, avremmo una società migliore ed efficiente. Chi studia economia mi può spiegare perché non viene fatto?


Quindi stai apertamente denunciando l'evasione fiscale di tua mamma perpetrata per anni? :)

Che problema c'é? Era il 1985.Credo evadessero tutti come e più di adesso.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 12313
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Rosewall » mer ott 21, 2020 10:16 am

Mr Moonlight ha scritto:Chi fa i soldi, a meno che non sia di famiglia benestante, deve per forza passare sopra qualche cadavere, molto spesso quello dei dipendenti, oppure adattarsi a mettere in atto qualche furberia.
Io non invidio nessuno, ho fatto scelte di vita diverse. Ho due case dei genitori a metà con mia sorella, perché mia mamma ebbe il coraggio di iniziare a vendere panini prima on the road e poi alle scuole. Mi ricordo bene, però, che ai tempi c'era da riempire ogni sera un registro su cui andavano segnati i guadagni del giorno: se aveva guadagnato 100.000 lire ne segnava 15/20.000 Quando imposero il registratore di cassa anche per gli ambulanti, smise.
dipende anche dal bene, o servizio, prodotto: fare occhiali dà a Del Vecchio molto più margine che non panini.

-

Sono convinto che se avessimo tutti la possibilità di detrarre dalle tasse anche le caramelle, avremmo una società migliore ed efficiente. Chi studia economia mi può spiegare perché non viene fatto?
https://osservatoriocpi.unicatt.it/cpi-archivio-studi-e-analisi-il-contrasto-di-interessi-per-combattere-l-evasione-fiscale
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 4712
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Mr Moonlight » mer ott 21, 2020 10:22 am

Rosewall ha scritto:
Mr Moonlight ha scritto:Chi fa i soldi, a meno che non sia di famiglia benestante, deve per forza passare sopra qualche cadavere, molto spesso quello dei dipendenti, oppure adattarsi a mettere in atto qualche furberia.
Io non invidio nessuno, ho fatto scelte di vita diverse. Ho due case dei genitori a metà con mia sorella, perché mia mamma ebbe il coraggio di iniziare a vendere panini prima on the road e poi alle scuole. Mi ricordo bene, però, che ai tempi c'era da riempire ogni sera un registro su cui andavano segnati i guadagni del giorno: se aveva guadagnato 100.000 lire ne segnava 15/20.000 Quando imposero il registratore di cassa anche per gli ambulanti, smise.
dipende anche dal bene, o servizio, prodotto: fare occhiali dà a Del Vecchio molto più margine che non panini.

-

Sono convinto che se avessimo tutti la possibilità di detrarre dalle tasse anche le caramelle, avremmo una società migliore ed efficiente. Chi studia economia mi può spiegare perché non viene fatto?
https://osservatoriocpi.unicatt.it/cpi-archivio-studi-e-analisi-il-contrasto-di-interessi-per-combattere-l-evasione-fiscale

Ok. Grazie.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 10:33 am

Adesso che Davigo è un po' più libero magari trova tempo di postare qua, per supportare il "tutti ladri fino a prova contraria", chissà se gli piace il tennis.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 27306
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mer ott 21, 2020 11:25 am

Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21760
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » mer ott 21, 2020 11:44 am

chiaky ha scritto:
alessandro ha scritto:come avevo scritto, un hotel chiuso CHIUSO costa 200-300 mila euro l'anno con tutti gli abbonamenti, spese, affitto o imu , tasse varie assicurazioni, quota di stipendi da corrispondere comunque anche con la cassa integrazione, pubblicita', canoni di programmi gestionali e simili, commercialista consulente paghe etc.

se ti danno anche 5-6 mila euro cosa te ne fai?

un dipendente comunque sta in cassa integrazione, trova un altro lavoro, ha la disoccupazione, sussidi vari , reddito di cittadinanza, al limite sta un paio di mesi a zero, ma nonf ain un anno un buco da dover vendere la casa.

una azienda poi che fallisce si tira dietro tante altre aziende e dipendenti


Eh ma il dipendente non capisce, ha tutto assicurato e critica.
Tu quanto evadi, alessandro? Confessa!


anche volendo...
pagano tutti con carta o bancomat o mandano un bonifico di acconto per non parlare quest'anno dei bonus vacanze che vanno comunicati uno a uno abbinati alla fattura nominativa direttamente alla agenzia delle entrate...

qui basta entrare e confrontare gli scontrini dei pos con le fatture e ricevute.

lo scandalo sono gli airbnb dove e' tutto via moneta elettronica e tutto registrato ma siccome air bnb non collabora, non controllano nulla e i proprietari dichiarano quello che si sentono, come la mamma di moon venditrice di panini negli anni'8o.

adesso, poi, con i soldi dati ai cittadini che utilizzano la carta di credito e il biglietto della lotteria si arrivera' al 100% di pagamenti elettronici (almeno in hotel), e a noi 1% circa di commissioni sulle carte oltre a tutti gli altri balzelli e commissioni.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 11:51 am

alessandro ha scritto:
chiaky ha scritto:
alessandro ha scritto:come avevo scritto, un hotel chiuso CHIUSO costa 200-300 mila euro l'anno con tutti gli abbonamenti, spese, affitto o imu , tasse varie assicurazioni, quota di stipendi da corrispondere comunque anche con la cassa integrazione, pubblicita', canoni di programmi gestionali e simili, commercialista consulente paghe etc.

se ti danno anche 5-6 mila euro cosa te ne fai?

un dipendente comunque sta in cassa integrazione, trova un altro lavoro, ha la disoccupazione, sussidi vari , reddito di cittadinanza, al limite sta un paio di mesi a zero, ma nonf ain un anno un buco da dover vendere la casa.

una azienda poi che fallisce si tira dietro tante altre aziende e dipendenti


Eh ma il dipendente non capisce, ha tutto assicurato e critica.
Tu quanto evadi, alessandro? Confessa!


anche volendo...
pagano tutti con carta o bancomat o mandano un bonifico di acconto per non parlare quest'anno dei bonus vacanze che vanno comunicati uno a uno abbinati alla fattura nominativa direttamente alla agenzia delle entrate...

qui basta entrare e confrontare gli scontrini dei pos con le fatture e ricevute.

lo scandalo sono gli airbnb dove e' tutto via moneta elettronica e tutto registrato ma siccome air bnb non collabora, non controllano nulla e i proprietari dichiarano quello che si sentono, come la mamma di moon venditrice di panini negli anni'8o.

adesso, poi, con i soldi dati ai cittadini che utilizzano la carta di credito e il biglietto della lotteria si arrivera' al 100% di pagamenti elettronici (almeno in hotel), e a noi 1% circa di commissioni sulle carte oltre a tutti gli altri balzelli e commissioni.


Eh come arringa difensiva inizia anche ad andare bene, ma ne devi fare di strada prima di guadagnarti il certificato di non colpevolezza, dai. Fino ad allora: LADRO.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21760
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » mer ott 21, 2020 11:56 am

questa diariba tra imprenditori ( che e' vero che chi puo' evade, chi in maniera moderata chi smodata chi criminale) e dipendenti mi viene sempre alla mente la mia profe delle superiori ch eera avvelenata col cognato imprenditore perche' evadeva.
La profe (che in quanto tale non puo' evadere sullo stipendio) nel frattempo dava ripetizioni a raffica e non credo rilasciasse ricevuta fiscale :D .
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 12:07 pm

A me va benissimo, è il gioco delle parti:
- Imprenditore --> ladro, evasore
- Statale --> imboscato, fannullone
- Dipendente --> sfruttato, incapace che non ruba e non si è trovato il posto fisso

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 49472
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda fabio86 » mer ott 21, 2020 12:08 pm

Libero Professionista come Imprenditore, suppongo. :)

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 12:11 pm

fabio86 ha scritto:Libero Professionista come Imprenditore, suppongo. :)


No beh un po' peggio.

Avatar utente
Fantasio
Illuminato
Messaggi: 4081
Iscritto il: mer mag 24, 2006 1:49 pm
Località: Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Fantasio » mer ott 21, 2020 12:32 pm

(per Gios)
Comunque stamane i numeri profumano di record.
"And he gave so much, and he wanted so little in return"

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14643
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » mer ott 21, 2020 1:10 pm

È mercoledì, per forza.

chiaky
Massimo Carbone
Messaggi: 15306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » mer ott 21, 2020 1:33 pm

alessandro ha scritto:questa diariba tra imprenditori ( che e' vero che chi puo' evade, chi in maniera moderata chi smodata chi criminale) e dipendenti mi viene sempre alla mente la mia profe delle superiori ch eera avvelenata col cognato imprenditore perche' evadeva.
La profe (che in quanto tale non puo' evadere sullo stipendio) nel frattempo dava ripetizioni a raffica e non credo rilasciasse ricevuta fiscale :D .

Ah beh, non parliamo degli orchestrali, nel mio campo, che si lamentano perchè il salumiere gli mette il pesetto nascosto sulla bilancia e poi fanno lezioni a casa tutte in nero, non sia mai.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21760
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda alessandro » mer ott 21, 2020 2:15 pm

tornando al lavoro, vietate anche le riunioni, anche quelle condominiali.
via anche gli ultimi 50 euro di incasso...

( che sarebbero stati una quindicina in 300 m2)
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22701
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » mer ott 21, 2020 2:17 pm

Mr Moonlight ha scritto:
laplaz ha scritto:
Mr Moonlight ha scritto:Chi fa i soldi, a meno che non sia di famiglia benestante, deve per forza passare sopra qualche cadavere, molto spesso quello dei dipendenti, oppure adattarsi a mettere in atto qualche furberia.
Io non invidio nessuno, ho fatto scelte di vita diverse. Ho due case dei genitori a metà con mia sorella, perché mia mamma ebbe il coraggio di iniziare a vendere panini prima on the road e poi alle scuole. Mi ricordo bene, però, che ai tempi c'era da riempire ogni sera un registro su cui andavano segnati i guadagni del giorno: se aveva guadagnato 100.000 lire ne segnava 15/20.000 Quando imposero il registratore di cassa anche per gli ambulanti, smise.

Sono convinto che se avessimo tutti la possibilità di detrarre dalle tasse anche le caramelle, avremmo una società migliore ed efficiente. Chi studia economia mi può spiegare perché non viene fatto?


Quindi stai apertamente denunciando l'evasione fiscale di tua mamma perpetrata per anni? :)

Che problema c'é? Era il 1985.Credo evadessero tutti come e più di adesso.


Ah beh, allora tutto a posto :lol:


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Tore e 11 ospiti