Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale, sui problemi politici e sui microchip nei vaccini
Avatar utente
On Cong
Gran Maestro
Messaggi: 1532
Iscritto il: gio mag 25, 2006 12:27 am
Località: [Back to] New York - USA

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda On Cong » lun ott 26, 2020 1:27 pm

Non capisco il nesso.
Sarà fake news, sull'ANSA?

https://www.google.com/url?sa=i&url=htt ... AdAAAAABAP

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 4765
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Mr Moonlight » lun ott 26, 2020 1:30 pm

Burian siberiano ha scritto:FATECI CASO
Le categorie che sono assolutamente, inesorabilmente, instancabilmente, fermamente favorevoli al lockdown più feroce sono due: i pensionati e gli statali.
Non è difficile indovinare perché.
Allora facciamo così: visto che, come dice anche ciuffo-Conte, bisogna fare tutti dei sacrifici per la salute pubblica, pensionati e statali dalla mensilità di novembre 2020 si vedranno accreditato il 50% di quanto spetti loro, l'altro 50% verrà redistribuito fra tutti coloro che, a causa della sospensione dell loro attività, non hanno alcun reddito o ce l'hanno decurtato, fino ad arrivare a una cifra che sia il 50% rispetto a quanto dichiarato nella dichiarazione 2019.
In questo modo tutti contribuiranno allo stesso modo al bene comune.
Ah quanto cambierebbe l'atteggiamento di questi che motteggiano e pontificano belli comodi seduti da marzo sul loro divano, forti del puntuale bonifico che, cascasse il mondo, arriva sul conto corrente, magnificando le gesta di un tizio e del suo Governo, capaci in 7 mesi solo di dire "state a casa".

Io ci sto, se le partite iva mi danno il 50% di quello che evadono.

Avatar utente
Fantasio
Illuminato
Messaggi: 4187
Iscritto il: mer mag 24, 2006 1:49 pm
Località: Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Fantasio » lun ott 26, 2020 1:31 pm

chiaky ha scritto:Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova, intitola così un post su Facebook...
Secondo punto, “chiusure. Subito: identificare attraverso i dati di tracciamento raccolti tra maggio e la prima settimana di ottobre i luoghi a maggior rischio di contagio. Chiudere solo quelli (per esempio, se salta fuori che nei cinema non ci sono stati contagi, perché chiuderli?)...
Lavoro agile per chiunque non sia necessario sul posto di lavoro. No cerimonie religiose. No sport invernali

Meraviglioso esempio di coerenza e sotuttismo: prima dice di chiudere solo i posti che il tracciamento ha scoperto essere pericolosi, subito dopo decide che lavorare (in ufficio), andare in chiesa e sulla neve è pericoloso a prescindere.
Ultima modifica di Fantasio il lun ott 26, 2020 1:33 pm, modificato 1 volta in totale.
"And he gave so much, and he wanted so little in return"

Burano
Saggio
Messaggi: 8401
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Burano » lun ott 26, 2020 1:32 pm

Mr Moonlight ha scritto:
Burian siberiano ha scritto:FATECI CASO
Le categorie che sono assolutamente, inesorabilmente, instancabilmente, fermamente favorevoli al lockdown più feroce sono due: i pensionati e gli statali.
Non è difficile indovinare perché.
Allora facciamo così: visto che, come dice anche ciuffo-Conte, bisogna fare tutti dei sacrifici per la salute pubblica, pensionati e statali dalla mensilità di novembre 2020 si vedranno accreditato il 50% di quanto spetti loro, l'altro 50% verrà redistribuito fra tutti coloro che, a causa della sospensione dell loro attività, non hanno alcun reddito o ce l'hanno decurtato, fino ad arrivare a una cifra che sia il 50% rispetto a quanto dichiarato nella dichiarazione 2019.
In questo modo tutti contribuiranno allo stesso modo al bene comune.
Ah quanto cambierebbe l'atteggiamento di questi che motteggiano e pontificano belli comodi seduti da marzo sul loro divano, forti del puntuale bonifico che, cascasse il mondo, arriva sul conto corrente, magnificando le gesta di un tizio e del suo Governo, capaci in 7 mesi solo di dire "state a casa".

Io ci sto, se le partite iva mi danno il 50% di quello che evadono.
Lo voglio rivedere, Fabio

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 1:33 pm

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:
Dico solo che c'è gente che non viene colpita e gente che è tartassata da mesi, sempre gli stessi. E guarda caso chi non viene colpito, di solito, chiede che continuino a venire colpiti i soliti.


e quindi bisogna perdere la testa, e la logica. Se c'e' il terremoto a Praga, tu mi dici 'vai via!'. Arriva una prima scossa, mi crolla il soffitto in testa e tu mi dici 'vai via'. Io rimango. Seconda scossa, mi muore il fratello sotto le macerie, muore anche tuo fratello che era venuto a trovarmi e tu mi dici 'vai via!'
Niente, io rimango, terza scossa, mi crolla la casa, mi viene distrutta la macchina, rimango perfino senza scarpe e tu mi dici 'vai via!'.

Dico solo che c'e' gente che viene colpita dal terremoto e gente che lo subisce. E guarda caso chi non viene colpito, di solito, dice che saranno colpiti i soliti.

Dove sta il problema, in chi lo fa notare o in chi fa finta di nulla?


No. Ci sono anche misure intelligenti che eviterebbero di colpire sempre gli stessi


No, non si sono misure che colpirebbero chi sta in smartworking, non farebbero bene a nessuno. Ci sono altre misure da prendere prima? Si, infatti io invocavo quelle, ad agosto. Non adesso, con la macchina del tempo.

[/quote]
Ma non è un terremoto.
Il terremoto è un evento naturale, come il virus. Entrambi colpiscono a caso, il terremoto una città o parti di una città o parti di una regione, il virus colpisce potenzialmente tutti.
Però poi nel terremoto non c'è lo zampino del governo, mentre nel virus si. E' il governo che decide di chiuderti.
Io non lavoro perchè il governo mi ha chiuso, mica perchè c'è il virus/terremoto. Poteva scegliere di tenermi aperto con politiche intelligenti e invece mi ha chiuso tirando i dadi.
Ma anche il solito ristoratore di cui si parla sempre, potrebbe restare aperto con politiche intelligenti.
I posti dove davvero non si può far nulla per lasciarli aperti sono le sale da ballo, sostanzialmente.
Anche le palestre, voi pensate che la gente si contagi in palestra? Io non ho mai messo piede in una palestra ma le mie amiche che ci vanno dicono che non sono mai state tanto sicure come adesso. Tutto distanziato e sanificato.
Se io gestore di palestra seguo tutte le direttive che mi dà il Governo e poi il Governo mi chiude, perchè le ho seguite?

Burano
Saggio
Messaggi: 8401
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Burano » lun ott 26, 2020 1:33 pm

Comunque stamani, siccome iniziava la dad e non c'erano i soliti dieci adolescenti sul treno (nel mio caso per fortuna è una tratta non iperaffollata di pendolari), Trenitalia ha pensato bene di togliere una carrozza dal solito trenino...così, tanto per stare vicini vicini..
Lo voglio rivedere, Fabio

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 1:36 pm

Burano ha scritto:
Mr Moonlight ha scritto:
Burian siberiano ha scritto:FATECI CASO
Le categorie che sono assolutamente, inesorabilmente, instancabilmente, fermamente favorevoli al lockdown più feroce sono due: i pensionati e gli statali.
Non è difficile indovinare perché.
Allora facciamo così: visto che, come dice anche ciuffo-Conte, bisogna fare tutti dei sacrifici per la salute pubblica, pensionati e statali dalla mensilità di novembre 2020 si vedranno accreditato il 50% di quanto spetti loro, l'altro 50% verrà redistribuito fra tutti coloro che, a causa della sospensione dell loro attività, non hanno alcun reddito o ce l'hanno decurtato, fino ad arrivare a una cifra che sia il 50% rispetto a quanto dichiarato nella dichiarazione 2019.
In questo modo tutti contribuiranno allo stesso modo al bene comune.
Ah quanto cambierebbe l'atteggiamento di questi che motteggiano e pontificano belli comodi seduti da marzo sul loro divano, forti del puntuale bonifico che, cascasse il mondo, arriva sul conto corrente, magnificando le gesta di un tizio e del suo Governo, capaci in 7 mesi solo di dire "state a casa".

Io ci sto, se le partite iva mi danno il 50% di quello che evadono.

Lo vedi, Nickognito, che le tue sono tutte utopie? :D

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 45249
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Alga » lun ott 26, 2020 1:43 pm

chiaky ha scritto:Lo vedi, Nickognito, che le tue sono tutte utopie? :D


La solita differenza tra il Pianeta Terra ed il Pianeta Nickognito. :D
GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 1:44 pm

Alga ha scritto:
chiaky ha scritto:Lo vedi, Nickognito, che le tue sono tutte utopie? :D


La solita differenza tra il Pianeta Terra ed il Pianeta Nickognito. :D

E vabbè.. si sa.

Gli si vuol bene comunque.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 53636
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » lun ott 26, 2020 1:53 pm

paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.


Da Firma Immediata

F.F.
Mr Moonlight ha scritto:Il PC è femmina: un mucchio di chiacchiere per non dire una sega.


https://www.youtube.com/watch?v=mjtHG1jh1zQ

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 1:55 pm

Comunque il criterio che hanno seguito è uno: chiudiamo tutto quello che non serve (e non,colpevolmente, quello che porta contagi).

E quindi via i ristoranti e i bar che sono luoghi di svago, via sale bingo e scommesse. Via teatri e cinema con l'arte e la cultura equiparate tristemente (questa cosa credo resterà nella storia, ma il livello di questo Governo e dei suoi ministri non poteva portare che a questo) alle sale bingo. Via lo sport MA ATTENZIONE, NON QUELLO PROFESSIONISTICO CHE CI PORTA TANTI SOLDINI E ROMPONO PURE IL CAZZO, SPECIE LA SERIE A DI CALCIO, CHE GIà RONALDO SPACCA I MARONI DALLA MATTINA ALLA SERA E MANCINI IDEM. Via le palestre e le terme.

Hanno così ottenuto tre risultati:

1) Hanno dato l'impressione a questi lavoratori di essere inutili e vi assicuro che non è divertente.
2) Hanno aumentato le disparità sociali tra questi lavoratori e gli altri, creando tensione sociale.
3) Non hanno risolto nulla, perchè non andando al nodo del problema (cioè da dove arrivano realmente i contagi) non ci sarà alcun calo dei contagi e tempo due settimane-un mese saremo costretti tutti in casa con il certificato e il cane da pisciare.

Grandi applausi a questo Governo, che pure ho apprezzato fino all'inizio dell'estate scorsa. Poi non ne hanno più azzeccata una e ora rischiano di essere ricordati come il peggior Governo della storia e rimetterci la ghirba (almeno metaforicamente) appena la gente potrà fargliela pagare.

Avatar utente
Renudo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 643
Iscritto il: lun apr 02, 2007 3:18 pm
Località: Dauntaun Comm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Renudo » lun ott 26, 2020 2:04 pm

Franceschini sulla chiusura di cinema e teatri:

https://video.repubblica.it/politica/nu ... 1-P1-S4-T1
M.M.

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato-Utente dell' anno 2011
Messaggi: 12316
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda pocaluce » lun ott 26, 2020 2:06 pm

Fantasio ha scritto:
chiaky ha scritto:Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova, intitola così un post su Facebook...
Secondo punto, “chiusure. Subito: identificare attraverso i dati di tracciamento raccolti tra maggio e la prima settimana di ottobre i luoghi a maggior rischio di contagio. Chiudere solo quelli (per esempio, se salta fuori che nei cinema non ci sono stati contagi, perché chiuderli?)...
Lavoro agile per chiunque non sia necessario sul posto di lavoro. No cerimonie religiose. No sport invernali

Meraviglioso esempio di coerenza e sotuttismo: prima dice di chiudere solo i posti che il tracciamento ha scoperto essere pericolosi, subito dopo decide che lavorare (in ufficio), andare in chiesa e sulla neve è pericoloso a prescindere.


oltre a questo punto, divertente anche la parte in cui per personale ospedaliero e posti letto l'aumento non è fattibile da subito, mentre invece per i trasporti il personale e i nuovi mezzi (senza nemmeno considerare la questione logistica per il trasporto su ferro, ad esempio le metropolitane: più una ogni due minuti non ci entrano proprio...), l'aumento deve essere hic et nunc...
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14783
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » lun ott 26, 2020 2:06 pm

Burano ha scritto:
Mr Moonlight ha scritto:
Burian siberiano ha scritto:FATECI CASO
Le categorie che sono assolutamente, inesorabilmente, instancabilmente, fermamente favorevoli al lockdown più feroce sono due: i pensionati e gli statali.
Non è difficile indovinare perché.
Allora facciamo così: visto che, come dice anche ciuffo-Conte, bisogna fare tutti dei sacrifici per la salute pubblica, pensionati e statali dalla mensilità di novembre 2020 si vedranno accreditato il 50% di quanto spetti loro, l'altro 50% verrà redistribuito fra tutti coloro che, a causa della sospensione dell loro attività, non hanno alcun reddito o ce l'hanno decurtato, fino ad arrivare a una cifra che sia il 50% rispetto a quanto dichiarato nella dichiarazione 2019.
In questo modo tutti contribuiranno allo stesso modo al bene comune.
Ah quanto cambierebbe l'atteggiamento di questi che motteggiano e pontificano belli comodi seduti da marzo sul loro divano, forti del puntuale bonifico che, cascasse il mondo, arriva sul conto corrente, magnificando le gesta di un tizio e del suo Governo, capaci in 7 mesi solo di dire "state a casa".

Io ci sto, se le partite iva mi danno il 50% di quello che evadono.


Volentieri, mandatemi un privato con IBAN, vi bonifico entro sera entrambi.

miggen
FooLminato
Messaggi: 11055
Iscritto il: mer set 27, 2006 4:27 pm
Località: RE

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda miggen » lun ott 26, 2020 2:09 pm

chiaky ha scritto:
Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:
Ho capito ma come fai? Dimmi un metodo credibile e non le solite utopie che ti piacciono tanto.
La realtà è che non hanno nemmeno tolto le tasse a chi non sta lavorando (tipo mia moglie che adesso deve pagare 3.000 euro e a maggio ne aveva pagati altri 4.000 e non li ha i 3.000, come cavolo fa a pagarli? Non lavora da inizio marzo.Non potevano togliere le tasse per un anno, no vero?) cosa vuoi che facciano, la spartizione degli stipendi tra la popolazione?


Patrimoniale, per esempio.
L'Italia e' il paese al mondo in cui la ricchezza patrimoniale e' maggiore rispetto alle altre fonti di guadagno. E' la massima ingiustizia. Mia madre ha due case e non ha lavoro e pensione e 800 euro sul conto. Mio padre ha una casa e una pensione che vale sempre meno e spese alte. La mia ragazza ha una casa ed ha perso il lavoro. Eppure chiedo di portarci via la casa. Per poi sentirmi dire che lo faccio per me, che ho il culo al caldo, e dovrei lasciare i ristoranti uccidere le persone e poi fallire. Per poi sentire continua invidia per chi ha scelto un lavoro meno bello e piu' sicuro proprio per non trovarsi in queste situazioni e che comunque rischia di essere licenziato a marzo e che deve mantenere una persona.

Prendetemi piu' tasse, facciamo un contributo di solidarieta' su mymag. No, non va bene niente, non si deve passare per poveracci. Basta tenere tutto aperto e #andratuttobene.

Tutta l'empatia che vuoi, ma a un certo punto basta sputare merda su chi sta lavorando, e che se scrive su mymag magari e' perche' e' stato ore la domenica a lavorare.

Ma anche non ci fosse modo, boh, che devo fare? Dare soldi no, patrimoniale no, piu' tasse no, combattere l'evasione non funziona, l'elemosina non si fa, emigrare a cercare un lavoro di merda ovunque si trovi no, tirare la cinghia chiudere e poi riaprire no. Non va bene nulla, va bene solo 'non chiudere e sperare nel miracolo divino'. Nel tuo caso si puo' sperare che facciano un'eccezione per i pochi teatri, e' una proposta sensata, non sono io presidente del consiglio.


Appunto, quindi è inutile che parli di Patrimoniale. Lo sai benissimo che non accadrà nulla di tutto questo. per un Nickognito disposto a farla ci sono tutti gli altri che non vogliono che gli si tocchi un euro.
Comunque non è questione di invidia, se ti riferisci a me non invidio proprio nessuno, se non quelli che prendono sonno dopo 10 secondi, ecco quelli li ho sempre invidiati.
Dico solo che c'è gente che non viene colpita e gente che è tartassata da mesi, sempre gli stessi. E guarda caso chi non viene colpito, di solito, chiede che continuino a venire colpiti i soliti.
Dici "è un terremoto e colpisce dove colpisce".
No. Ci sono anche misure intelligenti che eviterebbero di colpire sempre gli stessi
1) Metti i divieti di entrare nei locali a gruppi di amici e consenti solo l'ingresso a coppuie e famigliari (il ristorante, l'enoteca etc lavora)
2) Metti l'ingresso contingentato nelle palestre. Non le chiudi. Possono entrare solo tot persone. (La palestra lavora)
3) non chiudi cinema e teatri dove non c'è evidenza di contagi tra il pubblico.
4) contingenti gli ingressi nei mezzi pubblici (che a marz-aprile avevano i posti numerati e ora no non si capisce perchè) e nei treni (idem), mettendo più mezzi e utilizzando anche quelli per i turisti eccetera.
5) chiudi le scuole che impestano tutti e creano assembramenti nei mezzi
Ci vuole tanto? Restano chiusi per ovvi motivi le discoteche, le birrerie forse non avranno lavoro perchè ci vai con gli amici e qualcos'altro. E li ristori adeguatamente. Ma hai limitato il contagio lasciando lavorare gli altri in qualche modo.
I ristoratori, quelli dele palestre etc non rispettano le limitazioni? Malissimo. Ma anche in ufficio non le rispettano, molti. Mica li chiudono!


Io, dipendente di un'azienda privata (ad oggi quindi col culo parato), sarei favorevole ad una patrimoniale.

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato-Utente dell' anno 2011
Messaggi: 12316
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda pocaluce » lun ott 26, 2020 2:10 pm

io sono favorevole in condizioni normali alla patrimoniale, figurarsi ora! :D
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

miggen
FooLminato
Messaggi: 11055
Iscritto il: mer set 27, 2006 4:27 pm
Località: RE

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda miggen » lun ott 26, 2020 2:12 pm

paoolino ha scritto:
chiaky ha scritto: non serve un approccio di buonsenso o di pancia, ma un approccio razionale. Le misure vanno prese sulla base dei dati”. E sono proprio i dati a mancare: “Dobbiamo capire dove avvengono i contagi, i dati del tracciamento ci sono e vanno a messi a disposizione della comunità scientifica - ha sottolineato - I contagi avvengono nei ristoranti? Nei bar? Nei cinema? Se non ci sono dati precisi, perché usare la falce e chiudere tutto? Il problema non si risolve a Natale, dovremo farci i conti probabilmente almeno per un anno”


E' quello che dicevo ieri mattina su cui Nickognito non mi ha capito.

Il problema è che il metodo con cui si è andati a fare i tamponi non aiuta in questo senso, perché andando solo su sintomatici e/o tracciamento a partire da positivi, abbiamo sempre campioni di tamponi non casuali.

Se si avessero circa 50.000 tamponi a settimana su campioni casuali disegnati in modo che siano rappresentativi per sesso/regione/fasce di età ci sarebbero delle indicazioni più precise di come muoversi.


Paolino, ma sulla falsa riga degli exit pool (con un campione statistico indicativo) o totalmente casuale?

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 2:12 pm

Renudo ha scritto:Franceschini sulla chiusura di cinema e teatri:

https://video.repubblica.it/politica/nu ... 1-P1-S4-T1

Si, l'ho sentito ieri. D'allongaro (patron del Santa Cecilia) gli chiedeva spiegazioni e queste sono state le risposte.

E' un povero idiota.

Il mondo intero (culturale e politico) gli ha dato contro, da Muti a Veltroni a tutti gli amministratori locali. Non capiamo la gravità della situazione, si, ma del suo cervello da idiota.
Non è da li che nascono contagi, non c'entra un tubo la gravità della situazione e la risposta è quella di un poveretto che non sa cosa rispondere a un atto gravissimo ed è costretto ad alzare la voce perchè non sa come giustificare una idiozia.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14783
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Gios » lun ott 26, 2020 2:14 pm

Per quanto riguarda i vostri contributi, suggerisco (la procedura di dimezzare il versamento sul conto mi pare burocraticamente faticosa) di compilare un F24 con un codice tributo qualsiasi, mi sembra improbabile l'AdE vi venga poi a chiedere delucidazioni su versamenti non dovuti.
Ultima modifica di Gios il lun ott 26, 2020 2:18 pm, modificato 1 volta in totale.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18503
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » lun ott 26, 2020 2:18 pm

Nickognito ha scritto:
di conseguenza e' proprio chi perde soldi che dovrebbe voler chiudere, per evitare di perdere ancora piu' soldi:


Perchè?
Se io ho un bar se chiudo ora magari sono senza soldi e non so come mantenere la famiglia.
Se non chiudo ci sono rischi di malattia ma rimango aperto e prendo soldi e sopravvio e nel frattempo fra un anno la pandemia magari è finita.

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato-Utente dell' anno 2011
Messaggi: 12316
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda pocaluce » lun ott 26, 2020 2:24 pm

maxredo ha scritto:
Nickognito ha scritto:
di conseguenza e' proprio chi perde soldi che dovrebbe voler chiudere, per evitare di perdere ancora piu' soldi:


Perchè?
Se io ho un bar se chiudo ora magari sono senza soldi e non so come mantenere la famiglia.
Se non chiudo ci sono rischi di malattia ma rimango aperto e prendo soldi e sopravvio e nel frattempo fra un anno la pandemia magari è finita.


se non sbaglio nell'interpretare nickognito, c'era uno studio che faceva vedere come una chiusura "totale" era meglio sul lungo termine di chiusure a singhiozzo, riduzioni dell'orario, coprifuoco e quant'altro. la logica credo che sia dovuta al fatto che se stai aperto hai delle spese fisse (più altre variabili, che magari riesci a modulare a seconda dei flussi di clientela, ma non è detto: pensa alle materie prime di un ristorante, tu compri x kg di generi deperibili sulla base di quello che prevedi sia il tuo lavoro, ma se poi la gente non viene perché magari ha paura del virus che circola o non hai un buon servizio delivery/asporto, è roba che "sprechi", idem il cameriere che devi pagare uguale, vengano 10 o 100 persone al giorno). se invece chiudi, provi a risolvere il problema a lungo termine, avrai comunque dei costi fissi (affitto, alcune bollette, etc) ma quelle variabili vengono ridotte al minimo e magari per i dipendenti puoi usare la CiG. quando riapri, secondo questo studio, se il problema è grosso modo risolto, avrai maggiori entrate e in minor tempo.
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 8599
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » lun ott 26, 2020 2:25 pm

miggen ha scritto:L'ultimo grafico andrebbe esteso a ben prima del 2012, almeno di altri 15 anni :wink:
Qualche giorno fa ho sentito per radio un primario (non ricordo di quale ospedale) che sosteneva che la progressiva riduzione dei posti in TI e semintensiva in Italia fosse dovuto anche ad un costante progresso della medicina negli ultimi 20 anni: sostanzialmente molte operazioni e relativi decorsi, che fino a 10/15 anni fa necessitavano di un ricovero in TI o semi, con i miglioramenti nei trattamenti e nelle cure hanno consentito un minor utilizzo di quei reparti per molte patologie ed operazioni.
Questo, parole sue "non per assolvere le scelte dei governi di destra e sinistra che si sono succeduti negli ultimi 20 anni, ma per contestualizzare in parte i motivi alla base di determinate soluzioni adottate. Lo scenario di pandemia globale è chiaro che fa saltare il banco".


anche io ricordo dii aver letto qualcosa che diceva che negli anni 80 avevamo TI in linea con quelle di francia e germania. non so se sia vero così come non so se lo sia quello che sostiene il primario che citi tu ma a rigor di logica a senso riguardando il secondo grafico che ho messo e che ripropongo

Immagine

perchè il calo delle TI è un fattore comune anche alle altre nazioni

quello che cambia però, e che per me fa tutta la differenza del mondo, è il crollo della spezzata italiana (quella arancione) rispetto alle altre 2. spezzata che già in partenza è più bassa di quella di francia e germania e che invece di scendere meno che proporzionalmente (come ad esempio si vede nell'azzurro della spagna), lo fa più che proporzionalmente.
purtroppo mi sembra tutto abbastanza chiaro
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 2:29 pm

pocaluce ha scritto:
maxredo ha scritto:
Nickognito ha scritto:
di conseguenza e' proprio chi perde soldi che dovrebbe voler chiudere, per evitare di perdere ancora piu' soldi:


Perchè?
Se io ho un bar se chiudo ora magari sono senza soldi e non so come mantenere la famiglia.
Se non chiudo ci sono rischi di malattia ma rimango aperto e prendo soldi e sopravvio e nel frattempo fra un anno la pandemia magari è finita.


se non sbaglio nell'interpretare nickognito, c'era uno studio che faceva vedere come una chiusura "totale" era meglio sul lungo termine di chiusure a singhiozzo, riduzioni dell'orario, coprifuoco e quant'altro. la logica credo che sia dovuta al fatto che se stai aperto hai delle spese fisse (più altre variabili, che magari riesci a modulare a seconda dei flussi di clientela, ma non è detto: pensa alle materie prime di un ristorante, tu compri x kg di generi deperibili sulla base di quello che prevedi sia il tuo lavoro, ma se poi la gente non viene perché magari ha paura del virus che circola o non hai un buon servizio delivery/asporto, è roba che "sprechi", idem il cameriere che devi pagare uguale, vengano 10 o 100 persone al giorno). se invece chiudi, provi a risolvere il problema a lungo termine, avrai comunque dei costi fissi (affitto, alcune bollette, etc) ma quelle variabili vengono ridotte al minimo e magari per i dipendenti puoi usare la CiG. quando riapri, secondo questo studio, se il problema è grosso modo risolto, avrai maggiori entrate e in minor tempo.

Ma ragazzi, tanto apri o chiudi il virus non se ne va. Se ne andrà con i vaccini e nemmeno del tutto, probabilmente.
Perchè, secondo qualcuno qui dentro, le misure prese ieri faranno calare i contagi? :lol: :lol:
Chiudi o apri un bar non cambia quasi nulla. Poi non sto dicendo che non vada fatto niente, ma almeno usare un pò il cervello e non tirare i dati alla cazzo.

Avatar utente
On Cong
Gran Maestro
Messaggi: 1532
Iscritto il: gio mag 25, 2006 12:27 am
Località: [Back to] New York - USA

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda On Cong » lun ott 26, 2020 2:38 pm

chiaky ha scritto:Ma ragazzi, tanto apri o chiudi il virus non se ne va. Se ne andrà con i vaccini e nemmeno del tutto, probabilmente.
Perchè, secondo qualcuno qui dentro, le misure prese ieri faranno calare i contagi? :lol: :lol:
Chiudi o apri un bar non cambia quasi nulla. Poi non sto dicendo che non vada fatto niente, ma almeno usare un pò il cervello e non tirare i dati alla cazzo.

Chiaky, posto che secondo cambia eccome chiudere o tenere aperto, volevo dirti che ormai sono passate 2 settimane da quando abbiamo avuto il caso dello strumentista nell'orchestra ad Hong Kong. Non ha creato alcun focolaio. Nonostante gli orchestrali fossero senza mascherina (ma chiunque altro nel teatro la indossava), grazie alla ventilazione forzata (che penso non sia il massimo oggettivamente per l'acustica) e alle successive misure di contenimento, quarantena, controllo, ecc... non ci sono stati ulteriori stracichi.

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 13606
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » lun ott 26, 2020 2:42 pm

miggen ha scritto:
paoolino ha scritto:
chiaky ha scritto: non serve un approccio di buonsenso o di pancia, ma un approccio razionale. Le misure vanno prese sulla base dei dati”. E sono proprio i dati a mancare: “Dobbiamo capire dove avvengono i contagi, i dati del tracciamento ci sono e vanno a messi a disposizione della comunità scientifica - ha sottolineato - I contagi avvengono nei ristoranti? Nei bar? Nei cinema? Se non ci sono dati precisi, perché usare la falce e chiudere tutto? Il problema non si risolve a Natale, dovremo farci i conti probabilmente almeno per un anno”


E' quello che dicevo ieri mattina su cui Nickognito non mi ha capito.

Il problema è che il metodo con cui si è andati a fare i tamponi non aiuta in questo senso, perché andando solo su sintomatici e/o tracciamento a partire da positivi, abbiamo sempre campioni di tamponi non casuali.

Se si avessero circa 50.000 tamponi a settimana su campioni casuali disegnati in modo che siano rappresentativi per sesso/regione/fasce di età ci sarebbero delle indicazioni più precise di come muoversi.


Paolino, ma sulla falsa riga degli exit pool (con un campione statistico indicativo) o totalmente casuale?


Disegno campionario rappresentativo di alcuni parametri base della popolazione: Sesso/età/regione di domicilio
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18503
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » lun ott 26, 2020 2:42 pm

pocaluce ha scritto:
maxredo ha scritto:
Nickognito ha scritto:
di conseguenza e' proprio chi perde soldi che dovrebbe voler chiudere, per evitare di perdere ancora piu' soldi:


Perchè?
Se io ho un bar se chiudo ora magari sono senza soldi e non so come mantenere la famiglia.
Se non chiudo ci sono rischi di malattia ma rimango aperto e prendo soldi e sopravvio e nel frattempo fra un anno la pandemia magari è finita.


se non sbaglio nell'interpretare nickognito, c'era uno studio che faceva vedere come una chiusura "totale" era meglio sul lungo termine di chiusure a singhiozzo, riduzioni dell'orario, coprifuoco e quant'altro. la logica credo che sia dovuta al fatto che se stai aperto hai delle spese fisse (più altre variabili, che magari riesci a modulare a seconda dei flussi di clientela, ma non è detto: pensa alle materie prime di un ristorante, tu compri x kg di generi deperibili sulla base di quello che prevedi sia il tuo lavoro, ma se poi la gente non viene perché magari ha paura del virus che circola o non hai un buon servizio delivery/asporto, è roba che "sprechi", idem il cameriere che devi pagare uguale, vengano 10 o 100 persone al giorno). se invece chiudi, provi a risolvere il problema a lungo termine, avrai comunque dei costi fissi (affitto, alcune bollette, etc) ma quelle variabili vengono ridotte al minimo e magari per i dipendenti puoi usare la CiG. quando riapri, secondo questo studio, se il problema è grosso modo risolto, avrai maggiori entrate e in minor tempo.


Ma io dico, sempre dal punto di vista del singolo ristoratore non benestante...se chiudi oggi non sopravvivi, non c'è un domani, un lungo termine...se rimani aperto sopravvivi e in qualche modo arrivi al vaccino (o cmq vedi come chiudere l'attività senza perdite e fare altro in futuro)

LUCAGIAN
Massimo Carbone
Messaggi: 27747
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Torino
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda LUCAGIAN » lun ott 26, 2020 2:44 pm

Infatti bisognerebbe chiudere le scuole, chi può Smart working.
Ste due cose limiterebbero più possibile l’uso dei mezzi, che sono sempre strapieni e potenziali focolai.
Chiudere alle 18 un bar o un ristorante cambia poco la situazione

Quanto al generalizzare (dipendenti pubblici, chi ha il culo parato) mi viene da ridere.
Io non sono un dipendente pubblico, ho una tabaccheria e quindi una partita iva, ma mi auspico che ci sia una decisione drastica.
Vi assicuro che nonostante possa lavorare (sono restato chiuso due mesi a marzo e aprile) ho 2 mutui aperti per 2.000 euro e anche con lockdown lavorerei al 30% e quei soldi mi basterebbero giusto per pagare mutui e spese.
Ma la salute delle persone viene prima, nessuno calcola che non sappiamo gli effetti futuri sugli ammalati quindi non diciamo: ah e’ una cazzo di influenza e quando passa torno alla vita normale, perché non e’ così.
Ho parlato con un mio cliente che e’ stato ricoverato e mi diceva che nel reparto intensivo dove si trovava, su 80 persone circa la metà era gente sotto i 54 anni.
Io non ho sperperato e penso che la maggior parte delle persone possa campare anche se chiudono un altro mese

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31886
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » lun ott 26, 2020 2:47 pm

Per altro aggiungo che quando sei libero professionista( come me ad esempio) o cmq apri un attività( come mia madre ad esempio), sai che vai incontro al rischio di impresa. Ed il mercato tende già di suo a eliminare i deboli.
Per non parlare di quelli che dichiarano fallimento della SRLS costituita con 100 euro di capitale sociale, ti lasciano i debiti, ma poi continuano a campare come nulla fosse, tanto non incide su di loro.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 2:48 pm

On Cong ha scritto:
chiaky ha scritto:Ma ragazzi, tanto apri o chiudi il virus non se ne va. Se ne andrà con i vaccini e nemmeno del tutto, probabilmente.
Perchè, secondo qualcuno qui dentro, le misure prese ieri faranno calare i contagi? :lol: :lol:
Chiudi o apri un bar non cambia quasi nulla. Poi non sto dicendo che non vada fatto niente, ma almeno usare un pò il cervello e non tirare i dati alla cazzo.

Chiaky, posto che secondo cambia eccome chiudere o tenere aperto, volevo dirti che ormai sono passate 2 settimane da quando abbiamo avuto il caso dello strumentista nell'orchestra ad Hong Kong. Non ha creato alcun focolaio. Nonostante gli orchestrali fossero senza mascherina (ma chiunque altro nel teatro la indossava), grazie alla ventilazione forzata (che penso non sia il massimo oggettivamente per l'acustica) e alle successive misure di contenimento, quarantena, controllo, ecc... non ci sono stati ulteriori stracichi.


Quello che cambia è limitare leggermente il numero di contagi e forse intasare meno le TI, ma non risolvi certamente il problema covid. Parlo delle chiusure parziali.
Se fai chiusure totali come a marzo allora ok, rallenti di molto il contagio, ma anche li non lo risolvi e soprattutto non è sostenibile fare quel genere di chiusure totali per mesi. Le chiusure parziali risolvono poco e vanno comunque fatte intelligentemente.
Non conosco la vicenda dell'orchestra di HK. Comunque, voglio dire, l'orchestrale, l'attore o il cantante rischiano ovviamente, come rischia qualunque lavoratore. Anche alla Scala, a Santa Cecilia, a Bologna, a Bari, ci sono stati casi di covid nel coro/orchestra, così come ci sono stati casi di covid in tv (allora che si fa, chiudiamo la tv?) o in qualunque ufficio italiano.
La discriminante non è se io, cantante o se Gerry Scotti presentatore o se Maurizio Pollini concertista o se Sabrina Ferilli attrice ci contagiamo. La discriminante è se il pubblico che viene a vederci si contagia.
Si contagia? No. Ci sono i numeri. Nessun contagio al cinema e un contagio a teatro.
Franceschini ha citato il coro della Scala, come fosse quello il motivo. No caro, allora perchè non chiudi la tv dove si stanno contagiando tutti (dalla Marcuzzi a Scotti a quelli delle iene eccetera)o la serie A dove sono tutti infetti? Sono scuse del cazzo e prese in giro che non potremo perdonare. I cinema e i teatri hanno un pubblico, un pubblico che non si sta contagiando e sono attività che stanno prendendo protocolli di sicurezza eccezionali e seguiti alla lettera.

stefano61
FooLminato
Messaggi: 10073
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » lun ott 26, 2020 2:48 pm

chiaky ha scritto:
Non è da li che nascono contagi, non c'entra un tubo la gravità della situazione



Siamo di fronte a provvedimenti più di facciata che altro, è questo il vero problema. Ovviamente, erano abbastanza prevedibili, sapevamo che cinema e teatri erano a rischio chiusura appena la seconda ondata si fosse fatta sentire.

Che non siano misure di sostanza lo dice anche Ricciardi:

dal momento in cui hai un indice di contagio di 2,5 come ora in alcune parti del Paese, e hai decine di migliaia di focolai, non sei più in grado di contenerlo ma devi sempre mitigare. E diciamoci la verità, la mitigazione avviene solo con lockdown veri, non con queste misure che sono in qualche modo misure di facciata

https://www.repubblica.it/cronaca/2020/ ... 8-P3-S2-T1

"Le decisioni vanno prese prima. Io 2-3 settimane fa ho detto: 'siamo sulla lama del rasoio e dobbiamo prendere delle decisioni coraggiose, altrimenti ci troviamo ad avere 16mila casi prima di Natale'. In realtà non sono state prese né dallo Stato né dalle Regioni queste decisioni coraggiose che vanno ad anticipare il virus, non a inseguirlo.

In realtà, le cose vanno anche peggio di così, e siamo davvero in un mare di guai. La curva che si vede nel grafico mostrato da Franceschini è davvero molto brutta, e a sto punto occorrono misure davvero incisive:

Ci sono paesi come Francia e Spagna che sono fuori controllo, ora si può solo mitigare e per farlo ci vuole un lockdown serio e la chiusura delle scuole"..

chiaky
Utente dell' anno 2020
Messaggi: 16697
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda chiaky » lun ott 26, 2020 2:50 pm

LUCAGIAN ha scritto:Infatti bisognerebbe chiudere le scuole, chi può Smart working.
Ste due cose limiterebbero più possibile l’uso dei mezzi, che sono sempre strapieni e potenziali focolai.
Chiudere alle 18 un bar o un ristorante cambia poco la situazione

Quanto al generalizzare (dipendenti pubblici, chi ha il culo parato) mi viene da ridere.
Io non sono un dipendente pubblico, ho una tabaccheria e quindi una partita iva, ma mi auspico che ci sia una decisione drastica.
Vi assicuro che nonostante possa lavorare (sono restato chiuso due mesi a marzo e aprile) ho 2 mutui aperti per 2.000 euro e anche con lockdown lavorerei al 30% e quei soldi mi basterebbero giusto per pagare mutui e spese.
Ma la salute delle persone viene prima, nessuno calcola che non sappiamo gli effetti futuri sugli ammalati quindi non diciamo: ah e’ una cazzo di influenza e quando passa torno alla vita normale, perché non e’ così.
Ho parlato con un mio cliente che e’ stato ricoverato e mi diceva che nel reparto intensivo dove si trovava, su 80 persone circa la metà era gente sotto i 54 anni.
Io non ho sperperato e penso che la maggior parte delle persone possa campare anche se chiudono un altro mese


Un mese? Guarda che siamo a ottobre e ci sono 5mesi di inverno davanti, più la primavera (ti ricordi la primavera scorsa?).
Ecco... :D

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18503
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » lun ott 26, 2020 2:50 pm

LUCAGIAN ha scritto:Io non ho sperperato e penso che la maggior parte delle persone possa campare anche se chiudono un altro mese


Su questo hai ragione...anche perchè non si capisce perchè ci si possa permettere di stare chiusi 3 settimane ad agosto per le ferie e per una volta non farlo anche a novembre. Ma il problema è che qui si chiude e poi boh! Si è già chiuso e non si è risolto nulla...ci fossero delle assicurazioni che il sacrificio serve per risolvere tutto credo che tutti prenderebberlo la decisione più serenamente. Un sacrificio si può fare ma qui si rischia di chiudere fino a primavera!

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31886
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » lun ott 26, 2020 2:50 pm

stefano61 ha scritto:
Ci sono paesi come Francia e Spagna che sono fuori controllo, ora si può solo mitigare e per farlo ci vuole un lockdown serio e la chiusura delle scuole"..

se Francia e Spagna non chiudono, non lo farà l Italia.
Chest'è.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 133407
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » lun ott 26, 2020 2:52 pm

Gios ha scritto: mi sembra improbabile l'AdE vi venga poi a chiedere delucidazioni


a me sembra probabilissimo presto
Immagine
He/His/Him/Piron/Non-Geg

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 45249
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Alga » lun ott 26, 2020 2:52 pm

chiaky ha scritto:io, cantante


ok

chiaky ha scritto:Gerry Scotti presentatore


ok

chiaky ha scritto:Maurizio Pollini concertista


ok

chiaky ha scritto:Sabrina Ferilli attrice


:lol: :lol: :lol:
GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 31886
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » lun ott 26, 2020 2:52 pm

:lol:
Oh cmq Gerry Scotti si è contagiato, complimenti Chiaky :D
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

LUCAGIAN
Massimo Carbone
Messaggi: 27747
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Torino
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda LUCAGIAN » lun ott 26, 2020 2:52 pm

chiaky ha scritto:
LUCAGIAN ha scritto:Infatti bisognerebbe chiudere le scuole, chi può Smart working.
Ste due cose limiterebbero più possibile l’uso dei mezzi, che sono sempre strapieni e potenziali focolai.
Chiudere alle 18 un bar o un ristorante cambia poco la situazione

Quanto al generalizzare (dipendenti pubblici, chi ha il culo parato) mi viene da ridere.
Io non sono un dipendente pubblico, ho una tabaccheria e quindi una partita iva, ma mi auspico che ci sia una decisione drastica.
Vi assicuro che nonostante possa lavorare (sono restato chiuso due mesi a marzo e aprile) ho 2 mutui aperti per 2.000 euro e anche con lockdown lavorerei al 30% e quei soldi mi basterebbero giusto per pagare mutui e spese.
Ma la salute delle persone viene prima, nessuno calcola che non sappiamo gli effetti futuri sugli ammalati quindi non diciamo: ah e’ una cazzo di influenza e quando passa torno alla vita normale, perché non e’ così.
Ho parlato con un mio cliente che e’ stato ricoverato e mi diceva che nel reparto intensivo dove si trovava, su 80 persone circa la metà era gente sotto i 54 anni.
Io non ho sperperato e penso che la maggior parte delle persone possa campare anche se chiudono un altro mese


Un mese? Guarda che siamo a ottobre e ci sono 5mesi di inverno davanti, più la primavera (ti ricordi la primavera scorsa?).
Ecco... :D


Va beh fino a Natale e vedi come va. Poi si valuterà’.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 133407
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » lun ott 26, 2020 2:53 pm

maxredo ha scritto:
Nickognito ha scritto:
di conseguenza e' proprio chi perde soldi che dovrebbe voler chiudere, per evitare di perdere ancora piu' soldi:


Perchè?
Se io ho un bar se chiudo ora magari sono senza soldi e non so come mantenere la famiglia.
Se non chiudo ci sono rischi di malattia ma rimango aperto e prendo soldi e sopravvio e nel frattempo fra un anno la pandemia magari è finita.


se chiudi ora magari stai senza soldi per un mese e se non chiudi ora poi chiudi per quattro mesi, non e' che non chiudi :)
He/His/Him/Piron/Non-Geg

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22867
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda laplaz » lun ott 26, 2020 2:53 pm

chiaky ha scritto:Un mese? Guarda che siamo a ottobre e ci sono 5mesi di inverno davanti, più la primavera (ti ricordi la primavera scorsa?).
Ecco... :D


Prima di marzo non se ne esce. Mettiamoci l'anima in pace.

stefano61
FooLminato
Messaggi: 10073
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » lun ott 26, 2020 2:55 pm

Ombra84 ha scritto:
se Francia e Spagna non chiudono, non lo farà l Italia.



E' diventata una specie di gara a chi chiude di meno, e più tardi. Si è capito tutto di come funziona l' epidemia.... :)


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti