Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 5:39 pm

chiaky ha scritto:Non capivo però se parlavi della Scala nella comparazione o dell'Opera di Parigi.


non e che non capivi, ha fatto confusione lui :D #10#

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 5:42 pm

Nickognito ha scritto:
Pitone ha scritto:A me non disturba che parte delle mie tasse vada a sostenere e rendere fruibile a tanti, anche con meno possibilità, ciò che ha un alto valore culturale.
È ben altro che mi disturba.


be, nemmeno a me disturba, , pero' magari a uno che piace la danza rompe che alla danza nazionalmente credo si diano meno fondi rispetto a quelli che si danno, boh, al settimo teatro italiano per la lirica.

Ti informo che la Danza si fa nei teatri d'Opera, e quindi fanno parte del "complesso".
Va detto, però, che quasi tutti i teatri hanno tagliato i tersicorei per motivi di bilancio.
Anche noi.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 5:45 pm

ok, ma chiunque. Mettiamo che decidano di dare ai piccoli teatrini rionali il budget della lirica (in totale). Sai come sarebbero contenti. Non dico che lo farei (non lo farei), ma e' ovvio che tutti siamo contenti di pagare per qualcosa di bello. Il problema e' che, se non si parla di cifre, non ha senso.

Poi oh, basterebbe dare alla lirica i soldi di Alitalia e tutti contenti :)

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 5:50 pm

Nickognito ha scritto:ok, ma chiunque. Mettiamo che decidano di dare ai piccoli teatrini rionali il budget della lirica (in totale). Sai come sarebbero contenti. Non dico che lo farei (non lo farei), ma e' ovvio che tutti siamo contenti di pagare per qualcosa di bello. Il problema e' che, se non si parla di cifre, non ha senso.

Poi oh, basterebbe dare alla lirica i soldi di Alitalia e tutti contenti :)

Lo Stato dà i soldi a teatri di alta qualità. Chiaramente ha individuato una serie di Fondazioni, che per il loro alto valore artistico e culturale, sono indicati per portare avanti questo tipo di discorso.
Poi arrivano soldi anche a teatri di tradizione (tipo Regio di Parma, Bellini di Bari eccetera eccetera) che non sono Fondazioni liriche ma che fanno anche loro ottime cose, con masse artistiche però semistabili e quindi di qualità minore.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 5:56 pm

chiaky ha scritto:
Nickognito ha scritto:ok, ma chiunque. Mettiamo che decidano di dare ai piccoli teatrini rionali il budget della lirica (in totale). Sai come sarebbero contenti. Non dico che lo farei (non lo farei), ma e' ovvio che tutti siamo contenti di pagare per qualcosa di bello. Il problema e' che, se non si parla di cifre, non ha senso.

Poi oh, basterebbe dare alla lirica i soldi di Alitalia e tutti contenti :)

Lo Stato dà i soldi a teatri di alta qualità. Chiaramente ha individuato una serie di Fondazioni, che per il loro alto valore artistico e culturale, sono indicati per portare avanti questo tipo di discorso.
Poi arrivano soldi anche a teatri di tradizione (tipo Regio di Parma, Bellini di Bari eccetera eccetera) che non sono Fondazioni liriche ma che fanno anche loro ottime cose, con masse artistiche però semistabili e quindi di qualità minore.


Ho capito, ma e' una scelta. Come e' una scelta , che so, dare i soldi a possibili medaglie olimpiche o invece investirli in campetti di quartiere gratuiti.

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 5:57 pm

Meraviglioso.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 6:19 pm

consiglio:

visto quando saranno costosi e scomodi gli aerei e la situazione col virus, sto considerando di tornare in Italia.
Mi vorrei guardare attorno , anche per vedere se rispondono al mio CV per bei lavori. Pero' ho il dubbio che contattino il mio attuale ufficio per informazioni e non voglio proprio dire loro che mando il curriculum altrove.

Vi viene in mente una soluzione?

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 6:30 pm

Nickognito ha scritto:consiglio:

visto quando saranno costosi e scomodi gli aerei e la situazione col virus, sto considerando di tornare in Italia.
Mi vorrei guardare attorno , anche per vedere se rispondono al mio CV per bei lavori. Pero' ho il dubbio che contattino il mio attuale ufficio per informazioni e non voglio proprio dire loro che mando il curriculum altrove.

Vi viene in mente una soluzione?

Metti nel curriculum un nome inventato di azienda.
Per esempio, di che lavori alla Sukabaruka di Praga.
Tanto nessuna ditta italiana chiama a Praga per informazioni, ma figurati.
Se ti sgamano dai la colpa a me.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 6:37 pm

chiaky ha scritto:
Nickognito ha scritto:consiglio:

visto quando saranno costosi e scomodi gli aerei e la situazione col virus, sto considerando di tornare in Italia.
Mi vorrei guardare attorno , anche per vedere se rispondono al mio CV per bei lavori. Pero' ho il dubbio che contattino il mio attuale ufficio per informazioni e non voglio proprio dire loro che mando il curriculum altrove.

Vi viene in mente una soluzione?

Metti nel curriculum un nome inventato di azienda.
Per esempio, di che lavori alla Sukabaruka di Praga.


e grazie, allora il mio curriculum non vale piu' nulla.

Allora tu non scrivere che sei del Maggio, ma del Giugno di Compiobbi :D

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 6:41 pm

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:
Nickognito ha scritto:consiglio:

visto quando saranno costosi e scomodi gli aerei e la situazione col virus, sto considerando di tornare in Italia.
Mi vorrei guardare attorno , anche per vedere se rispondono al mio CV per bei lavori. Pero' ho il dubbio che contattino il mio attuale ufficio per informazioni e non voglio proprio dire loro che mando il curriculum altrove.

Vi viene in mente una soluzione?

Metti nel curriculum un nome inventato di azienda.
Per esempio, di che lavori alla Sukabaruka di Praga.


e grazie, allora il mio curriculum non vale piu' nulla.

Allora tu non scrivere che sei del Maggio, ma del Giugno di Compiobbi :D


Dai, segui il mio consiglio.

Avatar utente
babaoriley
FooLminato
Messaggi: 10228
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda babaoriley » sab mag 02, 2020 6:41 pm

Nickognito ha scritto:consiglio:

visto quando saranno costosi e scomodi gli aerei e la situazione col virus, sto considerando di tornare in Italia.
Mi vorrei guardare attorno , anche per vedere se rispondono al mio CV per bei lavori. Pero' ho il dubbio che contattino il mio attuale ufficio per informazioni e non voglio proprio dire loro che mando il curriculum altrove.

Vi viene in mente una soluzione?


d'accordo con chiaky, non penso proprio che dall'Italia si mettano a chiamare Praga per avere informazioni su di te.
Più facile che reperiscano info sulla tua azienda guardando il tuo profilo LinkedIn o che ti domandino in un eventuale colloquio perché vuoi cambiare.
Nel tuo attuale ufficio non sei tenuto a far sapere che stai cercando altro, l'unica accortezza è non attivare alert su Linkedin per i recruiter, da lì la tua azienda potrebbe scoprirlo. Ma anche se lo facessero, beh, sticazzi :)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 6:43 pm

Non lavoro per un'azienda, ma per la comunita' europea, non credo si mettano a cercare info :D
Molti chiamano per avere raccomandazioni. Pero', cosi' facendo, non mandero' mai nulla (o troppo tardi boh)

Avatar utente
babaoriley
FooLminato
Messaggi: 10228
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda babaoriley » sab mag 02, 2020 6:45 pm

e allora meglio ancora, figurati se un'azienda italiana chiama la comunità europea per raccogliere informazioni su di te :D

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 6:48 pm

babaoriley ha scritto:e allora meglio ancora, figurati se un'azienda italiana chiama la comunità europea per raccogliere informazioni su di te :D


ho capito, sono un fattorino di un'agenzia #10# , mica il presidente della commissione, possono chiedere come lavoro :D

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 7:01 pm

Nickognito ha scritto:
babaoriley ha scritto:e allora meglio ancora, figurati se un'azienda italiana chiama la comunità europea per raccogliere informazioni su di te :D


ho capito, sono un fattorino di un'agenzia #10# , mica il presidente della commissione, possono chiedere come lavoro :D

Ma nessuno sa l'inglese in italia e men che meno il ceco.
Chi chiama?
Vai tranquillo.

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » sab mag 02, 2020 7:04 pm

Che poi una potenziale Ditta che volesse assumerti deve chiamare mymag, non la tua azienda attuale.
E gli diciamo noi come lavori e quanto scrivi.
Tanto lo sappiamo che l'azienda è tutta una copertura.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 7:17 pm

chiaky ha scritto:Che poi una potenziale Ditta che volesse assumerti deve chiamare mymag, non la tua azienda attuale.
E gli diciamo noi come lavori e quanto scrivi.
Tanto lo sappiamo che l'azienda è tutta una copertura.

:lol:

Avatar utente
babaoriley
FooLminato
Messaggi: 10228
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda babaoriley » sab mag 02, 2020 7:18 pm

le referenze devi chiederle a picard e garfieldgnam2.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 7:24 pm

:lol:

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20620
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda alessandro » sab mag 02, 2020 7:46 pm

Nickognito ha scritto:Non lavoro per un'azienda, ma per la comunita' europea, non credo si mettano a cercare info :D
Molti chiamano per avere raccomandazioni. Pero', cosi' facendo, non mandero' mai nulla (o troppo tardi boh)

Per referenze metti i contatti di Ursula von der Leyen
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » sab mag 02, 2020 8:12 pm

alessandro ha scritto:
Nickognito ha scritto:Non lavoro per un'azienda, ma per la comunita' europea, non credo si mettano a cercare info :D
Molti chiamano per avere raccomandazioni. Pero', cosi' facendo, non mandero' mai nulla (o troppo tardi boh)

Per referenze metti i contatti di Ursula von der Leyen

:lol:

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16231
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda uglygeek » sab mag 02, 2020 8:51 pm

tuborovescio ha scritto:
uglygeek ha scritto:Ma se toccasse anche a me lavorare sempre da casa da marzo a ottobre, secondo me mi viene l'esaurimento nervoso. Vorrebbe dire stare perennemente in totale solitudine per almeno sette mesi.


My name is ugly
I live on the second floor
#1#

Ma non pensavi di tornare in Italia? :)

Non e' cosi' facile.
Per il viaggio, c'e' ancora la paura di prendere il virus nel tragitto e di portarlo a casa dei miei. Pero' magari e' un rischio che si puo' prendere a questo punto.
Poi c'e' il problema che se parto non so quando potrei tornare, quindi forse dovrei licenziarmi senza avere un altro lavoro in Italia. Cosa possibile, che andra' comunque fatta, ma questo vorrebbe dire liberare la casa, buttare i mobili, organizzare il trasloco, cose complicate da fare durante un lockdown.
Lavorare da casa in Italia sarebbe possibile, l'ho fatto per qualche giorno, ma non potrei farlo per mesi, non ho spazio in casa dei miei, forse dovrei affittare un ufficio o qualcosa di simile, anche questo complicato da fare in questo periodo. Poi lavorare dall'Italia per mesi e' anche illegale sia dal punto di vista del contratto che del visto.
Quindi e' tutto complicato, per ora aspetto e spero che le cose migliorino.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6002
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Monheim » sab mag 02, 2020 10:41 pm

babaoriley ha scritto:le referenze devi chiederle a picard e garfieldgnam2.

Hai dimenticato Godfather of Sex.

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 47662
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda fabio86 » sab mag 02, 2020 10:59 pm

Monheim ha scritto:
babaoriley ha scritto:le referenze devi chiederle a picard e garfieldgnam2.

Hai dimenticato Godfather of Sex.


Lui solo per i single.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6002
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Monheim » sab mag 02, 2020 11:51 pm

tuborovescio ha scritto:perché quasi tutti i professori riproducono il modello di insegnamento ricevuto
e molti genitori si aspettano che facciano così, in questo modo si sentono esperti di scuola.
Per questo ogni tentativo di riforma della scuola è completamente inutile,
Bisognerebbe approfittare di questo momento per rifondarla...

So per certo che per quel che attiene alla scuola dell'infanzia questo avverrà sia a livello di paritaria sia pubblica per esempio già riducendo il numero massimo di bambini per insegnante e quindi consentendo una didattica più efficace, efficiente e meno dispersiva.

Non so nulla riguardo a scuola primaria e secondaria.


uglygeek ha scritto:Quando lavoro da casa a me questo non succede :-?



Ma bisogna fare attenzione :D

:D

Che poi non è chiarissimissimo il motivo per cui in riunioni tra superiori e/o colleghi sia per forza richiesto il video.

Non lo ritengo indispensabile, insomma.

Poi, per carità, per colloquio di lavoro e sesso virtuale direi che è ancora più opportuno vedersi...

Finora il mio superiore, per le rapidissime comunicazioni di servizio, ci ha contattato solo a livello di chiamata vocale di gruppo e non mi è dispiaciuto particolarmente.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21725
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda NNick87 » dom mag 03, 2020 12:48 am

Nickognito ha scritto:consiglio:

visto quando saranno costosi e scomodi gli aerei e la situazione col virus, sto considerando di tornare in Italia.
Mi vorrei guardare attorno , anche per vedere se rispondono al mio CV per bei lavori. Pero' ho il dubbio che contattino il mio attuale ufficio per informazioni e non voglio proprio dire loro che mando il curriculum altrove.

Vi viene in mente una soluzione?


Ma quanti problemi ti fai? Metti sto cazzo di CV e non rompere le balle... #113#
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6002
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Monheim » dom mag 03, 2020 2:36 pm

uglygeek ha scritto:Riguardo il lavorare da casa, ho sentito che Amazon negli Stati Uniti avrebbe intenzione di prolungare direttamente fino ad Ottobre lo smart working, per chi puo' lavorare da casa. Non stanno neanche a rimandare mese per mese per vedere come la situazione evolve, se ne riparla ad ottobre e basta.
Altre ditte hanno piani diversi, e cercheranno di organizzare un ritorno degli impiegati in ditta. Un po' alla volta, senza fretta, ma si parla di giugno, luglio non certo di ottobre.
Ma se toccasse anche a me lavorare sempre da casa da marzo a ottobre, secondo me mi viene l'esaurimento nervoso. Vorrebbe dire stare perennemente in totale solitudine per almeno sette mesi.

Al di là della potenziale problematica di uglygeek, della palese preferenza di Monheim e di genitori tipo marat77 con figli a casa a scassare la uallera (tutte tre, volente o nolente, di rilevanza marginale nel complesso di un'azienda), qual è ragionevolmente il motivo per far tornare la gente in ufficio, con tutto funzionante a meraviglia anche da casa, se non dal momento in cui ci sarà una valida contromisura sia vaccino o cura o rimedio della nonna?

Perché si dovrebbe potenzialmente rischiare (il rischio zero non esiste)?

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » dom mag 03, 2020 3:29 pm

Monheim ha scritto: qual è ragionevolmente il motivo per far tornare la gente in ufficio, con tutto funzionante a meraviglia anche da casa, se non dal momento in cui ci sarà una valida contromisura sia vaccino o cura o rimedio della nonna?

Perché si dovrebbe potenzialmente rischiare (il rischio zero non esiste)?


qualunque sia, e' sbagliato.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6002
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Monheim » dom mag 03, 2020 3:41 pm

Già.

Se la produttività aziendale è immutata coi dipendenti a casa, non c'è davvero alcun valido motivo per farli tornare in ufficio prima di avere una soluzione efficace al contagio.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 62280
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda tennisfan82 » dom mag 03, 2020 8:29 pm

Poi lo smart working non è sempre la soluzione :D

Immagine
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » dom mag 03, 2020 8:36 pm

Aaaaah che raffinatezza meravigliosa.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16231
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda uglygeek » dom mag 03, 2020 8:36 pm

Monheim ha scritto:Al di là della potenziale problematica di uglygeek, della palese preferenza di Monheim e di genitori tipo marat77 con figli a casa a scassare la uallera (tutte tre, volente o nolente, di rilevanza marginale nel complesso di un'azienda), qual è ragionevolmente il motivo per far tornare la gente in ufficio, con tutto funzionante a meraviglia anche da casa, se non dal momento in cui ci sarà una valida contromisura sia vaccino o cura o rimedio della nonna?

Perché si dovrebbe potenzialmente rischiare (il rischio zero non esiste)?

Dal punto di vista dell'azienda, la gente e' in genere piu' produttiva in ufficio, su questo non ci sono molti dubbi.

Che poi le controindicazioni ora possano essere di piu', questo e' un altro discorso.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16231
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda uglygeek » dom mag 03, 2020 8:39 pm

chiaky ha scritto:Aaaaah che raffinatezza meravigliosa.

Che poi anche qui recita una parte, scrive quello che i suoi "fan" si aspettano che una pornostar scriva.
Io non ci credo proprio che le manchi il sesso in se', le mancheranno i soldi che guadagna facendo sesso.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12822
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda chiaky » dom mag 03, 2020 8:40 pm

uglygeek ha scritto:
chiaky ha scritto:Aaaaah che raffinatezza meravigliosa.

Che poi anche qui recita una parte, scrive quello che i suoi "fan" si aspettano che una pornostar scriva.
Io non ci credo proprio che le manchi il sesso in se', le mancheranno i soldi che guadagna facendo sesso.

Altamente probabile.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6002
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Monheim » dom mag 03, 2020 8:55 pm

uglygeek ha scritto:Dal punto di vista dell'azienda, la gente e' in genere piu' produttiva in ufficio, su questo non ci sono molti dubbi.

Posto che le aziende hanno i loro strumenti anche oggettivi e numerici per calcolare la produttività, io invece ho la sensazione che si stiano rendendo conto che il tuo/loro (?) assioma, perché da come dici mi sembra più tale/un tuo parere a meno che tu me lo smentisca senza se e senza ma fornendo dati (e a quel punto alzerò le mani e ti darò ragione), non sia poi così vero o quantomeno non così "senza molti dubbi".

Nel nostro piccolo potremmo iniziare ad analizzare il microscopico campione statistico di riferimento che rappresentiamo: come procede dove lavorate?
Si son lamentati dall'alto per via di riscontrata minor produttività?

Per quanto riguarda il mio caso, gira tutto a meraviglia e anzi pare proprio siano molto soddisfatti del nostro operato.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16231
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda uglygeek » dom mag 03, 2020 9:06 pm

Monheim ha scritto:
uglygeek ha scritto:Dal punto di vista dell'azienda, la gente e' in genere piu' produttiva in ufficio, su questo non ci sono molti dubbi.

Posto che le aziende hanno i loro strumenti anche oggettivi e numerici per calcolare la produttività, io invece ho la sensazione che si stiano rendendo conto che il tuo/loro (?) assioma, perché da come dici mi sembra più tale/un tuo parere a meno che tu me lo smentisca senza se e senza ma fornendo dati (e a quel punto alzerò le mani e ti darò ragione), non sia poi così vero o quantomeno non così "senza molti dubbi".

Nel nostro piccolo potremmo iniziare ad analizzare il microscopico campione statistico di riferimento che rappresentiamo: come procede dove lavorate?
Si son lamentati dall'alto per via di riscontrata minor produttività?

Per quanto riguarda il mio caso, gira tutto a meraviglia e anzi pare proprio siano molto soddisfatti del nostro operato.

Te lo smentisco senza se e senza ma. So di aziende che da questi due mesi hanno gia' ricavato dati molto precisi, che di certo non pubblicano ma di cui parlano in meeting interni aperti ai dipendenti. Dicono che la produttivita' e' effettivamente piu' bassa pero' non si lamentano perche' la situazione e' quella che e' e ognuno fa quello che puo'. Ma, solo per fare un esempio, Google ha interrotto lo sviluppo del browser Chrome per diverse settimane.

In questa particolare situazione poi incide molto il fatto che non sia solo remote working ma un vero lockdown per cui la gente si trova i figli a casa da gestire, da aiutare nelle lezioni via videoconferenza, a cui preparare da mangiare, ecc. Non si puo' nemmeno andare fuori per mangiare qualcosa, bisogna perdere tempo per cucinare. E questo vale anche per manager di livello altissimo che normalmente avrebbero diverse persone per casa addette a queste mansioni ma che con il coronavirus si trovano a dover fare tutto in famiglia.
A parte questo, il lockdown in se' porta via molte energie nervose, tutti sono piu' stanchi e stressati. Uno che lavora nella mia ditta, molto famoso nell'ambiente, ha twittato che "Lavoro da remoto da 15 anni, e non ho mai avuto problemi. Sei settimane che lavoro da casa in lockdown e ho gia' i primi sintomi di esaurimento nervoso. State molto attenti, fate attenzione alla vostra salute mentale."

Quindi questo forse non e' nemmeno il periodo giusto per fare delle vere valutazioni sulla produttivita' del lavoro da casa. Pero' le valutazioni che hanno fatto non sono cosi' positive: la produttivita' cala, e allo stesso tempo la qualita' della vita degli impiegati peggiora, cosa che pone altri problemi all'azienda perche' in questi meeting interni si alzano forti lamentele sul deterioramento del "Work-life balance".

Poi non e' che in un'azienda di solito le persone di solito abbiano una pila di pratiche da sbrigare da soli senza parlare con nessuno, come Fantozzi nei suoi film. Il lavoro e' anche collaborazione, discussione di idee, eccetera. Hai voglia a fare meeting su Teams o Zoom, non sara' mai come vedersi di persona davanti ad una lavagna.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6002
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Monheim » dom mag 03, 2020 11:24 pm

Eh, infatti, i dati sono drogati dall'appunto che c'è chiusura, con tutte le rotture di coglioni connesse che hai segnalato sia a livello di salute mentale, stanchezza e stress personale sia per figli in casa e mancanza di servitù (non vive più in casa come i maggiordomi nei film? :D).

Di conseguenza non abbiamo un riscontro attendibile con confronto tra lavoro da casa e in ufficio in assenza di pandemia.

Quanto alle videochiamate non la stessa cosa di vedersi di persona davanti a una lavagna, sarà...
Per me non necessariamente e forse è questo che oltre ai rapporti sociali coi colleghi ci divide tra io sostenitore del lavoro da casa e tu no.
Penso, inoltre, che le nuove generazioni, sempre più abituate a incontrarsi e lavorare online, siano più d'accordo con me perciò portando acqua al mio mulino in ottica futura quando tu magari sarai già felicemente pensionato. :wink:

Secondo me solo fare l'amore/sesso virtualmente non è e sarà mai come farlo dal vivo. (ciao Capitan Ovvio)
Anzi, il sesso virtuale può fungere da palliativo che può anche farti più incazzare che piacere. Della serie: "Per fare così piuttosto lasciamo perdere, masturbiamoci coi porno e buonanotte. Saremo ancora più affamati quando ci vedremo dal vivo".

Per il resto bene o male, pur preferendo sparare cazzate di persona, non mi cambia poi così tanto interagire (temporaneamente, eh, mica voglio una vita virtuale!) in videochiamata.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16231
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda uglygeek » dom mag 03, 2020 11:46 pm

Monheim ha scritto:Eh, infatti, i dati sono drogati dall'appunto che c'è chiusura, con tutte le rotture di coglioni connesse che hai segnalato sia a livello di salute mentale, stanchezza e stress personale sia per figli in casa e mancanza di servitù (non vive più in casa come i maggiordomi nei film? :D).

Di conseguenza non abbiamo un riscontro attendibile con confronto tra lavoro da casa e in ufficio in assenza di pandemia.

Quanto alle videochiamate non la stessa cosa di vedersi di persona davanti a una lavagna, sarà...
Per me non necessariamente e forse è questo che oltre ai rapporti sociali coi colleghi ci divide tra io sostenitore del lavoro da casa e tu no.
Penso, inoltre, che le nuove generazioni, sempre più abituate a incontrarsi e lavorare online, siano più d'accordo con me perciò portando acqua al mio mulino in ottica futura quando tu magari sarai già felicemente pensionato. :wink:

Credo che, negli Stati Uniti, almeno, nemmeno persone che guadagnano decine di milioni di dollari l'anno abbiano servitu' che vive in casa. Hanno persone che vanno a lavorare a casa loro tutti i giorni, ma il maggiordomo che vive li' credo sia una cosa del passato. Ma e' un dettaglio.

I dati sono sicuramente drogati dalla chiusura totale, bisognera' fare valutazioni in condizioni meno al limite.

Non c'e' dubbio che in futuro si diffondera' di piu' il telelavoro, questo evento ha dato a molte aziende la ragione di attrezzarsi, che lo volessero o meno. Sara' un'opzione molto utile da avere in certi casi. Ma questo non vuol dire che il telelavoro non sia meno produttivo o stressante che lavorare in ufficio nella maggior parte dei casi. Poi un conto e' poter lavorare da casa un giorno la settimana, un conto e' farlo sempre e andare in ufficio due giorni al mese. Poter lavorare da casa una volta ogni tanto e' utile per quasi tutti.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128579
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Nickognito » lun mag 04, 2020 8:25 am

Chi produce plastica intanto si sta arricchendo in modo clamoroso. Produrla oggi costa meno dopo il crollo del petrolio, mentre la domanda e' aumentata esponenzialmente perche' la gente si fa consegnare a casa un sacco di roba di plastica.

Grass
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 737
Iscritto il: mar dic 10, 2002 3:21 pm

Re: Coronavirus: chi di voi sta lavorando?

Messaggioda Grass » lun mag 04, 2020 8:38 am

Nickognito ha scritto:perche' la gente si fa consegnare a casa un sacco di roba di plastica.


"questa epidemia ci insegnerà ad apprezzare l'essenziale" :roll:


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 23 ospiti