La verità, vi prego, su Linkedin

Tutto sul mondo dei PC e dei videogiochi e degli altri prodotti tecnologici.
Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9907
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda babaoriley » sab lug 06, 2019 5:16 pm

Serve? è una fuffa?
E' bene iscriversi anche se non sei un ingegnere, informatico, bancario? (al momento mi sembrano le uniche categorie alla quale può servire).
Nickognito mi ha già gentilmente espresso il suo parere e ovviamente mi invita a usarlo, voi?

Tralatro mi pare macchinosissimo da compilare, mi sono già stufata alla seconda riga.
Boh, sono confusa

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 5019
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Paolo79 » sab lug 06, 2019 5:21 pm

senza dubbio si, se usato bene da un enorme valore aggiunto, vale ormai quasi quanto un cv se non di più. basti pensare che le aziende quando assumono vanno SEMPRE a sbirciare il profilo linkedin del candidato, anche se il processo di selezione é avvenuto tramite altri metodi.
io non sono un grosso utilizzatore, perché fondamentalmente sono soddisfatto del lavoro che ho, ma mia moglie che ha cambiato lavoro di recente é stata proprio contattata tramite linkedin da un headhunter
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 13335
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda uglygeek » dom lug 07, 2019 11:34 am

babaoriley ha scritto:Serve? è una fuffa?
E' bene iscriversi anche se non sei un ingegnere, informatico, bancario? (al momento mi sembrano le uniche categorie alla quale può servire).
Nickognito mi ha già gentilmente espresso il suo parere e ovviamente mi invita a usarlo, voi?

Tralatro mi pare macchinosissimo da compilare, mi sono già stufata alla seconda riga.
Boh, sono confusa

Io ho trovato quasi tutti i miei lavori con LinkedIn, sono stato contattato da recruiter. Pero' io sono un informatico, e' una categoria per cui certamente serve, per altre categorie non saprei.

Anche scrivere bene un CV costa tempo e fatica, anzi compilare le form di LinkedIn costituisce un'ottimo punto di partenza per questo.
C'e' grossa crisi.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9907
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda babaoriley » dom lug 07, 2019 3:16 pm

grazie per le risposte esaustive, ho deciso di provarci (tanto è gratis e comunque posso sempre cancellare l'utenza) anche se ho la sensazione che nessuno mi verrà mai a cercare lì. :)

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20816
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda NNick87 » dom lug 07, 2019 3:22 pm

Per me oggi è essenziale. Non averlo ti preclude dicitura mente una serie di opportunità.

Dall’altro lato deve essere curato. Non è sufficiente compilare i campi e poi lasciar fare alla provvidenza.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20816
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda NNick87 » dom lug 07, 2019 3:25 pm

Ovviamente come ogni bravo Millenial sono già andato a stalkerarti. :D
Metti subito una foto profilo! :lol:
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9907
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda babaoriley » dom lug 07, 2019 3:28 pm

ecco perché non mi convince del tutto Linkedin, la gente si va a leggere la mia vita lavorativa e questo mi mette a disagio :D
Almeno su Facebook decido io cosa condividere (cazzate prevalentemente)
Anche la foto, che palle. Non ho mai messo una foto sul cv, tantissimi anni fa, studiavo ancora, mi contattarono per una posizione lavorativa chiedendo se al cv potevo allegare una foto a figura intera (non era per un lavoro di hostess). Mai risposto, ovviamente.

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 13335
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda uglygeek » dom lug 07, 2019 3:55 pm

babaoriley ha scritto:ecco perché non mi convince del tutto Linkedin, la gente si va a leggere la mia vita lavorativa e questo mi mette a disagio :D
Almeno su Facebook decido io cosa condividere (cazzate prevalentemente)
Anche la foto, che palle. Non ho mai messo una foto sul cv, tantissimi anni fa, studiavo ancora, mi contattarono per una posizione lavorativa chiedendo se al cv potevo allegare una foto a figura intera (non era per un lavoro di hostess). Mai risposto, ovviamente.

Io la foto nel profilo LinkedIn non l’ho mai messa, non sembra fare nessuna differenza.
C'e' grossa crisi.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20816
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda NNick87 » dom lug 07, 2019 5:50 pm

uglygeek ha scritto:
babaoriley ha scritto:ecco perché non mi convince del tutto Linkedin, la gente si va a leggere la mia vita lavorativa e questo mi mette a disagio :D
Almeno su Facebook decido io cosa condividere (cazzate prevalentemente)
Anche la foto, che palle. Non ho mai messo una foto sul cv, tantissimi anni fa, studiavo ancora, mi contattarono per una posizione lavorativa chiedendo se al cv potevo allegare una foto a figura intera (non era per un lavoro di hostess). Mai risposto, ovviamente.

Io la foto nel profilo LinkedIn non l’ho mai messa, non sembra fare nessuna differenza.

Mi sembra un campione poco attendibile quello composto solo da te :D

Al netto di situazioni che puzzano di illegalità tipo la foto a figura intera, provate a mettervi nei panni di un azienda che cerca su Linkedin qualcuno da assumere.
Come appare un profilo senza foto, o senza descrizione, o senza esperienze lavorative o senza formazione? In pratica la persona che dovrei assumere, crea un profilo ma omette informazioni che nel profilo sono consigliate. A me nascerebbero dubbi sulla trasparenza della persona.
Considerando anche che nella maggior parte dei casi, la scelta non è strettamente legata alle competenze specifiche (perchè spesso ci sono più persone con cometenze specifiche paragonabili per il ruolo cercato) la parte umana diventa importante e un social che è per definizione privvo del rapporto umano, la foto può essere utile.

Diciamo che ci vedo più controindicazioni a non metterla che a metterla.

Riguardo al fatto che tutti possono vedere le tue esperienze lavorative. Prima cosa vedi chi visualizza il tuo profilo, anche se ultimamente per promuovere la versione premium sta oscurando un po' di più soprattutto i nomi delle aziende. In secondo luogo beh apri un profilo linkedin proprio per far vedere le tue esperienze lavorative.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 13335
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda uglygeek » dom lug 07, 2019 6:28 pm

NNick87 ha scritto:
uglygeek ha scritto:
babaoriley ha scritto:ecco perché non mi convince del tutto Linkedin, la gente si va a leggere la mia vita lavorativa e questo mi mette a disagio :D
Almeno su Facebook decido io cosa condividere (cazzate prevalentemente)
Anche la foto, che palle. Non ho mai messo una foto sul cv, tantissimi anni fa, studiavo ancora, mi contattarono per una posizione lavorativa chiedendo se al cv potevo allegare una foto a figura intera (non era per un lavoro di hostess). Mai risposto, ovviamente.

Io la foto nel profilo LinkedIn non l’ho mai messa, non sembra fare nessuna differenza.

Mi sembra un campione poco attendibile quello composto solo da te :D

Al netto di situazioni che puzzano di illegalità tipo la foto a figura intera, provate a mettervi nei panni di un azienda che cerca su Linkedin qualcuno da assumere.
Come appare un profilo senza foto, o senza descrizione, o senza esperienze lavorative o senza formazione? In pratica la persona che dovrei assumere, crea un profilo ma omette informazioni che nel profilo sono consigliate. A me nascerebbero dubbi sulla trasparenza della persona.
Considerando anche che nella maggior parte dei casi, la scelta non è strettamente legata alle competenze specifiche (perchè spesso ci sono più persone con cometenze specifiche paragonabili per il ruolo cercato) la parte umana diventa importante e un social che è per definizione privvo del rapporto umano, la foto può essere utile.

Diciamo che ci vedo più controindicazioni a non metterla che a metterla.

Riguardo al fatto che tutti possono vedere le tue esperienze lavorative. Prima cosa vedi chi visualizza il tuo profilo, anche se ultimamente per promuovere la versione premium sta oscurando un po' di più soprattutto i nomi delle aziende. In secondo luogo beh apri un profilo linkedin proprio per far vedere le tue esperienze lavorative.

Penso che dipenda molto dal tipo di lavoro, se sei a contatto con il pubblico o i clienti probabilmente l'azienda vuole anche farsi un'idea sull'aspetto del candidato, ma per altri lavori non dovrebbe contare nulla e anzi basarsi sull'immagine apre il fianco al rischio di discriminazioni antipatiche.
Poi in generale, che io sappia, senza LinkedIn si mandavano i CV che di solito non hanno una foto quindi non capisco perche' dovrei mettela su LinkedIn. Anche se e' vero che la maggior parte dei profili hanno una foto.
Invece ovviamente vanno messi tutti i dettagli sull'esperienza lavorativa e sulla formazione.
C'e' grossa crisi.

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato
Messaggi: 11967
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda pocaluce » dom lug 07, 2019 6:39 pm

babaoriley ha scritto:Serve? è una fuffa?
E' bene iscriversi anche se non sei un ingegnere, informatico, bancario? (al momento mi sembrano le uniche categorie alla quale può servire).
Nickognito mi ha già gentilmente espresso il suo parere e ovviamente mi invita a usarlo, voi?

Tralatro mi pare macchinosissimo da compilare, mi sono già stufata alla seconda riga.
Boh, sono confusa


serve molto, anche se non hai un profilo "tecnico" come quelli da te citati. chiaramente, più la tua professione è "comune" e meno probabilità ci sono di essere contattati dai datori di lavori o head hunter vari, però sicuramente è un ottimo strumento per trovare le varie offerte di lavoro della tua area di competenza e fare le application direttamente da linkedin o eventualmente dal sito dell'azienda.
per darti una misura, io sono iscritto penso da un sette-otto anni pur avendo più o meno sempre avuto lavori stabili: ovviamente lavorando nell'assistenza clienti (quindi non da ingegnere o informatico), non è che ci fosse la fila a contattarmi, però 5 o 6 contatti da head hunter negli anni sono arrivate (a onor del vero, soprattutto dall'estero). poi l'anno scorso sono rimasto a spasso e ho cercato lavoro praticamente solo tramite linkedin, impostando dei filtri di ricerca piuttosto blandi, tra l'altro: fai la application in maniera abbastanza semplice, poi ovviamente il processo di selezione va avanti normalmente, io sono arrivato a tre offerte di lavoro per application fatte su linkedin in quattro mesi, compresa quella che poi ho accettato.
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 5019
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Paolo79 » dom lug 07, 2019 6:51 pm

avevo visto un video su Youtube una volta che parlava del cv che conta sempre meno e di linkedin che conta sempre di più, se lo ritrovo lo posto, era di Montemagno credo
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 42994
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda fabio86 » dom lug 07, 2019 7:00 pm

Nel mio settore ad esempio conta meno, perchè gli studi privati in Italia prediligono ancora canali diversi (che spesso è il classico 'giro voce' di amici o conoscenti colleghi :) ). E anche le catene in franchising non assumono spesso tramite Linkedin.
Per quanto riguarda aziende di altri settori credo sia diverso, da quello che dite.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » dom lug 07, 2019 8:25 pm

Linkedin per alcune professioni e' uno strumento essenziale, per altre molto utile, per altre ancora molto meno.

La foto pure a me non e' mai servita. In generale e' meglio averla, ma e' meglio nulla di una foto che scoraggi, perche' fatta male o perche' comunica negativita', diciamo. La foto puo' per me causare anche problemi se rivela una eta' eccessiva, e' tanto piu' da mettere se si e' invece attraenti.

La foto e' solo uno di mille dettagli, ci sono molti siti che consigliano come crearsi un profilo e molti sono validi. Il mio consiglio e' di cercare conoscenti del settore dove si cerca, possibilmente di buon livello, e vedere come e' il loro profilo. Trovo linkedin ottimo anche per cercare offerte di lavoro e mandare un curriculum. Pero' molto dipende dal settore. Peraltro, al giorno d' oggi, visto che non siamo tutti Brad Pitt e cerchiamo come attore, si puo' anche cambiarlo il settore e tanto piu' linkedin e' utile.

Fare un bel profilo e' faticoso, ma ancora piu' faticoso e' creare diversi buoni CV adattati ad ogni offerta diversa. Trovare lavoro e' un lavoro frustrante, ma spesso e' molto utile farlo bene, senza scoraggiarsi mai, mai, MAI :D
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » dom lug 07, 2019 8:45 pm

A me sta cosa della foto, peculiarità/richiesta tipicamente italica (?), genera sommo fastidio nonché sconforto ovviamente visto che parliamo di ruoli in cui non ha alcuna rilevanza l'aspetto fisico.
Utilità? Un seguace di Lombroso la analizza per vedere se hai tratti controversi?

Allegherei il pezzo di Stanhope Il razzismo verso i brutti se solo fosse ancora possibile vederlo su YouTube.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » dom lug 07, 2019 9:00 pm

Monheim ha scritto:A me sta cosa della foto, peculiarità/richiesta tipicamente italica (?),


qua in Cechia per un lavoro di call center dove non ti vede nessuno l'aspetto fisico, anche di un uomo, aiuta veramente molto. Semmai serve molto meno per un lavoro di alto livello con certe competenze, ma conta comunque presentarti in un certo modo.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » lun lug 08, 2019 12:46 pm

Nickognito ha scritto:
Monheim ha scritto:A me sta cosa della foto, peculiarità/richiesta tipicamente italica (?),


qua in Cechia per un lavoro di call center dove non ti vede nessuno l'aspetto fisico, anche di un uomo, aiuta veramente molto.

Inquietante. Non che mi stupisca, neh.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9907
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda babaoriley » lun lug 08, 2019 8:32 pm

NNick87 ha scritto: In secondo luogo beh apri un profilo linkedin proprio per far vedere le tue esperienze lavorative.


certamente hai ragione ma quello che mi infastidisce un pò è che bene o male chiunque iscritto a linkedin (quindi non necessariamente recruiter interessati alla tua figura professionale) possano andarsi a leggere la tua vita lavorativa giusto per farsi un pò di cazzi tuoi.
Io l'ho visto fare parecchie volte da amici/colleghi, sbirciare subito anche su linkedin per raccogliere informazioni su qualcuno.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9907
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda babaoriley » lun lug 08, 2019 8:35 pm

Monheim ha scritto:A me sta cosa della foto, peculiarità/richiesta tipicamente italica (?),


credo di sì, un pò come la data di nascita (non ricordo in quale paese estero è considerato discriminatorio e quindi non va messa in un cv).

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 13335
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda uglygeek » lun lug 08, 2019 11:18 pm

babaoriley ha scritto:
NNick87 ha scritto: In secondo luogo beh apri un profilo linkedin proprio per far vedere le tue esperienze lavorative.


certamente hai ragione ma quello che mi infastidisce un pò è che bene o male chiunque iscritto a linkedin (quindi non necessariamente recruiter interessati alla tua figura professionale) possano andarsi a leggere la tua vita lavorativa giusto per farsi un pò di cazzi tuoi.
Io l'ho visto fare parecchie volte da amici/colleghi, sbirciare subito anche su linkedin per raccogliere informazioni su qualcuno.

Non credo che tutti possano vedere tutto il tuo profilo. Credo possano farlo solo chi ha abbonamento premium (in genere recruiter) e poi i tuoi contatti e forse i contatti dei tuoi contatti. Tutti gli altri dovrebbero vedere solo una versione molto sintetica dei tuoi dati e delle tue esperienze professionali.

Peraltro, visto che parliamo di LinkedIn e quindi in pratica di un curriculum preparato da te, avere accesso alla storia professionale di una persona in genere non mi pare una cosa così grave dal punto di vista della privacy. Ben diverso sarebbe accesso a Facebook, con la storia di amici, partner, vacanze e tutti gli altri fatti privati.
C'e' grossa crisi.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » mar lug 09, 2019 1:35 pm

babaoriley ha scritto:
Monheim ha scritto:A me sta cosa della foto, peculiarità/richiesta tipicamente italica (?),


credo di sì, un pò come la data di nascita (non ricordo in quale paese estero è considerato discriminatorio e quindi non va messa in un cv).

In Regno Unito è così.
Altrove non so, mi spiace.

Va da sé, come già detto, che se uno ha un'esperienza lavorativa attinente nel 1986, difficilmente avrà 37 anni...

A ogni modo, funziona bene.


uglygeek ha scritto:
babaoriley ha scritto:
NNick87 ha scritto: In secondo luogo beh apri un profilo linkedin proprio per far vedere le tue esperienze lavorative.


certamente hai ragione ma quello che mi infastidisce un pò è che bene o male chiunque iscritto a linkedin (quindi non necessariamente recruiter interessati alla tua figura professionale) possano andarsi a leggere la tua vita lavorativa giusto per farsi un pò di cazzi tuoi.
Io l'ho visto fare parecchie volte da amici/colleghi, sbirciare subito anche su linkedin per raccogliere informazioni su qualcuno.

Non credo che tutti possano vedere tutto il tuo profilo. Credo possano farlo solo chi ha abbonamento premium (in genere recruiter) e poi i tuoi contatti e forse i contatti dei tuoi contatti. Tutti gli altri dovrebbero vedere solo una versione molto sintetica dei tuoi dati e delle tue esperienze professionali.

Peraltro, visto che parliamo di LinkedIn e quindi in pratica di un curriculum preparato da te, avere accesso alla storia professionale di una persona in genere non mi pare una cosa così grave dal punto di vista della privacy. Ben diverso sarebbe accesso a Facebook, con la storia di amici, partner, vacanze e tutti gli altri fatti privati.

Son d'accordo che sia fastidioso assai essere alla mercé del mondo però, se non erro, almeno c'è modo di vedere chi ha visualizzato il tuo profilo qualora questi abbia un account.

E comunque pare sia pratica diffusa dei selezionatori anche frugare sui profili Facebook eccetera. Tremendo ma vero.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 5019
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Paolo79 » mar lug 09, 2019 1:43 pm

Paolo79 ha scritto:avevo visto un video su Youtube una volta che parlava del cv che conta sempre meno e di linkedin che conta sempre di più, se lo ritrovo lo posto, era di Montemagno credo


eccolo qui

https://www.youtube.com/watch?v=NRYYSDfEvnI
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » mar lug 09, 2019 1:48 pm

Monheim ha scritto:
E comunque pare sia pratica diffusa dei selezionatori anche frugare sui profili Facebook eccetera. Tremendo ma vero.


perche' tremendo? Facebook e' un sito fatto apposta per pubblicizzarti online fregandoti della privacy e puoi pure rendere quasi tutto invisibile a chi non vuoi. Se uno ha un account facebook visibile a tutti significa che vuole proprio che sconosciuti si facciano i cazzi suoi, quindi sara' contento.

Tremendo sarebbe che vadano a vedere le foto del tuo cellulare, boh.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » mar lug 09, 2019 2:43 pm

Paolo79 ha scritto:
Paolo79 ha scritto:avevo visto un video su Youtube una volta che parlava del cv che conta sempre meno e di linkedin che conta sempre di più, se lo ritrovo lo posto, era di Montemagno credo


eccolo qui

https://www.youtube.com/watch?v=NRYYSDfEvnI


Lo avevo visto dato che ogni tanto butto un occhio sul canale dell'ex pongista top5 d'Italia che non di rado semplifica un po' troppo a mio avviso.

Copio e incollo due commenti significativi al video.

"M. Scwheiz
1 mese fa (modificato)
Marco, é interessante il video, ma non tiene conto di una cosa fondamentale : mediamente, quando una persona normale cerca lavoro, qualsiasi sia il settore, se ne strafrega di quale sarà la società dove andrà a lavorare (ovvio, sto un po' estremizzando), l'importante è essere presi.

Una persona nella merda cercherà di uscire al piu' presto da quella situazione, quindi che sia un'azienda o un'altra, poco importa (sempre escludendo casi particolari). Di base, il discorso di dire "voglio lavorare assolutamente in QUELLA azienda li", non sta molto in piedi (mettiamo un gommista a caso, un supermercato a caso, un'azienda di piastrelle..insomma, lavori normali), perché magari una vale l'altra.

A mio parere il tuo video si puo' applicare a lavori e cercatori di lavoro particolari e molto qualificati, ma sulla massa dei disoccupati che cercano indistintamente lavoro, non credo.

Oltretutto, il fatto che uno deve sempre "apportare qualcosa di particolare" all'azienda, è un falso mito (talvolta anche assai irritante): la gran parte dei lavori non dirigenziali, o peggio ancora, manuali, é di tipo ripetitivo e non lascia spazio ad alcuna inventiva o deviazione dalle procedure in uso quindi, mediamente, la questione è solo teorica e non si pone piu' dopo il 1 giorno di lavoro.

In tutti questi casi, che poi saranno almeno l'80% del totale, a mio avviso, per un' azienda conta molto di piu' l'affidabiltà e l'idea di prospettiva del candidato, che tutte le sue eventuali possibili idee e l'inventiva che possano apportare quel teorico "plus" all'azienda.

A mio modo di vedere, ovviamente.

Luca Bellana
1 mese fa (modificato)
In teoria, il pubblico "ideale" di Montemagno è composto da imprenditori, creativi, comunicatori.. tutti pazzi furiosi! Chiaramente il messaggio non è pensato per il meccanico o per il pizzaiolo, anche se il messaggio di fondo è lo stesso per tutti: il pizzaiolo (come disse Monti) invece di mandare il cv via email potrebbe preparare una pizza e portarla al potenziale datore di lavoro per dimostrare le sue qualità, per esempio."



Nickognito ha scritto:
Monheim ha scritto:
E comunque pare sia pratica diffusa dei selezionatori anche frugare sui profili Facebook eccetera. Tremendo ma vero.


perche' tremendo? Facebook e' un sito fatto apposta per pubblicizzarti online fregandoti della privacy e puoi pure rendere quasi tutto invisibile a chi non vuoi. Se uno ha un account facebook visibile a tutti significa che vuole proprio che sconosciuti si facciano i cazzi suoi, quindi sara' contento.

Tremendo sarebbe che vadano a vedere le foto del tuo cellulare, boh.

Facebook non è un sito fatto apposta per pubblicizzarti online.
Detto ciò, è corretto e concordo con quel che affermi riguardo alla privacy a cui molti non sono minimamente attenti e/o se ne fregano.
Penso ci sia più disattenzione rispetto al desiderio/menefreghismo riguardo al fatto che chiunque possa farsi i cazzi loro.

Tremendo che uno non possa essere comunque libero di fare quel che desidera pubblicamente o meno (su un social network puoi assumere un'identità diversa rispetto alla tua reale con ironia, sarcasmo eccetera eccetera) senza che ci sia un potenziale occhio vigile che giudica, come quello di un selezionatore, e può fraintendere eliminandoti dai potenziali appetibili per una posizione lavorativa benché ciò non abbia alcuna attinenza col ruolo per cui ti sei candidato.

Faccio un esempio siccome ti piacciono tanto.

X mette pubblico (ha piacere che più persone lo vedano e, perché no, condividano) un video di uno stand up comedian piuttosto dissacrante nei confronti di animalisti e/o vegani a cui aggiunge altresì un commento entusiasta.

Y selezionatore appartiene a tale categoria.

In un mondo ideale Y dovrebbe andare oltre a ciò, si dovrebbe pensare alla figura più idonea, al bene dell'azienda e bla bla bla, ma purtroppo il mondo reale è perlopiù costituito da persone grette e meschine che seguono anche le proprie preferenze e bla bla bla.

A parità di altre condizioni, tra due candidati finali da scegliere e uno con tali idee radicali su qualcosa che il selezionatore ha molto a cuore mentre dell'altro non si sa, chi verrà scelto?


Oppure pensate a un video più tipico a sfondo politico.
Candidato che condivide video non molto accondiscendente nei confronti dei gay e selezionatore gay. O altro che ritenete opportuno...

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » mar lug 09, 2019 2:47 pm

Lasciamo stare lavori speciali (per il mio devono fare anche interviste a vicini e familiari per chiedere che tipo sono, per dire).

Io posso scrivere su un forum quello che mi pare senza dire il mio nome, posso parlarne tra amici, a un circolo, farmi un blog con un nome falso, posso fare tutto.

Ma che c'e' di strano o sbagliato se io decido di parlare di me al mondo, senza che il mondo te lo abbia chiesto, utilizzando il proprio nome e cognome, mettendo i propri dati, dando accesso a tutto il mondo a tutti i dati, se poi uno li va a vedere? Ma mi sembra normale.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » mar lug 09, 2019 5:41 pm

Non c'è naturalmente nulla di strano né di sbagliato a scrivere col proprio nome e cognome bensì lo è che ciò possa fungere come materiale in aggiunta ai colloqui di lavoro per determinare un'assunzione.

Come diceva Sgarbi, a me non interessa un emerito cazzo se il mio medico tradisce la moglie ma che sia competente e mi possa curare al meglio.

Perciò che ci importa se per esempio il potenziale candidato apprezza musica black metal satanica con teschi, caproni, sangue di maiale, facce pitturate oppure se odia i vegani o non crede all'allunaggio o è patito di wrestling, curling e uncinetto?

N-u-l-l-a.

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23860
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda madmarat » mar lug 09, 2019 5:49 pm

Basta restringere la privacy dei propri post su Facebook, che è quello che sta dicendo Nickognito.

Un recruiter può anche cercarti su Facebook, ma con piccoli accorgimenti non solo non potrà vedere nulla di te, ma potrebbe anche non trovarti.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » mar lug 09, 2019 5:55 pm

Ma per quale motivo dovrei adottare questi accorgimenti se voglio che i miei post possano essere visti da tutti? Soltanto per timore che una persona mi possa giudicare in sede di selezione per un impiego?

Quel che (non) scrivo, (non) faccio fuori dal lavoro non può e deve mai influire sulla scelta di un selezionatore che a mio parere si dovrebbe invece fondare su curriculum vitae e ciò che avviene in sede di colloquio di lavoro.

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 13335
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda uglygeek » mer lug 10, 2019 3:55 am

Monheim ha scritto:Ma per quale motivo dovrei adottare questi accorgimenti se voglio che i miei post possano essere visti da tutti? Soltanto per timore che una persona mi possa giudicare in sede di selezione per un impiego?

Quel che (non) scrivo, (non) faccio fuori dal lavoro non può e deve mai influire sulla scelta di un selezionatore che a mio parere si dovrebbe invece fondare su curriculum vitae e ciò che avviene in sede di colloquio di lavoro.

Starai scherzando, spero. Pensa a Tennys Sandgren. La prima volta che ha vinto tre partite di fila i giornalisti sono andati a leggere tutti i tweet da lui mai pubblicati, anche molti anni prima e hanno scoperto che ha idee politiche molto conservatrici, per cui credo che abbia avuto problemi con gli sponsor.
Figurati se un donatore di lavoro se puo' non si informa su tutti i cazzi di una persona dal suo profilo facebook e poi non usa quelle informazioni nella selezione.
C'e' grossa crisi.

Avatar utente
Gnu Iorc
Gran Maestro
Messaggi: 1229
Iscritto il: gio mag 25, 2006 12:27 am
Località: [Back to] New York - USA

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Gnu Iorc » mer lug 10, 2019 4:28 am

babaoriley ha scritto:
Monheim ha scritto:A me sta cosa della foto, peculiarità/richiesta tipicamente italica (?),


credo di sì, un pò come la data di nascita (non ricordo in quale paese estero è considerato discriminatorio e quindi non va messa in un cv).


Stati Uniti.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » mer lug 10, 2019 8:21 am

Monheim ha scritto:
Quel che (non) scrivo, (non) faccio fuori dal lavoro non può e deve mai influire sulla scelta di un selezionatore che a mio parere si dovrebbe invece fondare su curriculum vitae e ciò che avviene in sede di colloquio di lavoro.


insomma, se alla fine del colloquio uscite entrambi dall' ufficio e, tu, appena uscito in piazza, ti scoli tre bottiglie di vodka e inizi a urlare che le donne sono inferiori e i negri scimmie, il selezionatore dovrebbe fregartene, perche' e' la tua vita privata? :)
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 65060
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Pindaro » mer lug 10, 2019 9:40 am

"ho visto su facebook che chiama le persone di colore scimmie, le donne troie e che invoca il ritorno di Hitler un giorno sì e l'altro pure, non la posso assumere"
"è la mia vita privata!! voglio questo posto da assistente sociale!"
Ma perché fuorviante???!?

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 5019
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Paolo79 » mer lug 10, 2019 9:42 am

Monheim ha scritto:
Paolo79 ha scritto:
Paolo79 ha scritto:avevo visto un video su Youtube una volta che parlava del cv che conta sempre meno e di linkedin che conta sempre di più, se lo ritrovo lo posto, era di Montemagno credo


eccolo qui

https://www.youtube.com/watch?v=NRYYSDfEvnI


Lo avevo visto dato che ogni tanto butto un occhio sul canale dell'ex pongista top5 d'Italia che non di rado semplifica un po' troppo a mio avviso.





sì capisco le osservazioni e i 2 commenti che hai riportato di sotto non sono sbagliati , anzi...ovviamente non si può fare di tutta l'erba un fascio , lui stesso dice che ogni caso ha le sue peculiarità ma il punto secondo me è un altro e cioè la necessità al giorno di distinguersi dalla massa per presentare la tua candidatura. Linkedin è un mezzo , che funziona molto bene per certi tipi di lavori e meno bene per altri, ma comunque non è l'unico. Un altro esempio stupido, sto dicendo che il cv è sempre meno importante, ok, però il modo con cui viene sottoposto no; quelli che vanno fisicamente a citofonare in un azienda consegnando "a mano" il loro cv , magari con lettera di presentazione (che ovviamente sarà sempre uguale per tutte le aziende, cambia solo il nome), ti assicuro che hanno più probabilità, semplicemente perchè un responsabile HR nel momento in cui viene a sapere che quel cv è arrivato a mano percepisce subito che quella persona è più "motivata" delle altre e anche se in quel momento non c'è bisogno di ricoprire la figura per la quale si è candidata la persona, se e quando ci sarà la necessità stai sicuro che si ricorderà d quel "pirla" che è venuto a mano a consegnare il cv
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » mer lug 10, 2019 12:24 pm

uglygeek ha scritto:
Monheim ha scritto:Ma per quale motivo dovrei adottare questi accorgimenti se voglio che i miei post possano essere visti da tutti? Soltanto per timore che una persona mi possa giudicare in sede di selezione per un impiego?

Quel che (non) scrivo, (non) faccio fuori dal lavoro non può e deve mai influire sulla scelta di un selezionatore che a mio parere si dovrebbe invece fondare su curriculum vitae e ciò che avviene in sede di colloquio di lavoro.

Starai scherzando, spero. Pensa a Tennys Sandgren. La prima volta che ha vinto tre partite di fila i giornalisti sono andati a leggere tutti i tweet da lui mai pubblicati, anche molti anni prima e hanno scoperto che ha idee politiche molto conservatrici, per cui credo che abbia avuto problemi con gli sponsor.
Figurati se un donatore di lavoro se puo' non si informa su tutti i cazzi di una persona dal suo profilo facebook e poi non usa quelle informazioni nella selezione.

Posto che lo sponsor è diverso rispetto all'assunzione (da dipendente), il fatto che Sandgren abbia idee conservatrici incide col suo essere efficace nel giocare a tennis?
Direi proprio di no.

Se tu dovessi scegliere un maestro di tennis per te o tuo figlio/a o quel che è, sceglieresti un incapace che non sa una fava ma simpaticissimo e in linea col tuo credo politico e religioso oppure Tennys sebbene non ne condivida le posizioni le quali non hanno alcuna attinenza con l'esercizio delle sue funzioni?
Naturalmente avendo soltanto i due dinnanzi.


Nickognito ha scritto:
Monheim ha scritto:
Quel che (non) scrivo, (non) faccio fuori dal lavoro non può e deve mai influire sulla scelta di un selezionatore che a mio parere si dovrebbe invece fondare su curriculum vitae e ciò che avviene in sede di colloquio di lavoro.


insomma, se alla fine del colloquio uscite entrambi dall' ufficio e, tu, appena uscito in piazza, ti scoli tre bottiglie di vodka e inizi a urlare che le donne sono inferiori e i negri scimmie, il selezionatore dovrebbe fregartene, perche' e' la tua vita privata? :)

Solito esempio strampalato estremo.
Se questo è il tenore di risposta alla mia obiezione, alzo le mani e giro la ruota.
Perdonami. :wink:

Eh sì che prima avevi fatto la sostanziale distinzione tra lavori speciali e no e io stesso ho fornito degli esempi credo chiari a supporto della mia tesi.


Paolo79 ha scritto:
Monheim ha scritto:
Paolo79 ha scritto:
eccolo qui

https://www.youtube.com/watch?v=NRYYSDfEvnI


Lo avevo visto dato che ogni tanto butto un occhio sul canale dell'ex pongista top5 d'Italia che non di rado semplifica un po' troppo a mio avviso.




sì capisco le osservazioni e i 2 commenti che hai riportato di sotto non sono sbagliati , anzi...ovviamente non si può fare di tutta l'erba un fascio , lui stesso dice che ogni caso ha le sue peculiarità ma il punto secondo me è un altro e cioè la necessità al giorno di distinguersi dalla massa per presentare la tua candidatura. Linkedin è un mezzo , che funziona molto bene per certi tipi di lavori e meno bene per altri, ma comunque non è l'unico. Un altro esempio stupido, sto dicendo che il cv è sempre meno importante, ok, però il modo con cui viene sottoposto no; quelli che vanno fisicamente a citofonare in un azienda consegnando "a mano" il loro cv , magari con lettera di presentazione (che ovviamente sarà sempre uguale per tutte le aziende, cambia solo il nome), ti assicuro che hanno più probabilità, semplicemente perchè un responsabile HR nel momento in cui viene a sapere che quel cv è arrivato a mano percepisce subito che quella persona è più "motivata" delle altre e anche se in quel momento non c'è bisogno di ricoprire la figura per la quale si è candidata la persona, se e quando ci sarà la necessità stai sicuro che si ricorderà d quel "pirla" che è venuto a mano a consegnare il cv

Certo, so bene del presunto vantaggio competitivo del cv consegnato a mano però anche che non tutti hanno modo di farlo e non necessariamente significa che tale candidato sia più motivato e adatto al ruolo bensì che magari ha la fortuna di abitare nelle vicinanze.
Dubito che uno da Gela porti a mano un cv per una posizione lavorativa ad Aosta.
Concordo che, potendo, sia decisamente meglio soprattutto per posizioni non specializzate come per esempio cameriere o aiuto cuoco et similia all'estero in cui preferiscono di gran lunga che il curriculum sia consegnato a mano.

Lettera di presentazione e cv sempre uguali forse sarà ovvio nonché la strategia che va per la maggiore, eppure non è una scelta saggia dal momento che il selezionatore, che ogni giorno si interfaccia con una valanga di candidature e non ha tempo infinito, dà più peso a materiale specificamente calibrato all'azienda.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » mer lug 10, 2019 4:09 pm

A mano non saprei nemmeno dove consegnarlo.

"Scusate, mi sapreste dire il nome di una che lavora come recruiter per l' azienda X al quinto piano, che le voglio dare un plico da parte mia, mi fate il pass?"
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23860
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda madmarat » mer lug 10, 2019 4:10 pm

Nickognito ha scritto:A mano non saprei nemmeno dove consegnarlo.

"Scusate, mi sapreste dire il nome di una che lavora come recruiter per l' azienda X al quinto piano, che le voglio dare un plico da parte mia, mi fate il pass?"


:D

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23860
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda madmarat » mer lug 10, 2019 4:11 pm

Comunque se vi legge l'ormai ex ambasciatore britannico negli USA, minimo, vi manda a quel paese... :D

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120330
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Nickognito » mer lug 10, 2019 4:13 pm

Anche in posti piu' piccoli, per dire, quando assumevo io, uno che me lo porta a mano mi sa di sfigato, boh. Magari lo considero lo stesso, ma intanto e' uno che spreca energia e carta e poi forse non sa usare un computer?

Insomma, qualcuno lo considerera' un pregio, ma starei attento.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 3525
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Monheim » mer lug 10, 2019 4:45 pm

madmarat ha scritto:Comunque se vi legge l'ormai ex ambasciatore britannico negli USA, minimo, vi manda a quel paese... :D

Quale dei due?

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 5019
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: La verità, vi prego, su Linkedin

Messaggioda Paolo79 » mer lug 10, 2019 5:35 pm

Nickognito ha scritto:Anche in posti piu' piccoli, per dire, quando assumevo io, uno che me lo porta a mano mi sa di sfigato, boh. Magari lo considero lo stesso, ma intanto e' uno che spreca energia e carta e poi forse non sa usare un computer?

Insomma, qualcuno lo considerera' un pregio, ma starei attento.


però te lo ricordi , a differenza magari dei 20 cv che ti sono arrivati per mail
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)


Torna a “Tecnologia, Informatica e Videogames”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite