Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

A torto o ragione, la regina dei nostri tempi
_Kafelnikov_
Massimo Carbone
Messaggi: 18583
Iscritto il: lun apr 24, 2006 11:54 am

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda _Kafelnikov_ » lun ott 13, 2014 9:28 am

Villo ha scritto:Ora scusate, vado ad ascoltare James Blake mentre..

anchio ogni tanto lo riascolto, impattava con la pallina emettendo un suono unico. oggi nessuno lo fa

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 66608
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Pindaro » lun ott 13, 2014 9:36 am

maxredo ha scritto:Scusate ma ora i gironi sono diventati il punto centrale della divina comedia?
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9991
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda babaoriley » lun ott 13, 2014 5:41 pm

BackhandWinner ha scritto:Comunque, e soprattutto: non so manco bene cosa significhi 'C1' (però so che in francese sono A2, praticamente uno schifo, ma per una lingua così fastidiosa la cosa non mi turba :D), ma che per capire i giochi di parole serva chissà quale competenza linguistica è semplicemente falso.
Serve solamente (se così si può dire) un certo 'intuito semantico' e un minimo (ovvio, quello sì) di competenza lessicale nella lingua in questione. Per esperienza personale (ridottissima in termini di campione statistico, s'intende, non oso generalizzare anche se non sarebbe del tutto ingiustificato farlo, perché sotto c'è una ipotesi teorica credibile :)), la differenza più grande in questo senso la fa l'aver studiato o meno il latino e (ancor più) il greco antico.


vabbè ciao, l'europeista per eccellenza Backhand che non sa cosa sia il quadro comune europeo di riferimento per le lingue, dove andremo a finire di questo passo.:D
C1 corrisponde a una conoscenza completa o a "Professional working proficiency" (C2 equivale al "come madrelingua").

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » lun ott 13, 2014 5:45 pm

babaoriley ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:Comunque, e soprattutto: non so manco bene cosa significhi 'C1' (però so che in francese sono A2, praticamente uno schifo, ma per una lingua così fastidiosa la cosa non mi turba :D), ma che per capire i giochi di parole serva chissà quale competenza linguistica è semplicemente falso.
Serve solamente (se così si può dire) un certo 'intuito semantico' e un minimo (ovvio, quello sì) di competenza lessicale nella lingua in questione. Per esperienza personale (ridottissima in termini di campione statistico, s'intende, non oso generalizzare anche se non sarebbe del tutto ingiustificato farlo, perché sotto c'è una ipotesi teorica credibile :)), la differenza più grande in questo senso la fa l'aver studiato o meno il latino e (ancor più) il greco antico.


vabbè ciao, l'europeista per eccellenza Backhand che non sa cosa sia il quadro comune europeo di riferimento per le lingue, dove andremo a finire di questo passo.:D
C1 corrisponde a una conoscenza completa o a "Professional working proficiency" (C2 equivale al "come madrelingua").

Sì che lo so, dai, ti ho anche detto del mio francese Je suis Catherine Denueve :D
Per l'inglese feci anche il toefl (robaccia amerregana che farà giustamente storcere la bocca jj, ma quello avevo sotto mano...) ormai 7/8 anni fa #1# e avevo un livello corrispondente a C1 ma sono classificazioni un po'così e non credo ci sia un nesso particolarmente significativo con la capacità di comprensione dei giochi di parole, that's what I meant. :)
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato
Messaggi: 12055
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda pocaluce » lun ott 13, 2014 5:55 pm

tranquillo back, non serve che ci ricordi quanto tu sia capra in francese, la cosa è ben nota a tutti! :D #113# :D
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9991
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda babaoriley » lun ott 13, 2014 5:56 pm

tutte le mie certezze nella vita stavano crollando di fronte al tuo post, non farmi più scherzi del genere Back! :D
Il mio inglese fa cacare nonostante sforzi inumani e ore di film non doppiati, odio i giochi di parole (ciao Villo!) e i phrasal verbs, che sono il MALE assoluto.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20820
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda NNick87 » lun ott 13, 2014 6:12 pm

babaoriley ha scritto:phrasal verbs

#104# #104# #104# #10# #10# #10# #10#
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato
Messaggi: 12055
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda pocaluce » lun ott 13, 2014 6:12 pm

babaoriley ha scritto:tutte le mie certezze nella vita stavano crollando di fronte al tuo post, non farmi più scherzi del genere Back! :D
Il mio inglese fa cacare nonostante sforzi inumani e ore di film non doppiati, odio i giochi di parole (ciao Villo!) e i phrasal verbs, che sono il MALE assoluto.


sui phrasal verbs: stamattina coppia distinta ed alquanto attempata di turisti inglesi, con accento stupendamente estratto da audio-libro per studenti di prima media, in cui il marito faceva notare alla moglie che per vidimare il biglietto "you ought to turn the ticket about, darling"... #1#
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20820
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda NNick87 » lun ott 13, 2014 6:31 pm

Ieri sera guardando delle audizioni di XFactor su YouTube ho imparato "Take it away!" :D
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » lun ott 13, 2014 6:41 pm

NNick87 ha scritto:Ieri sera guardando delle audizioni di XFactor su YouTube ho imparato "Take it away!" :D

:roll:
Part One - Section One - Lesson One - One

#100#
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » lun ott 13, 2014 6:43 pm

pocaluce ha scritto:
babaoriley ha scritto:tutte le mie certezze nella vita stavano crollando di fronte al tuo post, non farmi più scherzi del genere Back! :D
Il mio inglese fa cacare nonostante sforzi inumani e ore di film non doppiati, odio i giochi di parole (ciao Villo!) e i phrasal verbs, che sono il MALE assoluto.


sui phrasal verbs: stamattina coppia distinta ed alquanto attempata di turisti inglesi, con accento stupendamente estratto da audio-libro per studenti di prima media, in cui il marito faceva notare alla moglie che per vidimare il biglietto "you ought to turn the ticket about, darling"... #1#

:oops:
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » lun ott 13, 2014 6:48 pm

NNick87 ha scritto:
babaoriley ha scritto:phrasal verbs

#104# #104# #104# #10# #10# #10# #10#

Oh vabbè madonna oh (cit.) è l'unica cosa un po' difficilina di quella lingua così elementare (insieme alla fonetica impazzita), ditelo che la volete proprio facile facile allora...A piece of cake...
#100#
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » lun ott 13, 2014 6:50 pm

pocaluce ha scritto:tranquillo back, non serve che ci ricordi quanto tu sia capra in francese, la cosa è ben nota a tutti! :D #113# :D

Nu volevon savuar...

#113#
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 27361
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Ombra84 » lun ott 13, 2014 7:38 pm

BackhandWinner ha scritto:
NNick87 ha scritto:
babaoriley ha scritto:phrasal verbs

#104# #104# #104# #10# #10# #10# #10#

Oh vabbè madonna oh (cit.) è l'unica cosa un po' difficilina di quella lingua così elementare (insieme alla fonetica impazzita), ditelo che la volete proprio facile facile allora...A piece of cake...
#100#


Vabbè ci hai ragione :D

Prhasal verbs, che nella loro corrispondenza tedesca sono ben più complicati #103#
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
marat77
Massimo Carbone
Messaggi: 30066
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:18 am
Località: Lissone(MI)

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda marat77 » lun ott 13, 2014 8:23 pm

ahhahahahahhaa

e' stato aperto anche un Topic.

Mitico Villo comunque "the best by far" di questo Topic. :D
2014 - a meta' torneo: "Nole non vincera' mai piu' Wimbledon" (cit.Sottoscritto)

_Kafelnikov_
Massimo Carbone
Messaggi: 18583
Iscritto il: lun apr 24, 2006 11:54 am

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda _Kafelnikov_ » lun ott 13, 2014 8:39 pm

me li ricordo pure io i frasal verbs..
che incubi.. inimparabili. senza nessun nesso logico a cui grapparmi. quante mazzate.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4785
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Janie Jones » lun ott 13, 2014 8:53 pm

Ombra84 ha scritto:Prhasal verbs, che nella loro corrispondenza tedesca sono ben più complicati #103#

I Trennbare Verben!! Vado nel panico anche solo a pensarci #110# #1# #1#

Nell'inglese, oltre ai phrasal verbs noto che anche la duration form crea parecchi mal di testa.
Ma per il resto ha davvero una grammatica molto semplice.
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20820
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda NNick87 » lun ott 13, 2014 9:23 pm

BackhandWinner ha scritto:
NNick87 ha scritto:
babaoriley ha scritto:phrasal verbs

#104# #104# #104# #10# #10# #10# #10#

Oh vabbè madonna oh (cit.) è l'unica cosa un po' difficilina di quella lingua così elementare (insieme alla fonetica impazzita), ditelo che la volete proprio facile facile allora...A piece of cake...
#100#



Ma se ne usano quattro ogni cinque frasi capisci che può diventare un problema se non li conosci... :D
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 123064
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Nickognito » mar ott 14, 2014 6:31 am

nell' inglese ci puo' essere qualche difficolta' nel parlarlo bene. Nel parlarlo in modo sufficiente meno. Nel capirlo, il principale problema per me e' nettamente l 'accento.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto. Che poi sai che palle vivere per sempre in paradiso

_Kafelnikov_
Massimo Carbone
Messaggi: 18583
Iscritto il: lun apr 24, 2006 11:54 am

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda _Kafelnikov_ » dom ott 26, 2014 10:26 pm

mi è appena capitata un'esperienza, che mi spinge a dare ragione, almeno nella fattispecie, al primario di mymag.
consultavo nel pomeriggio la sezione cinema, e non ho potuto non seguire il consiglio di back e nicko circa la triologia del colore.
quindi mi sono visto in streaming il film blu. molto bello grazie del consiglio, ovviamente a ruota vedrò gli altri.
poi noto che back si sofferma su july delphi, non me la ricordavo bene, e invece poi si.
allora mi sono visto before the sunsrise, che non ricordo di aver visto ma probabilmente l'ho fatto.

il film mi è piaciuto abbastanza.. devo però ammettere, che.. a causa di un disservizio probabilmente voluto nel file strimmato, dopo circa sessanta minuti di film in italiano doppiato, mi sono imbattuto in 5 minuti circa di lingua originale.
beh..
il film cambia marcia.. è molto piu brillante.
putroppo capisco qualcosa, non il succo no.. mi sfugge il centro del discorso, anche perchè non sono disponibili i sottotitoli.
dottore, che posso fare :cry:

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » dom ott 26, 2014 10:54 pm

Nickognito ha scritto:nell' inglese ci puo' essere qualche difficolta' nel parlarlo bene. Nel parlarlo in modo sufficiente meno. Nel capirlo, il principale problema per me e' nettamente l 'accento.

A questo proposito - e giusto per spezzare, non dico una lancia, esageruma nen, ma un grissino - a favore dei doppiaggiomani, devo dire che il grado di difficoltà nella comprensione senza sottotitoli di True Detective, nel quale mi sono imbattuto di recente, è, non so, 9/10. Peggio di quello, a memoria, solo film con ambientazione scozzese (ma se non sbaglio, per dire, Trainspotting è comunque di comprensione non particolarmente difficoltosa: ma son passati tanti anni...) o, forse, irlandese.
A ruota mi son visto un pezzo di una puntata di The Tudors, dove gli attori parlano un meraviglioso Queen's English: beh, era come se fossi passato all'italiano.
Chiaramente per chi ha invece l'orecchio abituato all'americano sarà diverso: eppure credo (sbaglio? dite la vostra :)) che l'accento americano sudista (perché è decisamente quello che domina in TD, per quel poco che ho visto perlomeno) sia una sfida per chiunque.
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » dom ott 26, 2014 11:02 pm

Ah, una nota: non credo di essere sordo, ma la differenza di comprensione, per quanto mi riguarda, dipende molto dalla presenza o meno di 'rumore di fondo'. Anche nei casi più ostici, al PC con le cuffie, per dire, perdo una parola su, boh, venti frasi, alla peggio, se proprio il linguaggio usato è ricco di qualche slang settoriale. In TV, in ambiente 'aperto', invece, rispetto alla medesima situazione linguistica, rischio di perdermi molte più parole.
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4785
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Janie Jones » dom ott 26, 2014 11:17 pm

BackhandWinner ha scritto:credo (sbaglio? dite la vostra :)) che l'accento americano sudista (perché è decisamente quello che domina in TD, per quel poco che ho visto perlomeno) sia una sfida per chiunque.

Personalmente le difficoltà maggiori le ho con lo slang degli afroamericani. In questo senso The Wire senza sottotitoli mi risultava quasi incomprensibile.

BackhandWinner ha scritto:Ah, una nota: non credo di essere sordo, ma la differenza di comprensione, per quanto mi riguarda, dipende molto dalla presenza o meno di 'rumore di fondo'. Anche nei casi più ostici, al PC con le cuffie, per dire, perdo una parola su, boh, venti frasi, alla peggio, se proprio il linguaggio usato è ricco di qualche slang settoriale. In TV, in ambiente 'aperto', invece, rispetto alla medesima situazione linguistica, rischio di perdermi molte più parole.

La cosa che per me fa la differenza è il labiale: guardare il movimento della bocca mi aiuta tantissimo, quindi la presenza di forti rumori di fondo non mi disturba più di tanto.
Se invece sento qualcuno parlare di spalle, e magari l'audio non è "pulitissimo", rischio di perdermi qualche parola.
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20820
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda NNick87 » dom ott 26, 2014 11:18 pm

BackhandWinner ha scritto:
Nickognito ha scritto:nell' inglese ci puo' essere qualche difficolta' nel parlarlo bene. Nel parlarlo in modo sufficiente meno. Nel capirlo, il principale problema per me e' nettamente l 'accento.

A questo proposito - e giusto per spezzare, non dico una lancia, esageruma nen, ma un grissino - a favore dei doppiaggiomani, devo dire che il grado di difficoltà nella comprensione senza sottotitoli di True Detective, nel quale mi sono imbattuto di recente, è, non so, 9/10. Peggio di quello, a memoria, solo film con ambientazione scozzese (ma se non sbaglio, per dire, Trainspotting è comunque di comprensione non particolarmente difficoltosa: ma son passati tanti anni...) o, forse, irlandese.
A ruota mi son visto un pezzo di una puntata di The Tudors, dove gli attori parlano un meraviglioso Queen's English: beh, era come se fossi passato all'italiano.
Chiaramente per chi ha invece l'orecchio abituato all'americano sarà diverso: eppure credo (sbaglio? dite la vostra :)) che l'accento americano sudista (perché è decisamente quello che domina in TD, per quel poco che ho visto perlomeno) sia una sfida per chiunque.


Ma sbaglio o hai vissuto a Londra per un periodo? In questo contesto è un po' come barare. :D
Fammi stare 3-4 mesi a Londra e in un paese anglofono e poi pure io non ho problemi a capire un film o una serie TV in lingua inglese :D

Vero il discorso del "rumore di fondo". A me da molto fastidio per la comprensione anche quando la musica del film o i suoni sono molto alti. Una cosa che ho notato spesso è che in italiano il volume della voce rispetto alla musica è spesso molto più alto che nella versione originale.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » dom ott 26, 2014 11:31 pm

Janie Jones ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:credo (sbaglio? dite la vostra :)) che l'accento americano sudista (perché è decisamente quello che domina in TD, per quel poco che ho visto perlomeno) sia una sfida per chiunque.

Personalmente le difficoltà maggiori le ho con lo slang degli afroamericani. In questo senso The Wire senza sottotitoli mi risultava quasi incomprensibile.

Eh, tosto quello.
Per quanto mi riguarda: quando lavoravo a Londra, al telefono :), er peggio era l'accento sudafricano: delirio.

Janie Jones ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:Ah, una nota: non credo di essere sordo, ma la differenza di comprensione, per quanto mi riguarda, dipende molto dalla presenza o meno di 'rumore di fondo'. Anche nei casi più ostici, al PC con le cuffie, per dire, perdo una parola su, boh, venti frasi, alla peggio, se proprio il linguaggio usato è ricco di qualche slang settoriale. In TV, in ambiente 'aperto', invece, rispetto alla medesima situazione linguistica, rischio di perdermi molte più parole.

La cosa che per me fa la differenza è il labiale: guardare il movimento della bocca mi aiuta tantissimo, quindi la presenza di forti rumori di fondo non mi disturba più di tanto.
Se invece sento qualcuno parlare di spalle, e magari l'audio non è "pulitissimo", rischio di perdermi qualche parola.

Eh vedi, la dimensione soggettiva della percezione. Ma con la radio allora? :)
Ci avevo fatto caso, tempo fa, e per me non fa quasi alcuna differenza. Saranno anche le ore di ascolto della Radio anglosassoni, dai tempi dell'università: e quella volta non avevo particolare predilizione per BBC 3 and 4, ora compagne di vita inseparabili :oops: , ma ascoltavo molto anche web-radio americane, NPR su tutte (tonnellate di meraviglioso jazz).
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32687
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda BackhandWinner » dom ott 26, 2014 11:35 pm

NNick87 ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:
Nickognito ha scritto:nell' inglese ci puo' essere qualche difficolta' nel parlarlo bene. Nel parlarlo in modo sufficiente meno. Nel capirlo, il principale problema per me e' nettamente l 'accento.

A questo proposito - e giusto per spezzare, non dico una lancia, esageruma nen, ma un grissino - a favore dei doppiaggiomani, devo dire che il grado di difficoltà nella comprensione senza sottotitoli di True Detective, nel quale mi sono imbattuto di recente, è, non so, 9/10. Peggio di quello, a memoria, solo film con ambientazione scozzese (ma se non sbaglio, per dire, Trainspotting è comunque di comprensione non particolarmente difficoltosa: ma son passati tanti anni...) o, forse, irlandese.
A ruota mi son visto un pezzo di una puntata di The Tudors, dove gli attori parlano un meraviglioso Queen's English: beh, era come se fossi passato all'italiano.
Chiaramente per chi ha invece l'orecchio abituato all'americano sarà diverso: eppure credo (sbaglio? dite la vostra :)) che l'accento americano sudista (perché è decisamente quello che domina in TD, per quel poco che ho visto perlomeno) sia una sfida per chiunque.


Ma sbaglio o hai vissuto a Londra per un periodo? In questo contesto è un po' come barare. :D
Fammi stare 3-4 mesi a Londra e in un paese anglofono e poi pure io non ho problemi a capire un film o una serie TV in lingua inglese :D

Vero il discorso del "rumore di fondo". A me da molto fastidio per la comprensione anche quando la musica del film o i suoni sono molto alti. Una cosa che ho notato spesso è che in italiano il volume della voce rispetto alla musica è spesso molto più alto che nella versione originale.

R u sure, mate? Just "three or four months", you say, ha? How old are you? Are you, uhm, maybe four years old?

#113# :D
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4785
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Janie Jones » dom ott 26, 2014 11:42 pm

BackhandWinner ha scritto:Eh vedi, la dimensione soggettiva della percezione. Ma con la radio allora? :)

Le uniche radio in lingua inglese che ascolto sono appunto quelle della BBC, e come dicevi tu a proposito del Queen's English, anche quello della zia Beeb è come se fosse italiano :)
Avrei sicuramente qualche problema con le radio americane (o scozzesi :D )
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 123064
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Nickognito » lun ott 27, 2014 6:22 am

per me al lavoro al telefono (le poche volte che non parlo in italiano), i peggiori sono gli indiani, anche perche' sembra sempre parlino dalla strada con un telefono del 1920. Certo, non sono madrelingua.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto. Che poi sai che palle vivere per sempre in paradiso

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 17041
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda maxredo » lun ott 27, 2014 7:20 am

NNick87 ha scritto:Ma sbaglio o hai vissuto a Londra per un periodo? In questo contesto è un po' come barare. :D
Fammi stare 3-4 mesi a Londra e in un paese anglofono e poi pure io non ho problemi a capire un film o una serie TV in lingua inglese :D


Ma infatti (anche se per me ci vorrebbero 3-4 anni) qui chi sa l'inglese benissimo non dovrebbe neanche parlare, ovvio che se capisci tutto o quasi senza problemi vale la pena di vedere in lingua originale!
Ma sono rarità a parte appunto chi ha avuto la possibilità di vivere all'estero.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 123064
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Nickognito » lun ott 27, 2014 7:26 am

maxredo ha scritto:Ma sono rarità a parte appunto chi ha avuto la possibilità di vivere all'estero.


e che vantaggio avrei a vivere all' estero? :D
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto. Che poi sai che palle vivere per sempre in paradiso

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 66608
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Pindaro » lun ott 27, 2014 8:38 am

Quindi chi non sa perfettamente l'Inglese non può ,è impossibile, è improbabile, è falso, è ingiusto, è ridicolo, che possa seguire una serie tv in originale coi sottotitoli.
Perchè non può, non deve, non capisce nulla e se capisce finge.
Io non sono mai stato a Londra. Non ho mai fatto lingue. Eppure ci riesco benissimo. Distinguo perfettamente ogni parola ( colgo sia quelle di cui conosco il significato che quello di cui non ne conosco) e riesco a leggere i sottitoli senza distrazioni e perdermi nulla.
Saranno uno su mille (ce la fa ) quelli come me, ma ci sono.
Non posso farci nulla.
Non posso ritornare al doppiaggio per far contenti quelli che non ci riescono e visto che non ci riescono devono scrivere l'esegesi della volpa e l'uva contro il resto del mondo che invece lo fa.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 17041
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda maxredo » lun ott 27, 2014 8:50 am

Nickognito ha scritto:
maxredo ha scritto:Ma sono rarità a parte appunto chi ha avuto la possibilità di vivere all'estero.


e che vantaggio avrei a vivere all' estero? :D


Ovviamente non intendevo vivere in germania parlando tedesco :)
Se sei all'estero e vivi comunicando in inglese.

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 14037
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda uglygeek » lun ott 27, 2014 8:53 am

maxredo ha scritto:
NNick87 ha scritto:Ma sbaglio o hai vissuto a Londra per un periodo? In questo contesto è un po' come barare. :D
Fammi stare 3-4 mesi a Londra e in un paese anglofono e poi pure io non ho problemi a capire un film o una serie TV in lingua inglese :D


Ma infatti (anche se per me ci vorrebbero 3-4 anni) qui chi sa l'inglese benissimo non dovrebbe neanche parlare, ovvio che se capisci tutto o quasi senza problemi vale la pena di vedere in lingua originale!
Ma sono rarità a parte appunto chi ha avuto la possibilità di vivere all'estero.

In realta' imparare a comprendere l'inglese delle serie tv non e' poi cosi' difficile, e' solo questione di allenamento. Ci si mette li', si ascolta, si comincia con qualcosa di semplice, tipo i telegiornali, si passa a serie dove parlano un inglese molto pulito (i Tudors, come diceva back, o Star Trek), poi a serie piu' difficili. E' veramente solo questione di perderci un po' di tempo. Dopotutto gli attori studiano per parlare in un modo che si capisca, persino quando il personaggio deve parlare un inglese sporco e pieno di slang.

Molto piu' difficile imparare a parlare davvero bene (secondo me quasi impossibile dopo l'adolescenza) e non facile anche capire i madrelingua che parlano tra di loro quando c'e' un grande rumore di fondo, tipo in pub e ristoranti. Ma capire le serie non e' cosi' difficile, se uno si impegna, dai.
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 14037
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda uglygeek » lun ott 27, 2014 8:54 am

maxredo ha scritto:
Nickognito ha scritto:
maxredo ha scritto:Ma sono rarità a parte appunto chi ha avuto la possibilità di vivere all'estero.


e che vantaggio avrei a vivere all' estero? :D


Ovviamente non intendevo vivere in germania parlando tedesco :)
Se sei all'estero e vivi comunicando in inglese.

Buona fortuna se provi a farlo a Parigi! :D
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 17041
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda maxredo » lun ott 27, 2014 8:55 am

PINDARO ha scritto:Quindi chi non sa perfettamente l'Inglese non può ,è impossibile, è improbabile, è falso, è ingiusto, è ridicolo, che possa seguire una serie tv in originale coi sottotitoli.


E chi l'ha detto?
Ho detto che chi parla benissimo l'inglese non fa testo...perché se la lingua originale è quasi come se fosse la sua lingua madre è ovvio che gli convenga seguire in originale.
Qui si parla del 99% degli italiani che hanno una padronanza dell'inglese che va dallo scarso al buono.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 17041
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda maxredo » lun ott 27, 2014 8:58 am

uglygeek ha scritto:In realta' imparare a comprendere l'inglese delle serie tv non e' poi cosi' difficile, e' solo questione di allenamento. Ci si mette li', si ascolta, si comincia con qualcosa di semplice, tipo i telegiornali, si passa a serie dove parlano un inglese molto pulito (i Tudors, come diceva back, o Star Trek), poi a serie piu' difficili. E' veramente solo questione di perderci un po' di tempo. Dopotutto gli attori studiano per parlare in un modo che si capisca, persino quando il personaggio deve parlare un inglese sporco e pieno di slang.

Sbaglio o anche tu vivi o hai vissuto all'estero? :D
Poi in ogni caso se fosse così semplice non so perché tutti noi italiani siamo mediamente così scarsi con l'inglese!

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 14037
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda uglygeek » lun ott 27, 2014 9:06 am

maxredo ha scritto:
uglygeek ha scritto:In realta' imparare a comprendere l'inglese delle serie tv non e' poi cosi' difficile, e' solo questione di allenamento. Ci si mette li', si ascolta, si comincia con qualcosa di semplice, tipo i telegiornali, si passa a serie dove parlano un inglese molto pulito (i Tudors, come diceva back, o Star Trek), poi a serie piu' difficili. E' veramente solo questione di perderci un po' di tempo. Dopotutto gli attori studiano per parlare in un modo che si capisca, persino quando il personaggio deve parlare un inglese sporco e pieno di slang.

Sbaglio o anche tu vivi o hai vissuto all'estero? :D
Poi in ogni caso se fosse così semplice non so perché tutti noi italiani siamo mediamente così scarsi con l'inglese!

Si' ma sono andato all'estero DOPO aver imparato almeno a capire l'inglese delle serie tv, vivendo in Italia. Senno' non mi avrebbero dato un lavoro.
Mi sono messo li' con Star Trek e Friends. Di Friends stampavo gli script degli episodi, li ascoltavo in inglese, non capivo una mazza, leggevo lo script, lo riascoltavo, capivo meta', fermavo, tornavo indietro, riascoltavo, ecc... Al lavoro invece a volte ascoltavo le radio in inglese. Qualche mese cosi' e ad un certo punto quasi di colpo scatta qualcosa e tutto diventa facile.
Il difficile invece e' parlare, li' ascoltare serve fino ad un certo punto.
Considera poi che io a scuola ho studiato francese, la prima lezione di inglese (con le cassette) l'ho presa a 21 anni, quando ho cominciato l'universita' non sapevo nemmeno la traduzione di "to be". La cosa ironica e' che ora NON parlo francese, pur vivendo a Parigi...
Ultima modifica di uglygeek il lun ott 27, 2014 9:19 am, modificato 2 volte in totale.
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 17041
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda maxredo » lun ott 27, 2014 9:09 am

uglygeek ha scritto:.
Mi sono messo li' con Star Trek e Friends. Di Friends stampavo gli script degli episodi, li ascoltavo in inglese, non capivo una mazza, leggevo lo script, lo riascoltavo, capivo meta', fermavo, tornavo indietro, riascoltavo, ecc... Al lavoro invece a volte ascoltavo le radio in inglese. Qualche mese cosi' e ad un certo punto quasi di colpo scatta qualcosa e tutto diventa facile.


Beh mica un lavoro da poco, sei stato bravo eh, non è la norma :D

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 14037
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda uglygeek » lun ott 27, 2014 9:10 am

maxredo ha scritto:
uglygeek ha scritto:.
Mi sono messo li' con Star Trek e Friends. Di Friends stampavo gli script degli episodi, li ascoltavo in inglese, non capivo una mazza, leggevo lo script, lo riascoltavo, capivo meta', fermavo, tornavo indietro, riascoltavo, ecc... Al lavoro invece a volte ascoltavo le radio in inglese. Qualche mese cosi' e ad un certo punto quasi di colpo scatta qualcosa e tutto diventa facile.


Beh mica un lavoro da poco, sei stato bravo eh, non è la norma :D

Se vuoi portar via il belino, come diciamo a Genova... :-D

Comunque le serie dovrebbero essere un mezzo, non un fine, per questo non le farei mai vedere ai miei figli (se ne avessi) con i sottotitoli.
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 66608
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Sottotitoli o meno (e questioni generiche fruizione serietv)

Messaggioda Pindaro » lun ott 27, 2014 9:17 am

Invece per me le serie tv non sono nè un mezzo nè un fine. Sono solo un momento di svago, di evasione , di immersione.
E cerco di seguirle come meglio mi aggrada.
Sentire la voce di Rusty filosofeggiare è per me imprescindibile.
Riuscire nel contempo a capire bene cosa dice pure.
L'imparare l'inglese o meno c'entra poco o nulla.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Torna a “Televisione”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti