Il tennis ai tempi del coronavirus.

Discussioni sui principali eventi tennistici a livello internazionale (tornei dello Slam, ATP, WTA, Davis Cup, ecc.)
Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » mar lug 21, 2020 11:11 pm

C’è la quarantena di 14 giorni anche per chi arriva nello stato di New York da quasi tutti (31) gli altri 49 Stati negli USA, quindi anche per gli americani ci sono problemi! Chi volesse giocare Cincinnati a New York dal 22/8 non ha nemmeno tutto questo tempo per raggiungere NY e se a NY non ha un campo da tennis in giardino rischia di dover sospendere per due settimane la preparazione.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22385
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda laplaz » mer lug 22, 2020 8:38 am

Non si gioca dai, ormai si è capito che non ci sono le condizioni.
Se va bene si fa la ministagionediterraeuropeaposticipata. Sperando organizzino le cose con criterio e senza pubblico.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21594
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda alessandro » mer lug 22, 2020 9:20 am

laplaz ha scritto:Non si gioca dai, ormai si è capito che non ci sono le condizioni.
Se va bene si fa la ministagionediterraeuropeaposticipata. Sperando organizzino le cose con criterio e senza pubblico.

Una amica ha già preso da tempo i biglietti per il Roland garros
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131551
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Nickognito » mer lug 22, 2020 9:53 am

Riescono a giocare un campionato di basket con svariate squadre, incluse qualcuna col covid, ma non un torneo di tennis :lol:

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » mer lug 22, 2020 11:23 am

Nickognito ha scritto:Riescono a giocare un campionato di basket con svariate squadre, incluse qualcuna col covid, ma non un torneo di tennis :lol:


Un po' Pagliaccesco,sì.

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 65085
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda balbysauro » mer lug 22, 2020 11:40 am

non è esattamente la stessa cosa

da una parte hai giocatori che già sono in America e che in America resteranno, tornando alle loro città alla fine (o in vacanza, compatibilmente con le leggi del posto dove vorrebbero andare)
dall'altra giocatori provenienti da tutto il mondo e che il giorno dopo la loro sconfitta ripartono per andare in altre nazioni non a grattarsi la panza al sole, ma a cominciare un altro torneo

Avatar utente
loveboat
Pillola Rossa
Messaggi: 11227
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda loveboat » mer lug 22, 2020 11:58 am

alessandro ha scritto:
laplaz ha scritto:Non si gioca dai, ormai si è capito che non ci sono le condizioni.
Se va bene si fa la ministagionediterraeuropeaposticipata. Sperando organizzino le cose con criterio e senza pubblico.

Una amica ha già preso da tempo i biglietti per il Roland garros

Hai un’amica nadaliana? :o
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22385
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda laplaz » mer lug 22, 2020 12:22 pm

Nickognito ha scritto:Riescono a giocare un campionato di basket con svariate squadre, incluse qualcuna col covid, ma non un torneo di tennis :lol:


Ma non è la stessa cosa. I giocatori devono venire da un altro continente e poi tornare indietro, con il rischio concreto di non poter tornare, e di infettarsi mandando così a monte il resto della stagione.
Poi un conto è una squadra, altra cosa un singolo giocatore.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » mer lug 22, 2020 12:58 pm

La cazzata e' stata fatta a Monte, ed e stata avvallata dall ATP.

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

s&v
Illuminato
Messaggi: 3642
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda s&v » mer lug 22, 2020 2:23 pm

alessandro ha scritto:
laplaz ha scritto:Non si gioca dai, ormai si è capito che non ci sono le condizioni.
Se va bene si fa la ministagionediterraeuropeaposticipata. Sperando organizzino le cose con criterio e senza pubblico.

Una amica ha già preso da tempo i biglietti per il Roland garros


Io se la situazione non peggiora vado con un mio amico.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » mer lug 22, 2020 2:23 pm

s&v ha scritto:
alessandro ha scritto:
laplaz ha scritto:Non si gioca dai, ormai si è capito che non ci sono le condizioni.
Se va bene si fa la ministagionediterraeuropeaposticipata. Sperando organizzino le cose con criterio e senza pubblico.

Una amica ha già preso da tempo i biglietti per il Roland garros


Io se la situazione non peggiora vado con un mio amico.


Alessandro,immagino :)

No, io invece non ci andrei, in sincerità, nemmeno coi posti ridotti. Calcolando poi viaggio e tutto. Diverso fossi residente a Parigi, Roma, Kitzbuhel.
Già Madrid non so se potrà aver eil pubblico, vista la recrudescenza del virus

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Shakespeare
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 704
Iscritto il: lun giu 01, 2020 7:05 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Shakespeare » mer lug 22, 2020 2:35 pm

Nemmeno io andrei, sia per la possibilità di contagio, sia perché lo spettacolo vuoi per defezioni, vuoi per le condizioni degli atleti, non sarà dei migliori, non vale il viaggio.
Produci Consuma Crepa

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » mer lug 22, 2020 4:12 pm

Nemmeno io, nemmeno se abitassi a Parigi. Non potrei prendere la metro e anche il taxi è un rischio, e comunque attorno ai campi minori e nei viali per raggiungerli la possibilità di distanziamento è nulla. I tornei dello Slam sono un bagno di folla ancora più di una grande partita allo stadio, perché ci si muove di più.
All’ingresso poi c’era già prima una fila interminabile per i controlli di sicurezza, anche con metà pubblico non so come possano gestirla in sicurezza.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16793
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Super-Fabio » gio lug 23, 2020 5:13 am

Wertheim di Sports Illustrated e Tennis Channel, che già aveva dato in anteprima diverse notizie riguardo gli Us Open, scrive su twitter che i giocatori hanno ricevuto comunicazione che non saranno "confinati" nell'aeroporto del JFK come invece la USTA aveva comunicato in un primo momento (seppur in quel comunicato c'era anche scritto che chi voleva avrebbe potuto affittarsi comunque un appartamento)

Ma soprattutto che "it’s a good sign - for tennis, yes, but also for what it says about NYC covid data - that the @usopen seems to be full steam ahead...".

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 30918
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Ombra84 » gio lug 23, 2020 7:39 am

balbysauro ha scritto:non è esattamente la stessa cosa

da una parte hai giocatori che già sono in America e che in America resteranno, tornando alle loro città alla fine (o in vacanza, compatibilmente con le leggi del posto dove vorrebbero andare)
dall'altra giocatori provenienti da tutto il mondo e che il giorno dopo la loro sconfitta ripartono per andare in altre nazioni non a grattarsi la panza al sole, ma a cominciare un altro torneo
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6751
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Monheim » gio lug 23, 2020 8:22 am

Johnny Rex ha scritto:La cazzata e' stata fatta da Monti, ed e stata avallata dalle banche, Soros, Bill Gates e il buco dell'azoto.

F.F.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » gio lug 23, 2020 8:27 am

Monheim ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:La cazzata e' stata fatta da Monti, ed e stata avallata dalle banche, Soros, Bill Gates e il buco dell'azoto.

F.F.


:D

Insomma, per salvare la baracca concedono libertà maggiori ai giocatori. Ma se permane l'obbligo di quarantena cambia ben poco.

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6751
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Monheim » gio lug 23, 2020 8:46 am

Johnny Rex ha scritto:Insomma, per salvare la baracca concedono libertà maggiori ai giocatori. Ma se permane l'obbligo di quarantena cambia ben poco.

F.F.

Rispondendo (più) seriamente: posta la corretta osservazione di balbysauro, penso non ci siano i presupposti non solo per uno Slam ma nemmeno per uno Slam mutilato.

Io forse son stronzo, ma spero che saltino sia UO sia RG e riparta tutto da zero dal 2021 (o 2000 e mai se moriremo tutti con la seconda ondata).

Chiaramente non escludo possano trovare il modo, più o meno discutibile, di farlo disputare comunque anche dovesse comportare il coinvolgimento di tennisti americani di quarta fascia.

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16793
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Super-Fabio » gio lug 23, 2020 8:58 am

Intanto la Bouchard ha ricevuto una wild card per il torneo di Praga e dovrebbe essere l'unica tra le partecipanti di Praga/Palermo a provenire da oltreoceano. Avevo postato la settimana scorsa la notizia che il governo ceco aveva concesso l'autorizzazione a tutte le giocatrici ad entrare in Rep.Ceca senza dover fare alcuna quarantena, vediamo se sarà effettivamente così. La canadese fino ai primi giorni di Agosto è impegnata nel torneo a squadre americano e a Praga si inizia il 10.

Da segnalare anche il primo caso, almeno a memoria, di covid per quanto riguarda il circuito femminile. La Kalinskaya ha scritto di aver contratto il virus qualche settimana fa in Florida, ma ora già è tornata ad allenarsi.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131551
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Nickognito » gio lug 23, 2020 9:40 am

Bouchard di fronte al mio ufficio, quindi. Non so, venerdi' sera il governo dovrebbe effettuare una nuova stretta contro il virus.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » gio lug 23, 2020 10:21 am

Monheim ha scritto:
Io forse son stronzo, ma spero che saltino sia UO sia RG e riparta tutto da zero dal 2021 (o 2000 e mai se moriremo tutti con la seconda ondata).


Perchè?

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » gio lug 23, 2020 10:41 am

Johnny Rex ha scritto:
Monheim ha scritto:
Johnny Rex ha scritto:La cazzata e' stata fatta da Monti, ed e stata avallata dalle banche, Soros, Bill Gates e il buco dell'azoto.

F.F.


:D

Insomma, per salvare la baracca concedono libertà maggiori ai giocatori. Ma se permane l'obbligo di quarantena cambia ben poco.

F.F.

Mah... un giocatore di fascia medio-bassa, diciamo dal. 40 in giù, se non è proprio uno specialista della terra battuta ha tutto l’interesse ad andare a New York dove troverà comunque un tabellone più facile del solito. Se passa due turni sono bei soldi!
Poi, ammettendo che non ci siano deroghe per la quarantena, se esce nella prima settimana e parte subito salta Madrid ma fa in tempo ad arrivare direttamente a Roma, fare due settimane di quarantena è giocare da Martedì 21/9. Se non esce nella prima settimana non può giocare Roma, ma è contento lo stesso.
Tra l’altro a Roma ci saranno quasi tutti, ci sono solo 56 posti, dal 65 circa in giù non si è nemmeno in tabellone, ragione di più per provare con gli US Open.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » gio lug 23, 2020 10:46 am

Berrettini e i Russi (Medvedev, Rublev, Khachanov) francamente molto più sensato facciano US che non lo facciano .
Zverev e Tsitsipas, anch'essi russi :) ,chissà.

Fra le donne chi è nell'EL a Palermo difficile davvero vada a NY.

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Avatar utente
Kalashnikov
Gran Maestro
Messaggi: 1574
Iscritto il: dom mag 06, 2007 5:29 pm
Località: PZ

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Kalashnikov » gio lug 23, 2020 11:51 am

Johnny Rex ha scritto:Berrettini e i Russi (Medvedev, Rublev, Khachanov) francamente molto più sensato facciano US che non lo facciano .
Zverev e Tsitsipas, anch'essi russi :) ,chissà.

Fra le donne chi è nell'EL a Palermo difficile davvero vada a NY.

F.F.

E la Bouchard che invece va a praga? :D
Aspettando il Messia

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16793
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Super-Fabio » gio lug 23, 2020 6:47 pm

The US Department of Homeland Security (DHS) has granted 212(f) athlete waivers to all players and their support personnel whose names were submitted by the ATP and WTA to travel to the US beginning August 1st.

In realtà questo si sapeva già sarebbe avvenuto, negli US è da Maggio che il DHS ha firmato l'eccezione per atleti e rispettivi staff.

Intanto arriva il comunicato con il quale la WTA annuncia che non si giocherà alcun torneo in Cina nel 2020.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 6751
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Monheim » gio lug 23, 2020 9:55 pm

Johnny Rex ha scritto:
Monheim ha scritto:
Io forse son stronzo, ma spero che saltino sia UO sia RG e riparta tutto da zero dal 2021 (o 2000 e mai se moriremo tutti con la seconda ondata).


Perchè?

F.F.

Preferirei tutti ai nastri di partenza a New York e il Garros meriterebbe di prenderlo laddove per la loro arroganza nel momento in cui hanno annunciato le date senza consultare nessuno prima.

Oltretutto non sono d'accordo in merito alle Finals con la classifica vecchia (in teoria Federer potrebbe parteciparvi) che può penalizzare qualcuno che ne ha diritto seppur in riferimento alla manciata di (eventuali) tornei del 2020.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » gio lug 23, 2020 10:13 pm

Super-Fabio ha scritto:Intanto arriva il comunicato con il quale la WTA annuncia che non si giocherà alcun torneo in Cina nel 2020.

Quindi c’è un buco nel calendario WTA, per tre settimane ad ottobre dopo il Roland Garros ci sono zero tornei in calendario. Spariscono anche le Finals, e a novembre per ora sono previsti solo Mosca e Tokyo, la stessa settimana, e poi un improbabile torneo a Houston (poco più di un challenger comunque).

Per l’ATP il problema è minore, sparisce il Master 1000 di Shanghai (e secondo me sparisce proprio definitivamente) e c’è un buco quella settimana subito dopo il RG, ma poi ci sono vari tornei indoor in Europa prima di Bercy.

La WTA dipende davvero troppo dal mercato cinese, ora come ora di fatto la loro stagione rischia di essere brevissima! Ci sono quasi tre mesi di tempo, volendo non sarebbe impossibile aggiungere qualche altro torneo europeo al calendario.
Ultima modifica di uglygeek il gio lug 23, 2020 10:20 pm, modificato 1 volta in totale.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16793
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Super-Fabio » gio lug 23, 2020 10:18 pm

At this point, returning to Europe after the US Open and entering the countries that plan to host clay-court events (Spain, Italy, France et al) doesn’t appear to be a problem.

The tournament is advising players that any player, regardless of nationality – this is good news for the American players – will be allowed to enter Spain as “highly qualified employees” to play the Madrid tournament.

Players affected by the EU travel ban will be allowed to travel to France “subject to receiving an entry pass issued by the Inter-ministerial Crises Cell”, “to the extent the players come directly from a country which has not been cleared (like the U.S.) or Players transiting through another Schengen country (Spain and Italy) will be considered by the border police as coming from within the Schengen area”. The USTA will help facilitate the obtention of a health certificate to help the players enter Spain or France.

But the exemption of certain players from the 14-day self-quarantine directive remains far from a done deal. The USTA told players it “will continue to work with Federation partners and the WTA and ATP leadership to advocate for USO participants to be granted entry waivers in Madrid, Rome and/or Paris.”

The USTA is also providing the players with a letter of invitation; the Customs and Border Patrol will be cross-referencing players against the list of players submitted by the ATP and WTA Tours to the Department of Homeland Services to grant entry.

If the players (or their team members and family members) are not on that list, they can’t get in; you can see how this process may lead to some complications. The USTA will interface with the government authorities to solve any issues, but it recommends people fly into JFK Airport, where the customs officials have been specifically briefed.

The guidelines as set out by the state of New York are comprehensive.

And an additional wrinkle is the state’s requirement that people travelling from certain high-COVID U.S. states have to self-isolate for 14 days. Those include states where a lot of players live, including Florida, Texas and California. Yet to be determined how that works out.


Nell'articolo intero anche altre notizie sui recenti cambiamenti sul protocollo degli Us Open, che come già scritto ieri sera da altra fonte, per ora "is still going full-steam ahead."

https://opencourt.ca/wordpress/2020/07/ ... n-players/

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » gio lug 23, 2020 10:25 pm

Super-Fabio ha scritto:
At this point, returning to Europe after the US Open and entering the countries that plan to host clay-court events (Spain, Italy, France et al) doesn’t appear to be a problem.

The tournament is advising players that any player, regardless of nationality – this is good news for the American players – will be allowed to enter Spain as “highly qualified employees” to play the Madrid tournament.

Players affected by the EU travel ban will be allowed to travel to France “subject to receiving an entry pass issued by the Inter-ministerial Crises Cell”, “to the extent the players come directly from a country which has not been cleared (like the U.S.) or Players transiting through another Schengen country (Spain and Italy) will be considered by the border police as coming from within the Schengen area”. The USTA will help facilitate the obtention of a health certificate to help the players enter Spain or France.

But the exemption of certain players from the 14-day self-quarantine directive remains far from a done deal. The USTA told players it “will continue to work with Federation partners and the WTA and ATP leadership to advocate for USO participants to be granted entry waivers in Madrid, Rome and/or Paris.”

The USTA is also providing the players with a letter of invitation; the Customs and Border Patrol will be cross-referencing players against the list of players submitted by the ATP and WTA Tours to the Department of Homeland Services to grant entry.

If the players (or their team members and family members) are not on that list, they can’t get in; you can see how this process may lead to some complications. The USTA will interface with the government authorities to solve any issues, but it recommends people fly into JFK Airport, where the customs officials have been specifically briefed.

The guidelines as set out by the state of New York are comprehensive.

And an additional wrinkle is the state’s requirement that people travelling from certain high-COVID U.S. states have to self-isolate for 14 days. Those include states where a lot of players live, including Florida, Texas and California. Yet to be determined how that works out.


Nell'articolo intero anche altre notizie sui recenti cambiamenti sul protocollo degli Us Open, che come già scritto ieri sera da altra fonte, per ora "is still going full-steam ahead."

https://opencourt.ca/wordpress/2020/07/ ... n-players/

Cioè, l’articolo dice che in quanto tennisti li fanno entrare in Europa, non che non devono fare la quarantena, cosa che mi farebbe girare vorticosamente le palle: perché devo farla io e Djokovic e la Williams no, che non sono nemmeno cittadini UE? Spero che il tempo del Marchese del Grillo sia passato.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16793
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Super-Fabio » gio lug 23, 2020 10:28 pm

Sì, sull'ingresso pare non ci saranno problemi di alcun tipo, anche per i cittadini extra UE o di paesi che hanno attualmente il ban.

Sulla quarantena ancora discutono ma is far from a done deal

"But the exemption of certain players from the 14-day self-quarantine directive remains far from a done deal. The USTA told players it “will continue to work with Federation partners and the WTA and ATP leadership to advocate for USO participants to be granted entry waivers in Madrid, Rome and/or Paris.”

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » gio lug 23, 2020 11:11 pm

Calendario WTA attuale:

3 Aug: Palermo
10 Aug: Prague, Kentucky
21 Aug: Cincinnati (New York)
31 Aug: US Open
7 Sep: US Open, Istanbul
14 Sep: Madrid
21 Sep: Rome, Strasbourg
28 Sep: Roland Garros
5 Oct: Roland Garros, Seoul (data TBD)
12 Oct: Linz (data TBD)
19 Oct:
26 Oct:
2 Nov: Moscow (data TBD), Tokyo (data TBD)
9 Nov:
16 Nov:
Probabile che cambino le date di Seoul, Linz. Mosca e Tokyo.

Calendario ATP attuale:

3 Aug:
10 Aug:
21 Aug: Cincinnati (New York)
31 Aug: US Open
7 Sep: US Open, Kitzbuhel
14 Sep: Madrid
21 Sep: Roma, S.Pietroburgo (?)
28 Sep: Roland Garros, Sofia (?)
5 Oct: Roland Garros
12 Oct:
19 Oct: Mosca (?), Anversa (?), Stoccolma (?)
26 Oct: Vienna (?), Basilea (?)
2 Nov: Paris Bercy (?)
9 Nov: Milano Next Gen (?)
16 Nov: London ATP Finals
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » ven lug 24, 2020 8:20 am

uglygeek ha scritto:
Super-Fabio ha scritto:Intanto arriva il comunicato con il quale la WTA annuncia che non si giocherà alcun torneo in Cina nel 2020.

Quindi c’è un buco nel calendario WTA, per tre settimane ad ottobre dopo il Roland Garros ci sono zero tornei in calendario. Spariscono anche le Finals, e a novembre per ora sono previsti solo Mosca e Tokyo, la stessa settimana, e poi un improbabile torneo a Houston (poco più di un challenger comunque).

Per l’ATP il problema è minore, sparisce il Master 1000 di Shanghai (e secondo me sparisce proprio definitivamente) e c’è un buco quella settimana subito dopo il RG, ma poi ci sono vari tornei indoor in Europa prima di Bercy.

La WTA dipende davvero troppo dal mercato cinese, ora come ora di fatto la loro stagione rischia di essere brevissima! Ci sono quasi tre mesi di tempo, volendo non sarebbe impossibile aggiungere qualche altro torneo europeo al calendario.


Sai, vari estimatori della WTA han scritto che il circuito femminile ha reagito meglio del maschile alla pandemia.
Mah, direi che la perdita del mercato Cinese (inqujetante anche per altri risvolti, i cinesi alla seconda ondata ci credono più degli europei, o non cancellavano tutta la stagione autunnale..) è una mazzata peggiore giusto per il circuito femminile, che a parte aggregarsi al circuito maschile di fatto danneggiandolo (bravo Federer ,la classica uscita con cui fai bella figura, tanto poi post ritiro la questione la affronteranno altri..) rischia davvero un calo di notevoli proporzioni.
Va detto che fuori dall'Europa non so dove altro possano fare i tornei .

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131551
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Nickognito » ven lug 24, 2020 8:48 am

Post ritiro non saprei, lo staff di Federer ha fatto sapere che molti record di longevita' dovranno essere battuti nel 2022 e anni successivi.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » ven lug 24, 2020 8:49 am

Nickognito ha scritto:Post ritiro non saprei, lo staff di Federer ha fatto sapere che molti record di longevita' dovranno essere battuti nel 2022 e COVID successivi.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » ven lug 24, 2020 5:00 pm

La F1 (altro sport simile al tennis in quanto a viaggi) ha ufficialmente cancellato il GP negli Stati Uniti sostituendolo con un altro GP in Europa.
Potrebbe diventare una regola per gli sport troppo internazionali, andare avanti ma solo in una regione.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131551
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Nickognito » ven lug 24, 2020 5:11 pm

uglygeek ha scritto:Potrebbe diventare una regola per gli sport troppo internazionali, andare avanti ma solo in una regione.


senza offesa, non ci vuole un genio a capire che e piu facile giocare tutti gli incontri nella stessa regione in questo periodo. Lo hanno capito calcio, basket.... Se non ci arrivano nel tennis, al solito, e' perche'' il tennis e' gestito male. Anzi, non e' gestito, e' in mano ai giocatori che non sanno organizzarsi. Avrebbero potuto iniziare a giocare diverso tempo fa, in sicurezza, come per esempio nel calcio, e facendo soldi.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » ven lug 24, 2020 5:33 pm

Nickognito ha scritto:
uglygeek ha scritto:Potrebbe diventare una regola per gli sport troppo internazionali, andare avanti ma solo in una regione.


senza offesa, non ci vuole un genio a capire che e piu facile giocare tutti gli incontri nella stessa regione in questo periodo. Lo hanno capito calcio, basket.... Se non ci arrivano nel tennis, al solito, e' perche'' il tennis e' gestito male. Anzi, non e' gestito, e' in mano ai giocatori che non sanno organizzarsi. Avrebbero potuto iniziare a giocare diverso tempo fa, in sicurezza, come per esempio nel calcio, e facendo soldi.

Solo che la WTA pensava che quella regione fosse la Cina :-)
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 51994
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Johnny Rex » ven lug 24, 2020 5:38 pm

uglygeek ha scritto:
Nickognito ha scritto:
uglygeek ha scritto:Potrebbe diventare una regola per gli sport troppo internazionali, andare avanti ma solo in una regione.


senza offesa, non ci vuole un genio a capire che e piu facile giocare tutti gli incontri nella stessa regione in questo periodo. Lo hanno capito calcio, basket.... Se non ci arrivano nel tennis, al solito, e' perche'' il tennis e' gestito male. Anzi, non e' gestito, e' in mano ai giocatori che non sanno organizzarsi. Avrebbero potuto iniziare a giocare diverso tempo fa, in sicurezza, come per esempio nel calcio, e facendo soldi.

Solo che la WTA pensava che quella regione fosse la Cina :-)


ATP, WTA, Discorso Comune .

F.F.
paoolino ha scritto: Nickognito non mi ha capito.

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16793
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda Super-Fabio » ven lug 24, 2020 5:58 pm

uglygeek ha scritto:
Nickognito ha scritto:
uglygeek ha scritto:Potrebbe diventare una regola per gli sport troppo internazionali, andare avanti ma solo in una regione.


senza offesa, non ci vuole un genio a capire che e piu facile giocare tutti gli incontri nella stessa regione in questo periodo. Lo hanno capito calcio, basket.... Se non ci arrivano nel tennis, al solito, e' perche'' il tennis e' gestito male. Anzi, non e' gestito, e' in mano ai giocatori che non sanno organizzarsi. Avrebbero potuto iniziare a giocare diverso tempo fa, in sicurezza, come per esempio nel calcio, e facendo soldi.

Solo che la WTA pensava che quella regione fosse la Cina :-)


Io, vista la quantità di soldi che avevano in ballo li, direi che ci sperava più che pensava :)

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 17354
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: La città più brutta del mondo

Re: Il tennis ai tempi del coronavirus.

Messaggioda uglygeek » ven lug 24, 2020 8:27 pm

Sì il presidente della WTA dice che non hanno intenzione di ridurre la presenza nel mercato cinese, le finals dovrebbero essere a Shenzen per i prossimi 8 anni e lì stanno anche costruendo uno stadio apposta.https://www.nytimes.com/2020/07/23/spor ... celed.html

Secondo me sbagliano a dipendere troppo dalla Cina, ma credo non abbiano grandi alternative. Forse sperano di unirsi all’ATP cosicché tutti i tornei maschili siano costretti ad essere combined e dare gli stessi premi a giocatrici anche dove l’interesse è molto minore e la WTA da sola ha poco spazio.

Del resto viviamo in un mondo dove c’è chi vorrebbe che Alex Morgan guadagnasse quanto Lionel Messi...
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]


Torna a “Tornei ATP & WTA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 4 ospiti