Dunlop

Sotto-sezione del forum Area Tecnica dedicata alle Racchette Agonistiche
Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Dunlop

Messaggioda Clythus » mar feb 16, 2010 11:02 pm

Topic dedicato alle racchette Dunlop
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

montox
Matricola
Messaggi: 10
Iscritto il: gio apr 15, 2010 6:24 pm

Re: Dunlop

Messaggioda montox » sab apr 17, 2010 4:44 pm

Ragazzi che mi dite della Dunlop Aerogel 4D 300 Tour ?

Grazie.

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » dom apr 18, 2010 2:47 pm

Immagine


E' una racchetta fantastica ma secondo me molto impegnativa, l' ho voluta provare perché ufficialmente adoperata dal mio giocatore preferito Jurgen Melzer e volendo crederci,anche da Verdasco : o )

Per un tecnico saltano immediatamente all' occhio l' abbinamento di una rigidità molto moderata ed un pattern denso uniti ad altri dati tendenti allo statico come addirittura una testa leggera e maneggevole e decisamente elastica, infatti una volta incordata tutta la rigidità del telaio scende considerevolmente più che su altri telai.

Massa totale moderata ed un bilanciamento che va un filino alto quando si montano multi corposi ma che non ne compromettono la maneggevolezza e tengono l' inerzia piuttosto sul basso tant'è che la palla non esce rapida.

Il target di questo telaio infatti è proprio il tennista su stampo Jurgen/Fernando, cioè braccio velocissimo e gioco brillante, ti consente controllo, precisione e tocco ma la spinta proviene da te e non la fornisci con la forza bruta perché ti finisci il pettorale di dritto e la spalla di rovescio, proprio tale e quale come quando provai la prima volta la Sportastic Supreme e la Kneissl RedStar.

Serve una bella fluidità di tutti i movimenti, per chi ha una biomeccanica armonica dei colpi e ne possiede almeno uno che se lasciato andare a braccio libero, fulmina l' avversario, chi ha un movimento strappato si troverà a remare controcorrente.

Questa racchetta ti consente di piazzare preciso il servizio e la massima comodità e manovrabilità nelle volè però devi essere un piccolo bignami del tennis o non te ne fai di niente infatt io ci ho giocato meglio di rovescio che di dritto.

Col dritto tendo a forzare e quindi a contrarre, mentre il rovescio quando lo voglio spingere sciolgo via la sbracciata e quindi la 300 tour sul rovescio mi dava molta sicurezza.
Certo se dicessi di appesantirla per rendere più offensivo il dritto, finirei per rompere la magia del controlo sul rovescio....

Sul rovescio tagliato è affidabilissima, taglia l' aria come una lama e questo ti consente di tenere la palla col backspin molto profonda ed insidiosa.

Per fare l' oggetto perfetto l' avrebbero dovuta realizzare con una mescola oltre che elastica, pastosa come lo era la m-fil e sarebbe stata davvero da pelle d' oca.

Devono comprare questa racchetta quei giocatori che si costruiscono il punto divertendosi proprio a giocare a tennis, che dopo un missile di dritto o di rovescio tendono a lasciare la linea di fondo per sfruttarne la maneggevolezza sul gioco di rete.

Ti consente di enfatizzare i tocchi, i cambiamenti di ritmo ed ha un controllo molto affidabile sulle accelerazioni.

Non è un maglio per chi pesta sempre da fondocampo con un tennis monocorde, giocandoci così si fa fatica.

Infatti, essendo diffuso un tennis monogas, si tratta di un telaio che ho visto comprare a diversi per la forma ed i colori accattivanti ma anche reinserire velocemente su ebay.

I telai test della 300 tour capitano in giro, quindi merita una prova prima dell' acquisto visto il suo ristretto range di utilizzo.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

zylon
Membro
Messaggi: 205
Iscritto il: mer mag 28, 2008 12:11 pm

Re: Dunlop

Messaggioda zylon » dom apr 18, 2010 7:39 pm

ciao milo,
allora meglio la 300 normale per un gioco a tutto campo?

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » dom apr 18, 2010 11:44 pm

Secondo me si Zylon è molto più semplice, la Tour è molto bella ma mi pare parecchio impegnativa se non si hanno i presupposti.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

Mr Erba
Illuminato
Messaggi: 2781
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Milano,Italy

Re: Dunlop

Messaggioda Mr Erba » lun apr 19, 2010 7:11 pm

Racchetta affascinante, ma non spinge una beata fava, un pò lo stesso discorso che con la blx tour, salvo che forse questa è piu duttile.

Mi piacerebbe ritestarla con una corda molto sensibile.

Però, ecco, non risco a capire le case a volte, attrezzi come questi andrebbero settati su uno schema 16 18, perchè insistere sul 18 20 che le rende difficoltosissime ??

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » mar apr 20, 2010 8:28 am

Mr Erba ha scritto:Racchetta affascinante, ma non spinge una beata fava, un pò lo stesso discorso che con la blx tour, salvo che forse questa è piu duttile.

Mi piacerebbe ritestarla con una corda molto sensibile.

Però, ecco, non risco a capire le case a volte, attrezzi come questi andrebbero settati su uno schema 16 18, perchè insistere sul 18 20 che le rende difficoltosissime ??


A me è capitata con le msv focus hex 1,10mm ma già finite e tacchettate a dovere ( mi si sono rotte durante la prova infatti), l' incordatura quindi era esausta ma credo che con tensioni basse ci si possa divertire molto se si ha un braccio all' altezza.

Anche io preferisco i pattern 16x19 o 16x18, non la vedo poi così male se Dunlop ha voluto provare con un telaio meno popolare e un po' più particolare, mi viene da pensare alla BLX ProTour, in fondo non si gioca poi così male con questi telai col reticolo a zanzariera, ti forzano un po' ad andare in avanti più del solito ( il che non è male ) e a lasciare andar via più fluido il braccio, quasi una base propedeutica per educare al colpo limpido e pulito.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

zylon
Membro
Messaggi: 205
Iscritto il: mer mag 28, 2008 12:11 pm

Re: Dunlop

Messaggioda zylon » mar apr 20, 2010 9:42 am

Clythus ha scritto:Secondo me si Zylon è molto più semplice, la Tour è molto bella ma mi pare parecchio impegnativa se non si hanno i presupposti.


magari con grip in cuoio (Pacific, naturalmente) ed un 3+3 ad ore 9 e 3
vero?

montox
Matricola
Messaggi: 10
Iscritto il: gio apr 15, 2010 6:24 pm

Re: Dunlop

Messaggioda montox » mar apr 20, 2010 5:20 pm

Ragazzi grazie per le preziose info che hanno spento qualsiasi mio "malsano" interesse verso questo telaio sul quale nutrivo dubbi sia sulla spinta che sulla facilità d'utilizzo, dubbi che pertanto erano fondati.
P.S. Milo è sempre un piacere leggere le tue recensioni.

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » mer apr 21, 2010 9:30 am

zylon ha scritto:magari con grip in cuoio (Pacific, naturalmente) ed un 3+3 ad ore 9 e 3
vero?



Credo che un buon cuoio ( come ad esempio il PACIFIC Leather Calfskin Pro ) possa impreziosire il manico di qualsiasi racchetta, quindi anche della Dunlop Aerogel 300 Tour.
In merito all' appesantimento di 6 grammi sull' equatore del piatto corde, come scrivevo nella recensione della 300 Tour ho un filino di dubbio sul perdere quella magia sul colpo lasciato andare fluido e libero.
Io personalmente quando sbracciavo di rovescio ero proprio sugli ultimi 10 cm di campo in totale sicurezza, non so se poi con 6 grammi tende ad allungare quanto basta da farti uscire una palla ogni tanto e facendoti perdere quella sicurezza che la racchetta ti dona già così di default.
Compensando quei 6 grammi in testa con il cuoio sicuramente il bilanciamento viene rispettato ma la massa totale della racchetta va su una stazza superiore, il giocatore fisicamente muscolato la brandisce sempre bene ma l' utente bersaglio del telaio potrebbe avere problemi, tipo il Rochus o l' Arazi da circolo ( considerato con le dovute proporzioni in scala ridotta di noi mortali ) ha sì il bilanciamento rispettato ma coi 6 grammi in più che hai messo sulla testa e i circa 8 di differenza sul manico hai portato un tealio Welter a peso Medio con annessa diminuzione della maneggevolezza.
Non è certo una zavorratura drastica, ma la massa e la maneggevolezza sono aumentate di quanto basta per uscire dal range di parametri ideali a soddisfare quel determinato ( ed aggiungo insolito ) tipo di giocatore.
Questi cambiamenti in genere il 90% dei giocatori li vuole fatti dalla mattina alla sera, ma se non si hanno i presupposti per gestirli in maniera così repentina e si ha la pazienza di farli gradualmente, salendo di pochi grammi per volta fino al raggiungimento dell' obiettivo, quasi tutti sono in grado di adattarsi.

Per questo dico che sono dubbioso, perché è difficile trovare chi si affeziona a quel determinato telaio (specie se così tecnico e mirato come la 300 tour) e porta avanti delle prove sensate con una paziente, graduale e moderata aggiunta di pesi, variazione corde e tensioni ecc... di norma ci si stanca alla svelta, se l' intesa con la racchetta non nasce a primo acchito o in tempi celeri, si passa al nuovo modello e festa finita, è un po' il motivo per il quale proliferano telai più commerciali e popolari.

@@ Montox @@ grazie a te Francesco
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

zylon
Membro
Messaggi: 205
Iscritto il: mer mag 28, 2008 12:11 pm

Re: Dunlop

Messaggioda zylon » mer apr 21, 2010 3:36 pm

verissimo Milo,
infatti quella customizzazione (grip cuoio Pacific con 3+3 ad ore 9 e 3) la proponevo per la 300 normale non per la tour
che ne pensi?

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » gio apr 22, 2010 2:03 pm

Se lo fai sulla 300 semplice 16x19 ho trovato migliore un filino in meno di peso ( 4 grammi ) ma ad ore 10 e ad ore 2 e diventa una discreta agonistica, acquista una marcia e mezzo in velocità senza compromettere il controllo, anzi, è più stabile.

Rispetto alla m-fil 300 infatti la Aerogel 300 è un capellino più nevrile nelle scentrature, sembrerà una sciocchezza ma quei quattro grammi in quella posizione ne migliorano la stabilità e la potenza senza stravolgerne la vocazione a tuttocampo.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

Avatar utente
ste86
Gran Maestro
Messaggi: 1684
Iscritto il: dom gen 20, 2008 10:50 pm
Località: Napoli

Re: Dunlop

Messaggioda ste86 » mer giu 09, 2010 11:24 pm

Interessante Milo quest'ultimo post sulla Aerogel 300... Mi sta venendo voglia di provare questa customizzazione :)

Ah mi dicevi che le NRg2 possono dare ulteriore spinta a questo telaio.... ma in sintesi ce le vedi o no qui sopra???HAi anche qualche altra cosa da consigliarmi per questo bel telaio??(con cui gioco da 2 anni e per il momento non penso di abbandonare,sto solo cercando il setup migliore)
FEDERER-YOUZHNY-GASQUET-DELIC-LLODRA-GULBIS-KOHLSCHREIBER-HAAS-PETZSCHNER-DIMITROV-ALMAGRO

KUERTEN-MC ENROE-EDBERG-RAFTER-SAFIN-HENMAN-CALLERI

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » ven giu 11, 2010 2:43 pm

ste86 ha scritto:Interessante Milo quest'ultimo post sulla Aerogel 300... Mi sta venendo voglia di provare questa customizzazione :)

Ah mi dicevi che le NRg2 possono dare ulteriore spinta a questo telaio.... ma in sintesi ce le vedi o no qui sopra???HAi anche qualche altra cosa da consigliarmi per questo bel telaio??(con cui gioco da 2 anni e per il momento non penso di abbandonare,sto solo cercando il setup migliore)


La Aerogel 300 ha un' uscita della palla più brusca rispetto alla precedente M-fil, quindi di suo la palla cammina di già, se non si va di fioretto ma di muscolo allora quella customizzazione che hai letto poco sopra ti consente di mettere la sesta al gear-box e fare molta meno fatica.

La NRG2 da una spruzzatina di protossido d' azoto a quasiasi racchetta, è esuberante nella velocità di palla quindi se il tuo scopo è acquistare velocità va benissimo anche tenendo conto che con la NRG2 non monti una fionda dentro la cornice del telaio ma un eccellente multifilo che sotto tensione è affidabile anche per li controllo, l' elasticità la rilascia in maniera equiiibrata, non è per dire una explosiv! o altri multi un po' sbilanciati verso il gas e poco sul freno.

Se opti per l' aggiunta di peso come scritto sopra, metterei un multifilo meno veloce ma più di tocco, comunque prima di guardare già all' orizzonte, vediamo cosa dice la tua attuale prova in campo.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

RussianTennisGods
FooLminato
Messaggi: 13001
Iscritto il: ven giu 22, 2001 2:00 am
Località: Catanzaro Lido - Frascinètow
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda RussianTennisGods » lun giu 14, 2010 7:24 pm

milo ,se puoi, faresti una recensione della aerogel 300 g, schema corde 16-18?
che corde potrebbero esaltarla?
secondo te a quale tipologia di giocatore si adatta questo telaio e soprattutto per quale livello di utenza la reputi idonea?
Ildiavolovestemilan wrote:
Bravo Nasty, finalmente qualcuno che mi capisce...

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » mar giu 15, 2010 9:43 am

RussianTennisGods ha scritto:milo ,se puoi, faresti una recensione della aerogel 300 g, schema corde 16-18?
che corde potrebbero esaltarla?
secondo te a quale tipologia di giocatore si adatta questo telaio e soprattutto per quale livello di utenza la reputi idonea?



Ciao Michele,

L' Aerogel300 16x18 è una racchetta agonistica che come la 16x19 si adatta a varie esigenze di gioco, il punto principale sul quale si differenziano le due non è soltanto per una sola corda orizzontale ma per la base delle verticali che nella 16x18 ha un ponte a 4 passaggi, quindi sulle 8 verticali centrali hai il grande vantaggio di una tensionatura lineare che consente più sweetspot e più controllo, se tendi a coprire la palla, con la 16x18 il colpo lo senti di più e come stabilità torsionale è superiore.

E' un agile telaio da fondo campo, ti consente di sviluppare una buona rotazione di spin senza troppa fatica e senza un polso alla Muster, enfatizza bene le sensazioni della profondità di campo, si può considerare una PureStorm più sensibile e di tocco ( mi riferisco alla PureStrom 295).


E' di una categoria di peso interessante perché di norma oggi trovi o la 290-295 o la 320, questa è poco sopra i 300 grammi quindi accontenta proprio quei giocatori che sentono sventagliare le 290 ma che non riescono più ( specie sul servizio) ad accelerare le 320.

Con quel peso è buona anche in fase difensiva dove la massa sensibilmente superiore ti consente di sfruttare l' energia della palla avversaria quando questa arriva in accelerazione sugli attacchi, non è il maglio per tirare giù il muro della difesa avversaria a martellate dal fondo come può essere una Prestige MP o Pro, anche quando acceleri con la 300 16x18 devi sempre un po' coprire il colpo.

E' un' ottima racchetta per chi ha una discreta padronanza degli effetti e degli angoli con entrambi i fondamentali, per aprirsi il campo gradualmente facendo perdere mezzi metri ad ogni scamio e poi chiudere più volentieri approfittando della palla finita corta, chiudendola entrando nel campo o con un po' di gioco di volo, piuttosto che con la bomba da fondocampo.


Come corda, essendo un telaio classico dalla rigidità piuttosto equilibrata, si presta a tante soluzioni, una delle migliori come prestazioni di spin, giusta elasticità e costo contenuto sarebbe la MSV-Focus Hex, calibro a piacere, più sottile è, meglio gioca, poi sia la 1,10 che la 1,23 giocano veramente bene, basta che soddisfino le esigenze di durata.

Te ne ho detta una poi ne può ospitare davvero tante di corde.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

RussianTennisGods
FooLminato
Messaggi: 13001
Iscritto il: ven giu 22, 2001 2:00 am
Località: Catanzaro Lido - Frascinètow
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda RussianTennisGods » ven giu 18, 2010 11:39 pm

straordinario milo, come sempre.
ti ho chiesto un parere perchè io la uso ed è un piacere giocarci. premesso che io colpisco tutto piatto appoggiandomi (mi hai visto, non ho un kg di muscoli) con questa dunlop ho la sensazione di una racchetta da pro ma con la maneggevolezza e la spinta di una racchetta ad ampio spettro.
molto precisa al servizio piatto, ottimo lo slice cosi come i tagli all'indietro.
mio cugino dice che è molto meno rigida di una aero drive o di una head extreme, si flette in mano molto più ma questo non ho ben compreso cosa possa implicare.
di fatto io con la mia cara vecchia aero drive mi sento più sicuro nella profondità e in situazione di scarso feeling con la palla, visto che verso anche in pessime condizioni tecniche (sono poco allenato) però onestamente a giocare con la 300 mi diverto di più anche se vinco meno punti.
Ildiavolovestemilan wrote:
Bravo Nasty, finalmente qualcuno che mi capisce...

bernie10s
Membro
Messaggi: 403
Iscritto il: mar ago 06, 2002 2:00 am

Re: Dunlop

Messaggioda bernie10s » ven lug 30, 2010 11:28 pm

Io amo la AG 200 4D 16x19. Con tutto il settaggio e overgrip siamo a 335-338 g. Mi piacciono quelle bilanciate a 31,8-31,7 non di più. Ne ho un paio che tirano ai 32 cm e sono poco maneggevoli per me. Comunque anche quelle in giornate di grazia danno soddisfazioni. Monto la corda Babolat nera nuova (non mi ricordo il nome) 24-23 kg . Le 4D sono più pastose delle AG200 e in definitiva migliori.

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: Dunlop

Messaggioda infinitejest » ven set 24, 2010 9:53 am

Colpo di fulmine a distanza:
ho visto la Dunlop Aerogel 4D 200 18x20, ho letto le caratteristiche, m'ha attizzato, l'ho presa, oggi forse arriva.
:D
Sarà amore ? :roll:
Immagine

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: Dunlop

Messaggioda infinitejest » dom set 26, 2010 7:20 pm

Oggi prima prova sul campo della mia Dunlop Aerogel 4D 200 (18x20).
Ti costringe ad essere aggressivo, a spingere.
Oggi diversamente dal mio solito ho corso molto poco in campo; pur giocando con un 4.1 (che vale la terza categoria) ho spesso comandato il gioco.
Le soddisfazioni migliori sono arrivate con il colpo forte, il dritto. Puoi picchiare senza timore, fai i buchi per terra. L'impatto è secco, meraviglioso, lo definirei "senza fronzoli".
Nel colpo debole, il rovescio, non ammette indecisioni.
Sono curioso di provarla con un multifilo più elastico ed esplosivo rispetto all'attuale Dunlop MFil Tour 16.
Si accettano consigli.
Immagine

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32922
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Dunlop

Messaggioda BackhandWinner » mar ott 12, 2010 1:13 pm

infinitejest ha scritto:Oggi prima prova sul campo della mia Dunlop Aerogel 4D 200 (18x20).
Ti costringe ad essere aggressivo, a spingere.
Oggi diversamente dal mio solito ho corso molto poco in campo; pur giocando con un 4.1 (che vale la terza categoria) ho spesso comandato il gioco.
Le soddisfazioni migliori sono arrivate con il colpo forte, il dritto. Puoi picchiare senza timore, fai i buchi per terra. L'impatto è secco, meraviglioso, lo definirei "senza fronzoli".
Nel colpo debole, il rovescio, non ammette indecisioni.
Sono curioso di provarla con un multifilo più elastico ed esplosivo rispetto all'attuale Dunlop MFil Tour 16.
Si accettano consigli.



Ci penso ogni tanto anch'io. :)

Come altra possibilità 18x20 oltre alla YouTek Prestige MP, in eventuale sostituzione della mia attuale PRO.
In altri momenti di follia tra le candidate fa capolino anche la Wilson K-Factor Blade 93.
A me paiono tutte sorelline, o almeno cuginette, ma può essere benissimo che lo siano solo data la mia incompetenza.

In ogni caso io:
1) sono due (n? :)) cat. più in basso, un 4.1 di solito mi prende a pallate ( o per sfinimento, a seconda dello stile);
2) sono un convertito convinto al mono (morbido) da un anno e mezzo ormai.

Confusione totale? :)
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
ste86
Gran Maestro
Messaggi: 1684
Iscritto il: dom gen 20, 2008 10:50 pm
Località: Napoli

Re: Dunlop

Messaggioda ste86 » mer ott 13, 2010 11:10 pm

BackhandWinner ha scritto:
infinitejest ha scritto:Oggi prima prova sul campo della mia Dunlop Aerogel 4D 200 (18x20).
Ti costringe ad essere aggressivo, a spingere.
Oggi diversamente dal mio solito ho corso molto poco in campo; pur giocando con un 4.1 (che vale la terza categoria) ho spesso comandato il gioco.
Le soddisfazioni migliori sono arrivate con il colpo forte, il dritto. Puoi picchiare senza timore, fai i buchi per terra. L'impatto è secco, meraviglioso, lo definirei "senza fronzoli".
Nel colpo debole, il rovescio, non ammette indecisioni.
Sono curioso di provarla con un multifilo più elastico ed esplosivo rispetto all'attuale Dunlop MFil Tour 16.
Si accettano consigli.



Confusione totale? :)

temo di sì
#100#
FEDERER-YOUZHNY-GASQUET-DELIC-LLODRA-GULBIS-KOHLSCHREIBER-HAAS-PETZSCHNER-DIMITROV-ALMAGRO

KUERTEN-MC ENROE-EDBERG-RAFTER-SAFIN-HENMAN-CALLERI

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » dom ott 24, 2010 9:07 am

BackhandWinner ha scritto: tra le candidate fa capolino anche la Wilson K-Factor Blade 93.


io gioco con prestige classic 600. il mio gioco non è certo arrotato se non in recupero sul dritto quando sono molto fuori dal campo.

ebbene, nonostante ciò, la blade tour che ho avuto per qualche mese è allucinante nella sua mancanza di presa di rotazione. se giochi piatto è la racchetta ideale. se solo provi a dare un minimo di spin, è ingestibile.
Pete - The King of Swing
"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: Dunlop

Messaggioda infinitejest » dom ott 24, 2010 10:53 am

Premessa:
mi sono stampato il post di Clythus sulla Dunlop 4D Tour. Fantastico.

Gioco da un paio di anni con la Yonex Rds 002 Tour (manico 2-versione light), gran telaio , ma che permette un gioco piuttosto leggerino.
Ho deciso di dare una possibilità a questa Dunlop e da una settimana la sto provando sul campo.
Mi intriga, ma è molto "dispettosa".
Mi fa godere l'impatto e la resa del colpo portato in maniera fluida. Mai giocato con una racchetta simile. Gioco piatto ed ho la sensazione unica che la Dunlop mi permetta di darci dentro senza paura di veder scappare la palla.
Di contro non riesco ancora a trovare feeling con i tocchi, i tagli, le volèe, la sento meno maneggevole rispetto alla mia Yonex (sarà per il bilanciamento 320 per la Dunlop-310 per la Yonex oppure il piatto corde 98 per entrambe, ma più piccolo rispetto alla giapponese).
Proprio perche come dice Milo, la racchetta è "molto impegnativa", penso (e spero) sia una questione di tempo trovare la giusta affinità con questa Dunlop.
Milo scrive pure: "un bilanciamento che va un filino alto quando si montano multi corposi".
Cosa si intende per multi corposi. Io ho potuto montare la Head Rip Control a 23/22.
Alternative disponibili: Wilson Sensation, un paio di multifili Babolat ed uno della Babolat.
Pareri in merito ?
Immagine

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » mer feb 23, 2011 11:11 pm

Provata la Biomimetic 300 Tour, fantastica, uno dei migliori telai che abbia mai usato per il serve & volley.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » dom mar 13, 2011 6:45 pm

a livello puramente estetico, la biomimetic 200 tour è uno dei telai più belli che abbia mai visto
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32922
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Dunlop

Messaggioda BackhandWinner » lun mar 14, 2011 12:19 am

mp4/18 ha scritto:a livello puramente estetico, la biomimetic 200 tour è uno dei telai più belli che abbia mai visto


Io son rimasto più colpito dalla 300 (è che preferisco il rosso al blu, semplicemente). Comunque livrea veramente azzeccata per questa nuova serie.
Vista una 300 al mio circolo, m'è venuta voglia di provarla solo a vederla, solo per l'aspetto; :o cosa che non mi succedeva più da quando avevo...non so, 18 anni. :)
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » lun mar 14, 2011 11:08 am

BackhandWinner ha scritto:
mp4/18 ha scritto:a livello puramente estetico, la biomimetic 200 tour è uno dei telai più belli che abbia mai visto


Io son rimasto più colpito dalla 300 (è che preferisco il rosso al blu, semplicemente). Comunque livrea veramente azzeccata per questa nuova serie.
Vista una 300 al mio circolo, m'è venuta voglia di provarla solo a vederla, solo per l'aspetto; :o cosa che non mi succedeva più da quando avevo...non so, 18 anni. :)


anche la 300tour, vero.

trovo che quell'argento scuro cromato sia veramente uno spettacolo per gli occhi
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
taylorhawkins89
Saggio
Messaggi: 8335
Iscritto il: lun ago 25, 2008 5:18 pm

Re: Dunlop

Messaggioda taylorhawkins89 » lun mar 14, 2011 12:49 pm

La 300 tour è una delle racchette più controllose sul mercato, una bellezza. Ho trovato un venditore che vende la coppia(sia 300 normale che tour) a un prezzo eccezziunale, se torno a giocare con continuità le pijo. 8)

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » lun mar 14, 2011 10:39 pm

BackhandWinner ha scritto:
mp4/18 ha scritto:a livello puramente estetico, la biomimetic 200 tour è uno dei telai più belli che abbia mai visto


Io son rimasto più colpito dalla 300 (è che preferisco il rosso al blu, semplicemente). Comunque livrea veramente azzeccata per questa nuova serie.
Vista una 300 al mio circolo, m'è venuta voglia di provarla solo a vederla, solo per l'aspetto; :o cosa che non mi succedeva più da quando avevo...non so, 18 anni. :)


Vero, belle entrambe.

La 200Tour è un maglio, potentissima, anche con dei monofili tosti e poco propulsivi vuole almeno 24 Kg, esuberante e devastante.

La 300 Tour è di una prontezza tale sotto rete che propone una maneggevolezza reperibile su poche racchette nella categoria da circa 330 grammi incordate.

Belle entrambe ma la 300 Tour mi sembra la più bella di tutte.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

Avatar utente
ste86
Gran Maestro
Messaggi: 1684
Iscritto il: dom gen 20, 2008 10:50 pm
Località: Napoli

Re: Dunlop

Messaggioda ste86 » dom mar 20, 2011 2:47 am

Clythus ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:
mp4/18 ha scritto:a livello puramente estetico, la biomimetic 200 tour è uno dei telai più belli che abbia mai visto


Io son rimasto più colpito dalla 300 (è che preferisco il rosso al blu, semplicemente). Comunque livrea veramente azzeccata per questa nuova serie.
Vista una 300 al mio circolo, m'è venuta voglia di provarla solo a vederla, solo per l'aspetto; :o cosa che non mi succedeva più da quando avevo...non so, 18 anni. :)


Vero, belle entrambe.

La 200Tour è un maglio, potentissima, anche con dei monofili tosti e poco propulsivi vuole almeno 24 Kg, esuberante e devastante.

La 300 Tour è di una prontezza tale sotto rete che propone una maneggevolezza reperibile su poche racchette nella categoria da circa 330 grammi incordate.

Belle entrambe ma la 300 Tour mi sembra la più bella di tutte.


Ciao Milo!

Se e quando ti capita di provarla, mi farebbe piacere sentire una tua opinione sulla nuova biomemtic 300 normale in modo da raffrontarla con le serie precedenti.
:wink:
FEDERER-YOUZHNY-GASQUET-DELIC-LLODRA-GULBIS-KOHLSCHREIBER-HAAS-PETZSCHNER-DIMITROV-ALMAGRO

KUERTEN-MC ENROE-EDBERG-RAFTER-SAFIN-HENMAN-CALLERI

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32922
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Dunlop

Messaggioda BackhandWinner » lun mar 21, 2011 3:02 pm

taylorhawkins89 ha scritto:La 300 tour è una delle racchette più controllose sul mercato, una bellezza. Ho trovato un venditore che vende la coppia(sia 300 normale che tour) a un prezzo eccezziunale, se torno a giocare con continuità le pijo. 8)


Troppo tardi. #111# #100#
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
taylorhawkins89
Saggio
Messaggi: 8335
Iscritto il: lun ago 25, 2008 5:18 pm

Re: Dunlop

Messaggioda taylorhawkins89 » dom apr 17, 2011 6:17 pm

A' back le hai prese o no 'ste 300? Fa un po' una recensione. :)

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » gio giu 02, 2011 12:07 am

la situazione vuole che l'altro giorno abbia demolito una delle mie i.prestige mid in uno scatto di ira. è un periodaccio tennisticamente parlando. prima volta in vita mia che spacco un telaio (il rimorso è arrivato quasi immediato, ma cristo di un dio, che goduria sul momento... :D )

sono senza coppia......e devo essere sincero, non ho molta voglia di smenare su ebay e compagnia per trovare delle pc600 o i.prestige 93, vuoi anche per le valutazioni assurde del nuovo

mi incuriosiscono 200tour e 300tour...la prima soprattutto per via del piatto non troppo ampio, del peso eleqato e di quel reticolo 16x18 che dovrebbe aiutarmi a dare quel pizzico di spin e spinta in più delle prestige

opinioni?

tnx
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda Clythus » mar giu 07, 2011 11:24 am

mp4/18 ha scritto:la situazione vuole che l'altro giorno abbia demolito una delle mie i.prestige mid in uno scatto di ira. è un periodaccio tennisticamente parlando. prima volta in vita mia che spacco un telaio (il rimorso è arrivato quasi immediato, ma cristo di un dio, che goduria sul momento... :D )

sono senza coppia......e devo essere sincero, non ho molta voglia di smenare su ebay e compagnia per trovare delle pc600 o i.prestige 93, vuoi anche per le valutazioni assurde del nuovo

mi incuriosiscono 200tour e 300tour...la prima soprattutto per via del piatto non troppo ampio, del peso eleqato e di quel reticolo 16x18 che dovrebbe aiutarmi a dare quel pizzico di spin e spinta in più delle prestige

opinioni?

tnx


Ciao Antonio,

sono tutte e due molto belle ma per come ti ho conosciuto negli anni attraverso i tuoi post ed i tuoi feedback su telai e corde, la 200 Tour la vedo troppo esuberante nella spinta.
E' un vero e proprio maglio che necessita di notevole forza fisica, in primo luogo per accelerarla ed in secondo per chiudere bene il finale perché è molto potente, ciò lo vedo in controtendenza coi tuoi telai fidati come ProStaff 85 Original o Head Prestige ( varie versioni ).

La 300 Tour invece sarebbe abbastanza in linea col tuo concetto di racchetta ed è fantastica, sicuramente una delle racchette più belle mai realizzate, penso rimarrà per molto tempo nella memoria dei giocatori, anche per il suo bellissimo aspetto grafico.

La puoi considerare una sorta di Prestige ma più maneggevole e meno flessuosa sull'accelerazione dove da il suo massimo insieme alla rara maneggevolezza sotto rete, questa mi sentirei quasi di consigliartela a scatola chiusa.

Ricordo che ti piacciono tendenzialmente dei telai più consistenti, ho ancora in mente la volta che provasti la Aerogel-100, nel frattempo è passato del tempo e le difficoltà che avevi nel brandire lo strumento pesante potrebbero farti apprezzare ancora di più la 300 Tour, vi si può inoltre aggiungere il fatto che all'occorrenza, puoi renderla più offensiva e solida con piccole aggiunte di peso nei punti giusti.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » mar giu 07, 2011 4:28 pm

Clythus ha scritto:
mp4/18 ha scritto:la situazione vuole che l'altro giorno abbia demolito una delle mie i.prestige mid in uno scatto di ira. è un periodaccio tennisticamente parlando. prima volta in vita mia che spacco un telaio (il rimorso è arrivato quasi immediato, ma cristo di un dio, che goduria sul momento... :D )

sono senza coppia......e devo essere sincero, non ho molta voglia di smenare su ebay e compagnia per trovare delle pc600 o i.prestige 93, vuoi anche per le valutazioni assurde del nuovo

mi incuriosiscono 200tour e 300tour...la prima soprattutto per via del piatto non troppo ampio, del peso eleqato e di quel reticolo 16x18 che dovrebbe aiutarmi a dare quel pizzico di spin e spinta in più delle prestige

opinioni?

tnx


Ciao Antonio,

sono tutte e due molto belle ma per come ti ho conosciuto negli anni attraverso i tuoi post ed i tuoi feedback su telai e corde, la 200 Tour la vedo troppo esuberante nella spinta.
E' un vero e proprio maglio che necessita di notevole forza fisica, in primo luogo per accelerarla ed in secondo per chiudere bene il finale perché è molto potente, ciò lo vedo in controtendenza coi tuoi telai fidati come ProStaff 85 Original o Head Prestige ( varie versioni ).

La 300 Tour invece sarebbe abbastanza in linea col tuo concetto di racchetta ed è fantastica, sicuramente una delle racchette più belle mai realizzate, penso rimarrà per molto tempo nella memoria dei giocatori, anche per il suo bellissimo aspetto grafico.

La puoi considerare una sorta di Prestige ma più maneggevole e meno flessuosa sull'accelerazione dove da il suo massimo insieme alla rara maneggevolezza sotto rete, questa mi sentirei quasi di consigliartela a scatola chiusa.

Ricordo che ti piacciono tendenzialmente dei telai più consistenti, ho ancora in mente la volta che provasti la Aerogel-100, nel frattempo è passato del tempo e le difficoltà che avevi nel brandire lo strumento pesante potrebbero farti apprezzare ancora di più la 300 Tour, vi si può inoltre aggiungere il fatto che all'occorrenza, puoi renderla più offensiva e solida con piccole aggiunte di peso nei punti giusti.


ciao milo
dai tempi della ps85, nonchè aerogel 100 di acqua sotto i ponti ne è passata, il mio livello di gioco si è evoluto parecchio e perso tanta dlela confusione che avevo in testa. mi conosco meglio. non che ps85 non mi piaccia più, ma può andar bene per dei palleggi in allegria. questo per dire che moltte della sensazioni vecchie non sempre corrispondevano a test approfonditi.

come ti dicevo stavo giocando negli ultimi periodi con la i.prestige 93. ebbene, fermo restando che una della coppia l'ho rotta.....credevo che quei punti di rigidità in più rispetto alla pc600 non cambiassero più di tanto la situazione e invece.....è pazzesco quando la pc600 tenga la palla più sul pianto quel tanto che basta per farmi trovare a mio agio con quest'ultima. pc600 e iprestige sono due telai davvero differenti, al contrario di quanto pensavo. tanto è vero che le iprestige le presi in sostituzione. ma la realtà è molto diversa.

io ho bisogno di un telaio

1) che non sia rigido, anzi, il più flessibile possibile.
2) piatto non superiore ai 95" pollici
3) controlloso
4) più pesante è meglio è. se c'è una cosa che non mi manca è l'allenamento.

ecco perchè avevo pensato alla 200 tour.

la 300 tour, era una delle papabili assolutamente, però quei 320 incordata e quel bilanciamento un po' troppo avanzato mi spaventano.

piuttosto mi hanno parlato benone della volkl power bridge 93 e vedendo i nudi dati potrebbe essere un'opzione. la conosci?
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32922
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Dunlop

Messaggioda BackhandWinner » mar giu 07, 2011 4:34 pm

Clythus ha scritto:La 300 Tour invece sarebbe abbastanza in linea col tuo concetto di racchetta ed è fantastica, sicuramente una delle racchette più belle mai realizzate, penso rimarrà per molto tempo nella memoria dei giocatori, anche per il suo bellissimo aspetto grafico.

La puoi considerare una sorta di Prestige ma più maneggevole e meno flessuosa sull'accelerazione dove da il suo massimo insieme alla rara maneggevolezza sotto rete, questa mi sentirei quasi di consigliartela a scatola chiusa.

Ricordo che ti piacciono tendenzialmente dei telai più consistenti, ho ancora in mente la volta che provasti la Aerogel-100, nel frattempo è passato del tempo e le difficoltà che avevi nel brandire lo strumento pesante potrebbero farti apprezzare ancora di più la 300 Tour, vi si può inoltre aggiungere il fatto che all'occorrenza, puoi renderla più offensiva e solida con piccole aggiunte di peso nei punti giusti.


Mi sa proprio che dovrò provarla, prima o poi... 8)
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » lun giu 13, 2011 11:40 pm

ho provato, seppur brevemente, la 200 tour.
dà la sensazione di essere un telaio abbastanza morbido, ma cmq troppo potente per i miei gusti (credo avesse su delle proline 2, non so a che tensioni). col dritto tendevo ad andare lungo per via di un'esuberanza abbastanza marcata e a un pattern aperto, col rovescio benino, laddove sopperisce alla potenza che faccio fatica a dare di mio.

non mi ha convinto, o meglio non è il telaio che cerco. però l'ho provato poco.

ho bisogno di un qualcosa di estremamente controlloso, ma non rigido. spero che la 300 tour possa rispecchiare queste caratteristiche. quel "meno flessuosa all'accelerazione" di cui parlavi tu milo, mi spaventa un po'. perchè la pc600 (classic 600, nessuna delle altre varianti, intelligence inclusa) propio in accelerazione mi restituisce quell'inerzia che mi permette di spingere in sicurezza laddove altri telai, li trovo troppo scomposti in quel frangente.
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7045
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Dunlop

Messaggioda mp4/18 » ven giu 17, 2011 8:38 pm

ho preso la 300tour.

fatto qualche palleggio col multifilo di serie. difficile avere sensazioni reali.

la mia intenzione è di cucirmela addosso customizzandola a dovere anche se prima la voglio provare stock con le sole corde cambiate e l'overgrip.
l'unica cosa che ho percepito è che i manici dunlop hanno dei fondelli praticamente inesistenti e la cosa non mi entusiasma.

approfondite review da lunedì in poi
Pete - The King of Swing

"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32922
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Dunlop

Messaggioda BackhandWinner » ven giu 17, 2011 8:45 pm

taylorhawkins89 ha scritto:A' back le hai prese o no 'ste 300? Fa un po' una recensione. :)


No.
Alla fine ho deciso per queste (tenendomi sempre ben stretta la mia coppia di YT Prestige MP 8):

Immagine

(Yonex V-Core 95)
:oops:

Ma le Dunlop (300 tour o addiritura anche 200) prima o poi...
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)


Torna a “Racchette Agonistiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti